<![CDATA[ News del Comitato Regionale Molise - FIP ]]> Mon, 23 Jan 2023 19:44:18 UTC <![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Allenare l'azzurro, Rossella Ferro e Giuseppe Amorosa orgoglio del Molise al Salone d'Onore del Coni ]]> C’era anche tanto Molise questa mattina a Roma presso il Salone d’Onore del Coni dove – per iniziativa del numero uno nazionale della Federbasket Gianni Petrucci con il sostegno anche di Federcalcio, Federvolley e Federnuoto – si sono ritrovati per un seminario-conferenza dal titolo ‘Allenare l’azzurro’ i quattro commissari tecnici delle nazionali maschili delle quattro principali discipline di squadra, ossia Roberto Mancini (calcio), Gianmarco Pozzecco (pallacanestro), Ferdinando De Giorgi (pallavolo) e Sandro Campagna (pallanuoto).

In sala – nella casa comune dello sport nazionale – il consigliere federale Rossella Ferro ed il numero uno della Fip Molise Giuseppe Amorosa.

«Sono stata felice di prendere parte a questo evento che ha avuto grande riscontro. La sala era piena, segnale della grande adesione all’idea di trovarsi di fronte i quattro tecnici delle discipline di punta a livello di squadra, capaci di regalare all’Italia dello sport soddisfazioni in serie, come testimoniato anche da delle slide trasmesse all’inizio dell’evento», ha affermato il direttore generale di Magnolia nel bureau della Federbasket.

«A mio avviso – le ha fatto eco Amorosa – la circostanza per cui il presidente Petrucci abbia voluto coinvolgere, in questa iniziativa, sia i consiglieri federali che i vertici dei comitati componenti della consulta ha rappresentato una scelta felice di condivisione e crescita».

Con moderatore il segretario generale del Coni Carlo Mornati, sul fronte degli interventi di saluto, c’è stato spazio per le considerazioni del numero uno della Federbasket Gianni Petrucci, per quelle del vertice del movimento olimpico nazionale Giovanni Malagò e per i pensieri del ministro dello sport Andrea Abodi.

«Sono stati affrontati – ha aggiunto Rossella Ferro – in maniera concreta e diretta temi come quelli legati al coaching (la capacità di allenare, ndr), nonché all’approccio da tenere nel vestire l’azzurro, occasione di soddisfazione ed orgoglio. Tutti e quattro i tecnici, peraltro, hanno condiviso idea che queste nuove generazioni, rispetto alle loro quando sono stati impegnati da atleti, sono per certi versi più fragili e perciò c’è bisogno di trainer e staff tecnici allargati che lavorino per costruire un’atmosfera da famiglia in quelli che sono ritiri di lungo tempo, così da far sì che i giovani possano vivere l’esperienza con un clima sereno, quasi familiari anche perché i giovani, attualmente, sono un po’ meno inclini a gestire l’ansia da prestazione e, pertanto, l’empatia può rappresentare un’ottima chiave di volta».

«Peraltro – ha spiegato Amorosa – il puntare sui giovani è a tutti gli effetti una necessità. Come hanno sottolineato i quattro cittì un ragazzo ai 18 anni è ora fisicamente pronto per supportare i carichi di lavori di simili espeienze nelle nazionali senior. Ed è per questo che occorre guardare con maggiore attenzione sui vivai, dando fiducia ed un’opportunità ai talenti».

Come, del resto, insegnato da De Giorgi con l’Italvolley maschile, capace col nuovo ciclo di centrare nell’arco di un anno Europei e Mondiali.
Infine, Rossella Ferro ha voluto prendere a spunto alcune considerazioni del ministro Abodi: «Un intervento magistrale il suo – ha rammentato – incentrato sul concetto di sport come portatore di valore da promuovere appieno sin dalla più giovane età».
]]>
Sun, 22 Jan 2023 23:00:00 UTC
<![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Un altro attestato per il Molise cestistico, Michele Falcione 'arbitro benemerito' ]]> Ancora una bella notizia, ancora un titolo di rilievo che arriva direttamente da Roma – nello specifico dal consiglio federale della Fip – e che riconosce l’appellativo di benemerito nella circostanza ad un arbitro che, col fischietto sul parquet (ben ventiquattro stagioni) o da osservatore (da sei tornei a questa parte) ha fornito la sua sostanziosa opera al Cia (lo specifico settore della Federbasket).

Così – in un fine 2022 – che mette in luce le eccellenze altomolisane della palla a spicchi: dopo Capracotta, sul fronte tecnico, con Tiziano Rosignoli, a risaltare è ora Pescopennataro (luogo delle origini e del buen retiro estivo) per chi, invece, trascorre il resto del suo anno nel capoluogo di regione a Campobasso, ormai sua seconda pelle (e non solo per motivi lavorativi).

Con grande soddisfazione dell’intera struttura federale territoriale con in testa il proprio vertice Giuseppe Amorosa, il Molise della palla a spicchi applaude in queste ore Michele Falcione, numero uno del Cia regionale e destinatario del riconoscimento di arbitro benemerito arrivatogli direttamente da Roma.

«Per me – spiega il diretto interessato – si tratta di una grande soddisfazione e non posso che essere felice di questa designazione, che rappresenta un coronamento e senz’altro non la fine del percorso perché conto, col lavoro costante, di potermi prendere anche altre soddisfazioni. È un titolo, peraltro, che mi fa doppiamente piacere perché arriva direttamente da Roma e dal consiglio federale».

