home fip
basket community
Sponsor Maglia Azzurra
Sponsor Maglia Azzurra
Sponsor Tecnico
Sponsor Tecnico
Top sponsor
Top sponsor
Sponsor
Sponsor
Trofeo delle Regionicomitato regionale

2010 - LIGNANO SABBIADORO

Indietro
6 Aprile 2010
Trofeo delle Regioni 2010. Emilia Romagna (maschile) e Lombardia (femminile) si aggiudicano il torneo
Lignano Sabbiadoro – Emilia Romagna (maschile) e Lombardia (femminile) sono le regine del Trofeo delle Regioni 2010. Gli emiliani hanno la meglio sui campioni uscenti della Toscana (81-57) mentre le lombarde battono il Friuli Venezia Giulia (87-84) al termine di una gara emozionante e conclusasi solo dopo due tempi supplementari.

Federico Bargnesi (Marche, tesserato per Jesi) è il miglior realizzatore del torneo maschile con 130 punti.
Ada De Pasquale (Campania) è la migliore realizzatrice del torneo femminile con 150 punti.
Sara Crudo (Liguria) è la miglior rimbalzista del torneo femminile con 99 rimbalzi (72+27).
Matteo Botteghi (Emilia Romagna) è il miglior rimbalzista del torneo maschile con 65 rimbalzi (40+25).
Alessandro Cappelletti (Umbria) vince la classifica degli assist del torneo maschile con 23 assist.
Francesca Gambarini (Lombardia) vince la classifica degli assist del torneo femminile con 15 assist.

Il premio di miglior miniarbitro è andato a Giorgio Silvestri (Lazio).
Miglior Arbitro è stato eletto Daniele De Stefano (Molise), che succede ad un altro molisano, Antonio Di Rosso, premiato come miglior fischietto nell'edizione 2009.
Tra gli Ufficiali di Campo, Chiara De Grandis (Marche) la migliore.

Torneo Maschile

Finale 1°-2° posto

Emilia Romagna – Toscana 81-57

Emilia Romagna: Tinti 10, Maccaferri 15, Basile 3, Malagutti 8, Ghiacci 3, Ventura 3, Bertocco 8, Gualtieri 10, Aglio 3, Melli 14, Amici, Botteghi M. 4
Toscana: Antonini 13, Stefanelli 6, Marchini, Puleo 3, Sollitto 2, Artioli 2, Mazzantini 5, Tinti 5, Bertini 3, Galligani 7, Mazzoni 1, Benvenuti 10

Arbitri: Zambotto, Cristofoli

L’Emilia Romagna vince il Trofeo delle Regioni 2010 battendo i campioni 2009 della Toscana
Un passaggio di consegne doloroso per i toscani che in semifinale avevano impressionato per solidità, compattezza e determinazione, avendo la meglio su una bella Lombardia.
Primo successo nella manifestazione per l’Emilia Romagna.
Nel primo quarto parte subito forte l’Emilia Romagna, che rifila un parziale di 14 a 0 nei primi 2 minuti di gioco. La Toscana tenta di rientrare, ma non trova mai l’affondo decisivo. Il primo quarto si chiude con punteggio di 28 a 7 per l’Emilia Romagna, con il massimo vantaggio di 21 punti.
Nel secondo quarto la partita stenta a decollare e nei primi tre muniti di gioco si segna pochissimo: 4 punti per l’Emilia Romagna e 3 per la Toscana. I Toscani hanno un break, che, grazie ad un parziale di 6 a 0, li porta sul 34 a 18. Una bomba da tre di Ghiacci, però, fa capire che l’Emilia Romagna non è disposta a concedere nulla. Il secondo quarto termina con un canestro dell’emiliano Melli ed il tempo si chiude con il punteggio di 43 a 27 per i romagnoli, con un parziale di 20 a 15 a favore della Toscana.
Nel terzo quarto i primi due punti sono per l’Emilia Romagna, che segna con Malagutti. Dopo un canestro di Antonini per la Toscana, ci pensa ancora Malagutti, con una bomba da tre, a far sorridere i suoi e a 4 e minuti dal termine l’Emilia Romagna torna a più 20, grazie al canestro di Venturi. L’Emilia infligge poi un parziale di 13 a zero alla Toscana e ci vuole un canestro di Toscanelli a rompere la supremazia degli avversari. Il terzo quarto si chiude con il punteggio di 66 a 35 a favore dell’Emilia Romagna.
Nell’ultimo quarto la Toscana prova a rendere meno amaro il punteggio e grazie ad un parziale di 9 a 0 si porta sul 66 a 46. L’Emilia Romagna non deve far altro che controllare l’incontro e porta così a casa, con merito, la vittoria. La partita si conclude con il punteggio di 81 a 57 e per la prima volta il Trofeo delle Regioni approda in Emilia Romagna.


