<![CDATA[ Highlights del Comitato Regionale Trofeo delle Regioni - FIP ]]> Wed, 1 Apr 2020 09:00:29 UTC <![CDATA[ 2020 - Roseto degli Abruzzi - 2020. Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini". Dal 9 aprile tutti in campo a Roseto degli Abruzzi ]]> ]]> Wed, 19 Feb 2020 23:00:00 UTC <![CDATA[ 2019 - Salsomaggiore Terme - Finali in Albis! Il Veneto vince il Torneo Maschile, la Lombardia quello Femminile ]]> Il Veneto, nel Torneo Maschile, e la Lombardia, in quello Femminile, vincono il Trofeo delle Regioni “Cesare Rubini” 2019 a Salsomaggiore Terme, in provincia di Parma. A perdere, in entrambi i Tornei, la rappresentativa del Lazio. Duemilacinquecento gli spettatori, a questa festa del basket giovanile, tra cui il presidente FIP Giovanni Petrucci e il ct della Nazionale Meo Sacchetti.

Nel Torneo Maschile il Veneto batte il Lazio 93-55 esprimendo per tutta la gara superiorità fisica. Domina in difesa come transizione, con concentrazione costante per tutta la gara, diversamente da come capitato in semifinale. Il Lazio non può che arrendersi progressivamente, nonostante il grande impegno: 30-15 al primo quarto, 55-23 al secondo, 72-34 al terzo fino allo scarto finale di 38 punti.
"Siamo riusciti a creare un bel gruppo che ha creduto nella vittoria finale fin dal primo giorno -ha spiegato Nicola Imbimbo, capo allenatore del Veneto- i ragazzi sono diventati squadra crescendo partita dopo partita grazie all’attenzione e all’entusiasmo che hanno messo in campo.”
Il Veneto vince il Trofeo delle Regioni per la quarta volta. L'ultima nel 2007. Due, su tutte, le sorprese tecniche nel Torneo Maschile: la Lombardia, che dopo aver vinto le ultime due edizioni, non va oltre il settimo posto e le Marche che, battendo l'Emilia Romagna 56-55, per la prima volta raggiungono il terzo posto.

Nel Torneo Femminile la Lombardia batte il Lazio 68-49. Le ragazze lombarde hanno avuto una marcia in più. Lo hanno dimostrato in tutto il Torneo. Piazzano un parziale di 30-9 ad inizio ripresa e il Lazio da meno uno al 23' (32-31) si ritrova sotto di ventiquattro a fine terzo quarto e in pratica la partita finisce qui. Primi due tempi combattuti con il Lazio ad inseguire, poi la Lombardia affonda il piede sull'accelleratore e vince per la nona volta il Trofeo delle Regioni, la quarta volta consecutiva. “ Siamo riusciti a correggere alcune disattenzioni del primo tempo e a sfruttare così le nostre abilità in campo aperto nel terzo periodo – ha commentato Roberto Riccardi, capo allenatore della Lombardia- Questa è una vittoria di tutto il movimento lombardo oltre che di questa squadra”. Al Terzo posto l'Emilia Romagna che batte il Piemonte 81-57.

Il Trofeo delle Regioni è un format consolidato di gioco, divertimento e vita insieme: 480 fra ragazzi e ragazze under 14 e 15 da tutte le regioni d'Italia, insieme a 40 giovani arbitri e 41 ufficiali di campo hanno dato vita all'edizione 2019.

“Il Trofeo delle Regioni -ha affermato il presidente della FIP Giovanni Petrucci- è una delle principali manifestazioni del nostro basket giovanile. I protagonisti sono giocatori e giocatrici under 14 e under 15, i giovani arbitri, i tecnici e le famiglie. Complimenti al presidente Tedeschi, al suo staff del Comitato Regionale Emilia Romagna e al Comune di Salsomaggiore per come hanno realizzato questo importante evento. Le congratulazione alle ragazze della Lombardia e ai ragazzi del Veneto per aver vinto questa edizione del 2019”

""Abbiamo operato in una location accogliente come Salsomaggiore, anche se onestamente qualche problema non previsto l'abbiamo avuto. Il Comune di Salsomaggiore, il sindaco Filippo Fritelli, l'assessore allo sport Stefano Compiani, la signora Michela Cavatorta sono stati sempre al nostro fianco e li ringrazio. Grazie anche al mio staff coordinato da Fabio Galimberti e al personale della FIP che ha collaborato alla realizzazione del Trofeo delle Regioni: se tutto è andato bene, è merito loro.
"E' stata una grande festa delle famiglie. Abbiamo visto, ed è la cosa più importante, ragazzi e ragazze giocare e divertirsi. Spero che un giorno riescano ad essere protagonisti del nostro basket in futuro, sarebbe la migliore ricompensa per il nostro impegno di questi giorni."



I tabellini delle Finali per il primo posto

Torneo Maschile
Lazio-Veneto 55-93 (15-30, 23-55, 36-72)
Lazio: Ferretti* 4, Mostacci 9, Censasorte 2, Fiorillo 7, Kavosh* 2, Amenta 2, Stanzione 6, Cellini 1, Cecchini* 9, Porto* 12, Di Marzio, Imbesi* 1. All. Gilardi
Veneto : Munari 10, Barbero* 15, Nazarenco, Tadiotto* 7, Pellizzari* 20, Peresson* 13, De Marchi 2, Rodeghiero NE, Obljubech 10, Presutto 9, Maiga* 5, Haidara 2. All. Imbimbo N.
Arbitri: Gava E., Bignotti C.


Torneo Femminile
Lombardia-Lazio 68-49 (17-10, 30-27, 60-36, 68-49)
Lombardia: Milani 5, Villa* 22, Villa* 11, Zanardi* 11, Cerri 2, Rizzo 7, Tomasoni* 5, Mapelli, Lanzilotti, Benedini 4, Diakhoumpa* 1, Cancelli. All. Mannis M.
Lazio: Ottaviani* 2, Edjekpan, Ingiosi 5, Aghilarre 5, Venanzi, Zappellini*, Lucantoni 6, Gianni 5, Barsotti*, Ghion 4, Gatti* 20, Di Stefano* 2. All. Adamoli A.
Arbitri: Negrari M., Puliga C.


Tutte le Finali del Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini" 2019

Torneo Maschile

Finale 19° posto
Molise-Valle d'Aosta 49-54
Tabellini, play by play, statistiche

Finale 17° posto
Calabria-Basilicata 62-59
Tabellini, play by play, statistiche

Finale 15° posto
Trentino Alto Adige-Umbria 71-82
Tabellini, play by play, statistiche

Finale 13° posto
Puglia-Abruzzo 90-59
Tabellini, play by play, statistiche

Finale 11° posto
Sicilia-Sardegna 80-71
Tabellini, play by play, statistiche

Finale 9° posto
Piemonte-Friuli Venezia Giulia 86-51
Tabellini, play by play, statistiche

Finale 7° posto
Lombardia-Liguria 67-48
Tabellini, play by play, statistiche

Finale 5° posto
Toscana-Campania 64-73
Tabellini, play by play, statistiche

Finale 3° posto
Emilia Romagna-Marche 55-56
Tabellini, play by play, statistiche

Finale 1° posto
Veneto-Lazio 93-55
Tabellini, play by play, statistiche


Classifica Finale
1. Veneto
2. Lazio
3. Marche
4. Emilia Romagna
5. Campania
6. Toscana
7. Lombardia
8. Liguria
9. Piemonte
10.Friuli Venezia Giulia
11. Sicilia
12. Sardegna
13. Puglia
14. Abruzzo
15. Umbria
16. Trentino Alto Adige
17. Calabria
18. Basilicata
19. Valle d'Aosta
20. Molise


Torneo Femminile

Classificazione 13°-20° posto
Abruzzo-Umbria 35-55
Tabellini, play by play, statistiche

Trentino Alto Adige-Valle d'Aosta 65-57
Tabellini, play by play, statistiche

Molise-Calabria 59-49
Tabellini, play by play, statistiche

Puglia-Basilicata 74-9
Tabellini, play by play, statistiche

Finale 11° posto
Sicilia-Marche 58-54
Tabellini, play by play, statistiche

Finale 9° posto
Liguria-Toscana 46-55
Tabellini, play by play, statistiche

14:30 Finale 7° posto
Campania-Friuli Venezia Giulia 61-67
Tabellini, play by play, statistiche

14:30 Finale 5° posto
Sardegna-Veneto 64-69
Tabellini, play by play, statistiche

Finale 3° Posto
Emilia Romagna-Piemonte 81-57
Tabellini, play by play, statistiche

Finale 1° Posto
Lombardia-Lazio 49-68
Tabellini, play by play, statistiche


Classifica Finale
1. Lombardia
2. Lazio
3. Emilia Romagna
4. Piemonte
5. Veneto
6. Sardegna
7. Friuli Venezia Giulia
8. Campania
9. Toscana
10. Liguria
11. Sicilia
12. Marche
13. Umbria
14. Trentino Alto Adige
15. Valle d’Aosta
16. Abruzzo
17. Puglia
18. Molise
19. Calabria
20. Basilicata

]]>
Sat, 20 Apr 2019 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2019 - Salsomaggiore Terme - Malaventura & Malaventura. Di padre in figlio. Da Matteo a Niccolò ]]> “Tale padre, tale figlio”. E' vero è una frase fatta, ma quella più usata sulle tribune del PalaSalso dopo la gara del Trofeo delle Regioni Maschile fra Lombardia e Marche, risolta da Niccolò Malaventura.

Difficile trovare un'espressione migliore per indicare il collegamento fra Niccolò e suo papà Matteo, che giocato tredici anni in Serie A e 25 gare in Nazionale (con 92 punti). Nonostante uno con il suo trascorso sappia che è troppo presto per esprimere giudizi, gli è difficile non farsi scappare un sorriso ripensando alla prova del figlio. Niccolò nel quarto periodo è entrato “in striscia” realizzando tre canestri da dietro l'arco in pochi minuti, gli ultimi due proprio nei 120 secondi finali.

La somiglianza tra i due Malaventura ha dell'incredibile, non solo per la capacità di fare canestro da fuori quando conta per davvero, ma anche per la meccanica di tiro, pressoché identica. Matteo deve essere stato sicuramente un buon maestro, forse fin troppo: “Spesso andiamo al campetto per qualche gara di tiro – spiega Niccolò con un sorriso– e a volte capita che vinca io”. “Comunque per ora non gli do molti consigli – afferma papà Matteo– perché a questa età deve pensare solamente a divertirsi”.

Intorno a Niccolò, visti i trascorsi del padre, c'è più di un'aspettativa: “Sì, ogni tanto sento un po' il peso del mio cognome, visto che tutti mi chiedono se sono figlio di Matteo”, ammette. Poi però emerge la voglia di seguire la propria strada, soprattutto quando gli chiedi se abbia preso ispirazione da qualche video del papà: “No, è tutto merito mio”, risponde con il sorriso gratificato di chi, pur con quella timidezza fisiologica a tredici anni, sa di aver dato un importante contributo ad una partita che per le Marche significa essere nelle prime quattro del Tdr. ]]>
Sun, 21 Apr 2019 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2019 - Salsomaggiore Terme - Alessandro Nocera. Allenatore. Dal TdR alla Nazionale U14M ]]> "I ragazzi che alleno per il Settore Squadre Nazionali hanno 14 anni. Il mio obiettivo principale è che capiscano che per ottenere qualsiasi cosa, anche diventare un giorno bravi giocatori, occorre che lavorino con costanza e dedizione. Hanno 14 anni, il nostro obiettivo è che divengano uomini migliori e poi riversino le proprie attitudini nello sport"

Non c'è ombra di retorica nelle parole di Alessandro Nocera, 35 anni da Parma, tecnico federale della Nazionale maschile under 14 e responsabile del settore giovanile della Pallacanestro Trieste.
Al Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini" di Salsomaggiore, Alessandro Nocera, insieme al suo staff (Larry Middleton e Iacopo Squarcina), è uno spettatore molto, ma molto interessato. Ha la possibilità di vedere in un'unica manifestazione quei giocatori che sceglierà ed allenerà a maggio, luglio e poi ad agosto al Torneo BAM che si terrà in Slovenia.

"Ho visto diversi giocatori futuribili -afferma Nocera- prospetti interessanti di una generazione che può contribuire allo sviluppo della nostra pallacanestro. Certo sono molto giovani e bisognerà seguirli con attenzione nel loro sviluppo, ma mi piace dire che gli inizi sono incoraggianti"

Alessandro mette competenze ed entusiasmo educativo nel suo rapporto con i giovani Azzurri: "Vivo con grande orgoglio l'opportunità di allenare una squadra Nazionale. Ho la possibilità di aiutare i club nel percorso di crescita dei ragazzi e i ragazzi stessi, ovviamente. La fascia under 14 è importante e delicata. Mi piace pensare di potergli lasciare il messaggio che devono imparare a lavorare su se stessi. La chiave è, senza stress, di aggiungere qualcosa in più ogni giorno, di crederci e credendoci lavorare più degli altri. Insomma l'attitudine al lavoro per la crescita individuale ma anche, di conseguenza, sulle attività del gruppo"

Nocera ha scelto due assistenti, molto diversi per curriculum ed esperienza, ma accomunati da entusiasmo, anch'essi, ed energia nell'insegnare: Larry Middleton e Iacopo Squarcina: "Larry è stato un grande campione ed è la testimonianza vivente di come con serietà ed impegno, ogni giorno si può migliorare. Iacopo si è dato tanto da fare nel tempo è ha già allenato giocatori di alto livello. La sua esperienza, in tal senso, ci sarà utilissimo"

Alessandro Nocera ha un rapporto di grande affetto con il Trofeo delle Regioni: "Mi ha dato tante soddisfazioni e tante possibilità, tra cui quella di farmi conoscere professionalmente: a 24 anni, nel 2008, ho guidato la selezione Emilia Romagna nell'edizione di Montecatini Terme: la Mens Sana Siena mi notò e... eccoci qui". ]]>
Sun, 21 Apr 2019 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2019 - Salsomaggiore Terme - Pasqua di Semifinali! I risultati delle gare ]]> Torneo Maschile

Semifinali 1-4 posto
Emilia Romagna-Veneto 74-78
L'Emilia Romagna pasticcia nelle ultime due azioni. Il Veneto, sul ribaltamento, con Francesco Barbero, segna due liberi, prende un importante rimbalzo offensivo, subisce fallo, segna un altro libero che sbloccano la parità (75-75) con cui le due squadre si sono presentate a 45" dalla fine.
Il Veneto vince la prima semifinale con questi guizzi che nascono da un intenso gioco di squadra. La gara aveva visto un deciso strappo iniziale del Veneto (39-26 al 17') che viene recuperato un canestro alla volta da una coriacea Emilia Romagna che rientra in partita con un deciso break di 2-10. Terzo e quarto tempo in equilibrio con una continua altalena nel punteggio fino ai liberi di Barbero che decidono.
Tabellini, play by play, statistiche

Marche-Lazio 77-60
Vittoria meritata per il Lazio che va avanti fin da subito nella semifinale con le Marche e poi gestisce senza patemi. I marchigiani, infatti, provano a restare aggrappati alla partita ma non riescono praticamente mai ad abbattere la doppia cifra di distacco, nell’ultima frazione la squadra laziale riesce ad ampliare il distacco, portandosi più volte vicina alle venti lunghezze di vantaggio.
Tabellini, play by play, statistiche

18:30 Finale 1° posto in diretta streaming
Veneto-Lazio

14:30 Finale 3° posto
Emilia Romagna-Marche


Semifinali 5-8 posto
Lombardia-Toscana 45-52
Partita in perenne equilibrio, la Toscana prova a scappare via nel terzo periodo ma la Lombardia resta lì e opera il sorpasso in avvio di quarta frazione. La squadra toscana però resta aggrappata all’incontro e piazza il colpo di reni con due triple nell’ultimo minuto che valgono il successo. Sarà la formazione di David Pantaleo ad affrontare domani la Campania nel match per il quinto posto, i ragazzi di Guido Saibene invece affronteranno la Liguria nella gara per la settima posizione.
Tabellini, play by play, statistiche

Campania-Liguria 64-45
Campania sempre in controllo nella gara contro la Liguria che non va oltre i sette punti nel primo periodo. I campani non riescono a chiudere il discorso con largo anticipo ma non rischiano praticamente mai nulla, mettendo in ghiaccio la partita nella quarta frazione, in cui concedono soltanto dieci punti agli avversari.
Tabellini, play by play, statistiche

14:30 Finale 5° posto
Toscana-Campania

14:30 Finale 7° posto
Lombardia-Liguria


Semifinali 9/12 posto
Piemonte-Sicilia 60-38
La Sicilia riesce a tenere testa al Piemonte solamente nel primo quarto, poi la squadra piemontese innesta le marce alte e lascia sul posto gli avversari. Dopo essere tornata negli spogliatoi sul +12, la formazione allenata da Roberto Schinca concede solamente quattro punti agli avversari nel terzo periodo, chiudendo definitivamente i conti. Sarà dunque il Piemonte a giocare domani la finale per il nono posto, la Sicilia, invece, scenderà in campo per cercare di arrivare undicesima.
Tabellini, play by play, statistiche

Sardegna-Friuli Venezia Giulia 58-77
Il Friuli Venezia Giulia allunga già nel primo periodo del match contro la Sardegna, andando subito avanti di 13 punti. I sardi registrano la difesa nel secondo quarto ma non riescono mai a rifarsi sotto, pagando il distacco accumulato in avvio: il FVG si guadagna così il diritto a disputare la finale per il nono posto di domani, gli isolani invece scenderanno in campo nel match che assegnerà l’undicesima posizione.
Tabellini, play by play, statistiche

14:30 Finale 9° posto
Piemonte-Friuli Venezia Giulia

14:30 Finale 11° posto
Sicilia-Sardegna


Semifinali 13-20 posto
Trentino Alto Adige-Molise 71-24
Nessun problema per il Trentino Alto Adige che concede pochissimo al Molise e chiude l’incontro già nel primo quarto, durante il quale i molisani riescono a realizzare solamente un solo punto. Match mai in discussione e gestito con autorità dai trentini che domani giocheranno per il quindicesimo posto.
Tabellini, play by play, statistiche

Puglia-Calabria 114-34
Dura solamente un quarto la resistenza della Calabria nei confronti della Puglia, comunque avanti di nove lunghezze al primo riposo. Il 54-17 complessivo dei due quarti centrali però certifica la superiorità dei pugliesi, che non mollano la presa neanche nell’ultimo periodo e superano i 100 punti, facendo crescere costantemente il gap con gli avversari.
Tabellini, play by play, statistiche

Abruzzo - Basilicata 68-41
Successo netto per l’Abruzzo che conduce dall’inizio alla fine la sfida con la Basilicata, ritrovatasi sotto di 15 punti all’intervallo lungo. La gara va definitivamente in archivio con il parziale di 19-7 fatto registrare dagli abruzzesi dopo l’intervallo, anche perché i lucani riescono soltanto a giocarsela alla pari nell’ultima frazione, senza però limare lo svantaggio.
Tabellini, play by play, statistiche

Umbria - Valle D’Aosta 123-43
Nessun problema per l’Umbria che mette le cose in chiaro fin da subito contro la Valle D’Aosta: +14 al termine del primo quarto e addirittura 39 lunghezze di vantaggio all’intervallo, partita in ghiaccio con largo anticipo in favore delle umbre che superano abbondantemente i 100 punti.
Tabellini, play by play, statistiche

11:00 Finale 13° posto
Puglia-Abruzzo

09:00 Finale 15° posto
Trentino Alto Adige-Umbria

11:00 Finale 17° posto
Calabria-Basilicata

9:00 Finale 19° posto
Molise-Valle d'Aosta



Torneo Femminile

Semifinali 1-4 posto
Lombardia-Emilia Romagna 60-58
Successo all’ultimo respiro per la Lombardia che conduce per gran parte della durata della gara, ma rischia di subire la rimonta dell’Emilia Romagna nel finale. Le lombarde, infatti, non riescono mai a scappare via definitivamente, nonostante il buon gioco in velocità, perché le padrone di casa trovano ottime risorse dalla fisicità di Sara Zanetti. Si arriva così alle ultime battute con la Lombardia avanti di quattro punti, le emiliano-romagnole tornano a un possesso di distanza, ma nell’ultima azione perdono il pallone della possibile vittoria. In finale ci sarà dunque la Lombardia che cercherà la quarta affermazione consecutiva.
Tabellini, play by play, statistiche

Lazio-Piemonte 49-47
Il Lazio supera il Piemonte nelle ultime battute e guadagna il diritto di affrontare la Lombardia nella finalissima di domani. Successo di rincorsa per le ragazze di Angela Adamoli che incontrano qualche difficoltà a livello offensivo nel primo tempo ma vengono fuori dopo l’intervallo, recuperano i sei punti di vantaggio accumulati e strappano la vittoria in un finale emozionante.
Tabellini, play by play, statistiche

16:30 Finale 1° Posto in diretta streaming
Lombardia-Lazio

14:30 Finale 3° Posto
Emilia Romagna-Piemonte


Semifinali 5-8 posto
Sardegna-Campania 78-47
La Sardegna vince la sfida con la Campania grazie a un primo periodo difensivamente perfetto, nel quale concede alle avversarie solamente 2 punti. La sfida poi viaggia sui binari dell’equilibrio nei due quarti centrali ma nell’ultima frazione le sarde operano un nuovo strappo, stavolta con un parziale di 24-6 che serve a rendere ancora più ampio il distacco finale.
Tabellini, play by play, statistiche

Friuli Venezia Giulia-Veneto 68-77
Sarà il Veneto, grazie alla vittoria contro il Friuli Venezia Giulia, a disputare la finale per il quinto posto di domani contro la Sardegna. Le venete costruiscono il loro successo dopo l’intervallo, soprattutto in un bel quarto periodo che vede la squadra di Laura Nicolini realizzare ben 28 punti, decisivi per il successo finale. Per il FVG, invece, ci sarà il match per la settima piazza contro la Campania.
Tabellini, play by play, statistiche

14:30 Finale 5° posto
Sardegna-Veneto

14:30 Finale 7° posto
Campania-Friuli Venezia Giulia


Semifinali 9-12 posto
Marche-Toscana 49-59
Dopo un primo quarto in cui l’equilibrio regna sovrano, la Toscana riesce a battere le Marche grazie soprattutto a una grande prova difensiva. I marchigiani, infatti, soprattutto nel quarto periodo faticano tantissimo contro la difesa avversari, come dimostrano i soli nove punti messi a referto dopo l’ultima pausa. Il match sorride così alle toscane che domani giocheranno il match per il nono posto.
Tabellini, play by play, statistiche

Sicilia-Liguria 34-75
Si decide tutto nel primo quarto il confronto fra Sicilia e Liguria, con la squadra ligure avanti 8-32 al primo riposo. A partire dal secondo periodo i siciliani riescono quanto meno a limitare l’attacco avversario ma nella metà campo offensiva le cose non migliorano, la Liguria allora può mandare in archivio la vittoria con diversi minuti di anticipo.
Tabellini, play by play, statistiche

11:00 Finale 9° posto
Toscana-Liguria

11:00 Finale 11° posto
Marche-Sicilia


Semifinali 13-20 posto
Abruzzo - Molise 47-33
La sfida fra Abruzzo e Molise si decide nel terzo periodo: dopo un primo tempo tempo in equilibrio, gli abruzzesi tornano in campo con maggior intensità e concedono solamente sei punti agli avversari. Nella quarta frazione i molisani si rifanno sotto ma la forbice fra le due squadre è troppo ampia per poter pensare a una rimonta.
Tabellini, play by play, statistiche

Trentino Alto Adige-Puglia 57-51
l successo del Trentino Alto Adige matura nei due quarti centrali, anche perché l’avvio di gara è tutto di marca pugliese con un primo quarto chiuso sul 6-18. A partire dal secondo periodo, però, l’inerzia del match passa nelle mani delle trentine che sorpassano prima dell’intervallo e allungano al ritorno dagli spogliatoi, guadagnando il margine necessario ad evitare il ritorno della Puglia nel finale.
Tabellini, play by play, statistiche


Umbria - Basilicata 91-28
Partita mai in discussione fra Umbria e Calabria: il 26-2 del primo quarto mette la parola fine al match dopo dieci minuti. La formazione lucana tiene botta nel secondo periodo ma dopo l’intervallo le umbre piazzano un 31-3 che rende ancora più vasto il distacco fra le due squadre.
Tabellini, play by play, statistiche

Valle D’Aosta - Calabria 55-51
Vittoria in rimonta per la Valle D’Aosta che gioca un brutto secondo quarto, con solamente sei punti a referto, ma riesce a ribaltare l’incontro con la Calabria dopo l’intervallo. Le valdostane infatti concedono solamente 19 punti complessivi alle avversarie in un secondo tempo a senso unico.
Tabellini, play by play, statistiche ]]>
Fri, 19 Apr 2019 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2019 - Salsomaggiore Terme - Larry Middleton al TdR 2019. Un campione per i giovani ]]> "Il Trofeo delle Regioni è un'occasione importante per promuovere i nostri giovani e le nostre giovanili. E' un passo importante per il futuro. Anche in funzione delle Nazionali"
Larry ha la serena espressione di chi ne ha viste tante nel basket, come nella vita: a quasi 54 anni può essere anche normale. E' a Salsomaggiore Terme, al Trofeo delle Regioni, nella sua nuova veste di assistente allenatore della Nazionale U14. Insieme al capo allenatore Alessandro Nocera e all'altro assistente allenatore Iacopo Squarcina guardano partite e giocatori per scegliere gli Azzurri per le gare della Nazionale Under 14 maschile della prossima estate.

Larry è Larry Middleton, che ha giocato da protagonista in Italia, tra serie A e serie A2, fino all'età di 40 anni grazie all'acquisita cittadinanza italiana, oltreché in Grecia e Francia. Oggi si occupa a Bellizzi, in provincia di Salerno, del settore giovanile ed è assistente in serie C Gold con velleità di promozione.

Middleton come giocatore era uno che cambiava il corso delle partite. Incideva e non poco.
Con il record personale di 50 punti segnati in serie A l'8 aprile del 1992 contro la Virtus Roma, quando giocava con il Basket Rimini. Oggi è concentrato soprattutto sulle giovanili: "Spero di poter restituire al movimento quanto ho ricevuto nel tempo. Il basket, se praticato con serietà e continuità, può dare emozioni e sensazioni belle. A Bellizzi, dove alleno, al mattino vado nelle scuole. Cerco di trasmettere, essenzialmente, la passione per il basket e il suo valore formativo. Mi interessa lavorare per creare una comunità appassionata per il basket. Poi lavoro affinché i ragazzi imparino i fondamentali e principi del gioco. La NBA? Bella, spettacolare, ma dico ai ragazzi che quello non è il basket reale che giocano tutti i giorni. Quindi gli dico di scordare la NBA quando vengono in palestra e di concentrarsi sui fondamentali" aggiunge con un sorriso.

