News
25/11/2021 Contribuiti a Fondo Perduto. Le prime FAQ del Dipartimento per lo sport
Sono state pubblicate sul sito del Dipartimento per lo Sport le prime cinque FAQ relative ai per contributi a fondo perduto da destinare alle Associazioni e alle Società Sportive Dilettantistiche che, in via generale, non siano state già beneficiarie dei precedenti contributi erogati dal Dipartimento per lo sport nel corso delle procedure di evidenza pubblica nell’anno 2020.

Si ricorda che:
• per la sessione relativa ai canoni di locazione e canoni concessori c’e tempo fino alle ore 16:00 del giorno 30 novembre 2021
• la sessione per i contributi forfettari parte dalle ore 16:00 del giorno 1° dicembre 2021 fino alle ore 16:00 del giorno 10 dicembre 2021


LE FAQ
1.Posso ricevere il contributo su un conto corrente intestato al Presidente della ASD/SSD?
No. Ricordiamo che il beneficio è attribuito alla ASD/SSD e che non è mai consentito l'accredito della somma spettante su conti correnti intestati a soggetti diversi dall'ASD/SSD. Pertanto, all'interno della domanda sarà necessario digitare l’IBAN del conto corrente intestato all'esatta denominazione della ASD/SSD, avendo cura di non lasciare spazi e di verificare l’esattezza dei 27 caratteri.


2. Se ho già ottenuto l’attribuzione del contributo a fondo perduto del Dipartimento per lo sport nel 2020 e nel 2021, posso partecipare al bando?
Soltanto le ASD e SSD che hanno ricevuto il contributo forfettario nelle precedenti sessioni, potranno presentare domanda anche per i nuovi contributi nella sessione “canoni di locazione e canoni concessori” – qualora in possesso di un contratto di locazione ad uso non abitativo o di un contratto di concessione onerosa. L’importo del contributo già ottenuto verrà decurtato dall'importo spettante del nuovo beneficio.


3. Quale documentazione è necessario allegare?
Per la sessione relativa ai canoni di locazione e di concessione di impianti pubblici, sarà necessario allegare:
- nel caso delle locazioni di immobili ad uso non abitativo, copia della “Interrogazione del contratto di locazione” da richiedere - anche in via telematica - all’Agenzia delle Entrate;
- nel caso delle concessioni di impianti pubblici sportivi/aree demaniali, copia della “Interrogazione del contratto di concessione” da richiedere – anche in via telematica - all’Agenzia delle Entrate
Per la sessione relativa al contributo forfettario, sarà necessario allegare:
- dichiarazione rilasciata dall’organismo sportivo nazionale a cui la ASD/SSD è affiliata, attestante il numero di tesserati alla data del 15 ottobre 2021.


4. Le concessioni devono essere registrate presso l’Agenzia delle entrate?
Si. Come disposto nell’avviso nella parte riguardante la prima sessione "ASD/SSD conduttori di contratti di locazione di immobile ad uso non abitativo o concessionari di un impianto pubblico sportivo/area demaniale", è necessario allegare alla richiesta di contributo tramite l’apposita piattaforma, copia della “Interrogazione del contratto di concessione” da richiedere – anche in via telematica - all'Agenzia delle entrate.
Infatti, anche le concessioni di beni demaniali sono soggette a obbligo di registrazione del contratto presso l’Agenzia delle entrate ai sensi del Testo unico imposta di registro 131/1986.


5. Se la ASD/SSD è titolare di un contratto attivo successivamente alla data del 23 maggio 2021, può partecipare alla prima sessione dell'avviso?
No, in questo caso la ASD/SSD potrà presentare domanda per la seconda sessione dell'avviso, in quanto la prima sessione è finalizzata a coprire il costo della locazione/concessione sostenuto dalla ASD/SSD durante il periodo temporale in cui la normativa vigente disponeva la chiusura forzata (vd. il Decreto legge 18 maggio 2021, n. 65, art. 4). Fanno eccezione i contratti aventi come oggetto la locazione/concessione di piscine o centri natatori in impianti coperti, per i quali i termini di riapertura sono stati disposti a partire dal 1 luglio 2021.