home fip
basket community
Sponsor Maglia Azzurra
Sponsor Maglia Azzurra
Sponsor Tecnico
Sponsor Tecnico
Top sponsor
Top sponsor
Sponsor
Sponsor
Giovanilecomitato regionale

UNDER 19 D'ECCELLENZA - UDINE

Indietro
29 Maggio 2012
I risultati della seconda giornata
Gruppo A

Biella contro Stella Azzurra per il primato nel girone e Benetton Treviso contro Pallacanestro Trieste per continuare a vivere il sogno scudetto. Dopo i risultati odierni sono questi gli obiettivi per le quattro squadre inserite nel Girone A della Finale Nazionale Under 19 d'Eccellenza. Due vittorie in altrettante gare per piemontesi e romani, la seconda della quale arrivata a spese, rispettivamente, dei triestini di coach Comuzzo e dei Campioni in carica della manifestazione. Zero punti per Trieste e Treviso che domani si affronteranno per il terzo posto, ultimo utile per gli spareggi di giovedì.

Due vittorie diverse, per due gare molto diverse fra loro. Nel match contro la Pallacanestro Trieste 2004 la Banca Sella Biella ha di fondo confermato quanto fatto vedere nell'arco di una stagione finora senza passi falsi. Poco da fare per i giuliani, affossati già nella prima parte di gara con 9 punti all'attivo (contro 34 al passivo). Poco altro da dire su una gara in cui i ragazzi piemontesi hanno fatto il bello e cattivo tempo, permettendo così a coach Danna di dare spazio anche ai giocatori meno impegnati durante la stagione.

Di tutt'altra pasta l'incontro fra Stella Azzurra e Benetton Treviso. A rischio incendio il parquet del "Maranga" per i continui capovolgimenti di fronte che hanno contraddistinto i 40' di gara. La gabbia predisposta dai romani per Ivanov, disinnescato completamente dalla difesa capitolina, ha privato i campioni in carica di un grandissimo terminale offensivo. Gli attacchi dei ragazzi di coach Pasquali sono passati quindi per le mani di Gaspardo e Contessa, bravi a prendersi sulle spalle la Benetton che, dopo la sconfitta di ieri contro Biella, era in cerca di un riscatto in orbita qualificazione. Il discorso qualificazione è stato invece archiviato per ora solo dalla Stella che, con una prestazione d'altissima intensità e acume tattico, ha guadagnato due punti fondamentali per il suo cammino a Udine.

Ecco le parole di coach D'Arcangeli:"Stamattina abbiamo lavorato sulle nostre cose, cercando di non ripetere gli errori di concentrazione che abbiamo avuto ieri contro Trieste. Sapevamo che avremmo lasciato qualcosa a Gaspardo, ma sapevamo anche che dovevamo limitare il carisma di Ivanov che, se stimolato dalla prestazione, diventa immarcabile. Ci siamo riusciti. Domani sarà una sfida tosta, contro una squadra che secondo il mio parere ci è superiore, per intensità e per profondità. Ma queste sono le sfide che piacciono ai miei ragazzi. Sarà divertente giocarla".

Nel dopogara si è così espresso coach Pasquali:Sono soddisfatto della partita dei miei ragazzi. Abbiamo offerto una prestazione gagliarda. Si è vista la differenza fra noi e la Stella Azzurra, che ha giocatori che militano in campionati senior e sanno affrontare meglio la pressione. Rispetto alla squadra che vinse lo scudetto lo scorso anno, noi portiamo sul petto la sua eredità, ma non abbiamo la sua storia. Noi siamo qui per scrivere la nostra storia, e domani proveremo ad allungare la nostra permanenza a Udine".


Le dichiarazioni di coach Danna: “Devo elogiare i miei ragazzi. Hanno affrontato l'impegno con un atteggiamento encomiabile, come del resto fanno dall'inizio di questa stagione. Sono contento perché anche chi gioca meno oggi ha dato il suo contributo. In una Finale Nazionale è importante mantenere le energie, e anche se qui a Udine fa meno caldo rispetto ad altre edizioni, poter far rifiatare alcuni giocatori è fondamentale”.

Queste le parole di coach Comuzzo:”Fra noi è Biella c'è un abisso. Forse con tutti gli effettivi avremmo fatto una prestazione meno mortifera per il punteggio. Ma faccio davvero tanti complimenti ai miei ragazzi. Hanno avuto un atteggiamento positivo per tutti i 40' contro una squadra che viene da un altro pianeta. Avessimo avuto lo stesso piglio ieri contro la Stella Azzurra, forse avremmo 2 punti in classifica”.