"Il Trofeo delle Regioni? Una grande esperienza anche per me. E' la prima volta che ci vengo e ho trovato un ambiente informale, ma dove si lavora seriamente con un obiettivo ben preciso: quello di far crescere i ragazzi, fargli fare esperienze nel modo giusto. I ragazzi del 2005 possono farsi vedere ed apprezzare in un clima familiare e professionale al contempo, con obiettivi importanti per il loro futuro." ]]>
Sat, 20 Apr 2019 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2019 - Salsomaggiore Terme - I risultati della Terza giornata ]]> Torneo Maschile

Girone A
Lombardia-Marche 53-55
Le Marche si aggiudicano nel finale il match con la Lombardia, un autentico spareggio per l’accesso alle semifinali. A parte l’avvio di gara, contrassegnato dalle triple marchigiane, il match lo conduce quasi sempre la squadra lombarda, che sfrutta al meglio il vantaggio sotto i tabelloni. Nel finale però si scatena Niccolò Malaventura: quattro suoi canestri da dietro l’arco di fatto valgono la vittoria e il diritto di affrontare il Lazio per un posto in finale.
Tabellini, play by play, statistiche

Piemonte-Umbria 80-41
Il Piemonte si sblocca battendo l’Umbria nella sfida fra deluse del girone A. La resistenza della formazione umbra dura solamente un quarto, nella seconda frazione i piemontesi piazzano un break di 26-8 e mettono al sicuro il successo, ampliando poi il distacco con un ultimo periodo da 17-4.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Marche 6; Lombardia 4; Piemonte 2; Umbria 0


Girone B
Sardegna-Abruzzo 75-61

Primo e quarto periodo bastano alla Sardegna per superare l’Abruzzo e cogliere la prima vittoria del proprio Trofeo delle Regioni. Dopo aver chiuso la frazione iniziale sul +10, i sardi subiscono la rimonta degli avversari che sorpassano nel corso del terzo periodo. Nell’ultimo quarto però gli isolani tornano prepotentemente avanti, realizzando un parziale di 22-5 che vale il successo finale.
Tabellini, play by play, statistiche

Emilia Romagna-Campania 75-73
Vittoria al cardiopalma per l’Emilia Romagna che supera in rimonta la Campania. I padroni di casa si godono l’ottimo primo tempo di Giorgio Franceschi ma non riescono mai a distanziare gli avversari, bravi a rimanere incollati al match e poi a sorpassare nel terzo periodo, sulle ali di Cristian Riccardo. I campani si prendono tutta l’inerzia dell’incontro e vanno avanti anche in doppia cifra, dando l’impressione di poter coronare l’impresa. Nella quarta frazione però l’Emilia Romagna si appoggia a Marco Ramponi (14 punti nell’ultimo periodo) per riacciuffare la gara, vinta poi grazie a un paio di palloni recuperati nelle battute conclusive. Sarà dunque la squadra allenata da Luca Brocchetto ad affrontare il Friuli Venezia Giulia domani in semifinale.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Emilia Romagna 6; Campania 4; Sardegna 2, Abruzzo 0


Girone C
Veneto-Friuli Venezia Giulia 102-43

Il Veneto chiude il girone imbattuto e vola in semifinale, senza storia il match con il Friuli Venezia Giulia, chiuso già dopo la fine del primo quarto. Il +14 accumulato dai veneti in avvio mette subito il match in discesa, la squadra di Alberto Zanatta però continua a spingere sull’acceleratore e fa crescere costantemente il suo vantaggio fino a superare i 100 punti nelle ultimissime battute.
Tabellini, play by play, statistiche

Puglia-Liguria 54-48
La Puglia si prende la prima vittoria del suo TdR battendo la Liguria nel finale. I pugliesi, in realtà, sembravano in grado di allungare già nel secondo quarto con un parziale di 15-7, dopo l’intervallo però la reazione ligure rimette tutto totalmente in discussione. Alla Liguria allora serve un’ottima difesa nell’ultima frazione (soltanto sette punti concessi agli avversari) per vincere e chiudere il girone in terza posizione.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Veneto 6; Friuli Venezia Giulia 4; Puglia 2; Liguria 2.


Girone D
Sicilia-Trentino Alto Adige 77-56
Vince rimontando la Sicilia, che si ritrova sotto di tre punti (17-20) a fine primo quarto contro il Trentino Alto Adige ma si porta avanti nel secondo periodo. Il parziale di 26-13 messo a referto prima dell’intervallo sposta l’inerzia del match dalla parte dei siciliani che poi ampliano il distacco al rientro dagli spogliatoi, gestendo senza patemi nell’ultima frazione.
Tabellini, play by play, statistiche

Lazio-Toscana 91-78
Lazio-Toscana 78-59 al 33'. Partita finita? Macché. La Toscana piazza un parziale di 0-15 e si riapre la gara al 37'. Recupera fino a -4 (78-74 al 37') e si lotta intensamente su ogni pallone. Lazio controlla il gioco e riallunga (86-76), la Toscana, invec, paga lo scotto per la lunga rincorsa, è imprecisa e il Lazio vince chiude in testa il girone.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Lazio 6; Toscana 4; Sicilia 2; Trentino Alto Adige 0


Girone E
Basilicata-Calabria 76-70
Vittoria in rimonta per la Basilicata che rincorre fin dall’inizio nel match con la Calabria, la quale si porta avanti di un paio di possessi ma non riesce mai a distanziare gli avversari. La pressione a tutto campo dei calabresi si rivela efficace nei primi tre quarti di gara, nell’ultima frazione però è la Basilicata ad alzare l’intensità della sua difesa, concedendo solamente cinque punti agli avversari e prendendosi il successo nel finale.
Tabellini, play by play, statistiche

Molise-Valle d'Aosta 64-70 d1ts
Il primo tempo supplementare del Trofeo delle Regioni 2019 lo giocano Molise e Valle d’Aosta: vittoria per le valdostane al termine di un match perennemente in equilibrio. Nessuna delle due squadre, infatti, riesce mai a distanziare l’altra, serve allora un overtime per assegnare il successo alla formazione guidata da Raffaele Romano che dimostra di averne di più nei cinque minuti aggiuntivi.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Basilicata 6, Calabria 4; Molise 2; Valle D'Aosta 0



Torneo Femminile

Quarti 1/8 posto

Friuli Venezia Giulia-Lazio 43-54
Partita che vive di strappi tra Friuli Venezia Giulia e Lazio, vincono le ragazze di Angela Adamoli grazie a un ottimo quarto periodo dal punto di vista difensivo. In realtà le laziali iniziano meglio nel primo quarto ma nel secondo periodo subiscono il ritorno del FVG che impatta a quota 25. Al rientro sul parquet la squadra di Andrea Zucca continua a farsi preferire ma negli ultimi minuti del quarto il Lazio riprende in mano le redini dell’incontro, distanzia le avversarie nell’ultima frazione e si guadagna l’accesso alle semifinali.
Tabellini, play by play, statistiche

Lombardia-Sardegna 82-41
La Sardegna riesce ad opporsi solamente per un tempo alla Lombardia, che comunque conduce la gara dall’inizio alla fine e la chiude dopo l’intervallo, sfruttando le rotazioni più ampie. Il gap fra le due squadre cresce progressivamente fino alla sirena finale, anche perché le ragazze lombarde tirano con percentuali elevatissime da tre punti (38%) e si preparano nel migliore dei modi alla semifinale di domani contro l’Emilia Romagna.
Tabellini, play by play, statistiche

Emilia Romagna-Campania 64-38
Le padrone di casa regolano senza troppi problemi la Campania che riesce a rimanere in partita solamente nel primo periodo, chiuso addirittura in vantaggio di un punto. Nel secondo quarto, però, l’Emilia Romagna prende in mano l’incontro e passa in vantaggio, tornando negli spogliatoi sul +10. Dopo l’intervallo l’intensità della difesa emiliano-romagnola sale ulteriormente, le campane realizzano solamente 13 punti complessivi ed escono dalla partita.
Tabellini, play by play, statistiche

Veneto-Piemonte 57-64
La quarta semifinalista del torneo femminile è il Piemonte che batte il Veneto al termine di un match perennemente equilibrato. Le due squadre, infatti, si scambiano ripetutamente la testa dell’incontro lungo tutto l’arco della gara, nessuna delle due riesce mai ad allungare ma nel finale le piemontesi trovano le energie necessarie per mettere due possessi di distanza fra sé e le avversarie.
Tabellini, play by play, statistiche


Qualificazioni 9/20 posto

Molise-Liguria 33-97
Tutto facile per la Liguria nel confronto con il Molise che si ritrova in svantaggio di 15 punti già alla fine del primo periodo. La formazione ligure tiene in mano il pallino del gioco dal primo all’ultimo minuto, concedendo poco o nulla alle avversarie che vanno in doppia cifra soltanto nei due quarti centrali.
Tabellini, play by play, statistiche

Abruzzo-Sicilia 43-55
Secondo periodo decisivo nel confronto fra Abruzzo e Sicilia, vinto dalla formazione isolana grazie al parziale di 7-16 fatto registrare prima del ritorno negli spogliatoi. Dopo l’intervallo grandi difese su entrambe le metà campo, le abruzzesi però non riescono più a riavvicinarsi e devono arrendersi alle isolane che ampliano leggermente il distacco nella quarta frazione.
Tabellini, play by play, statistiche

Trentino Alto Adige-Marche 38-55
Una vittoria che nasce dalla difesa per le Marche che non concedono mai più di 11 punti in un quarto al Trentino Alto Adige. La formazione marchigiana resta in vantaggio dall’inizio alla fine e controlla l'incontro pur senza piazzare break importanti, nel finale la possibile rimonta trentina è neutralizzata ancora una volta dal lavoro nella propria metà campo che consente alle Marche di cogliere il successo.
Tabellini, play by play, statistiche

Vallle D'Aosta-Umbria 30-64
Successo agevole per l’Umbria che indirizza l’incontro con la Valle D’Aosta già nel primo quarto, chiuso sul 12-25. Nei due quarti centrali il vantaggio umbro si dilata ulteriormente, anche perché le valdostane mettono a segno solamente nove punti complessivi e non riescono più a rientrare in partita, subendo ulteriormente nell’ultima frazione.
Tabellini, play by play, statistiche

Basilicata-Calabria 46-69
La Calabria costruisce la sua affermazione sulla Basilicata nel primo periodo: il parziale di 8-25 risulta decisivo nell’economia del match anche se le ragazze lucane provano a scuotersi nel secondo quarto. La reazione, però, serve solamente per accorciare momentaneamente perché i soli cinque punti segnati nella terza frazione sono una zavorra troppo pesante sulle speranze di rimonta della Basilicata.
Tabellini, play by play, statistiche

Puglia-Toscana 56-74
Vittoria meritata per la Toscana che resta avanti dall’inizio alla fine contro la Puglia. Le toscane si portano sul +7 alla fine del primo periodo e tornano negli spogliatoi con dieci punti di margine, le pugliesi provano a rimanere aggrappate all’incontro ma non riescono mai a riavvicinarsi, vedendo il loro distacco aumentare gradualmente fino al -18 finale.
Tabellini, play by play, statistiche
]]>
Thu, 18 Apr 2019 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2019 - Salsomaggiore Terme - I risultati della Seconda giornata ]]> Trofeo Maschile

Girone A
Lombardia-Piemonte 55-52
La Lombardia supera in volata il Piemonte e resta imbattuta nel suo TdR. I lombardi mantengono la testa dell’incontro dall’inizio alla fine ma non riescono mai a scappare via, merito dei piemontesi che sono sempre in grado di riportarsi sotto dopo i momenti di difficoltà e vanno vicini a completare la rimonta nel quarto periodo. Il Piemonte, infatti, arriva in un paio di occasioni a -2, ma i ragazzi di Guido Saibene si salvano grazie a qualche buona azione difensiva nel finale, riuscendo poi a sfuggire ai tentativi di fallo sistematico.
Tabellini, play by play, statistiche

Marche-Umbria 85-48
Affermazione netta per la rappresentative delle Marche che supera l’Umbria, resta a punteggio pieno e domani affronterà la Lombardia per determinare la prima classificata del Girone A. Gli umbri restano aggrappati alla gara con grinta nel primo periodo, chiuso sotto 17-10, ma danno segni di cedimento nel secondo, tornando negli spogliatoi con 18 punti da recuperare. Nel terzo quarto l’intensità marchigiana non cala minimamente ma l’Umbria ha il merito di restare nell’incontro, facendosi distanziare abbondantemente soltanto nell’ultima frazione.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Marche, Lombardia 4; Umbria, Piemonte 0


Girone B
Campania-Abruzzo 69-48
Seconda vittoria anche la Campania che ha bisogno di un ottimo secondo tempo per avere la meglio sull’Abruzzo. La formazione abruzzese, infatti, se la gioca alla pari nel corso del primo tempo, tornando negli spogliatoi con un solo punto da recuperare (29-28). Dopo l’intervallo, però, i campani cambiano marcia e salgono sul +10 all’ultimo riposo; nella quarta frazione è ancora la Campania a farsi preferire, aumentando ulteriormente il gap.
Tabellini, play by play, statistiche

Emilia Romagna-Sardegna 86-75
Serve una grande prestazione all’Emilia Romagna per vincere la resistenza di un'ottima Sardegna. I sardi, infatti, scendono in campo senza alcun timore reverenziale nei confronti dei padroni di casa, restano sempre incollati agli avversari e mettono addirittura la testa avanti in più di un’occasione, come alla fine del primo periodo. Gli emiliano-romagnoli cercano di allungare ma gli isolani sanno sempre incassare e rispondere poco dopo, ai sardi però non bastano i 33 punti di Fabio Basoli perché nel finale la selezione di Luca Brocchetto gestisce al meglio il vantaggio accumulato.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Emilia Romagna, Campania 4; Sardegna, Abruzzo 0


Girone C
Friuli Venezia Giulia-Liguria 39-50
La giornata del PalaSalso si apre con la vittoria della Liguria nei confronti del Friuli Venezia Giulia, al termine di una partita combattuta dall’inizio alla fine. Decisivo il miglior approccio all’incontro dei liguri, più pimpanti in avvio, soprattutto nella metà campo difensiva, tanto da chiudere il primo periodo sul 7-13. La squadra allenata da Andrea Toselli riesce a preservare il margine accumulato e resiste anche al tentativo di rimonta del FVG che si gioca il tutto per tutto con il pressing nel finale ma non riesce a recuperare.
Tabellini, play by play, statistiche

Veneto-Puglia 95-60
Prestazione offensiva di spessore per il Veneto che batte nettamente la Puglia con tre quarti giocati a ritmi elevatissimi. Nel primo periodo i veneti mettono a referto addirittura 33 punti, portandosi subito sul +17, prima di chiudere definitivamente i giochi con il parziale di 26-12 nel secondo quarto. La Puglia si scuote nella terza frazione (11-18) ma il Veneto torna ad attaccare benissimo nell’ultima, allungando fino al +35 finale.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Veneto 4; Friuli Venezia Giulia, Liguria 2; Puglia 0


Girone D
Toscana-Trentino Alto Adige 75-50
Vittoria convincente per la Toscana che supera il Trentino Alto Adige allungando principalmente nei due quarti centrali. Dopo aver chiuso la prima frazione sul +6, i toscani scrivono un parziale di 24-13 nel secondo periodo, indirizzando l’incontro. I trentini, infatti, non riescono più a riavvicinarsi, anche perché non vanno oltre i 5 punti segnati nella terza frazione e scivolano fino al -25 finale.
Tabellini, play by play, statistiche

Lazio-Sicilia 77-61
Il Lazio batte la Sicilia, resta a punteggio pieno e domani affronterà la Toscana in una gara che sarà di fatto un quarto di finale. I ragazzi di Enrico Gilardi provano a mettere fin da subito il naso avanti ma i siciliani sono bravi ad alternare giocate in velocità a movimenti spalle a canestro, restando aggrappati al match sul 43-35 dell’intervallo. I laziali alzano il ritmo al rientro in campo ma non riescono comunque a chiudere definitivamente i giochi, gli isolani però sono costretti a cedere nel quarto periodo di fronte all’ennesima accelerazione del Lazio.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Lazio, Toscana 4; Sicilia, Trentino Alto Adige 0


Girone E
Basilicata-Molise 54-31
La Basilicata si aggiudica l’incontro con il Molise soprattutto grazie a una buona prova difensiva. Già nel primo quarto la gara viaggia su binari favorevoli ai lucani che si presentano con un parziale di 18-6, nel secondo periodo i molisani riescono a tenere botta ma dopo l’intervallo la Basilicata torna a mordere nella propria meta campo, concedendo agli avversari solamente 13 punti complessivi.
Tabellini, play by play, statistiche

Calabria-Valle d'Aosta 105-75
Partita a punteggio altissimo fra Calabria e Valle d’Aosta, il finale che sorride alla squadra calabrese, avanti dall’inizio alla fine. Il +10 maturato nel primo periodo è già una dote importante, che aumenta ulteriormente con un secondo quarto da 25-20. I valdostani tentano comunque di rimanere in partita nel secondo tempo ma vengono distanziati definitivamente nella quarta frazione, nella quale la Calabria mette a segno ben 29 punti.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Calabria, Basilicata 4; Valle D'Aosta, Molise 0


Trofeo Femminile

Calabria-Umbria 21-78
Vittoria agevole per l’Umbria che fa sua la sfida con la Calabria chiudendo i giochi già nel primo quarto, concluso sul 5-26. Nel secondo periodo la difesa umbra fa ancora meglio, non concedendo alcun punto alle avversarie: all’intervallo match in ghiaccio sul 5-43, con ampio spazio alle panchine negli ultimi 20 minuti.
Tabellini, play by play, statistiche

Sicilia-Sardegna 50-96
Successo convincente per la Sardegna che conduce fin dall’inizio la gara contro la Sicilia, che riesce comunque a restare parzialmente in partita almeno nel primo tempo. Le ragazze sarde chiudono il primo periodo sul +9 (12-23) e conducono di 16 lunghezze all’intervallo lungo, ma è al ritorno dagli spogliatoi che fanno salire ulteriormente il livello del loro attacco. I 31 punti messi a segno nella terza frazione chiudono definitivamente il match e consentono alla Sardegna di giocare con relativa tranquillità il quarto periodo.
Tabellini, play by play, statistiche

Valle d'Aosta-Basilicata 64-20
Netta affermazione della Valle d’Aosta nei confronti della Basilicata, in difficoltà fin dalle prime battute. Le valdostane, infatti, mettono al sicuro la vittoria già nel primo periodo con un parziale di 21-4 e poi aumentano ancora il distacco con un 10-0 nella seconda frazione. Il match non torna più in discussione nel secondo tempo, durante il quale i due allenatori si concedono ampie rotazioni.
Tabellini, play by play, statistiche

Marche-Lazio 47-67
Seconda vittoria per il Lazio che scappa via fin dal primo quarto contro le Marche. I 14 punti di vantaggio messi in cascina della laziali dopo dieci minuti rappresentano una dote decisiva, anche perché le restanti tre frazioni risultato tutto sommato equilibrate. Le ragazze marchigiane riescono anche a prevalere nel terzo periodo, ma il ritardo accumulato è troppo per poter pensare di riaprire l’incontro.
Tabellini, play by play, statistiche

Veneto-Puglia 89-31
Nessuna fatica per il Veneto nel confronto con la Puglia, sotto di 22 punti già alla fine del primo periodo (27-5). Le ragazze venete guadagnano altri 12 punti di margine nella seconda frazione, potendosi permettere di gestire la gara, senza rischiare nulla, al rientro dagli spogliatoi.
Tabellini, play by play, statistiche

Friuli Venezia Giulia-Trentino Alto Adige 73-37
Il Friuli Venezia Giulia supera il Trentino Alto Adige senza eccessivi problemi. Partita subito in mano al FVG che piazza un doppio 19-8 nei primi due quarti e torna negli spogliatoi con 22 punti di vantaggio. Nel terzo periodo il trend dell’incontro non cambia, il Trentino si ferma ancora a 8 punti mentre le avversarie ne infilano 24 e mandano definitivamente in archivio la partita.
Tabellini, play by play, statistiche

Piemonte-Toscana 62-58
Il Piemonte accede ai quarti di finale per il 1°/8° posto battendo la Toscana al termine di un match perennemente in equilibrio. Le piemontesi hanno il merito di condurlo per larghi tratti, dovendo però sudare fino alla fine per portarlo a casa, nonostante il +12 iniziale avrebbe potuto far pensare a una gara tutta in discesa. Le toscane, invece, si riportano in scia nei due quarti centrali, poi tornano nuovamente a -10 all’ultimo riposo ma si riaffacciano a un solo possesso di distanza nel finale, non riuscendo però a coronare la rimonta.
Tabellini, play by play, statistiche

Emilia Romagna-Molise 85-21
Nessun problema per l’Emilia Romagna nel match contro il Molise, archiviato dalle padrone di casa dopo pochi minuti. Il parziale del primo quarto (23-6) certifica già la superiorità delle ragazze emiliano-romagnole, brave a non abbassare mai l’intensità del loro gioco fino alla sirena finale.
Tabellini, play by play, statistiche

Lombardia-Abruzzo 90-22
Vittoria agevole anche per la Lombardia che tiene in bilico la sfida con l’Abruzzo solamente per pochi minuti. Dopo qualche azione di studio, infatti, le lombarde si portano avanti in doppia cifra al primo riposo e chiudono definitivamente i conti nel secondo periodo (27-2), concedendosi due quarti in controllo.
Tabellini, play by play, statistiche

Liguria-Campania 53-54
Rimonta folle della Campania che recupera tutto lo svantaggio sulla Liguria nel quarto periodo e stacca un incredibile pass per i quarti di finale. Le Liguri, infatti, comandano il gioco per larghi tratti, arrivando all’ultimo riposo con 12 punti di vantaggio che non bastano per ottenere la vittoria finale. Nella quarta frazione la squadra campana rimonta inesorabilmente e sorpassa nelle battute conclusive con i canestri di Giorgia Festinese e Antonietta Pragiola.
Tabellini, play by play, statistiche


Streaming: sito www.fip.it/trofeodelleregioni due gare dalle 15:00 alle 19:00 e le finali del 22 aprile dalle 16:30.
]]>
Thu, 18 Apr 2019 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2019 - Salsomaggiore Terme - I risultati della Prima giornata ]]> Questi i risultati della prima giornata al Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini" 2019.


Torneo Maschile

Girone A
Lombardia-Umbria 55-39
La gara inaugurale del Trofeo delle Regioni sorride alla Lombardia che batte l’Umbria grazie soprattutto alla grande prova difensiva del secondo tempo. Desta comunque ottime impressioni la squadra umbra che conduce il match per larghi tratti nei primi due quarti, pur andando all’intervallo sotto di due punti, grazie a una tripla a fil di sirena del lombardo Demostene Frangos. Al rientro in campo i campioni in carica della Lombardia alzano ulteriormente l’intensità difensiva e piazzano il break decisivo, aumentando poi il distacco nell’ultima frazione, in cui concedono solamente quattro punti agli avversari.
Tabellini, play by play e statistiche

Piemonte-Marche 50-78
Le migliori individualità delle Marche ed una difesa attenta, hanno fatto la differenza. La partita, in pratica, è durata soltanto un quarto: le solite emozioni dell’esordio, qualche canestro facile fallito e 7-12 al 6’. Il miglior momento del Piemonte coincideva col sorpasso firmato dalla lunetta da Lorenzo Baldi (13-12 al 9’). Il successivo parziale di 1-15, nei successivi sei minuti, indirizzava la gara verso la vittoria delle Marche.
Tabellini, play by play e statistiche

Girone B
Emilia Romagna-Abruzzo 100-51
Non deludono i padroni di casa dell’Emilia Romagna che battono senza troppi sforzi l’Abruzzo. Gli ospiti, infatti, restano in partita solamente nel primo periodo, quando riescono a rispondere al parziale iniziale di 11-2 dell’Emilia, chiudendo i dieci minuti inaugurali sul -3 (19-16). Nel secondo quarto l’Emilia Romagna si scatena con un incredibile break di 26-0 che di fatto chiude l’incontro, visto il 49-25 con cui si torna negli spogliatoi. Nel terzo periodo, dopo un tentativo degli abruzzesi di rifarsi sotto, arriva un altro parziale terrificante (23-1) dei locali che mettono in ghiaccio la gara.
Tabellini, play by play e statistiche

Sardegna-Campania 54-81
Parte con il piede giusto il TdR della Campania che batte nettamente la Sardegna. I campani ottengono un vantaggio in doppia cifra già a fine primo quarto ma nella seconda frazione il match diventa più equilibrato e i sardi restano a galla, tornando negli spogliatoi sul -15 (27-42). La squadra allenata da Mariano Gentile riesce comunque a gestire senza eccessive difficoltà, allungando definitivamente nel finale quando il gap arriva anche a toccare le 31 lunghezze, prima della piccola reazione finale della Sardegna
Tabellini, play by play e statistiche

Girone C
Veneto-Liguria 87-48
Buon esordio per il Veneto che,batte la Liguria 87-48. A fare la differenza sono stati il maggior dinamismo e la maggior stazza dei veneti che hanno vinto la battaglia sotto le plance (42-37) e hanno costretto gli avversari a ben 37 palle perse e a tirare con il 29% dal campo.
Tabellini, play by play e statistiche

Friuli Venezia Giulia-Puglia 68-52
A Fidenza la giornata si chiude con la vittoria del Friuli Venezia Giulia ai danni della Puglia. Dopo un buon avvio pugliese, il FVG sorpassa nel secondo periodo e scappa via nel terzo, piazzando un break di 18-0 nel terzo quarto che di fatto vale l’incontro. I pugliesi, infatti, non riescono più a reagire e si ritrovano anche sotto di 20 punti, limando leggermente lo svantaggio nelle ultimissime battute.
Tabellini, play by play e statistiche

Girone D
Lazio-Trentino Alto Adige 96-46
Si apre con una vittoria il TdR del Lazio che riesce agevolmente ad avere la meglio sul Trentino Alto Adige. I laziali partono forte ma gli avversari restano in scia con qualche conclusione dalla lunga distanza, il contropiede della formazione allenata da Enrico Gilardi, però, è micidiale e vale il 29-9 a fine primo periodo. Continuano ad essere troppe le palle perse da parte dei trentini che subiscono un altro 9-0 di parziale in apertura di secondo quarto e di fatto escono dalla partita, anche perché il Lazio continua a giocare su ritmi elevatissimi e torna negli spogliatoi con ben 68 punti a referto. Non cambia molto al rientro in campo: i laziali restano sempre in controllo mentre il Trentino Alto Adige riesce a limare il distacco solamente nell’ultima frazione.
Tabellini, play by play e statistiche

Toscana-Sicilia 67-56
Una gara intensa e combattuta. Una partita con sorpassi continui caratterizzati da break e contro break. Ultimo quarto emozionante, con la Toscana che insegue (54-55 al 33') e poi supera in virtù di due tiri piazzati (60-55 al 35'). La Sicilia tenta un ultimo attacco. La tripla del toscano Lorenza Madeo spegne le ultime velleità siciliane e decide la gara.
Tabellini, play by play e statistiche

Girone E
Basilicata-Valle D'Aosta 81-52
La Basilicata esordisce con un successo netto nei confronti della Valle d’Aosta. I lucani conducono fin dall’inizio, sfruttando la maggior fisicità sotto i tabelloni per portarsi sul 24-11 al termine del primo periodo. Il distacco fra le due squadre cresce ulteriormente, i valdostani continuano a perdere troppi palloni e si ritrovano sotto 48-23 dopo 20 minuti di gioco. Al ritorno dagli spogliatoi la Basilicata controlla senza rischiare nulla e riesce ad aumentare ancora il distacco, prima della parziale riscossa della Valle d’Aosta che nell’ultimo quarto rende meno amaro il passivo.
Tabellini, play by play e statistiche

Calabria-Molise 69-39
Vittoria larga per la Calabria che apre nel migliore dei modi il suo TdR. La gara si incanala sui binari giusto fin da subito per i calabresi che sfoderano un primo periodo da 24-7, mettendo immediatamente una distanza considerevole fra sé e gli avversari. Nel secondo periodo i molisani si scuotono e riescono a giocarsela alla pari, tornando però negli spogliatoi con 21 punti da recuperare. Dopo l’intervallo la Calabria gestisce senza patemi, il Molise torna fino a -14 nel corso del quarto periodo ma i calabresi rispondono immediatamente, arrivando addirittura fino al +30 finale.
Tabellini, play by play e statistiche



Torneo Femminile

Abruzzo-Valle d'Aosta 45-40
Grande equilibrio nella prima sfida femminile del TdR, vinta dall’Abruzzo in volata sulla Valle d’Aosta. Le abruzzesi conducono con scarti minimi nelle prime due frazioni, ma all’intervallo il punteggio è in perfetta parità (23-23), nel terzo periodo le valdostane mettono addirittura la testa avanti ma chiudono comunque sul -3 all’ultimo riposo. Match tiratissimo nella quarta frazione con l’Abruzzo che sembra in grado di chiuderla allungando sul +7, le avversarie tornano a contatto nell’ultimo minuto ma non riescono a completare la rimonta.
Tabellini, play by play e statistiche

Umbria-Molise 48-53
Vittoria che arriva solamente nel finale anche per il Molise, che riesce faticosamente ad avere la meglio sull’Umbria. Dopo un primo periodo a basso punteggio (2-7), la gara si anima con un break molisano, subito replicato dalle umbre che vanno al riposo lungo sul +1 (24-23). Nella terza frazione le ragazze di coach Anzini mettono anche il naso avanti ma il Molise resta lì (36-36 dopo tre quarti di gioco) e trova i canestri decisivi nell’ultimo periodo, grazie soprattutto a Alessandra Falbo che chiude con 36 punti a referto.
Tabellini, play by play e statistiche