«Si tratta di un riconoscimento – aggiunge Falcione – che mi trasmette stimoli sempre più forti nel proseguire anche sulle iniziative di proselitismo che si stanno portando avanti sul territorio in questo settore. Nel frattempo, mi sento di dire grazie al numero uno del movimento nella nostra regione Giuseppe Amorosa, al presidente federale Gianni Petrucci e al commissioner di settore Luigi La Monica, le figure per cui è passata ed è stata ratificata, dopo essere stata recepita, questa nomina. Inutile nascondersi dietro un dito, sono molto felice e soddisfatto di questo traguardo, che mi sento di condividere con le persone che ho avuto modo di incontrare nel mio percorso sportivo e che mi hanno lasciato dentro un ricordo intenso. Si tratta di un obiettivo figlio della passione, che è più forte di ogni aspetto complessivo e che ti spinge sempre ad ottenere bei risultati. Aver ricevuto tanti riconoscimenti tributatimi da organismi extraregionali mi dà grande soddisfazione e al tempo stesso mi responsabilizza ulteriormente».

E rende intenso anche un percorso «nato quando avevo undici anni, entrando in un campo da basket con una prospettiva che mi ha portato a sedici a disimpegnarmi col fischietto in bocca, ruolo che mi ha aiutato a ponderare tutte le situazioni, ad essere una persona riflessiva e non istintiva».

«Molto – chiosa Falcione – devo al mio Molise e di questo devo ringraziare tutto il movimento, non solo il fronte arbitrale, ma tutti più in generale, ossia dirigenti, tecnici e giocatori perché il nostro è un universo composito in cui il compito di ognuno è strettamente interconnesso con quello degli altri». ]]>
Tue, 27 Dec 2022 23:00:00 UTC
<![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Allenatore benemerito, Tiziano Rosignoli insignito del titolo per il 2022 dalla Federbasket nazionale ]]> Un altro tecnico di punta della provincia pentra si può fregiare del titolo di ‘allenatore benemerito’ da parte della Federbasket.

Il 2022 incorona il capracottese Tiziano Rosignoli, da sempre fulcro (anche e soprattutto) del minibasket sul territorio regionale, oltre che sempre prodigo di riflessioni a tutto tondo sulla disciplina.

A partire dall’ultimo riconoscimento tributatogli. «Senz’altro un premio importante – riconosce – che fa piacere, anche se il riconoscimento più bello è quello che mi tributano persone che ho allenato vent’anni fa e che mi fermano sempre e mi salutano con grande piacere».

Tra le diverse generazioni di cestisti passate tra le mani del trainer di Capracotta, anche un énfant prodige del basket tricolore come l’attuale capo allenatore di Forlì, formazione leader del raggruppamento rosso di serie A2: ossia Antimo Martino.

«Lui ogni estate che torna dai suoi genitori – ricorda con soddisfazione – sale sempre su a Capracotta a trovarmi e questo è uno degli aspetti più belli e gratificanti».

Al pari della sua attuale esperienza come coordinatore tecnico della New Minibasket Isernia, società nata da tre elementi cresciuti da piccolini dallo stesso Rosignoli. «Pippo Padula, Nicola Freda e Francesca Civardi sono stati miei allievi ed hanno messo su questa società, partendo proprio da quei principi appresi durante gli allenamenti».

Attestazioni di stima particolarmente importanti per Rosignoli pronto ad ammettere che sì «i titoli fanno sempre piacere e sono un segnale di stima», ma, a livello personale, il successo più bello (al di là dei risultati che si ottengono sul campo) sia quello «di riuscire a trasmettere amore e passione per questa disciplina per quanti vengono ad allenarsi, mentre la maggiore sconfitta, per me che sul parquet non ho mai digerito molto le battute d’arresto, è però vedere un piccolo che abbandona la disciplina perché vuol dire non essere riusciti a dargli quel qualcosa in più per farlo innamorare pienamente del basket».

Per Rosignoli, al momento, c’è anche il prestigioso incarico di vertice del Cna regionale, incarico che il tecnico capracottese vede sempre nell’ottica del suo spirito di servizio: «Il mio è un incarico figlio della volontà di non dar vita ad aspetti divisivi, ma in realtà il vero presidente, che sta facendo peraltro anche un lavoro immane, è Salvatore Coppola. A mio avviso il prossimo presidente del Cna deve essere lui. Io cerco di ricompattare il gruppo, ma è lui che sta facendo il grosso del lavoro. Lo apprezzo molto, è una persona davvero per bene».