I tabellini

Banca Sella Biella – Pallacanestro Trieste 2004 71-32 (16-5, 18-4, 22-11, 15-12)
Pallacanestro Biella: Piana 2, Rossi, Monfermoso 2, Lombardi 18, Savio, Ugletti 9, Stassi 8, Marotto 1, De Vico 5, Magarity 6, Fauda Piche 12, Sodero 8. All. Danna
Trieste 2004: Tonut 10, Polvi 3, Fortuna, Coronica 3, Pobega, Pellegrino, Martignago, Lazar 6, Fossati 2, Ferhatbegovic La Sorte 2, Urbani 4, Doz 2. All. Comuzzo

Benetton Treviso – Stella Azzurra 59-64 (15-11, 13-21, 15-18, 16-14)
Benetton Treviso: Contessa 17, Rossetto, Ivanov 4, Masocco 5, Guida 3, Cecchinato 2, Gaspardo 22, Vedovato, Dioum ne, Rappo ne, Iacopini ne, Malbasa 6. All. Pasquali
Stella Azzurra: Duranti 9, Gentili ne, Fallucca 7, Leonzio 5, Rodriguez 18, D'Ascanio, Vardaro, Grande 15, Esposito, Faccenda ne, Paesano 10, Cucci. All. D'Arcangeli


La classifica
Banca Sella Biella 4
Stella Azzurra 4
Benetton Treviso 0
Trieste 0

Il calendario
Banca Sella Biella – Benetton Treviso 79-54
Stella Azzurra – Pall. Trieste 2004 77-67
Banca Sella Biella – Pallacanestro Trieste 2004 71-32
Benetton Treviso – Stella Azzurra 59-64
Banca Sella Biella – Stella Azzurra
Benetton Treviso – Pall. Trieste 2004

Gruppo B

Verdetti parziali, ma già importanti, dopo la seconda giornata del Girone B. Virtus Bologna e Virtus Ruvo di Puglia sono certe di aver passato il raggruppamento. Con quale posizione (prima o seconda) lo deciderà lo scontro di domani fra le due formazioni. Bisogna invece tirare in ballo la matematica per stabilire chi, fra Virtus Siena e Montecatini 1949, staccherà il pass per gli spareggi di giovedì.

E' stata una seconda giornata di conferme e sorprese quella che ha aperto i giochi al "Maranga" (affettuoso nomignolo dato dagli udinesi all'impianto di via Marangoni intitolato a Manlio Benedetti) di Udine. I primi a calcare il parquet del Campo B della Finale Nazionale Under 19 sono stati i protagonisti del derby delle Virtus fra Bologna e Siena. Forti della bella prestazione contro Montecatini i ragazzi di coach Sanguettoli, feriti dalla debacle subita contro Ruvo di Puglia quelli di coach Mecacci, i roster fra i più blasonati della competizione hanno acceso da subito il match. Per Siena c'era da riscattare la brutta figura rimediata contro i pugliesi, e per circa 3/4 di gara ci sono riusciti alla grande, mandando in tilt le statistiche con le bombe degli specialisti Pascolo (9, tutti dalla lunga distanza) e Cucco (11), e con la solita imponente prova di Tessitori (24 punti, 10 rimbalzi). Ma tanto merito va alle Vu Nere, capaci di assorbire periodo dopo periodo il pesante break iniziale, fino a mettere la freccia negli ultimi 10' di gara con i maiuscoli Fontecchio (17), Person (10) e l'ex della partita Imbrò (10).
Nel secondo match di giornata invece è stata Montecatini a interpretare meglio la gara contro la sorprendente Virtus Ruvo. Bravi ad abbassare i ritmi e a chiudere i secondi tiri agli avversari (eccellente sotto entrambi i canestri il lungo Giarelli, 20 punti e 15 rimbalzi per lui), i toscani hanno condotto le danze per tutti i 40' minuti, trovando un po' di imbarazzo solo a metà terzo periodo, quando i ragazzi di coach Cadeo sono riusciti a portare la partita sugli alti ritmi, l'arma che aveva permesso a Ruvo di inabissare la corazzata Virtus Siena nella prima giornata.
Sconfitta "indolore" per i pugliesi che, come ricordato, sono certe di un posto fra le prime tre del girone, con il sogno primo posto se si ripeteranno contro la Virtus Bologna. Il derby toscano fra Montecatini e Virtus Siena partirà invece con un +14 per i primi. Tanto è infatti lo scarto che non permetterà ai vice campioni in carica di accedere alla seconda fase della manifestazione scudettata. Ma in un girone in cui finora è successo tutto e il contrario di tutto, solo il campo avrà l'ultima parola.


