Notizie Fiscali
13/12/2021 Credito d’imposta sponsorizzazioni sportive 2020: istituzione del codice tributo
PREMESSA. L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 69/E del 10 dicembre 2021, ha istituito il codice tributo “6954” per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari in favore di LEGHE, SOCIETÀ SPORTIVE PROFESSIONISTICHE, SSD e ASD, di cui all’art. 81 del DL 14.08.2020, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 126/2020.

LE DISPOSIZIONI NORMATIVE. L’articolo 81 del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126, ha previsto il riconoscimento di un credito d'imposta in misura pari al 50% degli investimenti pubblicitari effettuati in favore di leghe e società sportive professionistiche e di società e associazioni sportive dilettantistiche, alle condizioni e nei termini ivi specificati.
Con il DPCM del 30 dicembre 2020, n. 196, sono state stabilite le modalità e i criteri di attuazione del credito d’imposta in parola. In particolare, l’articolo 4 del citato decreto ha previsto che il credito d'imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione ai sensi dell'articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, presentando il modello F24 esclusivamente attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall'Agenzia delle entrate, pena lo scarto dell'operazione di versamento.
L'ammontare del credito di imposta utilizzato in compensazione non può eccedere l'importo riconosciuto dal Dipartimento per lo sport, pena lo scarto dell'operazione di versamento.

LA COMPILAZIONE DELLA DELEGA F24. Per consentire ai beneficiari l’utilizzo in compensazione del credito d’imposta in oggetto tramite il modello F24, l’Agenzia delle Entrate ha quindi istituito il seguente codice tributo:
- 6954 denominato CREDITO D’IMPOSTA SPONSORIZZAZIONI SPORTIVE – articolo 81 del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104.

- In sede di compilazione del modello di pagamento F24, ai fini dell’utilizzo in compensazione del credito d’imposta, occorre:

- esporre il suddetto codice tributo nella sezione Erario, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna importi a credito compensati, ovvero, nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento dell’agevolazione, nella colonna importi a debito versati;

- indicare nel campo anno di riferimento l’anno di riconoscimento del credito d’imposta, nel formato AAAA;

Prima di utilizzare il credito in parola, si consiglia di verificare l’effettivo importo del credito d’imposta spettante nella sezione Cassetto fiscale, accessibile dall’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate, al link Crediti IVA/Agevolazioni utilizzabili.