Poi, proiettandosi sul nuovo anno quasi alle porte, l’augurio che Rosignoli formula al basket regionale è quello di un anno «identico al 2022 che ci ha portato al corso per istruttori di minibasket e a quello per allievi allenatori, nonché l’appuntamento formativo anche per i fischietti. È stato dato un grande impulso al movimento. Tutti puntano sempre a migliorarsi, ma io credo che se riusciremo a confermare quanto fatto sinora potremo far bene. Come territorio siamo una realtà marginale con numeri esigui che, da una parte, rappresentano un vantaggio e, dall’altro, un dato con cui dover fare i conti a fronte dei minimi imposti dalla Federazione per l’organizzazione. Ma, a fronte di tutto questo, va dato il giusto merito a tutti i componenti dello staff del comitato regionale della Federbasket che lavorano di squadra in grande armonia, come del resto deve essere sempre nello sport». ]]>
Wed, 21 Dec 2022 23:00:00 UTC
<![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Minibasket, a Casteldisangro una festa a tutto tondo ]]> La presenza di oltre 150 piccoli appassionati. Il coinvolgimento ed il tifo dei genitori. Sorrisi e tanto entusiasmo da parte di tutti i presenti con buffet finale offerto dai genitori dei piccini del team In Movimento di Casteldisangro.
Festa ‘ecumenica’ per il settore minibasket del Molise, domenica, a Casteldisangro. Il concentramento ha visto al centro dell’attenzione dell’evento tutte le categorie di settore: dai più piccini sino agli esordienti.

Nell’impianto sangrino rappresentati, oltre ovviamente al team ospitante dell’In Movimento di Casteldisangro, anche le tre società termolesi (Airino, Ballers Lab e Molise Young), la Scuola Minibasket Campobasso, la new entry Minibasket Bojano e ancora la New Minibasket Isernia ed il Basket Venafro.

La mattinata è trascorsa all’insegna di una no stop di confronti diretti da un gruppo di ragazzi di Casteldisangro ed Isernia, anche loro pienamente addentro alla kermesse.

A coordinare la mattinata il referente di settore Vittorio Di Quinzio ed il responsabile tecnico Mario Greco.
]]>
Sat, 10 Dec 2022 23:00:00 UTC
<![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Comitato vicino a Marco Guarino ]]> Il delegato Giuseppe Amorosa e l'intero comitato regionale della Fip Molise (con in testa lo specifico settore del Cia Molise) esprimono il proprio affetto e la vicinanza all'arbitro nazionale campobassano Marco Guarino, toccato negli affetti più cari dalla scomparsa dell'amato padre Emilio. ]]> Thu, 24 Nov 2022 23:00:00 UTC <![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Nuove regole Fiba, tecnici ed arbitri molisani a confronto con Carmelo Morina ]]> Curiosità, entusiasmo, una lezione a tutto tondo e tanti interrogativi dalla sala.

Campobasso ha ospitato, nel novero della sinergia tra allenatori (Cna) ed arbitri (Cia) regionali, una lezione tenuta da Carmelo Morina, responsabile della formazione nazionale per il settore arbitrale.

Al centro ell'attenzione gli aggiornamenti del regolamento voluti dalla Fiba (la federbasket internazionale). ]]>
Sun, 20 Nov 2022 23:00:00 UTC
<![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Concentramento minibasket ad Isernia, evento di grandi sorrisi ]]> Sono stati un centinaio i piccoli cestisti tra aquilotti (al maschile) e gazzelle (al femminile) che hanno preso parte, domenica, ad Isernia al concentramento (il secondo dell'attuale calendario di eventi del minibasket) coordinato a livello locale dal New Minibasket Isernia.

Oltre al team pentro, erano presenti anche le società confluenti nella Scuola Minibasket Campobasso (Cestistica e Cus Molise), l'In Movimento Casteldisangro e le due società termolesi dell'Airino e dei Ballers Lab.

Prossimo appuntamento del circuito in previsione a dicembre. ]]>
Sat, 19 Nov 2022 23:00:00 UTC
<![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Junior Nba Fip U13 Championship, il Molise nel torneo femminile con la Magnolia Campobasso ]]> Ci sarà anche un po' di Molise nella prima edizione dello Jumior Nba Fip U13 Championship. Tra le 111 squadre divise in quattro leghe ci sarà anche la Magnolia Campobasso.

Il club dei #fioridacciaio sarà nella lega numero tre del centrosud comprendente, oltre che il Molise, anche Marche, Abruzzo, Puglia e Basilicata.

Le magnolie sono inserite in una poule con tre cugine abruzzesi (Azzurra Lanciano, Panthers oseto e Nova Campli), otto marchigiane (Olimpia Pesaro, Osimo, Fe.Ba Civitanova Marche, Porto San Giorgio, Metauro, Polverigi, Stamura Ancona, High School Ancona e Pink Macerata), tredici team pugliesi (Angiulli Bari, Fortitudo Trani, Pink Bari, Molfetta, Rutigliano, Brindisi, Lecce, VoloRosa Brindisi, Statte, Fortitudo Francavilla, Ostuni e Taranto) ed una lucana (la Virtus Matera).

Sul fronte del regolamento, ogni squadra giocherà partite in casa e fuori contro le altre quattro formazioni della propria division per un totale di otto match (con due turni di riposo durante le gare interdivision). Le migliori otto squadre (selezionate dalla classifica) di ogni conference andranno ai playoff. A seguito di due turni ad eliminazione diretta all’interno di ogni conference, le quattro squadre qualificate giocheranno una Final Four di un giorno o le semifinali in una giornata e le finali in un’altra in un’unica location, con le due squadre campioni di conference a contendersi la vittoria della Lega. La squadra vincente dovrà essere individuata comunque entro e non oltre il 22 maggio.

Tutte le squadre campioni di Lega si contenderanno il titolo finale in un torneo dedicato al termine del quale saranno consegnate le medaglie alle squadre classificate al secondo e terzo posto e gli anelli Junior Nba alla squadra campione. L'evento finale sarà programmato nell'ultima settimana di maggio 2023.


