Premio nazionale "Nico Messina"
Il premio è intitolato al compianto Nico Messina, allenatore di pallacanestro nato a Potenza nel 1922 e scomparso nel 2005, purtroppo poco conosciuto nella Città di Potenza e nella Regione Basilicata.
Messina allenò per molti anni nel Campionato di Serie A, vincendo 2 Scudetti (nel 1969 e nel 1978) e 2 Coppe Italia (nel 1969 e nel 1970) con la Pallacanestro Varese, e proprio a Varese “scoprì” Dino Meneghin, il primo giocatore italiano ad entrare nella Naismith Memorial Basketball Hall of Fame e considerato da tutti il più grande giocatore italiano di tutti i tempi.
Queste le altre squadre in cui allenò: Derthona Basket, Virtus Bologna, Napoli Basket, Pallacanestro Firenze, AMG Sebastiani Rieti e Pallacanestro Brindisi.

La prima edizione del premio è stata conferita a Bogdan Tanjević, allenatore italo-montenegrino di squadre di club nella ex Jugoslavia (Bosna e Budućnost), in Italia (Juvecaserta, Trieste e Olimpia Milano), in Francia (Limoges e Villeurbanne) e in Turchia (Fenerbahçe) e di squadre nazionali (Jugoslavia, Italia, Turchia e Montenegro).
Nel 1999 ha vinto con l'Italia il Campionato Europeo Maschile.
Nel 2016 è stato inserito nella "Italia Basket Hall of Fame".

La seconda edizione del premio è stata conferita a Carlo Recalcati, allenatore che detiene il record di vittorie nel Campionato di serie A.
Dal 2001 al 2009 ha allenato la Nazionale italiana ed ha vinto la medaglia di bronzo agli Europei (2003), la medaglia d'argento alle Olimpiadi (2004) e la medaglia d'oro ai Giochi del Mediterraneo (2005).
Nel 2007 è stato inserito nella "Italia Basket Hall of Fame".