Trentino Alto Adige-Calabria 45-24
Inizia il suo percorso con un successo anche il Trentino Alto Adige che supera la Calabria piazzando l’allungo decisivo nel quarto periodo. L’avvio di gara, infatti, è all’insegna dell’equilibrio: 8-8 il punteggio al termine del primo quarto, poi il primo tentativo di fuga trentino per il 20-12 dell’intervallo lungo. Le ragazze allenate da Andrea Balduzzi scappano oltre la doppia cifra di vantaggio in avvio di terza frazione e chiudono definitivamente l’incontro nel quarto periodo con un parziale di 16-4.
Tabellini, play by play e statistiche

Puglia-Basilicata 103-22
Vittoria netta della Puglia che travolge la Basilicata chiudendo la partita già nel primo quarto. Il 9-0 di parziale con cui inizia la gara è soltanto un assaggio, dato che le pugliesi conducono 22-2 dopo sei minuti di gioco e concludono la prima frazione sul 28-6. Match in archivio dopo pochi minuti per la Puglia che all’intervallo si ritrova avanti di 45 punti (55-10) ma non si ferma neanche al rientro dagli spogliatoi, facendo aumentare il distacco fino al 103-22 finale.
Tabellini, play by play e statistiche

Toscana-Sardegna 51-59
La Sardegna apre il suo TdR battendo la Toscana al termine di un match intenso ed equilibrato dal primo all’ultimo minuto. Partono meglio le sarde con Anastasia Kaleva che prende per mano le sue compagne ma le toscane si scuotono dopo un timeout e chiudono il quarto iniziale sul +2 (14-12) e conducono anche per larghi tratti del secondo periodo, prima del sorpasso isolano poco prima dell’intervallo (27-30). La Toscana impatta e passa in vantaggio subito dopo il rientro in campo ma la Sardegna risponde con Manuela Pilo, ristabilendo la parità all’ultima pausa. Grande agonismo nel quarto periodo, alla fine riesce a spuntarla la squadra sarda che accumula il vantaggio necessario ad evitare il finale in volata.
Tabellini, play by play e statistiche

Lazio-Campania 75-62
Esordio vincente per il Lazio che supera la Campania grazie a un ottimo terzo periodo, durante il quale matura gran parte del distacco fra le due squadre. Le laziali iniziano meglio l’incontro ma la Campania ha il merito di rimanere lì, riuscendo a trovare ottime risorse vicino a canestro e limitando i danni al -6 (16-10) di fine primo periodo. Nella seconda frazione il Lazio alza il ritmo ma le campane rispondono con buone conclusioni da lontano e restano in scia (36-27). All'inizio della ripresa arriva il break decisivo per le ragazze guidata da Angela Adamoli, estremamente ciniche nello sfruttare gli errori della difesa avversaria per portarsi sul +20 all’ultimo riposo. Nel quarto periodo la Campania tenta di riavvicinarsi ma riesce solamente a diminuire il distacco, senza che il risultato finale torni in discussione.
Tabellini, play by play e statistiche

Liguria-Marche 64-33
Vince la Liguria che, grazie alle palle rubate e ai contropiedi, riesce a controllare e a dettare il ritmo della partita. Le Marche sono in partita per due quarti, per poi piegarsi all’intensità del gioco ligure.
Tabellini, play by play e statistiche

Lombardia-Veneto 68-54
Le campionesse in carica della Lombardia partono con una vittoria ai danni del Veneto, al termine di una gara combattuta ma comunque sempre condotta delle lombarde. Le ragazze di Roberto Riccardi cercano per un paio di volte di allungare nel corso del primo tempo ma la risposta delle venete arriva sempre puntuale. Dopo l'intervallo, però, c'è il break decisivo da parte della Lombardia che supera la doppia cifra di vantaggio e riesce poi a gestire nel finale, senza mai rischiare nulla.
Tabellini, play by play e statistiche

Piemonte-Sicilia 73-45
Dura solo quattro minuti l'equilibrio fra Piemonte e Sicilia. Poi le Piemontesi prendono progressivamente il largo, incrementano il punteggio e giocano in controllo fino a fine gara, anche se con spunti interessanti di buon gioco delle ragazze siciliane a punteggio acquisito.
Tabellini, play by play e statistiche

Emilia Romagna-Friuli Venezia Giulia 48-60
Esordio molto positivo per il Friuli Venezia Giulia, che, con grande determinazione, si impone sull'Emilia Romagna dettando il ritmo della partita. Primi due quarti quasi in equilibrio ma, poi, nella ripresa, la tenacia del Friuli Venezia Giulia si impone e ha la meglio.
Tabellini, play by play e statistiche

-----------------------------------

Le gare di venerdì 19 aprile

Trofeo Maschile

Girone A (Palazzo dello Sport, Fiorenzuola d'Arda)
14:30 Lombardia-Piemonte
16:30 Marche-Umbria
Classifica: Marche, Lombardia 2; Umbria, Piemonte 0

Girone B (Palazzetto dello Sport, Fidenza)
14:30 Campania-Abruzzo
16:30 Emilia Romagna-Sardegna
Classifica: Emilia Romagna, Campania 2; Sardegna, Abruzzo 0

Girone C (Palazzetto dello Sport, Salsomaggiore Terme)
9:00 Friuli Venezia Giulia-Liguria
15:00 Veneto-Puglia
Classifica: Friuli Venezia Giulia, Veneto 2; Puglia, Liguria 0

Girone D (Palazzetto dello Sport, Salsomaggiore Terme)
11:00 Toscana-Trentino Alto Adige
11:00 Lazio-Sicilia
Classifica: Lazio, Toscana 2; Sicilia, Trentino Alto Adige 0

Girone E
9:30 Basilicata-Molise (Palazzetto dello Sport, Fidenza)
9:30 Calabria-Valle d'Aosta (Palazzo dello Sport, Fiorenzuola d'Arda)
Classifica: Calabria, Basilicata 2; Valle D'Aosta, Molise 0


Trofeo Femminile

9:30 Sicilia-Sardegna (PalaCiti, Parma)
11:00 Marche-Lazio (Palestra Gerini, Salsomaggiore)
14:30 Veneto-Puglia (PalaCampus, Parma)
14:30 Friuli Venezia Giulia-Trentino Alto Adige (PalaCiti, Parma)
15:00 Piemonte-Toscana (Palestra Gerini, Salsomaggiore)
16:30 Emilia Romagna-Molise (PalaCiti, Parma)
16:30 Lombardia-Abruzzo (PalaCampus, Parma)
17:00 Liguria-Campania (Palestra Gerini, Salsomaggiore)

Streaming: sito www.fip.it/trofeodelleregioni due gare dalle 15:00 alle 19:00 e le finali del 22 aprile dalle 16:30.

]]>
Wed, 17 Apr 2019 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2019 - Salsomaggiore Terme - Si gioca dal 18 al 22 aprile. ]]> 40 rappresentative regionali (20 maschili ed altrettante femminili) di ragazzi e ragazze under 14 e under 15 per un totale di 480 atleti, insieme a 40 giovani arbitri e 40 ufficiali di campo, con i rispettivi tecnici, istruttori arbitrali e dirigenti, che daranno vita da domani fino a lunedì 22 aprile all'edizione 2019 del Trofeo delle Regione "Cesare Rubini".

Il Trofeo delle Regioni, nato nel 1982 per volontà di Cesare Rubini, all'epoca responsabile delle squadre Nazionali, e che dal 2013 gli è stato intitolato, è una delle principali manifestazioni giovanili organizzate dalla FIP.

Salsomaggiore Terme (in provincia di Parma) è la città che ospita il Trofeo 2019, ma si giocherà anche sui campi di Fidenza, Fiorenzuola d'Arda e nello stesso capoluogo di regione di Parma. Per le strade di Salsomaggiore domani alle 21:00 si terrà la manifestazione ufficiale di apertura con tutti i partecipanti.

E' la quinta volta che l'Emilia Romagna ospita il Trofeo delle Regioni dopo le edizioni di Cervia (2006 e 2007), Rimini (2014) e Bologna (2016).

Questo il calendario di giovedì 18 aprile, prima giornata di gare


Torneo Maschile
Girone A (Palazzetto dello Sport Salsomaggiore)
9:00 Lombardia-Umbria
11:00 Piemonte-Marche

Girone B (Palazzetto dello Sport Salsomaggiore)
15:00 Emilia Romagna-Abruzzo
17:00 Sardegna-Campania

Girone C (Palasport Fidenza)
14:30 Veneto-Liguria
16:30 Friuli Venezia Giulia-Puglia

Girone D (Palasport Fiorenzuola d'Arda)
14:30 Lazio-Trentino Alto Adige
16:30 Toscana-Sicilia

Girone E
9:30 Basilicata-Valle D'Aosta (Palasport Fidenza)
9:30 Calabria-Molise (Palasport Fiorenzuola d'Arda)


Torneo Femminile
9:00 Abruzzo-Valle D'Aosta (Palestra Gerini, Salsomaggiore)
9:30 Umbria-Molise (Palaciti, Parma)
9:30 Trentino Alto Adige-Calabria (PalaCampus, Parma)
11:00 Puglia-Basilicata (Palestra Gerini, Salsomaggiore)
14:30 Toscana-Sardegna (Palaciti, Parma)
14:30 Lazio-Campania (PalaCampus, Parma)
15:00 Liguria Marche (Palestra Gerini, Salsomaggiore)
16:30 Lombardia-Veneto (PalaCiti Parma)
16:30 Piemonte-Sicilia (PalaCampus, Parma)
17:00 Emilia Romagna-Friuli Venezia Giulia (Palestra Gerini, Salsomaggiore)

E' possibile seguire il Trofeo delle Regioni sul questo sito dove ogni giorno saranno trasmesse due gare in streaming dalle 15:00 alle 19:00 e le finali del 22 aprile dalle 16:30. ]]>
Tue, 16 Apr 2019 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2019 - Salsomaggiore Terme - Tdr 2019. La presentazione a Salsomaggiore Terme ]]> Si è tenuta presso le Terme Berzieri di Salsomaggiore Terme, la conferenza stampa di presentazione del Trofeo delle Regioni “Cesare Rubini” 2019. La manifestazione, che per la quinta volta nella sua storia torna a disputarsi nella nostra regione, verrà giocata sui campi di Salsomaggiore, Fidenza, Fiorenzuola d’Arda e Parma, e vede la partecipazione di 40 rappresentative regionali, maschili (annata 2005) e femminili (annate 2004 e 2005), provenienti da tutta Italia.

Il primo ad intervenire nella conferenza stampa è stato il presidente del Comitato Regionale FIP Emilia-Romagna, Stefano Tedeschi, che si è detto felice di poter ospitare questa importante rassegna, sottolineando come il Trofeo delle Regioni rappresenti una vetrina di prestigio nel panorama cestistico nazionale. “La cerimonia d’apertura è prevista per giovedì 18 aprile – ha precisato – poi, oltre al Programma Aggiornamento Obbligatorio per Allenatori di venerdì 19, abbiamo organizzato anche la Santa Messa, nella serata di domenica 21, Pasqua, nel Duomo di Salsomaggiore”.

“Salsomaggiore diventerà una piccola cittadella dello sport”, ha affermato l’assessore allo sport Stefano Compiani, che ha aggiunto: “vogliamo rilanciare il turismo a Salsomaggiore e il Trofeo delle Regioni si andrà ad aggiungere alle tante manifestazioni sportive che si terranno nel mese di aprile nella nostra città”.

Poi è stato il turno del sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale Emilia-Romagna, Giammaria Manghi, che ha ribadito quanto sia importante per l’Emilia Romagna poter tornare a ospitare, a distanza di soli tre anni, questa prestigiosa manifestazione.
La conferenza stampa si è, poi, chiusa con i ringraziamenti del presidente FIP, Giovanni Petrucci: “Nella giornata che ha visto protagonista, davanti a 70mila spettatori, Davide Moretti nella Finale NCAA, volevo sottolineare l’importanza di questa manifestazione che ha lanciato Davide nell’edizione di Genova. Inoltre, sono contento di poter tornare in questa località termale, dove sono state vissute pagine importanti della nostra pallacanestro giovanile”.

Il Comitato organizzatore ha, infine, annunciato che ben 10 gare andranno in diretta streaming, comprese le semifinali maschili e le due principali finali.
Alla Conferenza stampa ha partecipato anche il segretario generale della FIP Maurizio Bertea. ]]>
Mon, 8 Apr 2019 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2019 - Salsomaggiore Terme - La Conferenza stampa di presentazione ]]> Si terrà martedì 9 aprile a Salsomaggiore Terme (PR) la conferenza stampa di presentazione del Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini" 2019. La Conferenza stampa avrà inizio alle 11:30 presso le Terme Berzieri (Piazza Berzieri).

Alla conferenza stampa intervengono il presidente FIP Giovanni Petrucci, accompagnato dal segretario generale FIP Maurizio Bertea, l'assessore allo sport del Comune di Salsomaggiore Terme Stefano Compiani, il sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale Emilia Romagna Giammaria Manghi, il presidente del Comitato Regionale FIP Emilia Romagna Stefano Tedeschi e e il segretario generale FIP Maurizio Bertea.

Il Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini", che verrà giocato dal 18 al 22 aprile sui campi di Salsomaggiore Terme, Fidenza, Fiorenzuola d'Arda e Parma, è una delle principali manifestazioni giovanili organizzate dalla FIP e vede la partecipazione di quaranta rappresentative regionali, maschili e femminili, under 14 e under 15, provenienti da tutta Italia.

Il Trofeo delle Regioni, nato nel 1982 per volontà di Cesare Rubini, all'epoca responsabile delle squadre Nazionali, dal 2013 ne porta il nome.

E' la quinta volta che l'Emilia Romagna ospita il Trofeo delle Regioni dopo le edizioni di Cervia (2006 e 2007), Rimini (2014) e Bologna (2016). ]]>
Mon, 1 Apr 2019 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2019 - Salsomaggiore Terme - 2019 - I Gironi del Torneo Maschile, la prima giornata del Torneo Femminile ]]> Sono stati sorteggiati i gironi del Torneo maschile del Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini" 2019 (18 al 22 aprile). Eccoli:

Girone A: Lombardia - Piemonte - Marche - Umbria
Girone B: Emilia Romagna - Sardegna - Campania - Abruzzo
Girone C: Veneto - Friuli Venezia Giulia - Puglia - Liguria
Girone D: Lazio - Toscana - Sicilia - Trentino Alto Adige
Girone E: Basilicata - Calabria - Molise - Valle d’Aosta



Torneo Femminile
Queste le gare della prima giornata del 18 aprile. Nel Torneo Femminile i gironi non sono stati sorteggiati, ma composti sulla base del ranking dei piazzamenti delle ultime tre edizioni

Girone A
Lombardia - Veneto
Emilia Romagna - Friuli Venezia Giulia

Girone B
Piemonte - Sicilia
Liguria - Marche

Girone C
Toscana - Sardegna
Lazio - Campania

Girone D
Puglia - Basilicata
Umbria - Molise
Trentino Alto Adige - Calabria
Abruzzo - Valle d'Aosta

Il calendario delle giornate successive sarà determinato dai risultati delle gare della prima giornata.
]]>
Wed, 27 Feb 2019 23:00:00 UTC
<![CDATA[ 2018 - Seregno Brianza - Lombardia-Emilia Romagna la finale femminile. Friuli Venezia Giulia-Lombardia quella maschile. Il resoconto delle Semifinali ]]> Segui il nostro Evento Facebook sul Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini" 2018

Il live score

Lombardia-Emilia Romagna è la finale del Torneo femminile del Trofeo delle Regioni 2018. Nel Torneo maschile, invece la Finale è Lombardia-Friuli Venezia Giulia. Le Finali si giocano lunedì 2 aprile a Desio.
Il resconto delle Semifinali e il programma delle Finali:


Le Semifinali
Le gare del 1 aprile

Torneo Maschile

17-20 posto
MOLISE-VALLE D'AOSTA 77-50 (12-12, 33-37, 56-48, 77-50)
MOLISE: Fasciano, Giangiobbe, Cicchetti* 3, Petrella 6, Cistullo NE, Del Grande* 15, Marinucci, Di Pasquale* 2, Cianci 2, D'Angelo 5, Bozza* 31, Di Carlo* 13. All. Valente F.
VALLE D'AOSTA: Macri, Bragardo, Mantovani, Broccolato, Bambara* 25, D'Aloia, Regruto Tomalino* 5, Malara 2, Andriolo* 9, Sorge* 7, Ghisleri* 2. All. Rosset E.
Arbitri: Mariani C., Murtas M.

CALABRIA-BASILICATA 53-33 (12-9, 23-16, 40-26)
CALABRIA: Sontuoso, Ziino* 4, Giovinazzo 2, Barila' 2, Agosto* 19, De Rito, Freno 2, Campolo* 9, Scarfò* 11, Messina NE, Tiberi, Simonetti* 4. All. Cotroneo G.
BASILICATA (M): Tolve 5, Fraccalvieri* 5, D'Andrea 1, Gioscia, Valvano*, Visceglia 1, Blasi, Piro* 2, Cifarelli* 5, Meliddo, Notar Francesco 2, Ungolo* 12. All. Paternoster M.
Arbitri: Pompei N., Visintini T.


13-16 posto
ABRUZZO-PUGLIA 75-52 (23-18, 34-27, 55-37, 75-52)
ABRUZZO: Mastropietro 9, Iezzi 3, Santomaggio 6, Tuccella* 12, Del Nibletto 4, Cesarino 2, Valentini* 2, Perella* 3, Testa, Palermo* 18, Canci, Berardi* 16. All. Taraschi N.
PUGLIA (M): Epifani* 3, Mastrodonato 4, Sasso 4, Patrizio* 10, Iunco 7, Battista*, Palazzo 3, Mirabile NE, Visciglio* 6, De Donno 2, Mallardi 3, Morena* 10. All. Di Matteo P.
Arbitri: Brusca G., Mignogna G.

UMBRIA-CAMPANIA 43-57 (11-19, 20-29, 34-45, 43-57)
UMBRIA: Traore, Ragni, Bonucci* 12, Ciani* 14, Rosini* 2, Dolci 2, Castrichini, Gialletti*, Rimolo, Iovene NE, Trubbianelli* 7, Palomba 6. All. Mariotti L.
CAMPANIA: Zazzaro 5, Pepe* 15, Piacente 2, Sannino NE, De Matteis* 4, Fonisto, Di Domenico* 3, D'Antonio 5, Capocotta 2, Peluso* 5, Giannullo 4, Carolei* 12. All. Carrozzo A.
Arbitri: Stefanelli A., Bravo S.

9-12 posto
TOSCANA-LIGURIA 73-61 (24-18, 39-36, 58-44)
TOSCANA: Cannoni* 6, Ciano 10, Perasso 8, Allinei* 8, Braccagni 4, Pellegrini* 8, Radaelli 2, Alfieri 9, Mancini 3, Bassano* 2, Ambrogio 2, Donati* 11. All. Armellini M.
LIGURIA: Pietrini* 4, Monaldi, Zavaroni* 4, Cima 6, D'imporzano*, Chersulich, Corradi* 4, Micalizzi 2, Iamundo 24, Armanino 3, Cuttini* 10, Fea 4. All. Padovan A.
Arbitri: Petracci F., Sogni G.

SICILIA-TRENTINO ALTO ADIGE 66-47 (13-11, 25-21, 44-34, 66-47)
SICILIA: Spada* 20, Gugliotta 5, Ruffo Matricardi 10, Grigoli* 7, Giannone, Buttitta, Morina 1, Gaipa, Artale* 3, Sinatra* 2, Adeola* 16, Longo 2. All. Manzo H.
TRENTINO ALTO ADIGE: Covi 2, Mokoi 1, Dorigotti* 12, Iobstraibizer 2, Avino* 5, Valtellina 2, Stelzer NE, Gaye 2, Bouquet* 13, Schiera* 6, Bertoldi, Falappi* 2. All. De Palo D.
Arbitri: Gerardis E., Romaniello D.

5-8 posto
SARDEGNA-LAZIO 97-78 (25-15, 52-31, 77-57)
SARDEGNA: Fancellu 1, Nulvesu 8, Caschili* 23, Basanisi, Scanu Manunta* 8, Mele 4, Boi 12, Frattaroli*, Bertolini, Marras 9, Pintus* 4, Brembilla* 28. All. Pintonello N.
LAZIO: Matera 1, Mastropietro* 4, Marchionne 9, Stazzonelli* 11, Fusca* 12, Lato 2, Durante 6, Di Camillo NE, Paolini 2, Tripodi* 10, Cannavina* 4, Tarallo 17. All. Gilardi E.
Arbitri: De Benedictis A., Rosato F.

PIEMONTE-VENETO 60-80 (5-14, 19-32, 38-55)
PIEMONTE: Lagana'* 7, Barla NE, Giugno 4, Melli Martini* 4, Andorno 5, Attademo* 10, Barale 4, Ferrero* 5, Marando 9, Montalbetti* 11, Popa, Osatwna 1. All. Leccia I.
VENETO: Ojo* 5, Sulina 12, Bucciol 7, Adami* 6, Vanin 4, Chapelli 7, Cutrone 8, Fraccaroli*, Vettori 16, Da Rin De Lorenzo* 7, Campagnolo 2, Ballarin Chinellato* 6. All. Lena A.
Arbitri: Pisu A., Santacroce F.

1-4 posto
MARCHE-FRIULI VENEZIA GIULIA 62-65 (14-22, 27-36, 42-52)
MARCHE: Sgarzini, Verdecchia, Vecchiola 17, Tombari* 8, Biondini*, Alves Ponciano, Ciacci* 4, Filippetti* 19, Palmioli, Arduini 8, Prenga* 6, Cingolani. All. Pecchia A.
FRIULI VENEZIA GIULIA: Gallo, Viola, Mermoglia, Ndompetelo Saka* 6, Susana* 6, Accordino* 2, Visintin* 26, Lomele* 9, Giovanetti 4, Camporeale, Ius NE, Micalich 12. All. Guidi A.
Arbitri: Forneris E., Bernardi A

LOMBARDIA-EMILIA ROMAGNA 68-55 (21-13, 32-23, 47-41)
LOMBARDIA: Moscatelli 13, Mora* 4, Galicia* 21, Fragonara 2, Elli* 8, Coulibaly* 5, Leoni 2, Bramati 1, Innocenti 8, Noble Clement 4, Basso, Piccinini*. All. Saibene G.
EMILIA ROMAGNA (M): Moretti* 7, Maltoni 1, Bandini, Collina, Scarponi* 24, Malaguti* 8, Sibani 5, Terzi* 1, Scheda NE, Manna, Tamborino* 9, James NE. All. Ambrassa F.
Arbitri: Stanzione M., Camilletti E.


Finali del 2 aprile
19°-20°
11.15, Inverigo: Basilicata-Valle d'Aosta

17°-18°
11.15, Varedo: Calabria-Molise

15°-16°
12.00, Desio: Puglia-Umbria

13°-14°
14.30, Inverigo: Abruzzo-Campania

11°-12°
11.00, Seveso: Trentino Alto Adige-Liguria

9°-10°
14.30, Varedo: Sicilia-Toscana

7°-8°
14.30, Meda: Piemonte-Lazio

5°-6°
14.30, Seveso: Veneto-Sardegna

3°-4°
14.30, Seregno: Emilia Romagna-Marche

1°-2°
19.00, Desio: Lombardia-Friuli Venezia Giulia


Torneo Femminile

17-20 posto
BASILICATA-VALLE D'AOSTA 39-68 (8-24, 17-38, 23-60)
BASILICATA: Coretti* 9, Lamacchia Acito* 2, Troiano, Errico 2, Lacopeta* 14, D'ambrosio*, Viggiano 3, Sassone 7, Visone, Mastrogiovanni* 2, Summa, Araneo. All. Pierri V.
VALLE D'AOSTA: Cirulli 2, Figliorelli 2, Ricino* 11, Genestrone* 22, Longhi* 2, Guzzon 10, Pionzo 7, Marana 5, Grosjean, De Ros* 7, Leo*, Marchesini. All. Catalfamo P.
Arbitri: Tamburro M., Bottino L.

MOLISE-CALABRIA 58-42 (20-10, 31-16, 52-29, 58-42)
MOLISE: Massarella, Santoro* 2, Nardelli, Mila* 4, Garofalo* 2, Di Falco, Trivisonno, Racchi, Pitardi* 15, Mendozzi, Falbo* 33, Nugnes 2. All. Filipponio A.
CALABRIA: Alfano* 17, Cavo 7, Centofanti* 13, Concolino, Del Vecchio* 2, Previtera, Triolo*, Siclari, Gilioni, Mauro 2, Montebello 1, Onugha*. All. Russo A.
Arbitri: Di Sabatino D., Magri D.


13-16 posto
TRENTINO ALTO ADIGE- SARDEGNA 42-61 (11-19, 19-35, 32-53, 42-61)
TRENTINO ALTO ADIGE: Meneghini NE, Ceriotti 2, Voltolini* 9, Bertolini* 2, Abram* 9, Martinelli, Tenuti 3, Dissegna 4, Odorizzi * 4, Doliana 2, Rech* 7, Plattner. All. Balduzzi A.
SARDEGNA: Cocco 4, Vargiu* 5, Uda* 8, Pilo* 3, Martinez 5, Pozzo 4, Sanna 6, Pasolini 4, Canu 6, Demetrio Blecic 2, Valenti*, Kaleva* 14. All. Staico F.
Arbitri: Maino G., Collalto D.

ABRUZZO-UMBRIA 32-65 (17-9, 24-29, 26-49, 32-65)
ABRUZZO: D'Ippolito* 6, Antonetti, Frate* 3, Antenucci, Apicella, Paesani* 4, Ottaviani, Coccia* 9, D'Ascenzo 2, Liberatoscioli, Pasquini, De Carolis* 8. All. Pardi J.
UMBRIA: Basili 2, Degli Esposti* 3, Satta* 4, Gambelunghe 6, Quarta* 2, Mariani 2, El Khayat*, Margaritelli 12, Venanzi NE, Scortecci 12, Francini 9, Vescovi* 13. All. Piermarini F.
Arbitri: Brocco M., Franco V.

9-12 posto
TOSCANA-PUGLIA 52-45 (10-9, 26-23, 45-37)
TOSCANA: Garbini 1, Cibeca* 7, Leovino 5, Azzi* 11, Scarpellini* 2, Caloro 2, Gistri 2, Garunja 2, Casucci* 7, Ruffini* 11, Alderighi 2, Meriggi. All. Galanti A.
PUGLIA: Pietrarossa 5, Renna* 1, Copolecchia, Difino 12, Popio, Pagliula, Edjekpan* 2, Capriati* 6, Amatori* 11, Spagnolo 2, Mastrototaro* 4, Susca 2. All. Leopizzi L.
Arbitri: Dinoi F., Nogare' M.

LAZIO-CAMPANIA 62-34 (10-8, 34-15, 54-27)
LAZIO: Gai* 6, Daniele 5, Mauriello 4, Magrini 3, Troiano 2, Gianni 7, Celani* 8, Giordano* 8, Paragallo* 3, Marotta* 12, Perone, Panu 4. All. Adamoli A.
CAMPANIA: Borriello* 8, Musto 3, Mattera, Sammarco 3, Zanchiello 2, Versi, Russo 2, Manfellotto* 3, De Liso* 6, Giustino* 3, Catalani* 4, Cesarano. All. Belfiore F.
Arbitri: Bonano T., Copelli M.

5-8 posto
SICILIA-FRIULI VENEZIA GIULIA 56-60 (11-15, 23-27, 43-36)
SICILIA: Mallo 6, Gurrieri* 2, Cucinotta 1, Trovato NE, Gurrieri NE, Ferreyra Montoya* 15, Bucchieri* 9, Calio' 6, Olodo* 8, Rescifina* 6, Gulino, Malara 3. All. Malaja L.
FRIULI VENEZIA GIULIA: Leardi 7, Sellan* 8, Peretti, Pernarcich* 6, Levach 2, Blasigh* 25, Rosar 4, Braida* 2, Medeot* 4, Leghissa, Lizzi 2, Giustolisi. All. Gerometta G.
Arbitri: Primavori N., Demontis G.

MARCHE-LIGURIA 43-52 (18-10, 23-27, 33-32, 43-52)
MARCHE: Cipriano 4, Caiozzo, Carney*, Canossini* 11, Medori, Nardoni, Mandolesi* 18, Angeloni, Induti, Logoh* 3, Seka* 7, Obi. All. Paolasini L.
LIGURIA: Bertini 2, Torchia, Padula NE, Olivari, Pregliasco* 4, Papiri* 8, Guidetti* 8, Carle 4, Canale* 3, Arado 2, Gioan* 21, Pini. All. Ciravegna L.
Arbitri: Savini J., Mimotti S.