]]>
Mon, 14 Nov 2022 23:00:00 UTC
<![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Junior Nba Fip U13 Championship, una opportunità unica per il basket tricolore (e quello molisano) ]]> Una nuova dimensione che proietterà la Federbasket, a livello nazionale e locale, in una dimensione a tutto tondo. È quella dello Junior Nba Fip U13 Championship, presentato ufficialmente mercoledì 9 novembre a Pesaro. Il torneo, unico nel suo genere, sarà dedicato a ragazzi e ragazze under 13 con il coinvolgimento di 390 società che si affronteranno nel novero di quattordici leghe sul territorio nazionale con gare in programma tra questo novembre e maggio 2023 con le vincitrici di ciascuna lega che avanzeranno verso i playoff (le cui modalità saranno rese note più in là) per un torneo ad eliminazione diretta che eleggerà il campione nazionale Jr. NBA FIP U13 Championship 2022-23. Ulteriori informazioni relative ai Playoff saranno comunicate in un secondo momento.

L'annuncio è stato dato nel corso della conferenza stampa tenutasi alla Vitrifrigo Arena di Pesaro dal presidente della Fip Giovanni Petrucci, da Neal Meyer (Nba Associate Vice President of Basketball Operations, Europe and Middle East) e dal commissario tecnico dell'Italbasket Gianmarco Pozzecco. L'evento ha visto la partecipazione del playmaker azzurro Matteo Spagnolo, del Naismith Memorial Hall of Famer Dino Radja e di oltre 200 giocatori e giocatrici Under 13 provenienti dalla Regione Marche.

Le regioni partecipanti alla prima edizione daranno il via al programma in questo mese con un evento 'draft', che porterà all'associazione, per ogni team, con una franchigia Nba. Tutte le squadre riceveranno, per disputare le proprie partite, la divisa del team abbinato. Allo stesso modo, anche gli arbitri e gli allenatori coinvolti vestiranno l'abbigliamento ufficiale a marchio Nba. Il progetto vedrà quindi premiati, per la prima volta in assoluto, i campioni nazionali Under 13, maschili e femminil, che per l’occasione riceveranno degli speciali anelli. La Junior Nba Fip U13 Championship si espanderà dalle 14 leghe alle 27 leghe a partire dal secondo anno, con l’obiettivo di raggiungere dal 2024 tutte le regioni d’Italia per un totale di 1.040 squadre in 37 leghe.
]]>
Mon, 14 Nov 2022 23:00:00 UTC
<![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Minibasket, grande entusiasmo a Campobasso per il primo concentramento per scoiattoli e libellule ]]> La Molisana Arena di Campobasso ha ospitato, sabato pomeriggio, nell'immediato avvicinamento alla sfida di campionato tra Magnolia Campobasso e Schio, ha ospitato il primo concentramento stagionale riservato a scoiattoli e libellule organizzato e coordinato dallo specifico settore della Federbasket Molise con il supporto organizzativo della Scuola Minibasket Campobasso.

A prendere parte all'evento i team della Scuola Minibasket Campobasso, l'In Movimento di Casteldisangro, la New Minibasket Isernia ed i Ballers Lab di Termoli. Ogni società ha portato una dozzina di partecipanti con un totale complessivo di 50 presenze.

Domenica spazio al secondo concentramento di minibasket regionale, stavolta ad Isernia, con interessate le categorie degli aquilotti e delle gazzelle. ]]>
Sat, 12 Nov 2022 23:00:00 UTC
<![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Dodici nuovi arbitri per il Molise cestistico ]]> Nove uomini – Matteo Conte, Flavio Grosso, Patrick Colagiovanni, Alfonso Bartolomeo, Mattia Laudano, Gabriele Caliendo, Lorenzo Verlingieri, Samuele Ranallo e Daniel Colitti – e tre donne, e cioè Claudia Di Quinzio, Chiara Mastrogiacomo ed Emanuela Trozzola.

La nuova governance della Fip Molise guidata dal delegato Giuseppe Amorosa amplia, con grande forza, i numeri anche nel settore arbitrale, negli ultimi anni decisamente in stagnazione, a completamento di un primo anno di crescita assoluta per lo stesso settore Cia presieduto da Michele Falcione supportato da Paolo Melchiorre e da Giulia Anzini.

Nelle scorse ore si è infatti concluso il corso, tenuto dalla struttura formativa territoriale, che, al termine delle sei lezioni tra teoria e pratica svoltesi negli impianti cestistici del capoluogo di regione, ha abilitato i dodici nuovi fischietti, capaci tutti di superare brillantemente il test di ammissione.

Peraltro, lo specifico settore della Fip Molise ha conquistato, con merito, il suo trenta all’esame della prima annualità avendo, oltre ai dodici arbitri, abilitato ben diciotto nuovi ufficiali di campo.

«In questi dodici mesi abbiamo lavorato sodo – afferma soddisfatto lo stesso Michele Falcione – cercando di operare in piena sinergia con tutti gli altri settori del comitato. In particolare, col versante degli allenatori, cerchiamo di portare avanti una filosodia ben determinata. Le due categorie, in effetti, pur operando in due ambiti distinti, convergono in un unico grande obiettivo: quello della bontà del gioco del basket».

