Comitato
30/09/2022 SABATO 1 OTTOBRE TORNEO ALL4BASKET AL PALAGIORDANI PER CELEBRARE ALDO GIORDANI
il Pala Giordani ospiterà domani, sabato 1 ottobre, il Torneo ALL4BASKET in ricordo del trentesimo anno dalla scomparsa di Aldo Giordani (1992-2002). L’evento rivolto alle categorie U15 e U17, è stato organizzato con la sua Famiglia e il Comitato Regionale Lombardo FIP.

Il torneo sarà 4c4 misto con 4 componenti per squadra – 2 maschi e 2 femmine – anche per ricordare la moglie Francesca Cipriani giocatrice di Basket due volte Campionessa d’Italia con le maglie dell’ Indomita Roma e della Ginnastica Comense. La durata delle partite è di 5 minuti a gara. L’inizio del torneo U15 è fissato alle ore 14:30, quello U15 alle 18:30

Aldo Giordani, uomo di sport e grande giornalista, è stato anche un giocatore di Serie A con la Ginnastica Roma con cui diventa Campione Italiano universitario nel 1948. Nel 1944 inizia la sua carriera da allenatore che nella stagione 1948-19 culmina con la vittoria dello scudetto alla guida dell’Indomita Roma. Al termine della stagione inizia la sua carriera come giornalista alla guida del periodico della Federazione italiana Pallacanestro.

Nel 1951 si trasferisce a Milano e inizia a collaborare con La Gazzetta dello Sport. Due anni più tardi sposa Francesca Cipriani, due volte Campionessa d’Italia e 27 volte convocata in Nazionale ed inizia nuove collaborazioni con i settimanali Sport Illustrato e il Guerin Sportivo, fino a diventarne redattore capo e firmare l’inserto speciale Guerin Basket.

Nel 1954 inizia la sua carriera come telecronista ai microfoni della RAI con cui, tra i tanti eventi sportivi, racconterà il successo della nostra nazionale nel campionato europeo del 1983.La sua competenza e professionalità lo portano ad iniziare una collaborazione con la Domenica Sportiva scrivendo una rubrica dedicata alla pallacanestro. Il 7 novembre 1978 fonda Superbasket, settimanale specializzato dedicato al mondo del basket con ampi spazi di notizie dal fronte USA che diventerà il punto di riferimento per tutti gli appassionati di questo sport.

Nel 2008 ha ricevuto il premio alla memoria dell’Italia Basket Hall of Fame per la sua passione e dedizione al mondo della pallacanestro italiana a cui ha saputo far appassionare tantissime persone.

Franz Pinotti, fondatore del mondo Sanga, alla vigilia del Trofeo Giordani dichiara: ”E’ un privilegio per noi del Sanga dare una mano nell’organizzazione, insieme alla Fip Lombarda, di questo evento dedicato al settore giovanile sia maschile che femminile, proprio per ricordare che anche la moglie di Aldo Giordani, Francesca Cipriani, è stata una giocatrice di Basket di alto livello, in una Famiglia di Grandi Sportivi in cui la figlia Claudia Giordani, attuale vice presidente CONI ITALIA, è stata pluricampionessa di sci alpino. Essendo uno sportivo di lungo corso, quando penso a Giordani, ricordo tutta la mia gioventù con le telecronache delle partite in RAI e l’attesa dell’uscita dell’ultimo numero di Superbasket per leggere delle grandi gesta dei miei idoli del Tempo. Ha un grande significato per me giocare oggi con la nostra serie A di Milano Femminile, il Sanga, e tutto il settore giovanile nella palestra a lui dedicata.”

Il presidente della FIP Lombardia Giorgio Maggi aggiunge:” Nel 1978, anno di fondazione di Superbasket, ero un giovane allenatore molto fortunato ad essere l’assistente di Riccardo Sales. La rivista di Aldo Giordani, eccellente divulgatore e visionario del nostro mondo, ebbe un effetto dirompente soprattutto per chi come noi era affamato di conoscere ogni aspetto del nostro amato basket.
La telecronaca della partita ogni domenica pomeriggio seguita dalla rubrica durante la “Domenica Sportiva” non erano sufficienti a soddisfare la voglia di sapere. E anche il nostro cantore, pure affascinante e trascinatore nel descrivere le azioni (“Vedete com’è il basket!”) e nell’intervistare gli ospiti, era come frenato dalla sua professionalità nel rispetto del servizio pubblico.
Superbasket era la sua creatura, lo strumento con il quale dare libera circolazione alle idee e alle critiche, sempre costruttive, proprie di chi vuole sempre migliorare la situazione.
I suoi “pallini” – formidabili tweet dell’epoca – erano un concentrato di notizie, battute, anticipazioni, ognuna intrigante, spesso sospesa nel tempo in attesa della successiva settimana.Ha fatto più Aldo Giordani per la pallacanestro di chiunque altro.”

La famiglia Giordani ricorda la passione del padre per la pallacanestro:” Il desiderio è rendere omaggio alla passione che ha unito i nostri genitori e che siamo certi di ritrovare nel gioco delle ragazze e dei ragazzi. Con rinnovata riconoscenza per il contributo che nostro padre Aldo Giordani ha reso allo sport e all’amato Basket tricolore. Ritrovarsi al PalaGiordani è per noi un segno di grande affetto, che siamo felici di poter condividere sportivamente in amicizia, grazie al Comitato Regionale Lombardo Fip e al Sanga Basket.”