Le parole di coach Sanguettoli:”Sapevamo che dal punto di vista psicologico non sarebbe stato facile. Loro venivano da una sconfitta inaspettata ed erano feriti. Dal secondo quarto abbiamo cambiato difesa, troppo passiva in un avvio che ci ha penalizzato molto. Siamo stati bravi a recuperare il break nella fase centrale della gara, e nell'ultima frazione ho trovato dalla panchina quelle soluzioni che ci hanno aiutato a portare a casa la posta”.

Così coach Mecacci:”Ieri eravamo i cugini di noi stessi, oggi ho visto la squadra che conosco. Paghiamo una stagione travagliata con i ragazzi che, divisi fra DNA e Under 17, non hanno avuto l'opportunità di allenarsi troppo insieme. Abbiamo cominciato bene, poi loro hanno cominciato a pressare il nostro play, rendendoci più difficile la circolazione di palla. Ora dobbiamo vivere alla giornata, e giocarci domani contro Montecatini le ultime chance di passare il turno”.
Così coach Aprea: “li avevamo visti contro la Virtus Siena, e sapevamo che dovevamo abbassare i ritmi. Ci siamo riusciti per quasi tutta la partita, ma certo c'è anche l'avversario e nel terzo periodo abbiamo sofferto un po'. Domani contro la Virtus Siena sarà una battaglia, conosciamo il valore dei nostri rivali. Ma noi ci proveremo”.

Queste le parole di coach Coach Cadeo:”Nello sport sentirsi forti non paga. E spero che questa sia una lezione che i ragazzi oggi hanno capito. Al di là del tatticismo io credo che sia opportuno perseguire sempre un discorso legato al miglioramento. Contro Siena abbiamo sfoderato una grande prestazione. Oggi invece l'atteggiamento non è stato dei migliori”.

I tabellini

Virtus Bologna – Virtus Siena 75-64 (17-25, 20-18, 20-14, 18-7)
Virtus Bologna: Tugnoli ne, Imbrò 10, Landi 6, Millina ne, De Ruvo 2, Guazzaloca 5, Person 10, Donati 2, Bottioni 12, Fontecchio 17, Fantinelli 7, Pechacek 4. All. Sanguettoli
Virtus Siena: Franci ne, Pascolo 9, Cucco 11, Gori Savellini 2, Pagano ne, Olleia 4, Bernardi 11, Reali, Bianconi 3, Sanges, Tessitori 24, Martino ne. All. Mecacci

ASD Montecatini 1949 – CMA Ruvo di Puglia 73-59 (23-21, 21-6, 14-20, 15-12)
Montecatini 1949: Bargiacchi 10, Meacci ne, Panelli 7, Kilian 17, Procacci 16, Amico ne, Giarelli 20, Tampieri 3, Gangarossa ne, Benvenuti ne, Grosso, Romano. All. Aprea
Ruvo di Puglia: Quagliarella ne, Cantatore ne, Di Salvia, Mennilli, Laquintana 12, Fuzaro Siqueira 4, Caldarola ne, Donno ne, Merletto 26, Liguori 3, Martino 10, De Leo 3. All. Cadeo

La classifica
Virtus Bologna 4
Montecatini 2
Ruvo di Puglia 2
Virtus Siena 0


Il calendario
Virtus Pall. Bologna – Montecatini SC 1949 82-50
Virtus Siena – CMA Ruvo di Puglia 62-77
Virtus Bologna – Virtus Siena 75-64
Montecatini 1949 – CMA Ruvo di Puglia 73-59
Virtus Bologna – CMA Ruvo di Puglia
Montecatini – Virtus Siena