E così, in effetti, la quinta delle sei lezioni del corso ha avuto come docenti d’eccezione il coach venafrano, responsabile tecnico delle nazionali giovanili maschili, Andrea Capobianco, il coordinatore tecnico del fronte minibasket sul territorio Mario Greco ed il referente tecnico territoriale Mimmo Sabatelli.

Non solo. In previsione, sul fronte di questa continua sinergia, lunedì 21 novembre, dalle 18, ci sarà una lezione tenuta dal responsabile della formazione nazionale per il settore arbitrale Carmelo Morina con tutto il gruppo dei tecnici molisani su quelli che sono gli aggiornamenti del regolamento voluti dalla Fiba (la federbasket internazionale).
«Sono tutte iniziative – aggiunge Falcione – che mi lasciano soddisfatto anche se, in prospettiva, ci sono ulteriori traguardi raggiungibili».

Per almeno uno dei dodici neoimmessi nel ruolo arbitrale l’esordio ci potrà essere già giovedì prossimo nell’amichevole di B femminile tra Magnolia Campobasso e Roma Basket.
Peraltro, in terne i più giovani tra i neofischietti, a dicembre, potrebbero accompagnare, nella fase di riscaldamento, le terne designate per i match interni di A1 femminile della Magnolia per vivere sul parquet un’esperienza coinvolgente in grado di designare loro un ideale approdo in caso di giudizi sempre positivi.
]]>
Wed, 9 Nov 2022 23:00:00 UTC
<![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Corso per piccoli arbitri, penultima lezione a tutto tondo ]]> Il parquet del PalaVazzieri ha ospitato la penultima lezione del corso per piccoli arbitri. La dozzina di corsisti presenti si è disimpegnato in una lezione a tutto tondo con la presenza del delegato regionale della Fip Molise Giuseppe Amorosa, del responsabile tecnico delle nazionali giovani maschili della Fip Andrea Capobianco, il referente tecnico territoriale Mimmo Sabatelli ed il coordinatore tecnico territoriale Mario Greco. A coordinare la serata il presidente territoriale del settore arbitri Michele Falcione.

Sul fronte arbitrale, peraltro, e sul coordimaneto con tutte le altre braccia del basket territoriali in previsione ci sono ulteriori appuntamenti di assoluto rilievo. ]]>
Sun, 6 Nov 2022 23:00:00 UTC
<![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Diciannove nuovi allievi allenatori, il Molise fa sentire la sua voce anche sul fronte tecnico ]]> Numeri di rilievo sul fronte degli ufficiali di campo. Cifre confortanti per l’immissione dei nuovi arbitri nell’organico.

Ma dati particolarmente alti sul versante dei tecnici. La delegazione regionale molisana della Federbasket, sotto la governance Giuseppe Amorosa, continua ad attestarsi come un vero e proprio esempio per il territorio nazionale.

Nelle scorse ore, infatti, hanno acquisto ufficialmente la qualifica di allievo allenatore i diciannove corsisti usciti dal corso primo atto del Cna Molise presieduto da Tiziano Rosignoli.

Tre donne (Sabrina Di Nezza, Roberta Di Gregorio ed Elena Iacovino) e sedici uomini (Vincenzo Risolo, Antonio Marinucci, Lorenzo Spontoni, Luca Morrone, Angelo Brienza, Andrea Fratangelo, Lorenzo Amorosa, Alessandro Bagni, Alessandro Compagnone, Francesco Ricamato, Antonio De Gregorio, Matteo Di Masi, Amedeo Monaco, Lorenzo Fummo, Andrea Califano e Roberto Pizzuto) hanno completato il proprio percorso di formazione in maniera più che proficuo, pronti ora a proiettarsi sul secondo step che li farà divenire allenatori di base.

A coordinarli il responsabile organizzativo del corso Salvatore Coppola sotto la supervisione amministrativa del delegato regionale Fip Molise Giuseppe Amorosa. Formatore il coach venafrano responsabile delle nazionali giovanili maschili Andrea Capobianco con suo assistente Mimmo Sabatelli, capo allenatore della Magnolia Campobasso di serie A1 femminile.
«Sono davvero felice di quanto hanno dimostrato questi ragazzi – ha spiegato lo stesso Capobianco – perché ho visto tanta attenzione e voglia di apprendere. Hanno ben compreso i messaggi di questo corso orientati sul sapere e sul saper fare, ossia la programmazione didattica. Questo per loro è il primo passo nell’universo dei coach, nel secondo dove si arriverà allo step di allenatore di base ci si proietterà sul saper come fare, ossia i dettagli legati alle sedute di lavoro».

«Personalmente – ha aggiunto il coach azzurro – la cosa che mi fa più piacere è aver visto tutto il Molise: da Venafro a Termoli, passando per Isernia, Bojano e Campobasso essere presente con propri rappresentanti al corso. L’altro aspetto molto significativo è stato l’entusiasmo che si è percepito e che è emerso palese anche dalla presenza del delegato Giuseppe Amorosa e dal lavoro egregio portato avanti dal presidente del Cna regionale Tiziano Rosignoli e dal direttore del corso Salvatore Coppola, vero e proprio albero motore di questi appuntamenti».

Il corso si è svolto a Campobasso tra le strutture dell’Arena e del PalaVazzieri, dove ci sono stati gli appuntamenti finali del primo itinerario.

