Notizie CNA
18/03/2022 RIPARTE L'ATTIVITA' TERRITORIALE DELLE SELEZIONI GIOVANILI IN VENETO: intervista ad Andrea Ferraboschi
Era il 26 febbraio 2020, quando nel bel mezzo del Trofeo delle Province in corso a Rovereto, arrivò l’annuncio destinato a” cambiare le nostre vite”: lo stop per il coronavirus, aveva costretto a interrompere ogni manifestazione, allenamento, torneo.

A poco più di due anni di distanza, anche l’attività territoriale con le selezioni giovanili ricomincia a muovere i propri ingranaggi. E lo fa con le selezioni regionali che si sono radunate per la prima volta dopo due anni lunedì scorso ad Abano Terme sotto la guida dell’Rtt, Alberto Zanatta, del suo staff e del presidente della Commissione Regionale Allenatori e coordinatore dei Centri Tecnici Federali regionali, Andrea Ferraboschi con cui abbiamo fatto due chiacchiere.

Andrea Ferraboschi, finalmente riparte l’attività con le selezioni giovanili in Veneto?
“Finalmente davvero. Eravamo fermi dal 26 febbraio 2020, e da allora tutte le attività sono state congelate per questi anni. Lo sono tutt’ora a livello nazionale, ma su base regionale possiamo ricominciare a lavorare sul territorio con iniziative particolari”.

Per i Centri Tecnici Federali dunque c’è da aspettare?
“Per ora sì, così come per tutte le manifestazioni correlate a livello nazionale, e i vari tornei” che eravamo abituati a disputare (Trofeo Fabbri, Trofeo delle Province, Trofeo delle Regioni, Trofeo Bulgheroni ecc.)

Il Veneto intanto però riparte con dei primi allenamenti per quali annate?
“Ripartiamo intanto dalla figura di un RTT unico, per maschile e femminile, che è una grande novità. Sarà Alberto Zanatta, che in questi mesi nonostante il covid è riuscito a girare le palestre della nostra regione su richiesta delle società per visionare i/le loro atleti/e confrontarsi a livello tecnico e metodologico con i rispettivi allenatori.
Le annate coinvolte in questi primi allenamenti sono le 2008 maschili e le 2007 femminili”.


Quali sono i prossimi passi?
“Lunedì faremo un allenamento a Favaro Veneto, poi il 28 probabilmente in provincia di Treviso prima del raduno interregionale che abbiamo deciso di fare a Rovereto il 2 e 3 Aprile p.v. e che ci vedrà coinvolti insieme alle regioni Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Trentino Alto Adige: un segno, per ripartire nello stesso punto in cui tutto si era fermato due anni fa”.

Un segnale importante per tutto il movimento?
Certo, perché oltre a rivedere ragazzi e ragazze in palestra, potremo tornare a confrontarci con allenatori e dirigenti che potranno assistere agli allenamenti. Purtroppo dispiace aver perso queste due stagioni, ma ora siamo pronti a rimboccarci le maniche e ripartire”.

Per quanto riguarda l’ attività del  CNA invece?
"L’attività del CNA in regione fortunatamente non è mai stata interrotta, anche se in parte si è svolta online. Abbiamo appena concluso l’ultimo corso di Allievo allenatore e stiamo programmando le lezioni didattiche propedeutiche all’ iscrizione del corso Allenatore di Base.
Per metà aprile usciremo con le nuove indicazioni riguardanti i corsi per Allievo allenatore, Allenatore di Base e Preparatore Fisico di Base che si svolgeranno quest’ estate. Riprenderanno a svolgersi dopo essere stati interrotti causa Covid i corsi Nazionali (Istruttore giovanile, Allenatore e Allenatore Nazionale, e Preparatore Fisico Nazionale).
Ai primi di Aprile si svolgeranno a Montegrotto Terme i pre-esami per il corso Istruttore Giovanile e lo stesso corso tornerà molto probabilmente a svolgersi ad Abano Terme ad inizio Luglio".