1-4 posto
EMILIA ROMAGNA-VENETO 71-58 (11-20, 33-33, 55-44)
EMILIA ROMAGNA: Bagnoli NE, Bassoli* 8, Bassi 6, Vignali NE, Curti, Colli 16, Setti* 19, Farina* 8, Zanetti* 14, Berra, Moretti NE, Meglioli*. All. Frignani F.
VENETO: Bianchi, Guarise* 21, Fontana 6, Carollo* 12, Antonello 2, Frigo*, Baccarin NE, Baron 2, Keshi* 5, Biondi* 8, Belardinelli NE, Eboigbodin 2. All. Martinello S.
Arbitri: Venezia V., Cassotta J.

LOMBARDIA-PIEMONTE 61-38 (13-8, 37-17, 52-23, 61-38)
LOMBARDIA: Capra 3, Villa 8, Villa* 8, Moretti* 12, Barzaghi 3, Rizzo 4, Labanca* 2, Allievi* 2, Ronchi* 11, Lanzilotti 2, Calvi, Mbengue 6. All. Riccardi R.
PIEMONTE: Ramasso 6, Bracco* 14, Isoardi 3, Bernetti* 3, Moisa 3, Novellino, Moisa 2, Landi* 3, Zecchina* 4, Iagulli*, Varaldi, Molinaro. All. Pozzato L.
Arbitri: Volpi A., Licari E.

Finali del 2 aprile
17°-20°
9.15, Inverigo: Basilicata-Calabria
9.15, Varedo: Molise-Valle d'Aosta

15°-16°
9.00, Seveso: Abruzzo-Trentino

13°-14°
9.15, Meda: Umbria-Sardegna

11°-12°
10.00, Desio: Campania-Puglia

9°-10°
9.00, Seregno: Lazio-Toscana

7°-8°
11.15, Meda: Marche-Sicilia

5°-6°
9.00, Macherio: Liguria-Friuli Venezia Giulia

3°-4°
11.00, Seregno: Piemonte-Veneto

1°-2°
17.00, Desio: Lombardia-Emilia Romagna

Foto Gino Montecampi
]]>
Fri, 30 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2018 - Seregno Brianza - Special Olympics al Trofeo delle Regioni 2018 "Cesare Rubini" ]]> Giocheranno fra la prima e la seconda gara in progamma a Seregno per la loro esibizione sabato mattina 31 marzo. L'appuntamento è quindi intorno alle 10.30 per vedere in campo i ragazzi di Special Olympics che giocheranno al PalaSomaschini (via Porada) in una partita di basket, come nella tradizione di Special Olympics, fra ragazzi con disabilità intellettive e non. Special Olympics, diretto in Italia da Alessandra Palazzotti, promuove ed offre l’opportunità di allenarsi e gareggiare in una varietà di sport olimpici a bambini ed adulti con disabilità intellettiva. ]]> Thu, 29 Mar 2018 22:00:00 UTC <![CDATA[ 2018 - Seregno Brianza - Le gare del 30 marzo, la seconda giornata ]]>

Le gare, i risultati e le classifiche della seconda giornata del Trofeo delle Regioni



Segui il nostro Evento Facebook sul Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini" 2018

Il live score



Torneo maschile



Girone A
Abruzzo-Sicilia 75-79 dts1 (14-19, 32-37, 47-56, 69-69)
Abruzzo: Mastropietro* 0, Iezzi NE, Santomaggio 3, Tuccella 10, Del Nibletto 9, Cesarino 0, Valentini* 19, Perella* 7, Testa 12, Palermo* 3, Canci NE, Berardi* 12. All. Taraschi N.
Sicilia: Spada* 16, Gugliotta 2, Ruffo Matricardi 0, Grigoli* 2, Giannone NE, Buttitta NE, Morina 8, Gaipa* 3, Artale* 6, Sinatra 0, Adeola* 42, Longo 0. All. Manzo H.
Arbitri: Nogare' M., Pisu A.

Lombardia-Veneto 96-81(33-26, 49-46, 77-67, 96-81)
Lombardia: Moscatelli 3, Mora* 8, Galicia* 10, Fragonara 18, Elli* 16, Coulibaly 4, Leoni 3, Bramati* 8, Innocenti 7, Noble Clement 9, Basso 10, Piccinini*. All. Saibene G.
Veneto: Ojo* 16, Sulina 8, Bucciol 2, Adami*, Vanin, Chapelli 12, Cutrone* 2, Fraccaroli, Vettori 12, Da Rin De Lorenzo* 25, Campagnolo*, Ballarin Chinellato 4. All. Lena A.
Arbitri: Stefanelli A., Rosato F.

Classifica: Lombardia 4, Veneto 2, Sicilia 2, Abruzzo 0


Girone B
Emilia Romagna-Piemonte 77-36 (16-8, 38-20, 63-26)
Emilia Romagna
: Moretti* 12, Maltoni, Bandini 4, Collina 4, Scarponi* 9, Malaguti* 5, Sibani 2, Terzi* 11, Scheda 2, Manna 10, Tamborino* 14, James 4. All. Ambrassa F.
Piemonte: Lagana'* 6, Barla 2, Giugno 3, Melli Martini 5, Andorno 4, Attademo* 8, Barale*, Ferrero*, Marando 2, Montalbetti*, Popa 4, Osatwna 2. All. Leccia I.
Arbitri: Venezia V., Mariani C.

Liguria-Puglia 74-64 (19-21, 43-36, 59-51)
Liguria
: Pietrini* 3, Monaldi 4, Zavaroni* 6, Cima* 6, D'imporzano*, Chersulich, Corradi 16, Micalizzi 6, Iamundo 11, Armanino 8, Cuttini* 11, Fea 3. All. Padovan A.
Puglia: Epifani, Mastrodonato*, Sasso 2, Patrizio* 18, Iunco 4, Battista 2, Palazzo 10, Mirabile* 5, Visciglio* 4, De Donno 5, Mallardi 8, Morena* 6. All. Di Matteo P.
Arbitri: Bravo A., Cassotta J.

Classifica: Emilia Romagna 4, Piemonte 2, Liguria 2, Puglia 0


Girone C
Trentino Alto Adige-Umbria 51-48 (14-9, 30-21, 40-37)
Trentino Alto Adige : Covi 2, Mokoi 5, Dorigotti* 12, Iobstraibizer* 0, Avino 4, Valtellina 3, Stelzer NE, Gaye 0, Bouquet* 5, Schiera* 10, Bertoldi 2, Falappi* 8. All. De Palo D.
Umbria: Traore 0, Ragni 0, Bonucci* 14, Ciani* 9, Rosini* 3, Dolci 0, Castrichini* 6, Gialletti 4, Rimolo 0, Iovene 0, Trubbianelli* 7, Palomba 5. All. Mariotti L.
Arbitri: Murtas M., Savini J.

Lazio-Marche 49-64 (15-15, 28-35, 32-47)
Lazio
: Matera 7, Mastropietro* 2, Marchionne 8, Stazzonelli* 5, Fusca* 1, Lato, Durante 4, Di Camillo* 8, Paolini 2, Tripodi, Cannavina 7, Tarallo* 5. All. Gilardi E.
Marche: Sgarzini 9, Verdecchia, Vecchiola 11, Tombari* 4, Biondini* 6, Alves Ponciano, Ciacci* 11, Filippetti* 10, Palmioli, Arduini 5, Prenga* 8, Cingolani. All. Pecchia A.
Arbitri: Maino G., De Benedictis A.

Classifica: Marche 4, Lazio 2, Trentino Alto Adige 2, Umbria 0


Girone D
Friuli Venezia Giulia-Sardegna 83-54 (26-14, 47-21, 69-37)
Friuli Venezia Giulia
: Gallo 2, Viola 6, Mermoglia* 2, Ndompetelo Saka 8, Susana* 4, Accordino 6, Visintin 15, Lomele* 8, Giovanetti 8, Camporeale 0, Ius* 6, Micalich* 18. All. Guidi A.
Sardegna: Fancellu 2, Nulvesu 4, Caschili 7, Basanisi* 2, Scanu Manunta* 8, Mele* 3, Boi* 0, Frattaroli* 8, Bertolini 4, Marras 5, Pintus 2, Brembilla 9. All. Pintonello N.
Arbitri: Santacroce F., Pompei N.

Campania-Toscana 62-85 (13-25, 33-47, 41-64)
Campania
: Zazzaro 3, Pepe* 3, Piacente 2, Sannino* 2, De Matteis 10, Fonisto, Di Domenico* 7, D'antonio* 7, Capocotta 6, Peluso 10, Giannullo 4, Carolei* 8. All. Carrozzo A.
Toscana: Cannoni* 2, Ciano 4, Perasso 7, Allinei* 11, Braccagni 5, Pellegrini* 25, Radaelli 4, Alfieri 5, Mancini 8, Bassano* 4, Ambrogio 4, Donati* 6. All. Armellini M.
Arbitri: Bernardi A., Petracci F.

Classifica: Friuli Venezia Giulia 4, Sardegna 2, Toscana 2, Campania 0.

Girone E
Molise-Calabria 42-71 (14-25, 20-50, 31-64)
Molise: Fasciano 1, Giangiobbe, Cicchetti* 6, Petrella 5, Cistullo, Del Grande* 4, Marinucci, Di Pasquale* 2, Cianci 4, D'angelo 3, Bozza* 11, Di Carlo* 6. All. Valente F.
Calabria: Sontuoso, Ziino* 10, Giovinazzo, Barila' 2, Agosto* 12, De Rito 2, Freno 2, Campolo 7, Scarfò* 9, Messina* 21, Tiberi* 2, Simonetti 4. All. Cotroneo G.
Arbitri: Copelli M., Brusca G.

Basilicata-Valle d'Aosta 76-55(19-19, 36-37, 56-46)
Basilicata
: Tolve 2, Fraccalvieri 16, D'andrea* 2, Gioscia 1, Valvano* 14, Visceglia 2, Blasi 3, Piro* 8, Cifarelli* 4, Meliddo, Notar Francesco 12, Ungolo* 12. All. Paternoster M.
Valle d'Aosta: Macri, Bragardo 3, Mantovani 4, Broccolato, Bambara* 18, D'aloia*, Regruto Tomalino* 1, Malara 3, Sorge* 2, Turrini* 10, Ghisleri 14. Rosset E.
Arbitri: Visintini T., Sogni G.
Classifica: Calabria 4, Molise 2, Basilicata 2, Valle d'Aosta 0


Le gare del 31 marzo

13-20 posto
9.00, Seveso: Abruzzo-Calabria
9.00, Varedo: Puglia-Basilicata
11.15, Inverigo: Campania-Valle d'Aosta
17,00 Inverigo: Umbria-Molise

9-12 posto
9.00, Seregno: Sicilia-Liguria
11.00, Seveso: Trentino Alto Adige-Toscana

1-8 posto
11.00, Seregno: Lombardia-Piemonte
15.00, Varedo: Emilia Romagna-Veneto
17.00, Seregno: Marche-Sardegna


Torneo femminile


Emilia Romagna- Trentino Alto Adige 54-20 (11-4, 25-8, 43-11, 54-20)
Emilia Romagna
: Bagnoli 0, Bassoli* 8, Bassi 10, Vignali 0, Curti 7, Colli 8, Setti* 2, Farina* 8, Zanetti* 2, Berra* 5, Moretti 0, Meglioli 4. All. Frignani F.
Trentino Alto Adige : Meneghini* 0, Ceriotti 2, Voltolini* 0, Bertolini 1, Abram* 2, Martinelli 0, Tenuti 2, Dissegna 0, Odorizzi * 2, Doliana 7, Rech* 4, Plattner 0. All. Balduzzi A.
Arbitri: Romaniello M., Franco V.

Veneto-Sardegna 54-36 (10-7, 27-18, 34-28)
Veneto
: Bianchi 2, Guarise* 5, Fontana 0, Carollo* 6, Antonello* 11, Frigo 2, Baccarin* 0, Baron 0, Keshi 16, Biondi* 4, Belardinelli 8, Eboigbodin 0. All. Martinello S.
Sardegna: Cocco 1, Vargiu* 6, Uda* 4, Pilo* 2, Martinez 3, Pozzo 0, Sanna 1, Pasolini 0, Canu 0, Demetrio Blecic 2, Valenti* 2, Kaleva* 15. All. Staico F.
Arbitri: Bottino L., Stanzione M.

Lombardia-Abruzzo 85-17 (22-5, 43-9, 61-9)
Lombardia
: Capra* 3, Villa* 13, Villa 6, Moretti 10, Barzaghi* 2, Rizzo 12, Labanca 10, Allievi 4, Ronchi* 11, Lanzilotti 2, Calvi 3, Mbengue* 9. All. Riccardi R.
Abruzzo: D'ippolito* 6, Antonetti, Frate*, Antenucci 2, Apicella, Paesani* 3, Ottaviani NE, Coccia 4, D'ascenzo* 2, Liberatoscioli, Pasquini, De Carolis*. All. Pardi J.
Arbitri: Mimotti S., Bonano T.

Piemonte-Campania 46-33 (17-6, 21-19, 34-21)
Piemonte
: Ramasso 10, Bracco 7, Isoardi, Bernetti* 11, Moisa 4, Novellino, Moisa, Landi* 2, Zecchina* 6, Iagulli* 6, Varaldi*, Molinaro. All. Pozzato L.
Campania : Borriello* 11, Musto, Mattera 2, Sammarco 2, Zanchiello, Versi, Russo* 3, Manfellotto 1, De Liso* 4, Giustino* 8, Catalani* 2, Cesarano. All. Belfiore F.
Arbitri: Brocco M., Dinoi F.

Friuli Venezia Giulia-Puglia 70-52 (20-21, 37-27, 49-41)
Friuli Venezia Giulia: Leardi 11, Sellan 4, Peretti* 2, Pernarcich* 8, Levach 4, Blasigh 17, Rosar* 6, Braida* 13, Medeot, Leghissa, Lizzi* 3, Giustolisi 2. All. Gerometta G.
PUGLIA: Pietrarossa 1, Renna, Copolecchia, Difino*, Popio 2, Pagliula, Edjekpan 9, Capriati* 7, Amatori* 11, Spagnolo*, Mastrototaro* 18, Susca 4. All. Leopizzi L.
Arbitri: Di Sabatino D., Licari E.

Liguria-Umbria 63-35 (20-7, 37-14, 50-28)
Liguria
: Bertini 5, Torchia 4, Padula* 6, Olivari, Pregliasco 10, Papiri* 5, Guidetti* 6, Carle 1, Canale* 2, Arado 5, Gioan* 15, Pini 4. All. Ciravegna L.
Umbria
: Basili 3, Degli Esposti* 4, Satta* 2, Gambelunghe, Quarta 2, Mariani 2, El Khayat, Margaritelli* 1, Venanzi 2, Scortecci* 3, Francini 2, Vescovi* 14. All. Piermarini F.
Arbitri: Camilletti E., Forneris E.

Lazio-Marche 41-48 (4-10, 16-24, 27-35)
Lazio
: Gai* 3, Daniele 5, Mauriello, Magrini 4, Troiano, Gianni 4, Celani* 10, Giordano*, Paragallo* 1, Marotta* 14, Perone, Panu. All. Adamoli A.
Marche: Cipriano 3, Caiozzo, Carney*, Canossini*, Medori 5, Nardoni, Mandolesi* 14, Angeloni, Induti 2, Logoh* 9, Seka* 15, Obi. All. Paolasini L.
Arbitri: Demontis G., Volpi A.

Toscana-Sicilia 50-56 (18-10, 31-30, 44-45)
Toscana
: Garbini 11, Cibeca* 2, Leovino 5, Azzi* 3, Scarpellini* 5, Caloro 4, Gistri, Garunja 1, Casucci* 4, Ruffini* 7, Alderighi 8, Meriggi NE. All. Breschi A.
Sicilia: Mallo 1, Gurrieri* 12, Cucinotta 2, Trovato NE, Gurrieri, Ferreyra Montoya* 18, Bucchieri* 3, Calio' 3, Olodo* 10, Rescifina* 5, Gulino NE, Malara 2. All. Malaja L.
Arbitri: Tamburro M., Primavori N.

Le gare del 31 marzo

17-20 posto
15.00, Meda: Basilicata-Meda
17.00, Meda: Calabria-Valle d'Aosta

9-16 posto
9.15, Inverigo: Umbria-Campania
9.15, Biassono: Abruzzo-Lazio
11.00, Varedo: Puglia-Sardegna
15.00, Seveso: Trentino Alto Adige-Toscana

1-8 posto
11.15, Biassono: Sicilia-Emilia Romagna
15.00, Seregno: Liguria-Piemonte
15.00, Inverigo: Friuli Venezia Giulia-Veneto
17.00, Varedo: Lombardia-Marche


foto Giovanni Bartesaghi ]]>
Thu, 29 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2018 - Seregno Brianza - Le gare del 29 marzo, la prima giornata ]]>

Segui il nostro Evento Facebook sul Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini" 2018



Queste le gare, i risultati e le classifiche dopo la prima giornata

Torneo maschile

Girone A
Veneto-Sicilia 87-67 (17-23, 41-30, 73-46)
Veneto: Ojo* 11, Sulina 13, Bucciol 5, Adami* 7, Vanin 4, Chapelli* 6, Cutrone 2, Fraccaroli 0, Vettori 15, Da Rin De Lorenzo* 22, Campagnolo 2, Ballarin Chinellato* 0
Sicilia: Spada* 7, Gugliotta 2, Ruffo Matricardi 0, Grigoli* 2, Giannone 0, Buttitta 0, Morina* 9, Gaipa 2, Artale 4, Sinatra 2, Adeola* 36, Longo* 3
Arbitri: Di Sabatino D., Pompei N.

Lombardia-Abruzzo 94-68 (27-18, 54-32, 80-54)
Lombardia: Moscatelli 17, Mora* 8, Galicia* 12, Fragonara 12, Elli 4, Coulibaly 7, Leoni* 8, Bramati* 0, Innocenti 11, Noble Clement 5, Basso 8, Piccinini* 2. All. Saibene G.
Abruzzo: Mastropietro* 2, Iezzi 2, Santomaggio 6, Tuccella* 4, Del Nibletto 0, Cesarino 2, Valentini* 10, Perella* 16, Testa 9, Palermo 2, Canci 0, Berardi* 15. All. Taraschi N.
Arbitri: Sogni G., Magri D.

Classifica: Veneto e Lombardia 2, Abruzzo e Sicilia 0

Gare della seconda giornata
9.00, Seregno: Abruzzo-Sicilia
15.00, Seregno: Lombardia-Veneto


Girone B
Emilia Romagna-Liguria 89-58(26-15, 47-31, 68-49, 89-58)
Emilia Romagna: Moretti* 9, Maltoni 0, Bandini 0, Collina 12, Scarponi* 11, Malaguti* 19, Sibani 4, Terzi* 8, Scheda 4, Manna 2, Tamborino* 19, James 1
Liguria: Pietrini* 5, Monaldi 0, Zavaroni* 3, Cima* 13, D'imporzano* 2, Chersulich 0, Corradi 12, Micalizzi 2, Iamundo 12, Armanino 2, Cuttini* 7, Fea 0
Arbitri: Gerardis E., Brocco M.

Piemonte-Puglia 71-42 (11-14, 30-20, 51-28, 71-42)
Piemonte: Lagana'* 2, Barla 8, Melli Martini 10, Andorno 0, Attademo* 10, Barale* 4, Ferrero* 4, Marando 12, Montalbetti* 4, Popa 2, Osatwna 4. All. Leccia I.
Puglia: Epifani 2, Mastrodonato* 1, Sasso* 0, Patrizio* 0, Iunco 8, Battista 0, Palazzo 6, Mirabile* 1, Visciglio 13, De Donno* 1, Mallardi 3, Morena 7 All. Di Matteo P.
Arbitri: Tamburro M., Camilletti E.

Classifica: Emilia Romagna e Piemonte 2, Liguria e Puglia 0

Gare della seconda giornata
11.15, Macherio: Emilia Romagna-Piemonte
11.15, Inverigo: Liguria-Puglia


Girone C
Lazio-Trentino Alto Adige 84-45 (12-0, 47-19, 62-37, 84-45)
Lazio: Matera 6, Mastropietro* 6, Marchionne 7, Stazzonelli* 12, Fusca* 11, Lato 11, Durante 7, Di Camillo* 2, Paolini 2, Tripodi 2, Cannavina 7, Tarallo* 11
Trentino Alto Adige: Covi 3, Mokoi* 2, Dorigotti 14, Iobstraibizer* 2, Avino 3, Valtellina 0, Stelzer 0, Gaye* 0, Bouquet 6, Schiera* 13, Bertoldi 0, Falappi* 2
Arbitri: Forneris E., Collalto D.

Marche-Umbria 83-43 (23-12, 45-24, 65-29)
Marche: Sgarzini 6, Verdecchia 7, Vecchiola 22, Tombari* 6, Biondini* 8, Alves Ponciano 7, Ciacci* 4, Filippetti* 8, Palmioli 2, Arduini 7, Prenga* 6, Cingolani 0. All. Pecchia A.
Umbria: Traore* 2, Ragni 0, Bonucci 1, Ciani* 15, Rosini* 5, Dolci* 4, Castrichini 3, Gialletti 0, Rimolo 0, Iovene 2, Trubbianelli* 8, Palomba 3. All. Mariotti L.
Arbitri: Volpi A., Demontis G.

Classifica: Lazio e Marche 2, Umbria e Trentino Alto Adige 0

Gare della seconda giornata
9.00, Varedo: Trentino Alto Adige-Umbria
15.00, Varedo: Lazio-Marche



Girone D
Friuli Venezia Giulia-Campania 54-42(10-11, 28-18, 36-30)
Friuli Venezia Giulia: Gallo 0, Viola 0, Mermoglia 0, Ndompetelo Saka* 4, Susana* 5, Accordino* 2, Visintin* 12, Lomele* 5, Giovanetti 6, Camporeale 9, Ius 0, Micalich 11
Campania: Zazzaro 3, Pepe* 2, Piacente 0, Sannino* 0, De Matteis 9, Fonisto 0, Di Domenico* 8, D'antonio 3, Capocotta 0, Peluso* 7, Giannullo 6, Carolei* 4
Arbitri: Licari E., Venezia V.

Toscana-Sardegna 68-71 (19-23, 32-50, 44-56)
Toscana: Cannoni* 8, Ciano 10, Perasso 1, Allinei* 19, Braccagni 9, Pellegrini* 8, Radaelli 2, Alfieri 5, Mancini 2, Bassano* 3, Ambrogio 0, Donati* 1. All. Armellini M.
Sardegna: Fancellu 0, Nulvesu 4, Caschili* 19, Basanisi 0, Scanu Manunta* 5, Mele 0, Boi 7, Frattaroli* 20, Bertolini NE, Marras 0, Pintus* 0, Brembilla* 16. All. Pintonello N.
Arbitri: Dinoi F., Mignogna G.

Classifica:Friuli Venezia Giulia e Sardegna 2, Campania e Toscana 0

Gare della seconda giornata
9.15, Inverigo: Friuli Venezia Giulia-Sardegna
15.00, Inverigo: Campania-Toscana



Girone E
Basilicata-Molise 36-68(12-13, 24-25, 28-45, 36-68)
Basilicata: Tolve 0, Fraccalvieri* 7, D'andrea 1, Gioscia 0, Valvano* 9, Visceglia 0, Blasi 0, Piro* 9, Cifarelli 1, Meliddo 0, Notar Francesco* 5, Ungolo* 4
Molise: Fasciano 2, Giangiobbe 0, Cicchetti* 4, Petrella 14, Cistullo 0, Del Grande* 8, Marinucci 0, Di Pasquale* 10, Cianci 1, D'angelo 0, Bozza* 25, Di Carlo* 4
Arbitri: Stanzione M., Primavori N.

Calabria-Valle d'Aosta 96-68 (32-20, 45-40, 76-54)
Calabria: Sontuoso 2, Ziino* 1, Giovinazzo 0, Barila' 2, Agosto* 33, De Rito 6, Freno 4, Campolo* 2, Scarfò 6, Messina* 28, Tiberi* 8, Simonetti 4. All. Cotroneo G.
Valle d'Aosta: Macri 0, Bragardo 0, D'aloia 0, Broccolato 2, Bambara* 18, Mantovani 0, Regruto Tomalino* 8, Malara 2, Andriolo* 1, Sorge* 8, Turrini* 18, Ghisleri 11. All. Rosset E.
Arbitri: Bonano T., Franco V.

Classifica: Molise e Calabria 2, Valle d'Aosta e Basilicata 0

Gare della seconda giornata
11,00, Seveso: Molise-Calabria
17.00, Seveso: Basilicata-Valle d'Aosta



Torneo femminile

Lombardia-Liguria 66-49(13-15, 30-31, 52-41, 66-49)
Lombardia: Capra 3, Villa 6, Villa* 12, Moretti* 8, Barzaghi 0, Rizzo 3, Labanca* 7, Allievi* 0, Ronchi* 22, Lanzilotti 0, Calvi 2, Mbengue 3
Liguria: Bertini 2, Torchia 0, Padula* 10, Olivari 0, Pregliasco 6, Papiri 3, Guidetti* 12, Carle* 1, Canale NE, Arado 0, Gioan* 9, Pini* 6
Arbitri: Cassotta J., Murtas M.

Emilia Romagna-Friuli Venezia Giulia 62-61 (14-11, 33-26, 47-49)
Emilia Romagna: Bagnoli 0, Bassoli* 6, Bassi 2, Vignali 4, Curti 3, Colli 2, Setti* 6, Farina* 10, Zanetti* 21, Berra 8, Moretti* 0, Meglioli 0
Friuli Venezia Giulia : Leardi 0, Sellan* 4, Peretti 3, Pernarcich* 8, Levach 11, Blasigh* 17, Rosar 3, Braida* 2, Medeot 4, Leghissa 0, Lizzi* 7, Giustolisi 2
Arbitri: Petracci F., Brusca G.

Veneto-Toscana 59-50 (20-17, 34-25, 43-31)
Veneto: Bianchi 4, Guarise* 10, Fontana 4, Carollo* 3, Antonello 5, Frigo 1, Baccarin 2, Baron 10, Keshi* 4, Biondi* 8, Belardinelli* 8, Eboigbodin 0. All. Martinello S.
Toscana: Garbini* 3, Cibeca* 11, Leovino 8, Azzi 2, Scarpellini* 2, Caloro 13, Gistri 0, Garunja 0, Casucci* 0, Ruffini* 7, Alderighi 4, Meriggi 0. All. Galanti A.
Arbitri: Maino G., Stefanelli A.

Lazio-Piemonte 41-51 (14-13, 20-28, 31-37)
Lazio: Gai* 5, Daniele 2, Mauriello 0, Magrini 2, Troiano 0, Gianni 6, Celani* 7, Giordano* 5, Paragallo* 3, Marotta* 7, Perone 2, Panu 2. All. Adamoli A.
Piemonte : Ramasso 13, Bracco 4, Isoardi 0, Bernetti* 11, Moisa 7, Novellino 0, Moisa 0, Landi* 3, Zecchina* 11, Iagulli* 2, Varaldi* 0, Molinaro 0. All. Petrachi M.
Arbitri: De Benedictis A., Visintini T.

Marche-Campania 64-46 (20-14, 33-34, 51-42, 64-46)
Marche: Cipriano 2, Caiozzo 2, Carney* 0, Canossini* 3, Medori 4, Nardoni 0, Mandolesi* 16, Angeloni 0, Induti 2, Logoh* 16, Seka* 14, Obi 5
Campania: Borriello* 11, Musto* 7, Mattera 0, Sammarco* 0, Zanchiello 4, Versi 0, Russo* 3, Manfellotto 0, De Liso 3, Giustino 12, Catalani* 6, Cesarano 0
Arbitri: Mariani C., Bernardi A.

Sicilia-Sardegna 55-46 (17-6, 30-17, 44-33, 55-46)
Sicilia: Mallo 0, Gurrieri* 10, Cucinotta 3, Trovato 0, Gurrieri 2, Ferreyra Montoya* 17, Bucchieri* 10, Calio' 0, Olodo* 8, Rescifina* 4, Gulino 0, Malara 1
Sardegna: Cocco 3, Vargiu* 11, Uda* 8, Pilo* 2, Martinez 0, Pozzo 2, Sanna 2, Pasolini 0, Canu 0, Demetrio Blecic 2, Valenti* 0, Kaleva* 16
Arbitri: Pisu A., Santacroce F.