«Sapere di potermi confrontare con un territorio che ha tanta fame e voglia di basket nelle singole figure alla base della nostra disciplina – ha invece affermato il delegato Giuseppe Amorosa – è per me segnale di quanta passione per la disciplina ci sia. I numeri premiano pienamente il nostro lavoro ed i continui riscontri e riferimenti che riceviamo da Roma sono il segnale della bontà di un lavoro che vogliamo continuare a portare avanti, forti di questi riscontri che rappresentano solo un primo passo verso un ulteriore momento di crescita complessiva».
]]>
Thu, 27 Oct 2022 22:00:00 UTC
<![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Consulta dei presidenti, Giuseppe Amorosa al salone d'onore del Coni ]]> Si è svolta questo pomeriggio a Roma, presso il Salone d’Onore del Coni, la consulta dei presidenti regionali dei comitati territoriali della Federbasket.

Al tavolo anche il delegato della Fip Molise Giuseppe Amorosa. Nella circostanza, il presidente federale Gianni Petrucci ha fornito ai presenti le linee guida programmatiche di una stagione iniziata da alcune settimane e si è soffermato anche sulla riforma del lavoro sportivo, oltre che dei vincoli.

Il Molise aveva un ulteriore posto in prima fila per la presenza, quale referente del Cna (il comitato degli allenatori), del tecnico venafrano Andrea Capobianco, ospite illustre del pomeriggio di confronto al pari del numero uno del Cia (il settore arbitrale): l’abruzzese Luigi La Monica.
]]>
Thu, 20 Oct 2022 22:00:00 UTC
<![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Istruttori di minibasket, concluso il corso ]]> Con la sessione di esami ospitati al PalaVazzieri si è concluso il biennio del corso per istruttori di minibasket (l’elenco sarà ratificato nei prossimi giorni dalla Federbasket nazionale).

Nel complesso, da parte della delegazione regionale della Fip Molise, grande soddisfazione per quelli che sono stati gli esiti di un corso dagli ampi risvolti, come testimoniato anche dalle sensazioni del responsabile nazionale del settore minibasket Maurizio Cremonini.

Un corso di alto livello, in altri termini, con la nascita di un ulteriore centro di minibasket e di una nuova società a rendere ancora più ampio il panorama sul territorio.
]]>
Fri, 14 Oct 2022 22:00:00 UTC
<![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Istruttori di minibasket, partita la seconda annualità ]]> Sono ripartite, nel pomeriggio, sul parquet del PalaVazzieri, le lezioni frontali per la seconda annualità del corso da istruttori da minibasket.

Docenti per i corsisti il referente nazionale di settore Maurizio Cremonini, nonché i due istruttori Roberta Regis e Mario Greco.

Per i partecipanti ci sarà una quattro giorni di lezioni sino a domenica. Poi, nel prossimo weekend, ci saranno gli esami che abiliteranno i corsisti a svolgere il ruolo di istruttori di minibasket. ]]>
Wed, 5 Oct 2022 22:00:00 UTC
<![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Trofeo Coni, la Fip Molise regala la prima storica medaglia d'oro alla regione nel basket 3x3 femminile ]]> Nella storia e per la storia. Il Molise cestistico vince il suo primo titolo tricolore e lo fa con il quartetto griffato Fip Molise impegnato nel trofeo Coni sotto le insegne del comitato olimpico territoriale a Chianciano Terme. Dopo un venerdì con tre successi in altrettante gare nell’ambito del girone eliminatorio B (9-3 col Friuli Venezia Giulia, 8-7 con la Lombardia e 10-3 con la Liguria), il quartetto regionale completa il suo capolavoro al sabato superando nei quarti di finale l’Abruzzo (12-8), in semifinale l’Emilia Romagna (11-5) e, nella finalissima, la Sardegna per 14-12.

Così, nel Palasport di Sinalunga, è festa grande per il gruppo formato da Francesca Baldassarre, Claudia Di Quinzio, Elena Oddis e Giorgia Sammartino (prima ed ultima atlete della Magnolia Campobasso, seconda e terza tesserate dell’In Movimento di Casteldisangro) guidate, nell’avventura toscana, da Vittorio Di Quinzio. A premiarle col trofeo l’azzurro - argento olimpico ad Atene - Galanda.

«Sono veramente molto contento ed oroglioso di queste ragazze – ha ricordato il delegato della Fip Molise Giuseppe Amorosa – ed i complimenti vanno estesi ai dirigenti ed ai tecnici con cui lavorano nei vivai di club. Come regione abbiamo voluto investire sul basket 3x3 e questo successo è la dimostrazione che stiamo lavorando nel verso giusto e siamo sulla buona strada. E, a gran voce, possiamo dire che il Molise esiste. Un grazie va anche al presidente del Coni Molise Vincenzo D’Angelo e alla consigliera nazionale del Coni, nonché delegata del Coni Point di Isernia, Elisabetta Lancellotta per la vicinanza ai nostri ragazzi».