Gruppo C

La Montepaschi Siena da seguito alla bella prestazione della prima giornata battendo la Scavo col punteggio di 67-48. I senesi di coach Baioni, senza troppo patemi d’animo, conquistano altri due punti importanti e si assicurano il passaggio al turno successivo. Pesaro combatte fin che può ma il solo Tortù non può bastare contro una Mens Sana attenta e determinata. L’entrata perentoria di Udom alla prima azione è lo squillo di tromba e il campanello d’allarme per la compagine di Spiro Leka. Il primo quarto è abbastanza eloquente (26-15). Nel secondo si segna poco e il match si fa spigoloso e poco spettacolare (10-6 per la Vuelle il parziale). Le media realizzative si rialzano nel secondo tempo ma sempre a vantaggio dei toscani, che riescono a rendere inoffensive le folate avversarie per poi colpire di rimessa. Per i senesi arriva così la terza vittoria stagionale in tre partite contro Pesaro, squadra inserita nello stesso girone nella Fase Nazionale. All’andata nelle Marche i ragazzi di Baioni si imposero 56-77 mentre al ritorno a Siena fu più dura (65-61 il finale per i mensanini). Per i marchigiani adesso si fa dura perché contro Bergamo sarà un vero e proprio spareggio per non tornare anticipatamente a casa. I biancoverdi invece dovranno vedersela con Rimini per guadagnarsi il riposo del giovedì.

Nell’ultimo match di giornata Rimini impiega un quarto per carburare ma quando lo fa riesce ad indirizzare la gara laddove gli è più congeniale. Il divario fisico contro una volenterosa Comark c’è e si vede, anche perché la BluOrobica è priva di Simone Tomasini. I lunghi romagnoli mettono a dura prova la difesa di coach Zambelli, che va sotto nel secondo quarto e si ritrova a dover rincorrere. A farla da padrone sono i bulgari Tenchev e Dimitrov, che da soli mettono a referto gran parte del fatturato dei Crabs. Encomiabile lo sforzo dei lombardi, che hanno in Matteo Orlandi il giocatore più prolifico. Qualche tiro frettoloso di troppo nell’ultimo quarto impedisce agli orobici di tentare una rimonta comunque difficile. Rimini controlla e a cinque minuti dalla fine può gestire 15 punti di vantaggio (70-55). L’ultima sirena arriva sul 76-62. Spavento per la caviglia di Tenchev che si gira ma il bulgaro stringe i denti e l’infortunio non dovrebbe essere grave.

I tabellini

Montepaschi Siena – Scavolini Pesaro 67-48 (26-15, 6-10, 18-9, 17-14)
Montepaschi Siena: Magrini 7, Perin 12, Sousa 2, Spina 7, Bianchi 2, Monaldi 6, Mascagni, Papi, Severini 3, Cappelletti 7, Udom 11, Sorrentino 10. Coach: Baioni
Scavolini Pesaro: Giacomini 4, Bianchi 2, Marcelli 2, Baseotto 1, Testa 5, Bongiorno 3, Vino 4, Tortù 17, Cercolani 5, Urbani, Bertoni 5. Coach: Leka

Basket Rimini Crabs – Comark Bergamo 76-62
Basket Rimini Crabs: Scrima 2, Gamaleri 5, Chiera 2, Piastrellini 4, Zannoni 1, Brighi 6, Dimitrov 21, Bortolin 17, Marengo 6, Lopez Rodriguez, Vignali, Tenchev 12. Coach: Gandolfi
Comark Bergamo: Leone 4, Orlandi 18, Carnovali 5, Mazzucchelli 5, Franzosi, Kulin, Crippa 8, Spatti 6, Tedoldi 2, Franzoni 11, Motta, Azzola 3. Coach: Zambelli

La classifica
Montepaschi Siena 4
Basket Rimini Crabs 4
Comark Bergamo 0
Scavolini Pesaro 0

Il calendario

Montepaschi Siena – Comark Bergamo 74-54
Basket Rimini Crabs – Scavolini Siviglia Pesaro 64-60
Montepaschi Siena – Scavolini Pesaro 67-48
Comark Bergamo – Basket Rimini Crabs 62-76
Montepaschi Siena – Basket Rimini Crabs
Comark Bergamo – Scavolini Siviglia Pesaro


Gruppo D

Virtus Roma e Don Bosco Livorno prendono in mano il gruppo D. Entrambe le formazioni vincono i rispettivi incontri e si attestano a quattro punti ciascuno lasciando all’asciutto Varese e Casale Monferrato. I giallorossi di coach Prosperi bissano la vittoria dell’esordio contro Varese battendo un’ostica Casale 69-59, trascinata letteralmente da Federico Di Prampero, nativo di Pordenone ed ex Benetton Treviso. Il numero 8 piemontese fa pentole e coperchi nella formazione di coach Pansa e il suo 7/12 da tre riesce a contenere una bella Virtus Roma. Partiti col piede giusto, e con un Marchetti anche oggi tra i migliori, i capitolini dettano subito i ritmi partita mettendo il tabellone dalla propria parte. L’avvio troppo poco convinto di Casale fa il resto e Roma può andare al riposo 36-29. Nella ripresa Casale cresce è al 32esimo pareggia (49-49) e addirittura sorpassa con Francione (52-51). Tutto da rifare per la Virtus, che dimostra però carattere e maturità: il furetto Marchetti, già visto in Serie A, accompagna la tripla di Ferrarese e firma un break di 5-0 a metà ultimo quarto che spezza il ritmo piemontese. La tripla a due dalla fine, più una sontuosa stoppata su Di Prampero dall’altro dei suoi 178 centimetri, fanno di Marchetti il migliore in campo.