Trentino Alto Adige-Puglia 34-61 (16-11, 22-21, 31-44)
Trentino Alto Adige: Meneghini* 9, Ceriotti 4, Voltolini* 2, Bertolini 0, Abram* 11, Martinelli 0, Tenuti 0, Dissegna 0, Odorizzi * 4, Doliana 2, Rech* 2, Plattner 0
Puglia: Pietrarossa 0, Renna 2, Copolecchia 0, Difino* 0, Popio 4, Pagliula 2, Edjekpan 2, Capriati* 9, Amatori* 14, Spagnolo* 4, Mastrototaro* 20, Susca 4
Arbitri: Savini J., Nogare' M.

Umbria-Abruzzo 62-44 (15-2, 30-22, 51-33)
Umbria: Basili 2, Degli Esposti* 3, Satta* 12, Gambelunghe 12, Quarta 0, Mariani 4, El Khayat* 0, Margaritelli 7, Venanzi 5, Scortecci* 5, Francini 0, Vescovi* 12. All. Piermarini F.
Abruzzo: D'ippolito* 9, Antonetti 0, Frate 8, Antenucci 2, Apicella 0, Paesani* 1, Ottaviani 0, Coccia* 12, D'ascenzo* 8, Liberatoscioli 0, Pasquini 0, De Carolis* 4. All. Pardi J.
Arbitri: Rosato F., Copelli M.

Le gare della seconda giornata
9.00, Seveso: Emilia Romagna-Trentino Alto Adige
9.15, Macherio: Veneto-Sardegna
11.00, Seregno: Lombardia-Abruzzo
11.00, Varedo: Piemonte-Campania
15.00, Seveso: Friuli Venezia Giulia-Puglia
17.00, Seregno: Liguria-Umbria
17.00, Varedo: Lazio-Marche
17.00, Inverigo: Toscana-Sicilia


Foto Bruno Isella

]]>
Wed, 28 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2018 - Seregno Brianza - "Divertitevi!" l'invito del presidente Petrucci ai protagonisti. Aperta ufficialmente l'edizione 2018. ]]> "Divertitevi!" così il presidente FIP Giovanni Petrucci ha dato il via a Seregno al Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini" 2018, la manifestazione per rappresentative regionali under 14 maschili e alle under 15 femminili.

Un invito, quello di Petrucci, che è anche una citazione: così mandò in campo gli Azzurri il ct della Nazionale di calcio Marcello Lippi, finita la riunione tecnica, per la Finale del Campionato del Mondo del 2006. "E se divertirsi aveva importanza per quella Nazionale di grandi campioni, lo deve essere ancora di più per tutti voi."

La cerimonia di presentazione è stata aperta da Alberto Bellondi, presidente del Comitato Regionale FIP Lombardia. Alla presenza di tutte e quaranta le delegazioni (20 maschili e 20 femminili) Alberto Fragonara e Hdack Mbengue per gli atleti e Andrea Bernardi e Rosa Sironi per gli arbitri e gli ufficiali di campo hanno letto i rispettivi giuramenti.

Le gare, 100 in tutto, avranno inizio giovedì 29 marzo e continueranno fino al 2 aprile, giorno delle Finali. Questo il calendario delle gare della prima giornata


Torneo maschile

Girone A
Macherio, 11.15: Veneto-Sicilia
Seregno, 15.00: Lombardia-Abruzzo

Girone B
Seregno, 9.00: Emilia Romagna-Liguria
Meda, 9.00: Piemonte-Puglia

Girone C
Seveso, 11.00: Lazio-Trentino Alto Adige
Varedo, 15.00: Marche-Umbria

Girone D
Inverigo, 9.15: Friuli Venezia Giulia-Campania
Meda, 15.00: Toscana-Sardegna

Girone E
Varedo, 9.00: Basilicata-Molise
Inverigo, 15.00: Calabria-Valle d'Aosta


Torneo femminile

Girone A
Macherio, 9.15: Lombardia-Liguria
Seregno, 11.00: Emilia Romagna-Friuli Venezia Giulia

Girone B
Seveso, 15.00: Lazio-Piemonte
Varedo, 11.00: Veneto-Toscana

Girone C
Seveso, 9.00: Marche-Campania
Inverigo, 11.15: Sicilia-Sardegna

Girone D
Meda, 11.00: Trentino Alto Adige-Puglia
Seregno, 17.00: Umbria-Abruzzo ]]>
Tue, 27 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2018 - Seregno Brianza - Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini" e Finale Nazionale Under 20F in Brianza: Il presidente Petrucci: “Una festa della pallacanestro giovanile” ]]> Due importanti manifestazioni per il basket giovanile in Brianza: il Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini" e la Finale Nazionale Under 20 femminile. "Per il terzo anno consecutivo abbiniamo le due manifestazioni in un'unica sede affinché sia una festa della pallacanestro giovanile -afferma il presidente FIP Giovanni Petrucci- il Trofeo delle Regioni vede i ragazzi under 14 e le ragazze under 15 per la prima volta in rappresentanza delle proprie regioni di appartenenza, un'occasione importante tecnica, ma anche di socializzazione. La Finale Nazionale U20 femminile celebra il basket femminile: avremo importanti indicazioni per il futuro"

TROFEO DELLE REGIONI 2018. Con la Cerimonia di apertura parte domani alle 19 a Seregno (Monza-Brianza) mercoledi 28 marzo l'edizione del Trofeo delle Regione 2018 "Cesare "Rubini". La manifestazione è riservata alle rappresentative regionali under 14 maschili e under 15 femminili. Le gare avranno inizio giovedì 29 marzo e si giocherà sui campi di Biassono, Inverigo, Macherio, Meda, Seregno, Seveso,Varedo. Le Finali del torneo maschile e di quello femminile si terranno a Desio, al PalaBancoDesio, dalle ore 17.00 di lunedì 2 aprile.
Il Trofeo delle Regioni è nato nel 1982 da un'idea di Cesare Rubini, all'epoca responsabile del Settore Squadre Nazionali. Fu intitolato all'epoca a Decio Scuri, presidente della Federazione Italiana Pallacanestro dal 1954 al 1965, e venne disputato fino all’anno 1992. La FIP, dal 2002, ha riproposto questo appuntamento per rappresentative regionali, chiamandolo appunto Trofeo delle Regioni. Dal 2013 la manifestazione è dedicata a Cesare Rubini.

FINALE NAZIONALE UNDER 20 FEMMINILE. Per il terzo anno consecutivo la Finale Nazionale Under 20 femminile si terrà in contemporanea al Trofeo delle Regioni. Dopo Bologna e Roseto degli Abruzzi anche la Brianza ospiterà le due manifestazioni. Le otto finaliste sono: Basket Girls Ancona, PB 63 Battipaglia, Tigers Rosa Libertas Forlì, Sanga Milano, Akronos Libertas Moncalieri, Azzurra Orvieto, Pall. Femminile Varese e Umana Reyer Venezia
Le partite si disputeranno al Palazzetto dello Sport di Macherio, tranne la Finale scudetto prevista al PalaBanco di Desio alle ore 15 del 2 aprile. Tutte le gare saranno trasmesse in diretta streaming su www.fip.it/giovanile.
]]>
Mon, 26 Mar 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2018 - Seregno Brianza - A Milano la presentazione del Trofeo delle Regioni "Cesare Rubini" 2018 ]]> Primo atto ufficiale per il Trofeo delle Regioni 2018. La manifestazione per selezioni maschili e femminili che dal 29 marzo al 2 aprile porterà in Brianza quasi 500 atleti ed atlete in rappresentanza di ciascuna delle 20 regioni d'Italia è stata presentata lunedì mattina 19 marzo presso la sala A del palazzo CONI di Milano.

Sarà la prima volta in Lombardia della manifestazione intitolata a Cesare Rubini che la FIP reintrodusse nel 2002 dopo la precedente versione “Decio Scuri”: l'organizzazione sarà a cura del Comitato Regionale Lombardo in collaborazione con il Basket Seregno. Oltre al PalaSomaschini di Seregno, nelle cui vicinanze sarà allestito il Free Village, i campi di gioco saranno quelli di Biassono (PalaRovagnati, via al Parco), Inverigo (palasport, via Monte Barro 2), Marcherio (palasport di via Regina Margherita), Seveso (PalaFamila, via Gramsci 11), Varedo (palasport, via Italia 27) e il PalaBancoDesio di Largo Atleti Azzurri d'Italia che ospiterà le finali di lunedì 2 aprile. Oltre al Trofeo delle Regioni maschile e femminile si giocheranno in Brianza anche le finali nazionali Under 20 femminili (tutte le partite a Macherio trannè la finale scudetto delle 15 del 2 aprile a Desio) che coinvolgeranno Basket Girls Ancona, PB 63 Battipaglia, Tigers Rosa Libertas Forlì, Sanga Milano, Akronos Libertas Moncalieri, Azzurra Orvieto, Pall.Femminile Varese e Umana Reyer Venezia. Infine tutte le rappresentative regionali saranno impegnate per la prima volta nel 3x3, la nuova disciplina olimpica introdotta dal CIO nel 2017: dal 29 marzo all'1 aprile i ragazzi e le ragazze saranno impegnati nella nuova competizione insime ed altre attività organizzate ad hoc.

A fare gli onori di casa è stato il presidente del Comitato Regionale Lombardo Alberto Bellondi, che ha sottolineato il massiccio sforzo organizzativo compiuto per il grande evento ai nastri di partenza da giovedì prossimo: “E' un grande onore poter ospitare nella nostra regione una manifestazione così importante: le nostre rappresentative sono state spesso protagoniste a partire dalle vittorie di maschi e femmine nel 2017, ma è la prima volta che la Lombardia ospiterà l'evento. I numeri dei partecipanti sono enormi e ringrazio il Basket Seregno per aver collaborato allo sforzo organizzativo. Oltre all'aspetto tecnico c'è anche quello sociale: i partecipanti potranno stare insieme nel free village allestito per consentire a ragazzi e ragazze di tutta Italia di condividere questa bellissima esperienza di sport e aggregazione".

“L'idea di portare il Trofeo delle Regioni in Lombardia risale ormai ad un anno fa, quando Roberto Sanfilippo ce lo aveva proposto in occasione del Trofeo delle Province ospitato a Seregno – aggiunge il responsabile dell'Uffiico Gare Giuseppe Rizzi – Rispetto a marzo 2017 sono cambiate le regole d'ingaggio con la necessità di uno sforzo di prim'ordine a livello organizzativo ed economico. Ringraziamo il Basket Seregno e siamo pronti a contribuire come CRL all'ottima riuscita della manifestazione>.
Tante congratulazioni per l'organizzazione dell'evento anche da parte del presidente del CONI lombardo Oreste Perri: “Il grande basket giovanile apre una finestra sul futuro dei ragazzi che saranno protagonisti domani con le Nazionali. Grazie alla FIP lombarda che si è presa in carico l'onore e l'onere di organizzare questo grande evento nella nostra regione. I giovani vivranno una esperienza bella e gioiosa che resterà per sempre a prescindere dalla loro futura carriera; sarà un aiuto a diventare campioni ma soprattutto cittadini attraverso lo sport".

Saluto istituzionale anche da parte di Giorgio Zanzi, attuale commissario prefettizio reggente del Comune di Seregno e grande appassionato di basket come frequentatore assiduo delle partite di Varese: “Il Comune darà senza alcuna esitazione il patrocinio ad un torneo ispirato a valori fondamentali come i principi di correttezza e lealta che stanno alla base dello sport giovanile. Grazie al Basket Seregno che darà visibilità alla città attraverso questo evento che unisce valenza sportiva a quella civile. Attraverso questi eventi si allarga la base e si alimenta l'entusiasmo per dare linfa al movimento”.

A rappresentare la FIP c'erano invece i due consiglieri federali lombardi Mara Invernizzi e Marco Tajana: “La Lombardia partirà da campione in carica per le due vittorie del 2017, ma ha già vinto con la grossa responsabilità di organizzare l'evento – ha affermato il vicepresidente FIP – Oltre all'evento principale si aggiungono anche le finali nazionali Under 20 femminili a 8 squadre e la novità importante del torneo 3 contro 3 che fa parte delle attività collaterali oltre all'esibizione degli Special Olympics in programma sabato 31 marzo”. “L'evento avrà grande valenza tecnica ma anche sociale: avere quasi 500 ragazzi che per una settimana saranno concentrati tutti insieme è qualcosa di importante. C'è l'orgoglio per la Lombardia che per la prima volta organizza un evento di questo spessore; lo sforzo è stato e sarà importante, speriamo possa essere la miglior edizione di sempre e che le nostre rappresentative possano essere protagoniste come nel recente passato”.

A inquadrare l'aspetto tecnico della manifestazione e soprattutto a ricordare Cesare Rubini è stato infine Guido Saibene, il referente tecnico territoriale della Lombardia che guiderà la selezione 2004 maschile biancoverde al Trofeo delle Regioni 2018: “Si tratta del primo monitoraggio del Settore Squadre Nazionali sull'attività di base che mette gli occhi sul livello generale dell'annata coinvolta, ed un riconoscimento importante per le società di base. Il Trofeo delle Regioni è un grande investimento che il movimento compie su sé stesso; la Lombardia, ma altrettanto sicuramente è un'occasione di crescita per i ragazzi: l'agonismo fa parte del gioco perchè vincere o perdere fa parte della vita, sta a noi renderlo sensato. Infine ho pensato a qualcosa per trasferire ai ragazzi l'immagine di Cesare Rubini: era un gigante del nostro sport, il succo del messaggio che ha lasciato è che bisogna essere guerrieri in campo ma virtuoso fuori. E certi insegnamenti nello sport valgono tantissimo anche per la vita”. ]]>
Sun, 18 Mar 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ 2018 - Seregno Brianza - La Conferenza stampa di presentazione. Il 19 marzo a Milano ]]> Si terrà lunedì 19 marzo la conferenza stampa di presentazione del Trofeo delle Regioni 2018 "Cesare Rubini" organizzato per la FIP dal Comitato Regionale Lombardia in collaborazione con il Basket Seregno.

Il Trofeo delle Regioni sarà ufficialmente presentato presso la sala A del palazzo CONI di via Piranesi 46 a Milano; la conferenza inizierà alle 11. Interverranno il presidente CONI Lombardia Oreste Perri, il presidente del Comitato Regionale FIP Lombardia Alberto Bellondi, i responsabili tecnici territoriali Guido Saibene e Roberto Riccardi e Giorgio Zanzi commissario straordinario del Comune di Seregno.

La conferenza è aperta anche alle società lombarde per un importante evento giovanile che coinvolgerà 20 rappresentative regionali maschili dell'annata 2004 e 20 femminili dell'annata 2003, oltre alle 8 protagoniste della contemporanea Finale Nazionale Under 20 femminili in un maxi-contenitore che durerà da giovedì 28 marzo a lunedì 2 aprile tra Seregno, Macherio, Biassono, Desio, Inverigo, Meda, Seveso e Varedo.

"Sarà la prima volta in Lombardia per questa manifestazione di grande basket giovanile che ricorda Cesare Rubini, una figura storica per il basket italiano - afferma il presidente Bellondi - Ospitare il Trofeo delle Regioni sarà un grande onore e una considerevole sfida sul piano organizzativo, cercheremo di allestire un evento che rappresenti un'importante vetrina promozionale per il movimento nazionale e per quello della Lombardia".
]]>
Wed, 14 Mar 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ 2017 - Roseto degli Abruzzi - Trofeo delle Regioni 2017 in archivio, Roseto saluta il doppio successo della Lombardia ]]> Una splendida cornice di pubblico ha salutato l’ultimo giorno di gara del Trofeo delle Regioni edizione 2017, ospitata dall’Abruzzo negli impianti di Roseto degli Abruzzi, Alba Adriatica, Mosciano Sant’Angelo, Atri e Giulianova.

Tutte le squadre schierate in campo, come di consueto, sono poi sfilate per salutare il doppio successo della Lombardia, vincitrice sia nel torneo Maschile che in quello Femminile. Dal 12 al 17 aprile le 40 squadre giunte in Abruzzo in rappresentanza di tutte le Regioni d’Italia si sono affrontate senza paura, sotto il vigile sguardo dei tecnici federali del Settore Squadre Nazionali.

Il TDR 2017 ha visto in campo i migliori atleti del 2003 e le migliori giocatrici del 2002 e 2003. Per cinque giorni l’Abruzzo ha ospitato la più importante festa di basket giovanile della nostra pallacanestro, oltre alla Finale Nazionale Under 20 Femminile vinta dal Minibasket Battipaglia. Giocatori e giocatrici, allenatori, dirigenti, arbitri e ufficiali di campo: tutti protagonisti di una manifestazione che ancora una volta ha confermato la propria importanza e la propria valenza tecnica in prospettiva.

Maschile, finale fantastica: la spunta la Lombardia al fotofinish
Lazio e Lombardia si erano già affrontate negli incroci dei giorni precedenti e in quella occasione l’aveva spuntata il Lazio col canestro a fil di sirena realizzato da Motta. Al PalaMaggetti di Roseto degli Abruzzi, invece, in occasione della finale è stata la Lombardia a imporsi 67-66 al termine di una partita spettacolare ed equilibratissima. Il Lazio è rientrata dopo un inizio difficile e poi ha toccato anche il +10 in apertura di quarto periodo (57-47). Nel momento più difficile, però, la squadra di Marco Rota ha messo insieme il parziale di 20-9 (8-1 negli ultimi tre minuti) che le è valso il Trofeo delle Regioni 2017. Naoni è risultato il miglior marcatore della finale con 22 punti, per il Lazio Spagnolo ha risposto con 20 punti.
Lombardia-Lazio 67-66 (21-18, 34-32, 44-51)
Lombardia: Resemini, Sacripanti 6, Invernizzi 8, Boglio 11, Mazzocchi 2, Virginio, Caccia 4, Gravaghi 9, Galli NE, Rodella, Naoni 22, Bresolin 5.
Lazio: Manzo, Bagni NE, Becchetti 4, Alecu 3, Corriere 4, Spagnolo 20, Greggi 9, Lesdi 6, Motta 10, Sepe 2, Mazzocchia, Giacomi 8.

Femminile, la conferma della Lombardia
Per il secondo anno consecutivo la Lombardia vince il Trofeo delle Regioni Femminile. Dopo il successo di Bologna nel 2016, le biancoverdi si sono confermate al PalaMaggetti di Roseto degli Abruzzi battendo in finale l’Emilia Romagna 72-51: si tratta del settimo successo dal 2002. La partita è vissuta in equilibrio solo nel primo quarto (18-16), poi Panzera e Allievi hanno ispirato il primo allungo della Lombardia (34-23 al 16’). Gilli e Nativi hanno provato a propiziare la rimonta ma il divario è rimasto pressoché inalterato all’intervallo lungo (30-40). Nel terzo periodo, dopo il primo canestro di Natali, la Lombardia ha però preso il largo (54-32 al 26’ con Ronchi e Panzera in evidenza). L’Emilia Romagna ha trovato una reazione d’orgoglio (63-48 al 35’) ma nel finale è stata ancora Panzera a consegnare il successo alla Lombardia, che ha amministrato il largo vantaggio senza spaventi.
Emilia Romagna-Lombardia 51-72 (16-18; 30-40; 38-58)
Emilia Romagna: Bassoli, Ronchi M. 10, Prisco 5, Setti, Farina ne, Nativi 8, Nagy 4, Palmisano, Natali 11, Gilli 3, Zambardo, Lavezzi 10. All. Frignani.
Lombardia: Allievi 15, Ronchi S. 10, Nebuloni, Toffali 1, Celli 1, Lekre 2, Pellegrini, Balossi 10, Nasraoui 2, Colognesi 6, Panzera 18, Spinelli 7. All. Visconti.

LE CLASSIFICHE FINALI
Torneo Maschile
1. Lombardia
2. Lazio
3. Emilia Romagna
4. Puglia
5. Veneto
6. Sicilia
7. Marche
8. Campania
9. Toscana
10. Liguria
11. Umbria
12. Friuli Venezia Giulia
13. Abruzzo
14. Sardegna
15. Piemonte
16. Trentino Alto Adige
17. Basilicata
18. Calabria
19. Molise
20. Valle d’Aosta

Torneo Femminile
1. Lombardia
2. Emilia Romagna
3. Lazio
4. Liguria
5. Friuli Venezia Giulia
6. Piemonte
7. Veneto
8. Toscana
9. Marche
10. Sicilia
11. Sardegna
12. Campania
13. Umbria
14. Puglia
15. Abruzzo
16. Trentino Alto Adige
17. Calabria
18. Molise
19. Valle d’Aosta
20. Basilicata

L’ALBO D’ORO
Torneo Maschile
2002 - Lombardia (Viterbo)
2003 - Lombardia (Pescara)
2004 - Toscana (Monopoli)
2005 - Veneto (Pesaro)
2006 - Veneto (Cervia)
2007 - Veneto (Cervia)
2008 - Lazio (Montecatini Terme)
2009 - Toscana (Montecatini Terme)
2010 - Emilia Romagna (Lignano Sabbiadoro)
2011 - Lazio (Torino)
2012 - Lombardia (Provincia di Fermo)
2013 - Emilia Romagna (annata 1999) (Montecatini)
2013 - Toscana (Genova)
2014 - Lazio (Rimini)
2015 - Lombardia (Roma)
2016 - Lazio (Bologna)
2017 - Lombardia (Roseto degli Abruzzi)

Torneo Femminile
2002 - Veneto (Viterbo)
2003 - Veneto (Pescara)
2004 - Veneto (Monopoli)
2005 - Lombardia (Pesaro)
2006 - Veneto (Cervia)
2007 - Lombardia (Cervia)
2008 - Veneto (Montecatini Terme)
2009 - Lombardia (Montecatini Terme)
2010 - Lombardia (Lignano Sabbiadoro)
2011 - Lombardia (Torino)
2012 - Veneto (Provincia di Fermo)
2013 - Veneto (Genova)
2014 - Veneto (Rimini)
2015 - Toscana (Roma)
2016 - Lombardia (Bologna)
2017 - Lombardia (Roseto degli Abruzzi)

TUTTI I TABELLINI DI OGGI
TOSCANA (M) - UMBRIA (M) 80 - 58 (30-4, 47-20, 60-44, 80-58)
TOSCANA (M): Bianchi 2, Faticanti* 6, Ursi 1, Giannone* 19, Nider 6, Cerchiaro* 3, Pucci 13, Bonistalli* 9, Mazzantini 2, Martelli 5, Onojaife Allan 2, Mori* 12
UMBRIA (M): Bindocci* 0, Baldinotti 6, Albarello 0, Tenaglia* 19, Marri 2, Madeo 9, Alla* 3, Passeri 0, Bartoccioni 0, Cappelletti* 10, Borzetta* 6, Leonetti 3

ABRUZZO (M) - SARDEGNA (M) 80 - 76 (21-14, 41-33, 53-52, 67-67, 80-76)
ABRUZZO (M): Bonaduce* 11, D'ippolito 0, Di Gennaro 0, Gaeta* 7, Andreoli 7, Perrella* 17, Delle Donne NE, Zazzetta* 14, Del Principe* 14, Ragonici NE, Zazzara 6, Di Marco 4
SARDEGNA (M): Obino* 4, Doglio 21, Peduzzi 12, Piras* 6, Carboni 2, Tola 0, Nocco* 6, Derosas 10, Muroni* 11, Salis 4, Garofalo* 0, Porcu NE

TRENTINO ALTO ADIGE (M) - PIEMONTE (M) 44 - 73 (11-21, 28-45, 35-61, 44-73)
TRENTINO ALTO ADIGE (M): Zancanaro* 8, Pizzini 4, Samb* 3, Figus 0, Cattoni 2, Nista 2, Gnoffo* 6, Pedrotti* 4, Ramoni 2, Bulovic 0, Deluca 0, Nardon* 13
PIEMONTE (M): Bertino* 2, Tinivella* 4, Ruffato* 0, Cristina 2, Mauri* 16, Anfossi 10, Okeke 9, Ciuffreda 8, Sirchia 6, Ferrari* 2, Ghigo 4, Cravero 10

BASILICATA (M) - CALABRIA (M) 59 - 48 (16-13, 40-23, 45-41, 59-48)
BASILICATA (M): Pace* 3, Potenza 2, Spada 2, Vignola 2, De Marca* 19, Stagno 2, Marzano 0, Nicoletti* 7, Mancino 6, De Mola* 12, Petralla 2, Ruggiero* 2
CALABRIA (M): Galimi 0, Spanò* 4, Chindamo* 3, Corapi 0, Mascaro 2, Tiberi 0, Di Cello* 9, Giampa' 0, Corapi* 20, Giacoia 2, Cardone* 8, Mastria 0

MOLISE (M) - VALLE D'AOSTA (M) 66 - 33 (24-4, 33-13, 56-21, 66-33)
MOLISE (M): Sorella* 6, Perrella* 8, Clemente 6, Astorri 6, Ferritti 7, De Vivo* 8, Scinocca 7, Pangrazio* 4, Dentico 5, Pesce* 2, Mastronardi 7, De Pascale NE
VALLE D'AOSTA (M): Bertoncin 0, Olivieri* 2, Favre 0, Moro 3, Malasi 0, Bechini 2, Maio* 8, Bartoszek* 6, Giunti 6, Vallino* 2, Torchio Deny* 4

LIGURIA (M) - FRIULI VENEZIA GIULIA (M) 54 - 56 (14-14, 22-27, 36-42, 54-56)
LIGURIA (M): Catzeddu* 3, Franconi 2, Bontempi 10, Husam F* 5, Caorsi 0, Merello* 13, Giannone 0, Ventura 2, Caprioglio 2, Zheng* 0, Schiano Moriello 2, Bertolotti* 15
FRIULI VENEZIA GIULIA (M): Salvi* 8, Fantoma 2, Puntin 0, Romanin 9, Zanon* 6, Venier 3, Butti 2, Comar* 4, Longo* 4, Polo 4, Vesnaver 0, Londero* 14

MARCHE (M) - CAMPANIA (M) 54 - 39 (12-16, 27-21, 37-31, 54-39)
MARCHE (M): Rossetti* 2, Bartolucci 9, Camarri 2, Sablich 0, Berdini* 16, Campagnoli* 2, Giorgi 2, Repetto NE, Anibaldi 5, Rossi* 10, Vitali* 4, Formisano 2
CAMPANIA (M): De Riggi 2, Buglione* 0, Caiazza 2, D'aiello 2, Lucci* 2, Gervasio* 8, Martucci 4, Romano 0, Ogiemwonyi 2, Mormile* 2, D'amico* 13, Tesorone 2

VENETO (M) - SICILIA (M) 77 - 52 (18-10, 41-27, 57-44, 77-52)
VENETO (M): Bolpin 6, Golfetto* 4, Casarin 8, Gaspari 2, Giordano* 15, Beghini 10, Dirignani 4, Poser* 18, Curculacos NE, Grani 6, Valente* 0, Carta* 4
SICILIA (M): Moltrasio 0, Lo Iacono 0, Floridia 6, Pira* 3, Guadalupi* 18, Santacroce 1, Signorino* 5, Caroé* 12, Occhipinti 0, Mica 1, De Gaetano* 0, Romeo 6

EMILIA ROMAGNA (M) - PUGLIA (M) 76 - 67 (22-15, 41-34, 57-51, 76-67)
EMILIA ROMAGNA (M): Grotti 15, Tepedino* 9, Soliani 0, Poloni 4, Galli* 9, Zambianchi* 0, Creta 12, Rossi 5, Bertini 0, Ruffini* 10, Marangoni* 12, Mazzotti 0
PUGLIA (M): Lupo* 16, Zicari 0, Rinaldi 0, Belviso* 4, Pellecchia* 22, Larocca 2, Fiusco 5, Cannarella 3, Di Giacomo* 4, Pesante* 6, Di Ianni 1, Scivales 4

LOMBARDIA (M) - LAZIO (M) 67 - 66 (21-18, 34-32, 44-51, 67-66)
LOMBARDIA (M): Resemini 0, Sacripanti 6, Invernizzi* 8, Boglio 11, Mazzocchi* 2, Virginio 0, Caccia* 4, Gravaghi* 9, Galli NE, Rodella 0, Naoni* 22, Bresolin 5
LAZIO (M): Manzo 0, Bagni NE, Becchetti 4, Alecu 3, Corriere* 4, Spagnolo* 20, Greggi* 9, Lesdi 6, Motta 10, Sepe 2, Mazzocchia* 0, Giacomi* 8

