Ufficio Stampa
CELEBRAZIONI DEL CENTENARIO - "CONTESE - STORIA DEL BASKET A TRENTO" IL RECITAL
Il Comitato Regionale Trentino Alto Adige in collaborazione con l'Associazione Amici di Gianni Brusinelli, nell'ambito delle celebrazioni del Centenario della FIP, offre un primo appuntamento per onorare questa importante ricorrenza.

Il 12 giugno 2021 verrà presentato al pubblico, presso il teatro “Claudio Demattè” di Ravina, il recital “Contese - Storie di basket a Trento dal 1921 al 1965”.

“…. perché ricordare serve sempre, perché non creiamo improvvisamente, dal nulla, senza avere qualcosa alle spalle; ricordare serve sempre, per sapere da dove veniamo, per capire come siamo fatti oggi attraverso quello che siamo stati ieri.”

Queste belle parole di Francesco Guccini riassumono l’intenzione e il proposito che l’Associazione Amici di Gianni Brusinelli, attiva nello sviluppo e nella promozione del basket in provincia di Trento, si è posta qualche anno fa: ricordare appunto.

Avviata una certosina ricerca nelle biblioteche e in archivi storici, intervistati personaggi non più giovanissimi, raccolto e catalogato il materiale reperito, l’Associazione ha pubblicato un libro, “Contese” che racconta la storia della pallacanestro a Trento a partire dalla prima partita giocata in città il 12 giugno del 1921 fino alla nascita di Dolomiti Sport B.C. (oggi Aquila Basket) avvenuta nel 1965.

Il libro, che attraversa il fascismo, la ricostruzione del dopoguerra e il boom economico, racconta non solo di pallacanestro, ma anche di tutto quello che ci girava intorno; un intreccio di vicende sportive con il vissuto della società dei vari periodi. Un vero racconto di vita, con episodi, aneddoti e storie che solo grazie a questo lavoro non sono andate perdute. Lo scopo dell’Associazione di tenere aggiornata la memoria è stato raggiunto, ora bisogna ricordare.

E quale occasione migliore riproporre in sintesi la storia in occasione della simbolica data del centenario.

La rappresentazione è un alternarsi di racconti, letture di dialoghi e articoli di giornale, il tutto intervallato da immagini, filmati d’epoca e musiche.

Dopo una breve introduzione sulla nascita del basket in America, per merito di James Naismith e dei primi sviluppi del gioco in Europa e in Italia, la narrazione evidenzia, con dati cronologici, i fatti più importanti relativi alla realtà cittadina di Trento.

Si passa dalla prima partita giocata nel piazzale antistante le scuole Verdi di allora (l’attuale facoltà di Sociologia), alle prime formazioni di giovani fascisti, al raduno della nazionale italiana a Riva del Garda, all’aumento di squadre e campi in regione, alla partecipazione ai massimi campionati nazionali di ben tre compagini femminili, all’importanza della promozione cestistica negli istituti e nei collegi, alla nascita di nuove società.

Sullo sfondo di tutto questo lo spaccato della società trentina di allora anche attraverso gli aneddoti dei protagonisti intervistati.

Ecco dunque il ricordo che tiene viva la storia … e la storia è il racconto dei fatti e i racconti sono la storia dei sentimenti.