Da parte sua, il responsabile delle nazionali maschili e femminili di 3x3, ossia il coach venafrano Andrea Capobianco, non nasconde un pizzico d’emozione per quello che è il primo, storico, risultato della sua regione. «Riuscire a competere per noi rappresenta qualcosa di fantastico, farlo vincendo è un qualcosa – spiega il responsabile delle nazionali giovanili azzurre – di difficile definizione. Da parte mia, vorrei ringraziare chi crede nel lavoro sui giovani, ossia quelle società che, nel vero senso della parola, mettono grande attenzione sui vivai, dando loro anche una struttura di forte impatto. Questa vittoria ed il bel comportamento anche del quartetto maschile devono essere un punto di partenza e, allo stesso tempo, va dato il giusto merito a quanti hanno dato gioia e motivazioni a tutti. Vanno ricordati società e tecnici che hanno creduto in questi atleti, occorre rammentare il percorso che si vuol fare con questi ragazzi. Occorre ricordare il delegato della Fip Molise Amorosa che, con la sua presenza quotidiana, sta cercando di motivare tutti a credere nel percorso del vivaio. Un grazie va anche al vicepresidente vicario Gaetano Laguardia che, nelle sue vesti di commissario della Fip Molise, ha creduto con forza nel progetto basket 3x3 sul territorio, spingendo a dar vita a manifestazioni della disciplina nelle due province. E, da amante di questo sport, da qui ringrazierei in tanti. Dobbiamo goderci il momento per quello che è un risultato storico, ma non deve rimanere l’unico. Dobbiamo ringraziare queste ragazze, gli allenatori (e tra questi chi le ha accompagnate, ossia Vittorio Di Quinzio) e le società perché ci hanno insegnato che sognare è bello e i sogni talvolta si raggiungono con il sudore e lo spirito di sacrificio. Complimenti alle ragazze, ma complimenti anche ai ragazzi, autori di un ottimo torneo. Prendiamo spunto da loro e cerchiamo di costruire e formare sempre più settori giovanili migliori, aspetto di base per grandi risultati anche tra i senior. Ed un grazie anche al Coni, nelle persone di Vincenzo D’Angelo ed Elisabetta Lancellotta, che hanno fatto squadra con le nostre ragazze ed è bello vedere come tutto il Molise si sia stretto intorno a queste guerriere per centrare questo favoloso alloro».

Sul fronte del comitato olimpico territoriale complimenti alla Fip Molise arrivano sia dal presidente del Coni Molise Vincenzo D’Angelo che dalla consigliera nazionale (e delegata del Coni Point di Isernia) Elisabetta Lancellotta.

Il primo ha parlato «della più grande gioia possibile perché è la prima medaglia per il Molise nel trofeo Coni», la seconda, invece, di «una emozione immensa ed indescrivibile, testimonianza del fatto che il Molise sta raggiungendo traguardi nel mondo sportivo sempre più importanti».

I NUMERI

TROFEO CONI 2022 (CHIANCIANO TERME)

PALLACANESTRO 3X3 (PALASPORT SINALUNGA)

TORNEO FEMMINILE

GIRONE B
Friuli V.G.-Molise 3-9
Lombardia-Molise 7-8
Basilicata-Molise *non disputata
Liguria-Molise 3-10

CLASSIFICA
Molise 3/0
Lombardia 2/1
Friuli V.G. 1/2
Liguria 0/3
Basilicata * non classificata
(Molise e Lombardia ai quarti)

QUARTI DI FINALE
MOLISE-ABRUZZO 12-8

SEMIFINALI
EMILIA ROMAGNA-MOLISE 5-11

FINALE 1°-2° POSTO
MOLISE-SARDEGNA 14-12

TABELLONE MASCHILE

GIRONE B
Friuli V.G.-Molise 9-1
Lombardia-Molise 17-2
Basilicata-Molise 4-7
Liguria-Molise 15-10

CLASSIFICA
Lombardia 4/0
Friuli V.G. 3/1
Liguria 2/2
Molise 1/3
Basilicata 0/4

]]>
Fri, 30 Sep 2022 22:00:00 UTC
<![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Trofeo Coni, la Fip Molise qualifica la selezione rosa ai quarti di finale. I ragazzi sorridono contro la Basilicata ]]> Prosegue il magic moment della pallacanestro molisana che, sul versante femminile, fa attestare il movimento ai vertici tricolori. Dopo Lignano Sabbiadoro, anche al Palasport di Sinalunga, i colori molisani in rosa risaltano con la formazione femminile che conquista da imbattuta il suo raggruppamento B ed entra di diritto tra le prime otto selezioni d’Italia, aspettando domattina l’esito del match tra Emilia Romagna ed Abruzzo (le due imbattute leader del raggruppamento A) per sfidare la perdente nel match dei quarti delle 11.30 che porterà la vincitrice a proiettarsi sulla semifinale delle 12.30 contro la squadra che uscirà vincitrice dal confronto tra la prima del girone A e la seconda del girone B (ossia la Lombardia).

Nella propria poule, dove non ha poi presentato il proprio quartetto la Lombardia, la selezione molisana formato da Francesca Baldassarre, Claudia Di Quinzio, Elena Oddis e Giorgia Sammartino ha superato nell’ordine il Friuli Venezia Giulia (9-3), la Lombardia (8-7) e la Liguria (10-3).

Al maschile, invece, per il quartetto composto da Vittorio Caldararo, Francesco Iannone, Niccolò Mancini e Davide Spallone ha centrato il successo contro la Basilicata nel terzo match disputato (7-4), dopo che, nei primi due, erano arrivati stop contro il Friuli Venezia Giulia (9-1) pagando lo scotto dell’esordio e con la Lombardia (17-2) e prima di chiudere con una bella prova contro la Liguria non coronata dal successo solo per alcuni dettagli (15-10). Per i ragazzi l’avventura toscana al Trofeo Coni di Chianciano Terme si è chiusa qui, ma domani saranno loro i primi tifosi delle loro colleghe, pronti a spingerle verso un ulteriore traguardo storico.