-------------------------------------------

Femminile

MOLISE (F) - VALLE D'AOSTA (F) 43 - 38 (7-14, 12-25, 30-31, 43-38)
MOLISE (F): Landolfi* 9, Racchi NE, Mastroberardino 3, D'ortona* 9, Di Paola* 10, Lepore NE, Sammartino* 6, Corsetti* 6, Nugnes 0, D'ambrosio 0, Pascucci NE
VALLE D'AOSTA (F): Trossello* 2, Longhi* 9, Marchesini 0, Genestrone* 10, Gaida* 3, Marana 0, Leo 0, Trabbia 11, Gritti* 3, Renda NE, Grosjean 0, Pecchenini 0

CALABRIA (F) - BASILICATA (F) 83 - 30 (24-7, 46-14, 66-23, 83-30)
CALABRIA (F): Bava 0, Bellassi 3, Canzonieri 0, Cuteri* 6, Mandalari 1, Greco* 8, Nocera 2, Scordino* 18, Albo 6, Egwoh* 22, Montebello* 17, Previtera 0
BASILICATA (F): Gallitelli 0, Chiruzzi* 0, Montemurro 0, Oliveri* 22, Lacopeta 0, D'ambrosio 0, Guarino* 8, Sassone* 0, Loperfido* 0, Valendino 0, Gallitelli 0, Mastrizzi 0

CAMPANIA (F) - SARDEGNA (F) 50 - 58 (14-19, 21-37, 39-45, 50-58)
CAMPANIA (F): Inverno 0, Iannaccone 0, Monda* 5, Germano* 11, Cannavale 0, Bisogno* 4, Delbalzo Gueye 1, Dell'imperio 4, De Liso* 0, Di Martino 2, Borriello 7, Mascolo* 16
SARDEGNA (F): Uda 0, Vargiu* 4, Cau 2, Serra 3, Zidda 3, Triolo* 14, Pandori 15, Cinus* 3, Sorbellini* 4, Gallus* 6, Demetrio Blecic 0, Costantini 4

PUGLIA (F) - UMBRIA (F) 38 - 60 (12-11, 28-29, 30-40, 38-60)
PUGLIA (F): Mollica 0, Montani 9, Amatori* 14, Sozzo 2, Capriati NE, Valente NE, De Nicolo* 7, Mastrototaro* 0, Caminiti 0, Golemi* 2, Volpe* 2, Mazzone 2
UMBRIA (F): Leone 0, Gatti* 20, Speziali 3, Biselli 2, Santucci* 7, Bonaccini* 6, Titi 0, Degli Esposti* 2, Floridi 0, Ferri 0, Conti 17, Vescovi* 3

TRENTINO ALTO ADIGE (F) - ABRUZZO (F) 40 - 53 (7-14, 23-32, 29-41, 40-53)
TRENTINO ALTO ADIGE (F): Piccoli NE, Abram* 6, Doliana 0, Roubal* 3, Bertoldi* 16, Carretta 0, Piatti 2, Prezzi 2, Tenuti * 7, Prezzi 4, Nodari* 0
ABRUZZO (F): Frate 0, D'onofrio* 4, De Massis 0, Coccia* 8, Rospo* 16, Di Giorgio* 8, Parisi 2, Galvan 0, Sassano 10, Cifeca-Recinella* 2, Di Giuseppe 3, Rosa 0

VENETO (F) - TOSCANA (F) 63 - 34 (22-7, 37-22, 46-30, 63-34)
VENETO (F): Costantini NE, Margiotta 0, Sartore* 3, N'guessan 8, Peserico* 14, Cecere* 1, Gentilin 3, Marchiori* 13, Meggiolaro 2, D'este 2, Garzotto 0, Zennaro* 17
TOSCANA (F): Calugi* 5, Francalanci 2, Caponi 0, Pisani* 1, Mascio 3, Vallini 5, Ragghianti* 0, Del Puglia* 3, Ruffini 0, Ginanneschi 5, Nannetti* 8, Filippi 2

MARCHE (F) - SICILIA (F) 77 - 50 (13-11, 35-23, 59-37, 77-50)
MARCHE (F): Mandolesi 7, Albanelli* 18, Ciccola* 2, Pincini 0, Binci* 2, Benedetti 1, Lattanzi 3, Pizi 9, Cesarini 0, Logoh* 15, Borghetti 14, Seka* 6
SICILIA (F): Gurrieri 3, Sammartino* 3, Gioe' 2, Coppolino* 20, Merrina* 10, Rescifina 2, Sciammetta* 2, Calio' 0, Tumminelli* 2, Melita 2, Amico 0, Malara 4

LIGURIA (F) - LAZIO (F) 43 - 55 (13-17, 15-31, 34-35, 43-55)
LIGURIA (F): Garbarino 0, Picasso 0, Schiappacasse 0, Gioan* 12, Zignego* 8, Padula 0, Mangano* 11, Spinacci* 0, Dato 2, Oueslati NE, Dal Toso 0, Leonardini* 10
LAZIO (F): Bovenzi* 7, De Angelis 0, Camarda* 1, De Marchi 11, Bevolo* 9, Bellato NE, Traversa* 2, Cinque 0, Centomini 0, Ragnetti 7, Celani* 16, Ottaviani 2

FRIULI VENEZIA GIULIA (F) - PIEMONTE (F) 67 - 48 (19-10, 31-26, 46-36, 67-48)
FRIULI VENEZIA GIULIA (F): Sellan 6, Pernarcich 0, Cella 0, Rosini* 8, Mizzau* 2, Leonardi* 23, Turel* 11, Volpe 0, Fabbro* 8, Levach 7, Thiam 0, Seye 2
PIEMONTE (F): Repetto* 9, Scelza* 5, Tuberga* 14, Buffa NE, Mariotto 0, Bouchefra NE, Baracco 0, Varetto 0, Quintiero* 9, Falabrini* 0, Bonetto 11, Francia 0

LOMBARDIA (F) - EMILIA ROMAGNA (F) 72 - 51 (18-16, 40-30, 58-38, 72-51)
LOMBARDIA (F): Allevi* 15, Ronchi 10, Nebuloni 0, Toffali 1, Celli* 1, Lekre 2, Pellegrini 0, Balossi 10, Nasraoui* 2, Colognesi 6, Panzera* 18, Spinelli* 7
EMILIA ROMAGNA (F): Bassoli 0, Ronchi 0, Prisco* 5, Setti 0, Farina NE, Nativi* 8, Nagy* 4, Palmisano 0, Natali* 11, Gilli* 13, Zimbardo 0, Lavezzi 10

Ufficio Stampa FIP ]]>
Sun, 16 Apr 2017 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2016 - Bologna - TDR Kinder+Sport 2016, Antonio Bocchino e Giovanni Lucchesi: “Un torneo che ha dato risposte positive” ]]> Il Trofeo delle Regioni Kinder+Sport 2016 si è concluso con la vittoria del Lazio nel Torneo Maschile e della Lombardia nel Torneo Femminile.

Per i Tecnici Federali Antonio Bocchino e Giovanni Lucchesi, presenti durante tutta la manifestazione per visionare ragazzi e ragazze di tutte le Rappresentative Regionali, è tempo di bilanci.

“E' stata una manifestazione eccellente - è il commento di Antonio Bocchino, allenatore delle Nazionali Under 16 e Under 15 Maschili e assistente allenatore della Nazionale Femminile - che mai come quest'anno ha visto i giocatori, nel pieno rispetto delle regole, degli avversari, degli arbitri, giocare partite avvincenti ed entusiasmanti, confermando la validità di una competizione maschile a venti squadre. Ineccepibile l'organizzazione da parte del Comitato Regionale Emilia Romagna: il colpo d'occhio al PalaDozza il giorno delle Finali è stato fantastico. Il fatto anche alle semifinali del Torneo Maschile e Femminile siano arrivate, tra conferme e sorprese, otto regioni diverse, dimostra che su tutto il territorio, al Nord, al Centro e al Sud, si sta lavorando in modo egregio. Il Trofeo delle Regioni è una tappa fondamentale per verificare il percorso di crescita dei nostri giovani che come Settore Squadre Nazionali stiamo portando avanti, ormai da diversi anni, con il Progetto Azzurri e i Centri Tecnici Federali. Un'ulteriore verifica per questi ragazzi sarà il raduno di Avviamento Tecnico”.

“Un Trofeo delle Regioni molto positivo anche per il versante Femminile - ha spiegato Giovanni Lucchesi, allenatore delle Nazionali Under 17 e Under 16 Femminili e assistente allenatore della Nazionale Femminile - per l’applicazione portata in campo dalle ragazze e per l’attenzione mostrata dagli staff tecnici nel seguire le linee tecniche generali sollecitate dal Settore Squadre Nazionali. Nello specifico ho notato una ricerca del post basso e l’utilizzo più frequente di giocatrici lunghe. Il livello tecnico è stato buono ma può certamente crescere, la verifica arriverà in estate con le attività delle diverse Nazionali Giovanili. Interessante anche la presenza nelle prime otto di regioni “nuove”, in questo senso va certamente salutato con piacere l’ottimo risultato colto dalla Sicilia, seconda classificata. L’ottimo lavoro iniziato da Musumeci è stato continuato da Gebbia, il CR Sicilia ha creduto nel progetto Femminile e ora sta raccogliendo i frutti del grande lavoro, nonostante le poche squadre e le difficoltà logistiche che sono proprie della Sicilia. Dopo Verona e Vella Bronzo con l’Under 16, altre giocatrici siciliane vestiranno la maglia della Nazionale nei prossimi anni. E’ fondamentale continuare a insistere col reclutamento, per competere con gli standard europei è importante la qualità tecnica delle atlete ma anche una taglia fisica adeguata su cui lavorare”.

Ufficio Stampa Fip ]]>
Mon, 28 Mar 2016 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2016 - Bologna - Trofeo delle Regioni Kinder+Sport 2016, vincono Lazio (Maschile) e Lombardia (Femminile) ]]> Sono il Lazio nel Torneo Maschile e la Lombardia nel Torneo Femminile le squadre vincitrici del Trofeo delle Regioni “Cesare Rubini” Kinder+Sport 2016 che si è giocato a Bologna.

Nel Torneo Maschile si è deciso tutto nei secondi finali: dopo 30’ di vantaggio laziale, nell’ultimo quarto l’Emilia Romagna fa la partita, trova il pari ma alla fine la spunta il Lazio (46-43), che torna a vincere il Trofeo delle Regioni dopo il successo nel 2014 a Rimini. “Sapevamo che sarebbe stata una gara difficile – ha affermato Massimiliano Briscese, allenatore del Lazio – l’Emilia Romagna è una squadra solida e in più giocava in casa. Abbiamo avuto poco tempo per allenarci insieme, volevamo far parlare la stessa lingua cestistica a questi ragazzi e credo che ci siamo riusciti. Siamo partiti bene e sofferto nel finale, ma alla fine ce l’abbiamo fatta. Vincere è bello, farlo in un impianto storico come il PalaDozza lo è ancora di più”.
Apre la gara la tripla di Vitale, ma i primi minuti sono di grande equilibrio, con il punteggio inchiodato sul 6-6 dopo 5’. Il Lazio tenta la prima fuga ad 1’45’’ dal primo mini-intervallo (6-14) e a fine periodo conduce 8-14. Fa la partita la formazione “ospite” e trova il +11 in avvio di secondo periodo (10-21), l’Emilia Romagna prova ad alzare i ritmi, ma gli attacchi dei padroni di casa vengono respinti dal Lazio e la tripla da centrocampo di Bischetti chiude il secondo quarto sul massimo vantaggio laziale del +14: 30-16. Al rientro in campo più Emilia Romagna che Lazio, con la formazione di casa che piazza un parziale di 8-1 costringe coach Briscese a chiamare timeout. I laziali si scuotono e tornano sul +12, vantaggio con cui si chiude il quarto (27-39). Spinge l’Emilia Romagna nell’ultimo periodo e con 10-0 di parziale torna sotto: -2 quando mancano 5’36’’, timeout Lazio. Al rientro dallo stop è sempre Emilia Romagna a dettare i ritmi: pareggio a 2’45’’ dal termine (41-41). Si gioca tutto negli ultimi secondi, è il Lazio a rimanere più lucido, vincendo 46-43.

Nel Torneo Femminile si infrange sull’ultimo possesso il sogno della Sicilia di vincere il Trofeo delle Regioni: finisce 42-41 per la Lombardia, che torna a vincere la manifestazione dopo 5 anni. “Prima di tutto voglio fare i complimenti alla Sicilia – ha dichiarato Nazareno Lombardi, allenatore della Lombardia – perche ha disputato un grande torneo. Oggi abbiamo sofferto la loro aggressività ad avvio di gara poi siamo cresciuti soprattutto in fase difensiva, giocando un grande ultimo quarto in cui abbiamo concesso solo 4 punti alle nostre avversarie. Dal punto di vista personale, dopo aver perso due finali consecutive, questa vittoria è una grande soddisfazione”. Bisogna aspettare due minuti per vedere il primo canestro dell’incontro che porta la firma di Damato, seguito immediatamente da quello di Panzera: timeout Sicilia. Stroscio sblocca le squadra di Maura Danna dopo 4’50’’ (6-3), poi i punti di Casiglia e di Stroscio regalano il sorpasso alle siciliane (6-9) a 2’11’’ dal termine della prima frazione: ora è Nazareno Lombardi a chiamare timeout. A fare la gara però è sempre la Sicilia, che dopo 10’ è avanti di 8: 6-14. Le lombarde fanno sentire la loro fisicità nel secondo periodo e con un parziale di 9-0  trovano il nuovo sorpasso a 5’ dall’intervallo lungo. Il primo canestro della Sicilia nel secondo periodo è targato Maria Marmo. Le due squadre si alternano il vantaggio, ma il miniparziale siciliano di 7-0 fa andare al riposo la formazione di Danna sopra di 6: 17-23.
Ritmi alti anche al rientro in campo, ma è la Sicilia spinge sull’acceleratore e tocca il massimo vantaggio del +11 (25-36) a 2’44’’ dalla fine del terzo periodo. Le lombarde tornano sotto e il canestro di Discacciati chiude la terza frazione sul punteggio di 31-37 a favore della Sicilia. La tripla di Panzeri dà il -3 alla Lombardia. La Sicilia accusa la stanchezza e il parziale di 9-2 di metà ultimo quarto permette il sorpasso lombardo. Stroscio tiene a galla le siciliane (42-41 a 31’’ dal termine), Mazza ha nelle mani la palla della vittoria, ma le lombarde difendono alla grande: finisce 42-41 per la Lombardia.

Per il terzo anno consecutivo il Trofeo delle Regioni, intitolato alla memoria del suo fondatore Cesare Rubini, ha avuto come Title Sponsor Kinder+Sport, il progetto di Responsabilità Sociale del Gruppo Ferrero volto a promuovere stili di vita attivi e incoraggiare la pratica sportiva tra le giovani generazioni. Attivo in 30 paesi del mondo, in Italia Kinder+Sport supporta la passione dei giovani atleti attraverso il CONI e le principali Federazioni sportive per organizzare attività che avvicinino i più giovani ai valori dello sport ed alla gioia di muoversi.

Il tabellino della Finale Maschile
Emilia Romagna-Lazio 43-46 (8-14, 16-30, 27-39)
Emilia Romagna: Solaroli (0/1 da tre), Branchini 7 (2/6, 1/4), Orsi 22 (8/19, 0/1), David (0/2), Flan 6 (3/9), Ruina (0/1), Lullo 2 (1/3, 0/2), Nobili (0/2), Rossi 4 (1/1), Guastamacchia 2 (1/7, 0/1) Fussi ne, Betti ne. All. Zanardi
Lazio: Luzzi 3 (1/10, 0/3), Bagaglini 0 (0/2, 0/1), Bischetti 8 (0/1, 2/6), Vitale 8 (0/5, 1/4), Laffitte 11 (4/10, 0/1), Okereke, Mantovani 0 (0/1), Ferrari 4 (2/6, 0/3), Reale 7 (2/7, 1/3), Dron 5 (1/4, 1/2), Ballin 0 (0/1, 0/3), Quarta ne. All. Briscese
Arbitri: Esposito, Ricci


Il tabellino della Finale Femminile
Lombardia-Sicilia 42-41 (6-14, 17-23, 31-37)
Lombardia: Damato 6 (3/9), Celli 2 (1/5), Gallitognotta 2 (1/4, 0/3), Gregotti 5 (2/3), Panzera 11 (5/1, 0/2), Capellini 4 (2/6), Panzeri 3 (0/1, 1/1), Beltrami 2 (1/2), Discacciati 2 (1/5, 0/3), Colli 2 (1/2), Fossati, Gatti 3 (1/4). All. Lombardi
Sicilia: Spampinato 2 (1/3, 0/3), Sciammetta (0/1), Casiglia 6 (3/6, 0/2), Coppolino (0/1 da tre), Marmo 5 (2/4), Sammartino 7 (3/6), Stroscio 15 (5/12, 1/1), Schembari ne, Cappelli ne, Mazza 4 (2/7, 0/2), Savattieri 2 (1/1), Macciò ne. All. Danna
Arbitri: Berton, Akli

I risultati delle Finali
Finale 1°-2° posto
Emilia Romagna-Lazio 43-46 (8-14, 16-30, 27-39)
Emilia Romagna: Solaroli (0/1 da tre), Branchini 7 (2/6, 1/4), Orsi 22 (8/19, 0/1), David (0/2), Flan 6 (3/9), Ruina (0/1), Lullo 2 (1/3, 0/2), Nobili (0/2), Rossi 4 (1/1), Guastamacchia 2 (1/7, 0/1) Fussi ne, Betti ne. All. Zanardi
Lazio: Luzzi 3 (1/10, 0/3), Bagaglini 0 (0/2, 0/1), Bischetti 8 (0/1, 2/6), Vitale 8 (0/5, 1/4), Laffitte 11 (4/10, 0/1), Okereke, Mantovani 0 (0/1), Ferrari 4 (2/6, 0/3), Reale 7 (2/7, 1/3), Dron 5 (1/4, 1/2), Ballin 0 (0/1, 0/3), Quarta ne. All. Briscese
Arbitri: Esposito, Ricci

Finale 3°-4° posto
Veneto-Toscana 39-52 (8-14; 18-29; 26-33)
Veneto: Biancotto ne, Pianegonda, Pellicano, Formenton 2, Rosato 4, Mazzonetto, Bisceglie 14, Adobah 7, Boateng 6, Cifonelli 2, Bellato 2, Buratto 2. All. Marcelletti
Toscana: Cecchi 19, Saladini 9, Paolo, Berti 1, Santoni 2, Sereni 6, Tintori 10, Balducci 3, Torrigiani, Pierangelini 1, Guerrieri ne, Susini 1. All. Sorbetto
Arbitri: Gai, Parisi

Finale 5°-6° posto
Lombardia-Campania 68-43 (18-13, 32-28; 39-42)
Lombardia: Lanzi 11, Ziviani 7, Merlo 2, Toure 16, Casati 4, Milesi 3, Braghini 13, Riboli 8, De Feo, Raimondi 2, Coppola 2, Oberti. All. Malavasi
Campania: Vitiello, Iavazzi 4, Domenico 7, Mansi 10, Caloia 11, De Felice, D'Addio E. 3, D'Addio L. ne, Di Palma, Angelo Aldi 8, Romano, Zastavnyy. All. Zurolo
Arbitri: Covitto, Migliaccio

Finale 7°-8° posto
Piemonte-Marche 65 - 67
(24-21; 31-34; 46-47)
Piemonte: Segala 2, Origlia 12, Maghirang 2, Cuccu, Arduino, Aralla 6, Benessahroui 5, Penna 7, Lucia 12, Castellino 19, Caillot, Ferrakacu. All. Landra
Marche: Barzotti 11, Gulini 6, Primitivo, Calbini 5, Francavilla, Re 14, Pagliaro 2, Reggiani 9, Maoloni, Gnoffo 3, Molo 4, Bendia 13. All. Pentucci.
Arbitri: Lera, Zambarda

Girone 9°-12° posto
3^ giornata
Liguria-Sardegna 75-62 (17-13; 41-28; 59-43)
Liguria: Callo 2, Bisso, Doccini 3, Bogliardi 28, Zuppinger 2, Pene 14, Raggio 1, Ungureanu, Fassio 2, Borselli 8, Galuzzi 2, Chiavaccini 13. All. Toselli
Sardegna: Grant 25, Pisoni, Podda 2, Jervis, Loi 2, Ibba 5, Colabucci 4, Frongia 6, Ruzzu 2, Sene 3, Uzzannu, Puggioni 13. All. Bonu
Arbitri: D'Amore, Daniele

Puglia-Friuli Venezia Giulia 64-70 (16-25; 38-42; 54-56)
Puglia: Laquintana 2, Arnaldo 2, Totagiancaspro 2, Genchi 8, Mannarini, Di Sansebastiano, Carriera, Zurlo 15, Acella 10, Chirizzi 9, Marzo 16, Rutigliano. All. Console
FVG: Pajer 2, Blasi, Crocenzi, Faloppa 2, Furlan 6, Azzano 6, Poboni 8, Brancati 4, Dudine 6, Boglich 22, Finatti 14, Furlanis. All. Ivancich
Arbitri: Mulas, Riccardi

Classifica: Friuli Venezia Giulia 6 (3-0), Puglia 2 (1-2), Liguria 2 (1-2), Sardegna 2 (1-2)

Finale 13°-14° posto
Trentino Alto Adige-Umbria 71-82 (12-27; 38-42; 57-56)
Trentino A.A.: Madella, Martemucci 2, Barion, Trentini 9, Jovanovic 20, Pedron 21, Bresciani, Santoni 2, Boschetti 4, Berloffa 9, Ruatti 4, Perrucci. All. Jakovljevic
Umbria: Minieri 6, Curti, Rossi 5, Cappelletti 26, Fedeli, Cenerini 2, Taccucci 13, Giometti 9, De Pretis 13, Lucarini 6, Buca, Ciancabilla 2. All. Martina
Arbitri: Fioriti, Parolini

Finale 15°-16° posto
Abruzzo-Sicilia 58-64 (22-22, 35-35; 48-48)
Abruzzo: Najafi 17, Cicchinelli 2, Malatesta 7, Di Rino 8, Di Francesco 6, Nardecchia, Palmucci 9, Bravetti ne, Cocciaretto 4, Dakroui 5, Peres, Zappalorto. All. Di Matteo
Sicilia: Lamia 14, Elia 5, Saccone 9, Nicosia 14, Salvo 8, Basciano 9, Bocchieri 5, Farruggio Ne, Triassi, Dore, Ventura, Tartamella ne. All. Bianca
Arbitri: Marino, Dal Bianco

Finale 17°-18° posto
Basilicata-Molise 48-41 (14-8; 31-20; 34-31)
Basilicata: Scalcione 3, Grossi 7, Claps, Cascone 2, Lonato, Rando, Caggiano 23, Cardinale, Galgano 2, Gianpetruzzi 4, Laguardia 7, Petronella n.e. All. Bochicchio
Molise: Brianza 3, Inno, Fontanella, Lentinio 2, Astolfo 3, Santoro 2, Primerano, Alfieri 1, Di Biase 21, Eliseo 6, Esposito 3. All. Canzano
Arbitri: Giovagnini, Guerrasio

Finale 19°-20° posto
Calabria-Valle d'Aosta 75-33 (25-14; 38-16; 56-25)
Calabria: Nicolaio 2, Coluccio 22, Scarpino 10, Artuso, Proietto 2, Romeo 3, Sestito 9, De Francesco 4, Guarnieri 6, Falzetta 15, Mastria 2, Gallo. All. Cugliandro
Valle d'Aosta: Popescu, Scaperrotta 2, Cuneaz 6, Monti 2, Pugliese 2, Lallinaj 4, Farina 10, Trecate, Morandi, Deramo 2, Trabbia 5. All. Frison
Arbitri: Rodi, Orazi

Classifica finale
1° LAZIO
2° Emilia Romagna
3° Toscana
4° Veneto
5° Lombardia
6° Campania
7° Marche
8° Piemonte
9° Friuli Venezia Giulia
10° Puglia
11° Liguria
12° Sardegna
13° Umbria
14° Trentino Alto Adige
15° Sicilia
16° Abruzzo
17° Basilicata
18° Molise
19° Calabria
20° Valle d’Aosta

L’Albo d’Oro
2002 - Lombardia (Viterbo)
2003 - Lombardia (Viterbo)
2004 - Toscana (Pescara)
2005 - Veneto (Pesaro)
2006 - Veneto (Cervia)
2007 - Veneto (Cervia)
2008 - Lazio (Montecatini Terme)
2009 - Toscana (Montecatini Terme)
2010 - Emilia Romagna (Lignano Sabbiadoro)
2011 - Lazio (Torino)
2012 - Lombardia (Provincia di Fermo)
2013 - Emilia Romagna (annata 1999) (Montecatini)
2013 - Toscana (Genova)
2014 - Lazio (Rimini)
2015 - Lombardia (Roma)
2016 – Lazio (Bologna)


TORNEO FEMMINILE
Finale 1°-2° posto
Lombardia-Sicilia 42-41 (6-14; 17-23, 31-37)
Lombardia: Damato 6 (3/9), Celli 2 (1/5), Gallitognotta 2 (1/4, 0/3), Gregotti 5 (2/3), Panzera 11 (5/1, 0/2), Capellini 4 (2/6), Panzeri 3 (0/1, 1/1), Beltrami 2 (1/2), Discacciati 2 (1/5, 0/3), Colli 2 (1/2), Fossati, Gatti 3 (1/4). All. Lombardi
Sicilia: Spampinato 2 (1/3, 0/3), Sciammetta (0/1), Casiglia 6 (3/6, 0/2), Coppolino (0/1 da tre), Marmo 5 (2/4), Sammartino 7 (3/6), Stroscio 15 (5/12, 1/1), Schembari ne, Cappelli ne, Mazza 4 (2/7, 0/2), Savattieri 2 (1/1), Macciò ne. All. Danna
Arbitri: Berton, Akli

Finale 3°-4° posto
Marche-Friuli Venezia Giulia 47-63 (14-19; 32-36; 37-43)
Marche: Nociaro 10, Annibalini, Albanelli 1, Binci 1, Ciccola 4, Paoletti 13, Michelini 4, Becci, Orsili 11, D'Amico, Diouf, Foresi 3. All. Pesaresi
Friuli Venezia Giulia: Furis 7, Sammartini 8, Salomoni 3, Leonardi 10, Rocco 5, Rosignoli, Rorato 6, Turel 4, Trangoli, Fabbro 2, Bric 15, Camporeale. All. Fazzi
Arbitri: Molinari, Procacci

Finale 5°-6° posto
Toscana-Veneto 50-61 (12-11; 25-28; 38-44)
Toscana: Cerri, Rossini 9, Nannetti, Marini 1, Posarelli, Bartolini 3, Malquori 6, Stefanini, Saldarelli 18, Capodagli 8, Cecconi 5, Caneschi. All. Galanti
Veneto: Vaccarini, Viviani 7, Gulino 12, Gini, Salmaso, Peserico 10, Luraschi 7, Meroi 9, Djodj 4, Pastrello 4, Busnardo, Zennaro 8. All. Ruffo
Arbitri: D'Avanzo, Liuzzi

Finale 7°-8° posto
Sardegna-Emilia Romagna 36-32 (8-9; 19-15; 27-21)
Sardegna: Gaetani 13, Loi, Matta, Madeddu 6, Pintauro, Zucca 3, Melis, Caddeo 3, Pinna 3, Saias 2, Santoru 1, Loddo 5. All. Staico
Emilia Romagna: Farnè, Frnaceschini 5, Quintini, Chierici 4, Palmisani 2, Gianesini 2, Zavatta, Natali 1, Gilli ne, Duca N. 6, Duca E. 12, Nagy. All. Della Godenza
Arbitri: Zangari, Mannocci

Finale 9°-10° posto
Liguria-Campania 35-25 (10-4; 17-11; 19-17)
Campania: Petti, D'Agostino, Monda 9, Panniello 4, Cifaldi 2, De Feo, Giulia, Sperandio, De Rosa 4, Giuliva 6, Manganiello, Mattera 6. All. Persico
Liguria: Giaroli 2, Grigoni, Zignego 12, Ravani 3, Mangano 6, Nezaj, Paleari 4, Comunello 1, Dal Toso, Moscatelli, Leonardini 2, Poggio 5. All. Grandi
Arbitri: Anastasia, Mafrici