Nell’altra gara del gruppo B Livorno passeggia contro Varese chiudendo 76-43. Mai in discussione il match, che già dopo il primo quarto (18-7) aveva un padrone. Interessanti gli scontri della terza giornata, che decideranno le sorti dell’intero raggruppamento: Roma e Livorno si affronteranno per il primo posto nel girone con in palio il giorno di riposo del giovedì. Spareggio vero anche tra Varese e Casale Monferrato, che giocheranno per il terzo posto valevole per l’accesso agli spareggi.

I tabellini

Virtus Roma –Junior Libertas Casale Monferrato 69-59 (14-13, 22-16, 13-17, 20-13)
Virtus Roma: Carrano 4, Mannozzi 2, Guagliardi 2, Tomasello 5, Marchetti 15, Billi 2, Pullazi 11, Montesi 2, Ferrarese 14, Tambone 9, Di Giacomo, Gorrieri 3. Coach: Prosperi
Casale Monferrato: Montarolo 3, Vigliaturo ne, FrancescaTo ne, Di Prampero 29, Giovara 11, Strotz 8, Bergang, Ottone, Bialkowski, Giromini, Negro 3, Francione 5. Coach: Pansa

Elmecinformatica Varese – Don Bosco Livorno 43-76 (7-18, 14-22, 6-16, 16-20)
Varese: Rulli, Gardini, Gaspari, Bessi 5, Nalesso 7, Muraca 4, Bellotti 3, Balanzoni 6, Valeri 8, Corazzon, Vai, Sabbadini 10. Coach: Malavasi
Livorno: Forti 5, Barontini 4, Cunico 10, Casagrande 5, Mazzantini 6, Tessarolo 9, Vignali 9, Mori 9, Rossi 3, Fantoni 6, Salvadori 2, Benvenuti 8. Coach: Da Prato

La classifica
Virtus Roma 4
Don Bosco Livorno 4
Casale Monferrato 0
Varese 0

Il calendario
Virtus Roma – ElmecInformatica Varese 69-55
Banca del Piemonte Casale Monferrato – Nesti&Nelli Toyota Livorno 56-71
Virtus Roma - Casale Monferrato 69-59
Varese - Don Bosco Livorno 43-76
Varese – Casale Monferrato
Virtus Roma – Don Bosco Livorno


La terza giornata completa (30 maggio)

Campo A Palasport Primo Carnera
Ore 15.00 Virtus Bologna – CMA Ruvo di Puglia
Ore 17.00 Banca Sella Biella – Stella Azzurra
Ore 19.00 Montepaschi Siena – Basket Rimini Crabs
Ore 21.00 Virtus Roma – Don Bosco Livorno

Campo B Palazzetto M. Benedetti
Ore 15.00 Montecatini – Virtus Siena
Ore 17.00 Benetton Treviso – Pall. Trieste 2004
Ore 19.00 Comark Bergamo – Scavolini Siviglia Pesaro
Ore 21.00 Varese – Casale Monferrato


Ufficio Stampa Fip
Condividi ...
U18 M Ecc. '20
2/7 Giugno
Milano
U16 M Ecc. '20
15/21 Giugno
Udine
U15 M Ecc. '20
27/5 - 2/6
Cecina
U14 M '20
22/28 giugno
Pordenone
U18 F '20
2/7 Giugno
Milano
U16 F '20
13-20 Giugno
Rovigo
U14 F '20
21-27 Giugno
Roseto degli Abruzzi
calendario eventi
© 2015 Federazione Italiana Pallacanestro - Giovanile - Privacy Policy    Cookie Policy
credits sendoc.it
Gazzetta
Uliveto
Autovia
Cantine Maschio
orogel.it
Sixtus
www.bricofer.it
www.spaldingbros.com

Media Partner

Fornitori Ufficiali

Fisiowarm
Vettore Medical
YouteCar

Official Medical Partner