TROFEO CONI 2022 (CHIANCIANO TERME)

PALLACANESTRO 3X3 (PALASPORT SINALUNGA)

FEMMINILE

GIRONE B
Friuli V.G.-Molise 3-9
Lombardia-Molise 7-8
Basilicata-Molise *non disputata
Liguria-Molise 3-10


CLASSIFICA
Molise 3/0
Lombardia 2/1
Liguria 0/2
Friuli V.G. 0/2
Basilicata * non classificata
(Liguria e Friuli V.G. una gara in meno, Molise e Lombardia ai quarti)

MASCHILE

GIRONE B
Friuli V.G.-Molise 9-1
Lombardia-Molise 17-2
Basilicata-Molise 4-7
Liguria-Molise 15-10

CLASSIFICA
Lombardia 3/0
Friuli 2/1
Liguria 2/1
Molise 1/3
Basilicata 0/3
(Molise una partita in più) ]]>
Thu, 29 Sep 2022 22:00:00 UTC
<![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Trofeo Coni, la Fip Molise presente sul fronte del basket 3x3 ]]> È partita in mattinata la delegazione, legata alla Fip Molise, che rappresenterà la regione nell’universo del basket 3x3 al trofeo ‘Coni’, in programma da oggi (giovedì 29 settembre) e sino a domenica 2 ottobre a Chianciano Terme.

Dopo la cerimonia inaugurale del pomeriggio, i cestisti territoriali da domattina entreranno nella modalità agonistica.

A rappresentare la regione ci saranno i due quartetti vincitori del titolo regionale under 14 di specialità. Al maschile spazio a quattro tesserati dell’Accademia Isernia: Francesco Iannone, Davide Spallone, Niccolò Mancini e Vittorio Caldararo.

Sul fronte femminile, invece, presente il gruppo misto con due tesserate Magnolia Campobasso (Giorgia Sammartino e Francesca Baldassarre) ed altrettanti elementi della In Movimento di Casteldisangro (Elena Oddis e Claudia Di Quinzio).

Ad accompagnare il drappello Vittorio Di Quinzio (anche quale referente tecnico) ed Alessandro Compagnone.

Sul versante strettamente tecnico, la selezione maschile è stata inserita nel girone B di pima fase con Basilicata, Friuli Venezia-Giulia, Umbria e Lombardia (sono state previste quattro poule da cinque squadre) con le prime due di ogni raggruppamento che andranno ai quarti, laddove il torneo procederà ad eliminazione diretta sino a definire la vincitrice e le altre medagliate (il bronzo sarà assegnato nella finalina con la classifica complessiva legata per le altre squadre al quoziente canestri in fase di qualificazione).

Nel Palasport di Sinalunga la selezione sarà di scena, per la fase di qualificazione, sempre al venerdì inaugurando la poule alle 9.30 con il Friuli Venezia Giulia. Seguiranno poi i match con la Lombardia (11.45), con la Basilicata (14.15) e con la Liguria (ore 17). In caso di passaggio del turno il giorno successivo alle 11.15 o alle 11.30 a seconda del primo o secondo posto ci sarà l’accoppiamento con le prime due di un girone A comprendente Abruzzo, comitato provinciale di Trento, Calabria, Emilia Romagna ed Umbria.

Medesimo regolamento anche al femminile con il quartetto rosa che ha preso lo steso girone come composizione e come lettera dei maschi con gli stessi accoppiamenti ai quarti (con il girone A identico al tabellone dei ragazzi) nella fase ad eliminazione diretta.

Anche per le cestiste molisane medesima sede di gara ed identiche sequenza oraria ed antagonista da affrontare dei ragazzi con girone preliminare tutto al venerdì e fase finale prevista al sabato. ]]>
Wed, 28 Sep 2022 22:00:00 UTC
<![CDATA[ Ufficio Stampa Regionale - Corso per dirigenti accompagnatori ed addetti agli arbitri: numeri di rilievo per l'appuntamento della Fip Molise ]]> Un totale di 27 corsisti ha animato l'appuntamento riservato a dirigenti accompagnatori ed addetti agli arbitri organizzato dalla delegazione territoriale molisana della Federbasket.

Alla presenza di tutte le componenti federali (dal delegato pentro Raffaele Sasso al referente tecnico territoriale Sabatelli, passando per il numero uno del Cna Rosignoli e per il membro del Cia Melchiorre), con in testa il numero uno Giuseppe Amorosa, l'evento ha visto quali ospiti speciali il coach venafrano responsabile delle nazionali giovanili maschili Andrea Capobianco (che ha tenuto un intervento sul ruolo del dirigente all'interno del club tra caratteristiche e responsabilità) ed il numero uno della Fip Abruzzo Francesco Di Girolamo, i numerosi iscritti all'evento hanno avuto l'opportunità di formarsi e di conoscere pienamente regolamenti e singoli aspetti della specifica attività.

«C'è grande soddisfazione - ha argomentato il numero uno della Fip Molise Giuseppe Amorosa - per un evento che ha rappresentato un inizio molto confortante di quella che è la nuova stagione da poco in divenire». ]]>
Thu, 15 Sep 2022 22:00:00 UTC