Finale 11°-12° posto
Trentino Alto Adige-Umbria 36-32 (12-8; 20-18; 28-24)
Trentino Alto-Adige: Deimichei 12, Marchi 9, Piccoli, Carretta, Ndreaj 2, Gualtieri 6, Bertoldi, Gaia Chemolli 5, Grossgasteiger 2, Pistore, Roubal, Rossato. All. De Marco
Umbria: Speziali, Sole Protetti Picotti, Magini 7, Chiara Monti, El Haiti 4, Floridi, Gaggioli 1, Bonaccini, Gatti 8, Ricci, Paolucci, Conti 12. All. Posti
Arbitri: De Stefano, Femminella

Girone 13°-14°-15° posto
(Partite da due quarti)
Calabria-Lazio 14-40 (7-21)
Calabria: Ventrici 2, Montebello, Scordino, Ferrara, Dell’Uomo 3, Mattiani, Esposito 2, Chinenye Egwoh 2, Greco, Erminia Surace, Saia, Alfano 5. All. Ceroni
Lazio: Cerullo 6, Perrotti 3, Camarda, Orsini 4, Maroglio 4, Romana Ferretti 2, Brichese 7, Paradisi 6, Centomini, Patrizio 2, Oropallo 4, Angelini 2. All. Ceravolo
Arbitri: Loperfido, Luchi

Piemonte-Calabria 47-16 (28-8)
Piemonte: Repetto 6, Grattini 2, Tuberga 4, Salvadeo 3, Bosco 4, Giannotto 3, Minarelli 3, Bevolo 2, Fabrini 9, Kotromanovic 3, Varetto 8. All. D’Affuso
Calabria: Scordino 1, Dell'Uomo 5, Mattiani 4, Chineye Egwoh, 2, Ventrici 2, Montebello 2. All. Ceroni
Arbitri: Luchi, Mariani

Lazio-Piemonte 28-26 (14-18)
Lazio: Maroglio 8, Patrizio 4, Angelini 10, Perrotti 4, Centomini 2. All. Ceravolo
Piemonte: Repetto 12, Grattini 3, Salvadeo 3, Bosco 4, Minarelli 2, Falabrini 2. All. D’Affuso
Arbitri: Mariani, Loperfido

Girone 16°-17°-18° posto
(Partite da due quarti)
Basilicata-Puglia 13-44 (4-26)
Puglia: Notarangelo 2, Basile 6, Gatta 2, Volpe 4, Aprile 7, Galeone De Ruvo 11, Cenerini 4, Nozzolino 3, Di Terlizzi 3, De Nicolo 2, Mollica, Cometa. All. Alba
Basilicata: Rossi, Oliveri, Albini, Guarino 5, Molinari 2, Russo 2, I. Carlucci 2, Loperfido, L. Carlucci 2, Esposito Lo Scavo, Romano, Coretti. All. Luongo
Arbitri: Coccia, Mancini

Abruzzo-Basilicata 43-12 (21-5)
Abruzzo: Previtero 2, Chiccarelli, Bortone 5, Pineto 2, Rospo 6, Rabottini, Di Cenzo, Marcotullio 6, Stama 2, Madonna 9, Di Giacopo 7, Cifeca4. All. De Luca
Basilicata: Rossi, Oliveri, Albini, Guarino 3, Molinari 2, Russo, I. Carlucci, Loperfido 4, L. Carlucci, Esposito Lo Scavo 2, Romano 1, Coretti. All. Luongo
Arbitri: Mancini, Angeli

Puglia-Abruzzo
Puglia-Abruzzo 36-17 (17-7)
Puglia: Notarangelo 1, Basile 9, Gatta 2, Volpe 1, Aprile 13, Galeone De Ruvo 6, Cenerini, Nozzolino, Di Terlizzi, De Nicolo, Mollica 4, Cometa. All. Alba
Abruzzo: Previtero, Chiccarelli, Bortone 9, Pineto 2, Rospo 2, Rabottini, Di Cenzo, Marcotullio, Stama, Madonna, Di Giacopo 4, Cifeca. All. De Luca
Arbitri: Angeli, Coccia

Classifica Girone: Classifica Girone: Puglia 4 (2-0), Abruzzo 2 (1-1), Basilicata (0-2)

Classifica finale
1° LOMBARDIA
2° Sicilia
3°  Friuli Venezia Giulia
4°  Marche
5°  Veneto
6°  Toscana
7°  Sardegna
8°  Emilia Romagna
9°  Liguria
10° Campania
11° Trentino Alto Adige
12° Umbria
13° Lazio       
14° Piemonte
15° Calabria
16° Puglia
17° Abruzzo
18° Basilicata
 
L'Albo d'Oro
2002 - Veneto (Viterbo)
2003 - Veneto (Viterbo)
2004 - Veneto (Pescara)
2005 - Lombardia (Pesaro)
2006 - Veneto (Cervia)
2007 - Lombardia (Cervia)
2008 - Veneto (Montecatini Terme)
2009 - Lombardia (Montecatini Terme)
2010 - Lombardia (Lignano Sabbiadoro)
2011 - Lombardia (Torino)
2012 - Veneto (Provincia di Fermo)
2013 - Veneto (Genova)
2014 - Veneto (Rimini)
2015 - Toscana (Roma)
2016 - Lombardia (Bologna)

Ufficio Stampa Fip
]]>
Sun, 27 Mar 2016 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 2016 - Bologna - TDR “Kinder+Sport” 2016, i risultati della prima giornata ]]> E' iniziato oggi il Trofeo delle Regioni “Cesare Rubini” Kinder+Sport 2016. Prima di tutte le partite della manifestazione è stato osservato un minuto di silenzio in memoria delle studentesse italiane Erasmus decedute alcuni giorni fa nel tragico incidente stradale in Spagna.

Tutte le partite del PalaDozza, fino alle due finalissime di lunedì 28 marzo, sono trasmesse in diretta streaming su www.fip.it/trofeodelleregioni.


TORNEO MASCHILE
GIRONE A

EMILIA ROMAGNA-LIGURIA 68-46
L’Emilia Romagna esce alla distanza contro la Liguria. Grande equilibrio fino all’8-9, poi parziale di 10-0 per i padroni di casa e prima fuga. Bogliardi, però, è inarrestabile e la Liguria rientra a -2 al 10’ (21-19), per poi impattare a quota 23. Orsi risponde presente e l’Emilia Romagna mantiene qualche lunghezza di vantaggio, ma solo nella ripresa arriva il break: primo allungo e 41-30 con Flan a quota 17 e, poi, seconda decisiva spallata e dal 41-35 al 24’ si passa al 52-37 della terza sirena. Nella frazione conclusiva non si segna per quasi duecento secondi, poi i biancorossi riprendono in mano le redini dell’incontro raggiungendo il massimo vantaggio sul 64-40.

EMILIA ROMAGNA-LIGURIA 68-46 (21-19, 14-11, 17-7, 16-9)
EMILIA ROMAGNA: Solaroli 4 (2/3, 0/2), Branchini 13 (5/11, 1/2), Orsi 8 (4/6), David 4 (2/3), Flan 20 (9/10), Ruina 4 (2/2, 0/1), Fussi 2 (1/1), Lullo 5 (2/6), Nobili 4 (2/3, 0/1), Rossi 2 (1/1), Guastamacchia 2 (0/5, 0/1), Betti 0 (0/2)
Tiri Liberi: 5/11 - Rimbalzi: 38 30+8 (Orsi 8) - Assist: 16 (Flan 5) - Cinque Falli: Flan
LIGURIA: Callo 3 (0/1, 1/8), Bisso 0 (0/2), Doccini 0 (0/1, 0/2), Bogliardi 17 (6/10, 1/5), Zuppinger 0 (0/2, 0/1), Pene 2 (1/8), Raggio 2 (1/1), Ungureanu 0 (0/2), Fassio 7 (3/3), Borselli 3 (1/2, 0/3), Galuzzi 0 (0/1), Chiavaccini 12 (4/8, 1/4)
Tiri Liberi: 5/16 - Rimbalzi: 31 20+11 (Chiavaccini 8) - Assist: 2 (Callo, Pene 1)


MARCHE-SICILIA 79-43
La seconda gara di giornata in scena alla Palestra Alutto vede trionfare la selezione maschile delle Marche sulla compagine siciliana con un netto 79-43. I ragazzi di coach Pentucci dimostrano sin dalla prima frazione di poter vincere senza troppe difficoltà. Onorevole comunque la conduzione di gara della formazione siciliana che non ha molla fino all’ultima sirena. Primo quarto che evidenzia subito la differenza tra i due quintetti con i marchigiani sul 24-7 grazie alla vena realizzativa di Re, autentico mattatore del match con 16 punti e 9 rimbalzi. Il vantaggio aumenta costantemente per merito di un’ottima organizzazione difensiva abbinata ad una precisa gestione del contropiede. Al riposo il risultato vede la Sicilia sotto di 18-45. Nel secondo tempo la situazione non cambia: le Marche conducono con sicurezza fino alla sirena finale portando, con l’ultimo canestro di Reggiani (15 punti), il risultato sul 79-43 massimo vantaggio della gara.

MARCHE-SICILIA 79-43 (24-7, 21-11, 14-12, 20-13)
MARCHE: BARZOTTI 6 (1/3, 1/1), GULINI, PRIMITIVO 3 (1/1, 0/1), CALBINI 3 (0/4, 1/3), FRANCAVILLA, RE 16 (4/11, 1/2), PAGLIARO 12 (6/11), REGGIANI 15 (7/12, 0/1), MAOLONI 4 (2/4, 0/4), GNOFFO 3 (0/3, 1/1), MOLO 9 (4/6), BENDIA 7 (1/8)
Tiri Liberi: 15/31 - Rimbalzi: 53 32+21 (RE 9) - Assist: 16 (PAGLIARO 3)
SICILIA: BASCIANO, BOCCHIERI 0 (0/2, 0/1), FARRUGGIO 0 (0/1, 0/1), TRIASSI 0 (0/2, 0/2), LAMIA 14 (7/19, 0/3), ELIA 11 (5/14, 0/1), SACCONE 6 (1/8, 1/1), NICOSIA 6 (3/5), DORE 0 (0/1), VENTURA 0 (0/2), TARTAMELLA 4 (2/2, 0/1), SALVO 2 (1/1)
Tiri Liberi: 2/8 - Rimbalzi: 42 28+14 (SACCONE 9) - Assist: 5 (SACCONE 2)


CLASSIFICA
Emilia Romagna 2 (1-0), Marche 2 (1-0), Liguria 0 (0-1), Sicilia 0 (0-1)


GIRONE B
LOMBARDIA-TRENTINO ALTO ADIGE 93-54
Partenza super della formazione del Trentino Alto Adige che, sotto 6-2, ha una veemente risposta e si porta avanti 12-10 a metà prima frazione. Ne esce un primo quarto godibilissimo, con il Trentino A.A. a trovare soluzioni tecniche interessanti e la Lombardia a sfruttare soprattutto chili e centimetri sotto canestro, fra tutti Tourè. I blu ci credono e aumentano la pressione difensiva rimanendo a contatto, solo negli ultimi due minuti la Lombardia costruisce il primo break (+6), grazie soprattutto alle seconde chance. Sulla falsa riga comincia il secondo quarto: Trentino A.A. che corre e Lombardia che risponde dal pitturato, con risultato break e controbreak che lascia invariato lo scarto dopo tre minuti. Un paio di palle rubate permettono ai bianchi di volare a +10 obbligando coach Jakovljevic al timeout a 6’. I suoi ragazzi non calano il ritmo mentre gli avversari chiudono le maglie in difesa e si lanciano in contropiede, chiudendo sul +21 alla pausa lunga: troppa la differenza sulle seconde opportunità, 17 per la Lombardia contro 4 del Trentino A.A. Al rientro dagli spogliatoi la Lombardia fa vedere definitivamente i muscoli e sviluppa trame offensive più interessanti, il Trentino A.A. non molla e limita i danni: +34 all'ultima pausa. L’ultima frazione scorre via sulla falsa riga fino al +39 finale. La Lombardia conferma le proprie qualità, Trentino Alto Adige esce a testa alta.

LOMBARDIA-TRENTINO ALTO ADIGE 93-54 (24-18, 26-11, 28-17, 15-8)
LOMBARDIA: Milesi 4 (2/4), Lanzi 20 (10/11, 0/1), Braghini 3 (1/6, 0/2), Riboli 3 (1/6), Ziviani 10 (5/9), Merlo 6 (3/5), De Feo 10 (5/12), Raimondi 4 (2/6), Toure 12 (6/7), Casati 8 (4/6), Coppola 10 (2/7), Oberti 3 (1/3)
Tiri Liberi: 9/20 - Rimbalzi: 52 28+24 (Coppola 9) - Assist: 23 (Lanzi 6)
TRENTINO ALTO ADIGE: Madella 0 (0/3, 0/1), Martemucci 0 (0/1, 0/2), Barion 0 (0/1, 0/1), Trentini 9 (4/12), Jovanovic 7 (2/7, 0/1), Pedron 13 (5/8), Bresciani 0 (0/2), Santoni 5 (2/7), Boschetti 7 (1/3, 1/2), Berloffa 0 (0/2, 0/1), Philip Ruatti 13 (5/9, 0/1), Perrucci 0 (0/1)
Tiri Liberi: 13/26 - Rimbalzi: 28 18+10 (Pedron 6) - Assist: 4 (Madella, Jovanovic, Pedron, Berloffa 1)


TOSCANA-PUGLIA 77-49
Esordio senza problemi per la Toscana: battuta comodamente la Puglia a Borgo Panigale. Superiori i ragazzi di Alessandro Galanti, anche e soprattutto dal punto di vista della stazza fisica: il loro totale dominio delle aree è ben fotografato dal 58-33 nel conto finale a rimbalzo. Fanno più o meno quello che vogliono le torri gemelle di Pontedera Lorenzo Guerrieri e Tommaso Tintori, anche se l'MVP del match è il mensanino Manuel Saladini, 13 punti e 6 assist collezionati in soli 16 minuti, quelli in cui c'è stata partita. Sotto canestro inoltre si fa largo Francesco Susini (11 rimbalzi) e nel reparto esterni spicca anche la prova di Filippo Sereni (11 con 5/7 al tiro). Lo scarto tocca per la prima i venti punti sulla sirena del primo quarto, con una tripla di Flurio, i pugliesi hanno il merito di rimanere nel match fino a metà corsa, con una reazione nel secondo quarto con la quale risalgono dal -24 al -14, anche se poi vanno al riposo sul -19. La ripresa inizia con un tremendo 14-0 con cui la Toscana tocca presto i trenta punti di scarto e da lì in poi è il momento delle seconde linee. Per la Puglia il miglior realizzatore è Emanuele Marzo, ma Giogio Acella raccoglie 9 rimbalzi e si fa notare per la sua verve il piccolo Michelangelo Laquintana.

TOSCANA-PUGLIA 77-49 (35-15, 15-16, 20-3, 7-15)
TOSCANA: Cecchi 4 (2/8), Saladini 13 (4/6, 1/3), Paolo Flurio 9 (3/4, 1/3), Berti 4 (2/4), Santoni 0 (0/2), Sereni 11 (4/6, 1/1), Tintori 10 (5/11), Balducci 6 (3/4, 0/1), Torrigiani 2 (1/6), Pierangelini 5 (2/8, 0/1), Guerrieri 7 (3/9), Susini 6 (3/5)
Tiri Liberi: 4/11 - Rimbalzi: 57 34+23 (Susini 11) - Assist: 14 (Saladini 6)
PUGLIA: Laquintana 6 (1/1, 1/4), Arnaldo 7 (1/5, 1/1), Totagiancaspro 3 (0/3, 1/2), Genchi 5 (2/5, 0/1), Mannarini 0 (0/1), Di Sansebastiano 4 (2/3, 0/1), Carriera 2 (1/1, 0/1), Zurlo 4 (2/6), Pio Acella 6 (2/6), Chirizzi 0 (0/2), Marzo 8 (4/10, 0/2), Rutigliano 4 (1/8, 0/1)
Tiri Liberi: 8/16 - Rimbalzi: 32 22+10 (Pio Acella 9) - Assist: 6 (Marzo 3)

CLASSIFICA
Lombardia 2 (1-0), Toscana 2 (1-0), Puglia (0-1), Trentino Alto Adige 0 (0-1)


GIRONE C
CAMPANIA-FRIULI VENEZIA GIULIA 61-42
Inizia il Torneo come meglio non avrebbe potuto la Campania, che sconfigge il Friuli Venezia Giulia 61-42. Match condotto per quasi tutti i quaranta minuti, ma solo nella ripresa i campani hanno trovato l'allungo decisivo. Dopo le prime schermaglie (6-6 al 5’), la Campania accelera con un parziale di 8-0. Il Friuli Venezia Giulia, a cavallo dei primi due quarti, torna sotto (16-15 al 12’), ma Caloia è un rebus irrisolvibile per i gialloblu e i ragazzi di coach Zurolo raggiungono il massimo vantaggio sul 29-18, al 17’, con 13 punti del suo numero 20. Riposo per la sua punta e subito rimonta del FVG che va al riposo sul -4 (29-25). Il match ha la sua vera svolta nella terza frazione: i friulani segnano tre punti in otto minuti e la Campania (bene Lorenzo D’Addio) vola fino al +23 (53-30) della terza sirena. Ultimi dieci minuti senza particolari emozioni, con i gialloblu che riescono a limitare la sconfitta.

CAMPANIA-FRIULI VENEZIA GIULIA 61-42 (14-9, 15-16, 24-5, 8-12)
CAMPANIA: Vitiello 4 (1/4, 0/1), Iavazzi 4 (0/4, 1/2), De Felice 1 (0/2), D'Addio E. 0 (0/1), D'Addio L. 12 (6/9, 0/1), Domenico 6 (3/6, 0/1), Mansi 2 (1/3), Di Palma, Angelo Aldi 8 (4/5), Romano 2 (1/4), Zastavnyy 6 (3/5, 0/1), Caloia 16 (7/11)
Tiri Liberi: 6/13 - Rimbalzi: 34 27+7 (Caloia 7) - Assist: 12 (Mansi 3)
FRIULI VENEZIA GIULIA: Pajer 2 (1/3), Blasi 4 (2/7, 0/1), Crocenzi 6 (2/7), Faloppa 3 (1/3), Furlan 4 (1/1), Azzano, Poboni 4 (2/5), Brancati 2 (1/1), Dudine 9 (4/8), Boglich 1 (0/7, 0/3), Finatti 3 (1/5), Furlanis 4 (2/4)
Tiri Liberi: 8/16 - Rimbalzi: 25 20+5 (Crocenzi 6) - Assist: 6 (Blasi, Poboni, Finatti 2)


VENETO-ABRUZZO 77-31
Tutto come da copione e il Veneto inizia con una roboante affermazione (+46) contro l’Abruzzo. Partenza di marca abruzzese con i blu che corrono in contropiede e con due piazzati e un libero si portano sul 6-2. I veneti ci mettono qualche minuto a riorganizzarsi, ma con il passare dei minuti aumentano il ritmo: +17 alla sirena. Nel secondo quarto i biancorossi impostano un gioco dentro fuori per sfruttare i centimetri a loro favore, restando abili nell'affrontare la zone press abruzzese. Dall’altra parte del campo i blu litigano col ferro, trovando l'unico canestro dal campo in oltre 15’: 48-15 alla pausa lunga che vale il +33 Veneto. Nel terzo periodo blu più continui in attacco e aggressivi in difesa: la reazione d'orgoglio vale la vittoria del quarto 12-10. Nell'ultimo tempo il Veneto riprende le redini del match e incrementa il proprio vantaggio, che tocca il suo massimo alla sirena finale: +46.

VENETO-ABRUZZO 77-31 (25-8, 23-7, 10-12, 19-4)
VENETO: Biancotto 3 (1/1), Pianegonda 0 (0/2, 0/1), Pellicano 4 (2/4), Formenton 7 (3/5), Rosato 3 (1/3), Mazzonetto 2 (1/2, 0/1), Bisceglie 14 (7/14, 0/1), Adobah 12 (6/11), Boateng 14 (6/14, 0/1), Cifonelli 12 (6/8, 0/1), Bellato 4 (2/4), Buratto 2 (1/5)
Tiri Liberi: 5/9 - Rimbalzi: 48 30+18 (Adobah, Boateng, Buratto 8) - Assist: 15 (Adobah 4)
ABRUZZO: Nardecchia 0 (0/1 da tre), Najafi 5 (2/9, 0/3), Palmucci 4 (2/4, 0/1), Cicchinelli 0 (0/1, 0/1), Malatesta 5 (1/7, 1/2), Bravetti, Di Rino 6 (1/6, 1/1), Cocciaretto 2 (1/2), Di Francesco 3 (1/3), Dakroui 2 (0/6), Peres 2 (1/3), Zappalorto 0 (0/2)
Tiri Liberi: 7/16 - Rimbalzi: 24 18+6 (Malatesta 4) - Assist: 1 (Najafi 1)

CLASSIFICA
Campania 2 (1-0), Veneto 2 (1-0), Abruzzo 0 (0-1), Friuli Venezia Giulia 0 (0-1)


GIRONE D
PIEMONTE-UMBRIA 62-58
Vince il Piemonte contro un'Umbria mai doma che, dopo essere finita sotto anche di diciassette lunghezze, riesce a riaprire la partita, che si decide in favore dei piemontesi solo nei minuti finali. Il Piemonte si porta subito sul 5-0, l'Umbria non ci sta e, guidata dalle giocate di Cappelletti, recupera fino al sorpasso (11-14). Prima della fine del quarto la reazione del Piemonte, che con un parziale di 10-0 trova il vantaggio a fine primo quarto (21-14). Nel secondo l'Umbria fatica a trovare la via del canestro, il Piemonte tiene alta l'intensità chiudendo il primo tempo avanti 35-22. Al rientro dagli spogliatoi il Piemonte vola subito a +17, puntuale arriva la reazione umbra: break di 8-0 per i biancoverdi che tornano sotto la doppia cifra di svantaggio (39-30). I piemontesi si riprendono e al 30' il tabellone che recita 52-39. Nell'ultimo quarto l'Umbria non si dà per vinta, alzando la difesa a tutto campo e recuperando fino al canestro che vale il -5 a 27” dalla fine. Palla persa Piemonte e, con 8” da giocare, arriva la tripla di Cappelletti per il -3. Con un secondo rimasto a disposizione è un tiro libero di Lucia a chiudere i giochi e il Piemonte conquista la prima vittoria nel torneo.

PIEMONTE-UMBRIA 62-58 (21-14, 14-8, 17-17, 10-19)
PIEMONTE: Segala 4 (2/4, 0/1), Origlia 11 (4/8, 1/1), Christian Maghirang 9 (3/6, 0/1), Cuccu 2 (1/4), Arduino 3 (1/3, 0/2), Morgan 3 (0/1, 1/1), Benessahroui 6 (3/4, 0/2), Guglielmo 2 (1/2), Lucia 10 (4/8), Castellino 10 (3/6), Caillot, Ferrakacu 2 (1/4)
Tiri Liberi: 10/20 - Rimbalzi: 46 37+9 (Lucia 9) - Assist: 13 (Morgan 4)
UMBRIA: Minieri 8 (3/11, 0/3), Curti, Rossi 0 (0/1), Cappelletti 22 (7/19, 1/4), Fedeli 4 (2/2), Cenerini 0 (0/2), Taccucci 5 (2/9, 0/4), Giometti 4 (1/5, 0/1), De Pretis 9 (4/10), Lucarini 3 (1/4), Buca 0 (0/1), Ciancabilla 3 (1/4)
Tiri Liberi: 13/24 - Rimbalzi: 41 23+18 (Ciancabilla 11) - Assist: 6 (Cenerini, De Pretis 2)


SARDEGNA-LAZIO 33-69
Tutto facile per il Lazio che nella partita del pomeriggio liquida la pratica Sardegna con un eloquente 69-33. Coach Briscese ruota tutti gli effettivi trovando buonissime risposte da ognuno dei suoi giocatori, mentre tra gli isolani spicca Sasha Grant, lungo italo-americano di 194 cm, in forza all'Esperia Cagliari. Il match comincia a ritmi bassi: un contropiede di Bischetti e un canestro di Vitale portano il Lazio sul 4-0, che solo al 9' diventa 8-0 con due liberi di Dron e un paniere di Ferrari. Pisoni rompe il ghiaccio per i suoi solo in chiusura di quarto, ma Bagaglini ristabilisce le distanze al mini-riposo (12-2, 10'). Il vantaggio non aumenta fino alla bomba di Luzzi (21-7, 14') e, nonostante un paio di lampi di Grant, si capisce che la gara è già indirizzata prima dell'intervallo (11-30, 20'). Due canestri di Sene aprono il 2° tempo dei sardi, ma il Lazio non si fa sorprendere, e riesce a ribattere colpo su colpo. La squadra della capitale tocca il +30 al 27' (77-47), distacco che aumenta fino al 33-69 finale.

SARDEGNA-LAZIO 33-69 (2-12, 9-21, 11-17, 11-19)
SARDEGNA: Mattias Grant 7 (1/7, 0/2), Pisoni 4 (2/2), Podda 5 (1/4, 1/1), Jervis 0 (0/1, 0/1), Loi 0 (0/1), Ibba 1 (0/1, 0/1), Colabucci 0 (0/1), Frongia 3 (0/4, 1/1), Ruzzu 6 (3/6, 0/1), Sene 6 (3/7, 0/1), Uzzannu 0 (0/1), Puggioni 1 (0/1)
Tiri Liberi: 7/15 - Rimbalzi: 29 26+3 (Mattias Grant 10) - Assist: 5 (Sene 2)
LAZIO: Luzzi 7 (2/5, 1/4), Bagaglini 7 (3/5, 0/1), Bischetti 9 (3/5, 1/4), Vitale 12 (6/10, 0/3), Laffitte 10 (5/7, 0/1), Quarta 2 (1/5), Okereke 3 (1/3), Mantovani 2 (1/2), Ferrari 2 (1/6, 0/1), Reale 5 (1/3, 0/2), Dron 8 (3/7, 0/4), Ballin 2 (1/5)
Tiri Liberi: 7/9 - Rimbalzi: 41 25+16 (Laffitte 8) - Assist: 12 (Dron 6)


CLASSIFICA
Lazio 2 (1-0), Piemonte 2 (1-0), Umbria 0 (0-1), Sardegna 0 (0-1)

GIRONE E
BASILICATA-MOLISE 76-33
Inizia nel migliore dei modi il cammino della Basilicata. La partenza 17-2 mette subito in chiaro le intenzioni lucane, dopo il primo quarto il Molise è sotto di 17, ma ha il merito di continuare a provarci, con Alfieri ed Esposito a tirare il gruppo. Buono sprazzo iniziale dei ragazzi di Domenico Canzano nella seconda frazione, lo scarto resta ampio ma in campo c'è partita, il parziale del quarto (11-8) lo testimonia. A rimbalzo c'è equilibrio (22-20, all'intervallo, sarà 44-38 alla fine) nonostante la superiorità fisica dei lucani, la terza frazione (23-10) spacca definitivamente il match, il divario tocca i 30 punti a metà terzo e Petronella schiaccia (!) in contropiede il 55-22. Poi largo spazio per le seconde linee fino al +43 finale. Gabriele Petronella MVP del match con 32 punti, 11 rimbalzi e 6 recuperi in 27 minuti. Grossi 11 punti, Caggiano 11 punti, 9 rimbalzi, 6 recuperi e 4 assist.

