FINALI NAZIONALI UNDER 14 3x3
04 Settembre
Finali Nazionali Giovanili 3x3, a Unibasket Lanciano (U16M) e Poche Bobe (U18M) gli scudetti maschili, nel femminile doppietta per il Granda College di Cuneo
Una settimana di basket frontemare, nella suggestiva arena di Piazza Marcello d'Olivo a Lignano Sabbiadoro, che ha regalato emozioni ad alta intensitÓ a 400 ragazzi e ragazze venuti da tutta Italia col sogno di cucirsi al petto lo scudetto per le categorie Under 16 ed Under 18.

F.I.P. & Verde Sport - La finale nazionale giovanile di basket 3 contro 3 Ŕ il frutto della collaborazione tra la Federazione Italiana Pallacanestro e Verde Sport, sinergia nata nel lontano 2003 per promuovere a livello giovanile la pallacanestro ed i suoi valori attraverso il 3 contro 3, la formula di gioco tipica dei campetti: rapida ed intensa (le partite si giocano su metÓ campo, durano dieci minuti o terminano quando si raggiungono i 21 punti) e per questo molto coinvolgente, dentro e fuori dal campo. A Lignano fondamentale il supporto del Comitato regionale Friuli Venezia Giulia, presieduto da Giovanni Adami che col suo
staff ha garantito supporto costante e competenza.

I numeri delle finali - Complessivamente sono scese in campo 80 squadre, 400 ragazzi e ragazze che hanno dato vita a 280 partite in 5 giorni di gare. 50 persone di staff coordinate da Verde Sport sulle 4 metÓ campo allestite nella speciale arena, oltre alla nutrita squadra di arbitri.

La prima volta all'aperto - Non solo partite frontemare, perchÚ nell'arco della settimana il meteo avverso ha costretto ad alcuni spostamenti temporanei nel palasport della vicina Latisana, grazie al supporto della locale amministrazione che ha permesso di rispettare i tempi di marcia delle Finali, che per la prima volta si sono svolte all'aperto.

"╚ stato un grande piacere per la nostra cittÓ ospitare questa manifestazione- dichiara il Sindaco di Lignano Sabbiadoro, Laura Giorgi - . Siamo da sempre votati allo sport ed eventi dedicati ai giovani danno sempre uno stimolo in pi¨, per la passione ed i valori che sanno comunicare".

"Quella di giocare all'aperto Ŕ stata la caratteristica che ha reso uniche queste Finali, un contesto meraviglioso quello di Lignano e un ottimo lavoro di squadra con Latisana -spiega Enrico Castorina, Amministratore Delegato di Verde Sport-. ╚ stata un'idea nata lo scorso anno a La Ghirada, dove avevamo ospitato la precedente edizione di queste Finali, bello essere riusciti a concretizzarla in 12 mesi. Segno che quella con la F.I.P. Ŕ qualcosa di pi¨ di una semplice collaborazione, ma un tavolo di confronto aperto ormai da 19 anni e spinto da una volontÓ comune: lavorare con e per i giovani, permettere loro di arricchirsi attraverso lo sport, un'esperienza unica per crescere e trasmettere valori positivi. E, a proposito, abbiamo giÓ delle idee per il prossimo anno".

'Il basket 3 contro 3 Ŕ prima di tutto divertimento-il commento di Giacomo Galanda, Consigliere F.I.P. e responsabile del 3x3 giovanile- e in questa settimana i volti dei 400 ragazzi e ragazze scesi in campo direi che lo hanno dimostrato. Chiaro che si va in campo per vincere, ma Ŕ tutto il contesto vincente,capace di attirare a sÚ tanto chi gioca quanto chi sta sugli spalti, anche pi¨ di una semplice partita di basket. Il fatto di giocare all'aperto Ŕ una svolta, Lignano Ŕ un posto che giÓ vive di basket d'estate e il lavoro e le idee dello staff di Verde Sport sono stati fondamentali".

I 4 tricolori - Spazio per finire ai risultati del campo
Mattatrici assolute nel femminile le ragazze del Granda College di Cuneo, che tornano dalla spedizione in terra friulana con i titoli italiani delle due categorie, Under 16 ed Under 18. Nel maschile invece a cucirsi lo scudetto sul petto i giovani dell'Unibasket Lanciano (Under 16) e il quartetto marchigiano Poche Bobe (Under 18), che ha superato in una finale tirata (21-19) la selezione del Veneto.