MOLISE-BASILICATA 33-76 (4-21, 8-11, 10-23, 11-21)
MOLISE: Esposito 4 (2/9, 0/3), Primerano 2 (1/1), Eliseo 2 (1/3, 0/1), Astolfo 0 (0/4, 0/2), Santoro 2 (1/4), Fontanella 0 (0/3, 0/1), Di Biase 3 (1/6), Alfieri 14 (4/8, 2/2), Brienza 2 (1/3), Lentinio 4 (2/6), Pio Inno 0 (0/2, 0/1)
Tiri Liberi: 1/7 - Rimbalzi: 36 25+11 (Brienza 6) - Assist: 3 (Lentinio 2) - Cinque Falli: Brienza
BASILICATA: Scalcione 4 (2/2), Grossi 11 (4/7, 1/1), Claps 5 (1/2, 1/1), Cascone 1 (0/1), Lonato 3 (1/5), Rando 0 (0/2), Ludovico Pio Caggiano 11 (4/6, 0/1), Cardinale 2 (1/1), Francesco Galgano, Gianpetruzzi 4 (2/3), Laguardia 2 (0/7), Petronella 32 (10/19, 3/5)
Tiri Liberi: 11/27 - Rimbalzi: 44 32+12 (Petronella 11) - Assist: 17 (Ludovico Pio Caggiano 4)


CALABRIA-VALLE D'AOSTA 58-46
Esordio vincente per la Calabria, che conquista una meritata vittoria ai danni di una convincente Valle d'Aosta, al termine di una gara per tre quarti molto equilibrata. Parte bene la formazione valdostana che mette a referto il massimo vantaggio (10-4) dopo 4'39'' grazie ad un pressing molto alto e ottime ripartenze. La reazione dei ragazzi di coach Cugliandro arriva a metà del secondo quarto con il primo vantaggio della partita (22-21) grazie al tiro libero di Scarpino, top scorer calabrese con 15 punti, dopo 16'52''. Nessuna delle due compagini riesce ad imporsi nel terzo quarto, dando vita ad un entusiasmante periodo in cui prevale l'equilibrio, fino a 31'' dalla sirena quando Sestito realizza un gioco da tre punti che porta la Calabria sul 44-41. Nell'ultima frazione la Valle d'Aosta accusa la stanchezza e gli avversari consolidano il vantaggio portandosi sul 51-44 a 4'58'' dal termine. Gli ultimi sforzi e l'ottima prestazione di Farina (14 punti e 12 rimbalzi) non bastano alla formazione di coach Frison, arresasi sui due tiri liberi di Mastria che fissano il risultato sul punteggio finale di 58-46.

CALABRIA-VALLE D'AOSTA 58-46 (11-16, 18-11, 15-14, 14-5)
CALABRIA: Nicolaio 0 (0/1, 0/1), Coluccio 8 (1/5, 1/3), Scarpino 15 (6/13), Artuso 1 (0/3), Proietto 4 (2/2), Romeo 0 (0/3), Sestito 5 (2/9, 0/1), De Francesco 11 (5/10), Guarnieri 2 (1/2), Falzetta 6 (3/5), Mastria 6 (1/6), Gallo
Tiri Liberi: 13/26 - Rimbalzi: 40 26+14 (Mastria 7) - Assist: 7 (Coluccio, Sestito 2)
VALLE D'AOSTA: Popescu 2 (1/2), Mirabello, Scaperrotta Gorret 2 (1/5, 0/2), Cuneaz 12 (6/17), Monti, Pugliese, Lallinaj 8 (3/18, 0/2), Farina 14 (5/9, 1/1), Trecate 6 (2/7, 0/1), Morandi, Deramo 0 (0/1, 0/2), Trabbia 2 (1/6)
Tiri Liberi: 5/12 - Rimbalzi: 46 29+17 (Farina 12) - Assist: 5 (Farina 3)


CLASSIFICA
Basilicata 2 (1-0), Calabria 2 (1-0), Valle d'Aosta 0 (0-1), Molise 0 (0-1)


Il calendario della seconda giornata (24 marzo)
GIRONE A
Emilia Romagna-Marche, ore 15.00 - PalaDozza
Liguria-Sicilia, ore 10.30 - Palasport Pederzini

GIRONE B
Lombardia-Toscana, ore 15.00 - Palasport Granarolo dell'Emilia
Trentino Alto Adige-Puglia, ore 10.30 - Palasport Granarolo dell'Emilia

GIRONE C
Veneto-Campania, ore 15.00 - Palasport Pederzini
Abruzzo-Friuli Venezia Giulia, ore 10.30 - PalaDozza

GIRONE D
Lazio-Piemonte, ore 15.00 - PalaCavina
Sardegna-Umbria, ore 10.30 - PalaCavina

GIRONE E
Calabria-Basilicata15.00 - Palestra Alutto
Valle d'Aosta-Molise, ore 10.30 - Palestra Alutto


TORNEO FEMMINILE
GIRONE A

VENETO-LIGURIA 48-44
Inizio dalle polveri bagnate, occorrono tre minuti per sbloccare lo 0-0. Il primo canestro è firmato dalla Liguria, ma il Veneto risponde con un parziale secco di 7 a 0: a fine primo quarto il Veneto è avanti 14-7. L’inizio della seconda frazione è totalmente griffato Liguria che, con due giochi da tre punti e due canestri, capitalizza un parziale di 10-0 che vale il sorpasso e il +2 alla fine del primo tempo. Al rientro dagli spogliatoi riprende le redini della contesa il Veneto che mette la freccia e torna +4 al termine del terzo quarto, gap subito ricucito dalle liguri all’inizio dell’ultimo decisivo periodo: botta e risposta tra le due squadre, Zignego trascina la Liguria che non riesce però a piazzare l’affondo decisivo per il sorpasso. A 25” dal termine il Veneto segna il primo tiro libero che vale il momentaneo +2 e sbaglia il secondo: Meroi cattura però l’ennesimo rimbalzo (saranno 21 alla fine) e consegna nelle mani di Salmaso che chiude i conti dalla media. Falli da entrambe le parti ma la lotteria dei tiri liberi non sposta gli equilibri, vince il Veneto 48 a 44 al termine di un ultimo periodo molto coinvolgente.

VENETO-LIGURIA 48-44 (14-7, 8-17, 11-5, 15-15)
VENETO: Vaccarini 4 (2/5), Viviani 2 (1/9, 0/1), Gulino 4 (2/8), Gini, Salmaso 5 (1/5, 1/2), Peserico 8 (4/8, 0/2), Luraschi 8 (1/10, 1/3), Meroi 8 (3/7), Djodj 0 (0/3, 0/1), Busnardo 0 (0/1), Zennaro 9 (3/8)
Tiri Liberi: 8/27 - Rimbalzi: 54 26+28 (Meroi 21) - Assist: 11 (Viviani, Meroi 2) - Cinque Falli: Meroi
LIGURIA: Giaroli 2 (0/3, 0/1), Grigoni 8 (2/5, 1/3), Zignego 12 (3/7, 0/2), Ravani 2 (1/1, 0/2), Mangano 2 (1/4), Nezaj 0 (0/2), Paleari 3 (1/3, 0/1), Comunello 2 (0/2, 0/1), Moscatelli 0 (0/1), Leonardini 9 (3/5, 1/1), Poggio 4 (1/1)
Tiri Liberi: 14/27 - Rimbalzi: 34 24+10 (Leonardini 6) - Assist: 6 (Comunello 3)


LOMBARDIA-PIEMONTE 65-18
Partita senza storia alla palestra Moratello dove la Lombardia si impone agilmente su Piemonte (65-18). Avvio contratto per entrambe le squadre, che faticano a trovare la via del canestro. Col passare dei minuti, la Lombardia limita il numero di palloni persi e allunga sul +7 al termine del primo quarto (10-3). Nella seconda frazione di gioco le biancoverdi raggiungono subito la doppia cifra di vantaggio (13-3 al 11’) e, grazie ai canestri in penetrazione di Panzera, arriva sul +17 (23-6) al 16’. Le ragazze di Coach Lombardi dominano a rimbalzo e il divario fra le due squadre si fa sempre più ampio: 33-19 al termine dei primi 20’ di gioco. Dopo un avvio di terzo quarto di marca piemontese, la Lombardia, trascinata da Capellini e Beltrami, chiude il periodo sul +33: 47-14. Nell’ultimo quarto entrambi gli allenatori fanno ruotare tutte le giocatrici a loro disposizione e il match si conclude con la vittoria di Lombardia, che si aggiudica la partita d’esordio del Trofeo delle Regioni: 65-18 il risultato finale.

LOMBARDIA-PIEMONTE (65-18 (10-3, 23-6, 14-5, 18-4)
LOMBARDIA: Damato 7 (3/6, 0/1), Capellini 13 (5/8, 0/2), Celli 2 (1/4, 0/1), Gallitognotta 1 (0/1, 0/1), Panzeri, Beltrami 8 (4/10), Gregotti 2 (0/2), Discacciati 2 (1/4, 0/1), Panzera 14 (5/10, 0/1), Colli 6 (2/4), Fossati 2 (1/3), Gatti 6 (3/8)
Tiri Liberi: 15/26 - Rimbalzi: 51 30+21 (Panzera 9) - Assist: 12 (Damato 5)
PIEMONTE: Repetto 0 (0/1, 0/3), Giannotto 0 (0/1 da tre), Grattini 0 (0/6, 0/2), Tuberga 0 (0/2, 0/2), Minarelli 1 (0/2), Salvadeo 4 (2/4), Bevolo, Giaccardo 4 (2/2, 0/2), Bosco 6 (2/6, 0/3), Falabrini 1 (0/4, 0/2), Kotromanovic, Varetto 2 (0/4)
Tiri Liberi: 6/15 - Rimbalzi: 22 20+2 (Minarelli 6) - Assist: 3 (Bevolo 2)

CLASSIFICA
Lombardia 2 (1-0), Veneto 2 (1-0), Liguria 0 (0-1), Piemonte 0 (0-1)


GIRONE B
EMILIA ROMAGNA-FRIULI VENEZIA GIULIA 64-37
L'Emilia Romagna vince meritatamente contro il Friuli Venezia Giulia, in una partita comandata sin dal primo minuto. Partenza sprint per le biancorosse, che trovano tre canestri consecutivi in altrettanti contropiedi, portandosi subito in vantaggio per 6-0. Time out Friuli, ma la sostanza non cambia, e dopo 10' il punteggio recita 19-4 per le padrone di casa. Nel secondo quarto le emiliane continuano a dettare il ritmo, raggiungendo il massimo vantaggio sul 27-4. Il Friuli Venezia Giulia si scuote a metà frazione grazie a un parziale di 12-4. All'intervallo l'Emilia Romagna conduce 31-18. Il terzo quarto è tutto per le biancorosse che, sull'asse Gilli-Duca N., firmano un parziale di 16-0, interrotto solo dalla tripla sulla sirena della friulana Leonardi. Nell'ultimo periodo le friulane non hanno sufficienti energie per recuperare lo svantaggio accumulato e le padrone di casa possono festeggiare la vittoria: 64-37.

EMILIA ROMAGNA-FRIULI VENEZIA GIULIA 64-37 (19-4, 12-14, 16-3, 17-16)
EMILIA ROMAGNA: Farnè 4 (1/3), Franceschini 2 (1/6, 0/1), Quintini 5 (1/1 da tre), Chierici 2 (1/3, 0/1), Palmisani 3 (1/4, 0/2), Gianesini 1 (0/1), Zavatta 0 (0/3), Natali 4 (2/3, 0/1), Gilli 18 (9/10, 0/1), Duca N. 14 (7/14), Duca E. 11 (5/9), Nagy 0 (0/3)
Tiri Liberi: 7/12 - Rimbalzi: 41 26+15 (Gilli, Duca N., Duca E. 7) - Assist: 12 (Gilli 3)
FRIULI VENEZIA GIULIA: Fumis 0 (0/7), Sammartini 2 (1/3), Salomoni 4 (2/5, 0/2), Leonardi 9 (2/5, 1/2), Rocco 0 (0/4), Rosignoli 8 (4/8, 0/4), Rorato 2 (1/3), Turel 6 (1/5, 1/3), Trangoni 0 (0/1), Fabbro 2 (1/2), Bric 4 (2/5), Camporeale 0 (0/1, 0/1)
Tiri Liberi: 3/10 - Rimbalzi: 32 19+13 (Bric 7) - Assist: 3 (Fumis, Rorato, Turel 1)

TOSCANA-LAZIO 63-44
Entrambe le squadre partono aggressive al vantaggio laziale siglato da Angelini, risponde Rossini che, con una tripla e un canestro dal centro dell’area, porta la Toscana sul 5-2. Il Lazio si riporta in parità al 5’, dopo il canestro in contropiede segnato da Cerullo. Sul finire del quarto, le ragazze di Coach Galanti tentano una mini fuga (13-7 al 9’ ) con Cecconi e Capodagli, ma è ancora Cerullo a tenere a stretto contatto le laziali : 13-9 al suono della prima sirena. Nel secondo quarto la Toscana si porta sul +7 (20-13 al 15’), ma un controparziale di 8-0 porta il Lazio sopra di una lunghezza (21-20 al 17’). Un gioco da 3 punti di Capodagli permette alla formazione di Galanti di sorpassare nuovamente le avversarie (27-25 al 18’). Una bomba di Cecconi manda le squadre a riposo sul 30-25. Nel terzo periodo la Toscana, con un parziale mortifero di 15-2, ammazza letteralmente la partita, trascinata dalla tenacia di Rossini e dai canestri di Cecconi. Dopo 30’ il punteggio è di 46-30 per la Toscana. Ultimo quarto senza storia, in cui la Toscana raggiunge anche il +25 (59-34 al 26’). Nel finale reazione d’orgoglio del Lazio che riesce a terminare la sfida sotto i venti punti di svantaggio, anche grazie ai punti segnati da Cerullo e Maroglio. Il match si conclude 63-44 in favore della Toscana.

TOSCANA-LAZIO 63-44 (13-9, 17-16, 16-5, 17-14)
TOSCANA: Cerri 6 (1/2, 0/1), Rossini 15 (3/7, 2/4), Nannetti 2 (1/3), Marini 0 (0/1, 0/2), Posarelli 1 (0/2, 0/2), Bartolini 3 (1/6 da tre), Malquori 0 (0/2, 0/1), Stefanini 2 (1/3), Saldarelli 5 (1/2, 1/2), Capodagli 14 (4/10, 0/4), Cecconi 13 (5/7, 1/1), Caneschi 2 (1/2, 0/1)
Tiri Liberi: 14/29 - Rimbalzi: 52 39+13 (Capodagli 8) - Assist: 11 (Capodagli 3)
LAZIO: Cerullo 10 (5/14, 0/2), Perrotti 0 (0/4), Camarda 4 (2/6), Orsini 2 (1/2), Maroglio 8 (3/15, 0/4), Romana Ferretti 0 (0/1), Brichese 3 (0/1), Paradisi 3 (1/4), Centomini 2 (1/2), Patrizio 4 (1/3), Oropallo, Angelini 8 (4/9)
Tiri Liberi: 8/31 - Rimbalzi: 42 29+13 (Patrizio 11) - Assist: 10 (Maroglio 3) - Cinque Falli: Angelini

CLASSIFICA
Emilia Romagna 2 (1-0), Toscana 2 (1-0). Friuli Venezia Giulia 0 (0-1), Lazio 0 (0-1)


GIRONE C
MARCHE-ABRUZZO 56-43
Buona la prima per le Marche, a cui serve poco più di un tempo prima di aver ragione delle ragazze abruzzesi. Bella prestazione della squadra di Pesaresi che sul parquet di Granarolo fanno vedere di essere squadra molto affiatata. L'Abruzzo lotta con onore sino alla fine, trascinato dal play classe 2002 Alyssa Rospo (18 punti, col 50% dal campo e 7/9 dalla lunetta), migliore in campo e ultima a mollare per la formazione di Coach Di Rocco. Sono proprio le marchigiane a scattare meglio, portandosi sul 6-2 dopo 4' grazie a 2 canestri di Capitan Orsili. Una bomba di Previtero sveglia le abruzzesi, e 4 punti filati di Rospo pareggiano la contesa a 13, poco prima della chiusura del quarto (14-13, 10'). Un parziale di 6-0 sembra presagire lo stesso copione del 1° periodo, ma l'Abruzzo ricuce subito lo strappo con una tripla di Rospo (24 pari, 17'). E' qui, a cavallo dell'intervallo, che le Marche piazzano il break decisivo: un altro 6-0 prima del riposo lungo (30-24, 20'), fino ad arrivare al +10 firmato Ciccola-Michelini (34-24 al 23'). Il vantaggio rimane sempre sulla doppia cifra, e tocca il +14 ad inizio 4° quarto con un canestro della D'Amico. L'ultima reazione porta l'Abruzzo sul -9 del 36' (50-41), ma la bomba del possibile -6 si spegne sul ferro e, dalla parte opposta, una bella combinazione Orsili - Ciccola chiude il discorso. Vincono le Marche 56-43.

MARCHE-ABRUZZO 56-43 (14-13, 16-11, 14-8, 12-11)
MARCHE: Nociaro 4 (1/3, 0/1), Annibalini 4 (0/1, 1/2), Albanelli 2 (1/1, 0/2), Vinci 7 (2/5, 0/1), Ciccola 12 (4/7, 0/1), Paoletti 1 (0/5, 0/1), Michelini 9 (3/5), Becci 4 (2/4), Orsili 7 (2/4, 0/1), D'Amico 2 (1/5, 0/1), Marema Diouf, Foresi 4 (2/3)
Tiri Liberi: 17/26 - Rimbalzi: 38 21+17 (D'Aamico 6) - Assist: 10 (Orsili 4)
ABRUZZO: Previtero 3 (0/5, 1/2), Chiccarelli 2 (1/1, 0/3), Bortone 7 (3/3), Sarah Pineto, Rospo 18 (4/8, 1/2), Angela Rabottini 2 (1/3), Luisa Di Cenzo 6 (2/4), Marcotullio 2 (1/2, 0/2), Stama, Madonna 2 (1/4), Di Giacopo 0 (0/2), Giulia Cifeca 0 (0/4)
Tiri Liberi: 11/19 - Rimbalzi: 24 15+9 (Angela Rabottini 6) - Assist: 7 (Marcotullio 3)

SICILIA–TRENTINO ALTO ADIGE 65-40
Pronti via e la Sicilia comincia già con il piede sull’acceleratore, grazie ai recuperi in difesa e ai conseguenti contropiedi convertiti in due punti: al decimo i punti segnati sono già 26 contro i 13 delle trentine, trend confermato nel secondo quarto con le sicule che continuano a “rubare” palloni (12 a metà partita) continuando ad imporre il proprio ritmo in attacco (+16 all’intervallo). Terzo quarto che amplia ancora le distanze tra le due squadre fino al +27 delle sicule, con le trentine che segnano soltanto sei punti con il primo canestro dal campo realizzato allo scadere del periodo. Ultimi dieci minuti di amministrazione per la Sicilia che resiste alle risposte d’orgoglio trentine, non abbastanza per colmare un divario troppo netto tra le due compagini: termina 65 a 40 per la “banda” capitanata da Maura Danna, concentrato di energia e intensità.

SICILIA-TRENTINO ALTO ADIGE 65-40 (26-13, 12-9, 15-6, 12-12)
SICILIA: Spampinato 5 (0/3, 1/4), Sciammetta 0 (0/1), Casiglia 6 (3/7, 0/2), Coppolino 2 (1/3), Maria Marmo 5 (2/5), Sammartino 5 (2/6, 0/1), Stroscio 16 (4/9), Schembari 0 (0/1), Cappelli, Mazza 18 (7/8), Adele Savattieri 6 (3/7), Maccio' 2 (1/2)
Tiri Liberi: 16/31 - Rimbalzi: 37 19+18 (Mazza, Adele Savattieri 8) - Assist: 11 (Mazza 4)
TRENTINO ALTO ADIGE: Deimichei 10 (3/5, 1/2), Marchi 3 (1/2, 0/1), Piccoli 6 (1/1), Carretta 3 (0/1, 1/1), Ndreaj 2 (0/2, 0/1), Gualtieri 3 (1/2), Bertoldi 4 (2/6), Gaia Chemolli 1 (0/1), Grossgasteiger 3 (1/3), Pistore 2 (0/4), Roubal 1 (0/3, 0/2), Rossato 2 (1/2)
Tiri Liberi: 14/26 - Rimbalzi: 28 18+10 (Gaia Chemolli 6) - Assist: 4 (Gualtieri 2)


GIRONE D
SARDEGNA-PUGLIA 56-31
Partenza contratta delle due formazioni, che pagano l’emozione di apertura della competizione. I due quintetti però non mollano in difesa, come dimostrano le tre palle a due nei primi due minuti, quando poi le ragazze della Sardegna bagnano con il primo canestro il match. Il primo quarto prosegue confuso fino agli ultimi minuti, con le squadre che si sciolgono e le pugliesi che costruiscono il primo break: 4-11 alla prima minipausa. Dalla seconda frazione è un monologo sardo: la Sardegna serra i ranghi in difesa alzando la pressione fin dalla rimessa e trova con continuità la via del canestro, anche con contropiedi e secondi tiri. I numeri parlano da soli: parziale di 24-4 nella seconda frazione, 16-1 nella terza, con le pugliesi che in entrambe i quarti trovano la via del canestro solo dai liberi. Le ragazze di coach Alba tornano solo a 6 primi dal termine a segnare dal campo. Arriverà poi anche l'unica tripla per le pugliesi dell'ottima Galeone De Ruvo.

SARDEGNA-PUGLIA 56-31 (4-11, 24-4, 16-1, 12-15)
SARDEGNA: Gaetani 7 (3/5), Loi 0 (0/2), Matta 0 (0/3), Madeddu 2 (1/4), Pintauro 6 (2/11), Zucca 11 (4/10, 1/2), Melis 0 (0/1), Caddeo 3 (1/2), Pinna 6 (0/5, 2/4), Saias 10 (4/7, 0/2), Santoru 8 (4/10), Loddo 3 (1/3, 0/2)
Tiri Liberi: 7/24 - Rimbalzi: 37 20+17 (Pintauro 8) - Assist: 7 (Loddo 4)
PUGLIA: Notarangelo 0 (0/1), Basile 2 (1/2, 0/1), Gatta 6 (2/2), Volpe 0 (0/3), Maria Volpe 2 (0/5, 0/3), Galeone De Ruvo 19 (3/7, 1/3), Cenerini 0 (0/2), Rosa Nozzolino 0 (0/1), Di Terlizzi, De Nicolo 0 (0/2), Cometa 2 (1/4, 0/1), Mollica
Tiri Liberi: 14/26 - Rimbalzi: 35 27+8 (Volpe 7) - Assist: 1 (Mollica 1)


CAMPANIA–UMBRIA 53-32
Prima sfida di girone per Campania e Umbria che si affrontano a viso aperto sul parquet del Pala Yuri di San Lazzaro. Vincono le campane che fanno valere la propria caratura tecnica e fisica. Onore comunque all'Umbria, mai doma fino al termine. Primo quarto con la Campania che mette subito la quarta e fa valere la maggior fisicità. Tre piazzati dalla media uno in fila all'altro spezzano gli equilibri. Giulivo è incontenibile, Mattera domina sotto canestro. Per l'Umbria troppi errori in fase d'impostazione e troppe palle perse, dovute anche e soprattutto dall'aggressività delle campane. Primo periodo che va in archivio sul 20-3 per la squadra di coach Persico. Secondo parziale che si apre con la reazione umbra affidata ai tentativi dalla lunetta di Gatti, Conti e Magini. Ma il rientro in campo di Giulivo e i suoi conseguenti 4 punti in serie, riportano l'ago della bilancia della partita dalla Campania. Al termine del secondo quarto il tabellone luminoso dice 27-10 Campania. Al rientro dagli spogliatoi prova d'orgoglio della squadra di Coach Posti con Speziali e Ricci che tentano di ridurre lo scarto, ma un uno-due nel giro di dieci secondi firmato Giulia-Petti ricaccia indietro ogni tipo di speranza di rimonta umbra. O forse no. El Haiti finalizza due penetrazioni incredibili e Magini, rientrata per l'ultimo tiro, spara la bomba da 7 metri allo scadere che riporta a -13 la sua squadra sul 37-24 di fine terzo quarto. Partenza di ultimo periodo dal contenuto agonistico impressionante. Aggressività in difesa da una parte e dall'altra. Voglia di rientrare per le une e di scappare per le altre. E quando il gioco si fa duro la Campania ritrova le sue geometrie. Circolazione collettiva del pallone da manuale finalizzata prima da Giulia e poi dalla fucilata dai 6.75 di De Feo che riporta a +18 la squadra di Coach Persico. Da qui in poi l'equilibrio regna sovrano. Finisce così: 53-32 per la Campania.

CAMPANIA-UMBRIA 53-32 (20-3, 7-7, 10-14, 16-8)
CAMPANIA: Petti 2 (1/1, 0/1), D'Agostino 0 (0/3), Monda 0 (0/2), Panniello 2 (1/4), Cifaldi 2 (1/2), De Feo 5 (1/3, 1/2), Giulia 6 (3/8, 0/1), Sperandio 0 (0/1), De Rosa 12 (4/8), Giuliva 10 (5/14), Manganiello 2 (1/7), Mattera 12 (4/8)
Tiri Liberi: 8/16 - Rimbalzi: 52 31+21 (Mattera 10) - Assist: 12 (D'Agostino, Monda, Mattera 2)
UMBRIA: Speziali 4 (2/7), Sole Proietti Picotti 0 (0/1), Magini 10 (1/3, 1/5), Chiara Monti 2 (1/1), El Haiti 4 (2/7, 0/1), Floridi 0 (0/6), Gaggioli, Bonaccini 0 (0/2, 0/1), Gatti 3 (1/4, 0/1), Ricci 4 (1/6), Paolucci 0 (0/1, 0/1), Conti 5 (1/3)
Tiri Liberi: 11/22 - Rimbalzi: 32 21+11 (Gaggioli 6) - Assist: 2 (Sole Proietti Picotti, Magini 1)

CLASSIFICA
Campania 2 (1-0), Sardegna 2 (1-0), Puglia 0 (0-1), Umbria 0 (0-1)


GIRONE E
CALABRIA-BASILICATA 68-16
Inizia con una convincente vittoria della Calabria contro le pari età della Basilicata il Trofeo delle Regioni Kinder+Sport 2016. Poco hanno potuto le lucane, alla prima esperienza in assoluto al TDR, contro la formazione di coach ceroni. La Calabria parte subito forte, sfruttando la maggior fisicità sotto canestro e il contropiede, indirizzando la gara sin dalle prime battute (7-0 al 5'). La Basilicata si appoggia molto sulle iniziative personali, costringendo le avversarie ad andare presto in bonus: le percentuali dalla lunetta non sono, però, delle migliori, e il quarto si chiude sul +7 per le giallorosse (12-5, 10'). Un bell'arresto e tiro di Oliveri apre il secondo parziale, ma sarà l'unico canestro lucano sino all'intervallo: dall'uomo, Egwoh e Montebello ispirano un parziale di 20-0 che chiude, di fatto, il match (32-7, 20'). Nel secondo tempo c'è spazio per tutte le ragazze a referto e si registra l'infortunio alla lucana Laura Carlucci. La partita termina 68-16; miglior realizzatrice il centro calabrese Wgwoh con 17 punti e 16 rimbalzi.

CALABRIA-BASILICATA 68-16 (12-5, 20-2, 22-6, 14-3)
CALABRIA: Ventrici 7 (3/7), Montebello 6 (3/7), Scordino 12 (6/13, 0/1), Ferrara 2 (1/2), Dell'Uomo 12 (6/13, 0/1), Esposito 6 (3/3, 0/1), Chinenye Egwoh 17 (8/16), Greco 0 (0/3), Erminia Surace 2 (1/2), Saia 2 (1/3), Alfano 2 (1/5)
Tiri Liberi: 2/9 - Rimbalzi: 49 27+22 (Chinenye Egwoh 16) - Assist: 7 (Ventrici, Saia 2)
BASILICATA: Rossi 2 (1/11), Oliveri 5 (2/12), Albini 0 (0/2), Guarino 3 (1/3, 0/1), Molinari, Russo 1 (0/2), Carlucci I. 2 (1/2), Loperfido 3 (1/7), Scavo Bidemi Esposito 0 (0/1), Romano 0 (0/2), Carlucci L. 0 (0/6), Coretti 0 (0/1 da tre)
Tiri Liberi: 4/25 - Rimbalzi: 34 17+17 (Loperfido, Carlucci L. 6) - Assist: 1 (Rossi 1)


Il calendario della seconda giornata (24 marzo)
GIRONE A
Lombardia-Veneto, ore 15.00 - Palasport Castenaso
Piemonte-Liguria, ore 10.30 - Palasport Castenaso

GIRONE B
Emilia Romagna-Toscana, ore 15.00 - PalaYuri
Friuli Venezia Giulia-Lazio, ore 10.30 - Palestra Pertini

GIRONE C
Sicilia-Marche, ore 15.00 - Palestra Moratello
Trentino Alto Adige-Abruzzo, ore 10.30 - Palestra Moratello

GIRONE D
Campania-Sardegna, ore 15.00 - Palestra Pertini
Umbria-Puglia, ore 10.30 - PalaYuri

GIRONE E
Basilicata-Calabria, ore 10.30 - Palestra Furla

Ufficio Stampa Fip ]]>
Tue, 22 Mar 2016 23:00:00 UTC