Finale 3°-4° posto

Marche – Piemonte/Valle d’Aosta 72-68

Marche: Bargnesi 20, Scaramucci 2, Pancotti 3, Chiericozzi 21, Severini 2, Lugli 5, Terrenzi 9, Biondo, Bartolozzi 2, Panzieri 5, Lepri 3, Daniele
Piemonte/Valle d’Aosta: Lagger, Siviero 6, Sordella 14, Merlo 2, Giacomelli 1, Caratozzolo 13, Baldasso 12, Bertero, Carena 6, Ferraris 8, Sacchettini 2, Singelj 4

Arbitri: Bonifacio, Vatta

Finale davvero bella quella tra Marche e Piemonte. Il terzo posto in palio era una posta molto ambita da entrambe le formazioni e sul campo si è visto quanto i ragazzi ci tenessero. La gara è stata giocata a viso aperto e senza risparmio di energie. Il Piemonte conquista il primo quarto col punteggio di 21-18 e sembra avere il controllo della gara nonostante abbia di fronte un ottimo avversario. Cambia il volto del match nel secondo parziale, con le Marche in rimonta (16-13). Continua l’altalena nel terzo quarto, quando il Piemonte si riprende il vantaggio. Decisivi gli ultimi 10 minuti, durante i quali i piemontesi cedono di schianto e le Marche ne approfittano piazzando un parziale finale di 27-10. Meritato dunque il gradino più basso del podio per i marchigiani nel Trofeo delle Regioni 2010. Miglior marcatore della gara Federico Bargnesi (20) che chiude il suo torneo come top scorer dei suoi con 78 punti totali.

Finale 5°-6° posto

Lazio – Veneto 72-95

Lazio: Carida 13, Caporello 6, Di Gennaro, 4, Giancarli 17, Montagner 4, Reali 8, Massa 10, Chiari 6, Martino, Sanges 3, Fusacchia, Minnetti 1
Veneto: Mihalich 9, Terzi 2, Rigodanza 5, Roin 8, Akele, Pasin 22, Di Prampero 26, Polo, Ruda 6, Malbasa 2, Rappo 8, Vildera 1

Arbitri: Bongiorni, De Stefano

Partita sostanzialmente equilibrata, i cui il Veneto fa la differenza nell’ultimo quarto. Vittoria, però, meritata per il Veneto, che conquista così il quinto posto. Per il Lazio 17 punti per Giancarli. Nel Veneto, 26 punti di Di Prampero e 22 per Pasin.


Finale 7°-8° posto

Friuli Venezia Giulia – Lombardia 71-79

Friuli Venezia Giulia: Bossi 13, Paunovic, Mazzilis 12, Buttazzoni, Nobile 5, Begiqui 8, Fabbro 12, Savi 2, Fabbro A. 5, Cortivo, Cerniz 14
Lombardia: Buzzini 18, Donadoni 2, Riva 5, Ripamonti 9, Tonella 17, Bardelli, Speronello 2, Spatti 12, Merlati 4, Finulli, Dejace 8, Erba 2.

Arbitri: Lucifero, Lionelli

La Lombardia chiude al 7° posto battendo il Friuli Venezia Giulia in una gara piacevole, ben giocata ed in bilico fino alla fine. La spuntano i lombardi anche grazie alla buona vena realizzativa di Buzzini (18) e Tonella (17). Per i padroni di casa 12 per Mazzilis e Fabbro. Cerniz 14.

Finale 9°-10° posto

Umbria – Abruzzo/Molise 71-72

Umbria: Nardi, Neri 16, Cappelletti 15, Seguenti 3, Ciriciofolo 20, Simoni, Agu 2, Portillo 5, Sartini 4, Cardoni 4, Gatto, Boccacci 2
Abruzzo/Molise: Faragalli 6, Di Marcello 18, Roberti 4, Del Grosso 5, Andreoni, Di Giandomenico 4, Ritucci, Ricci 8, Di Santo, Fontecchio 19, Apera 4, De Fenza 4,

Arbitri: Crucitti, Ferrari

Partita combattuta ed equilibrata fino al termine, con l’Abruzzo/Molise che, per un solo punto, conquista il nono posto. Per l’Umbria 20 punti per Ciriciofolo. Nell’Abruzzo/Molise 19 punti per Fontecchio e 18 per Di Marcello.

Finale 11°-12° posto

Puglia – Calabria 68-50

Puglia: Laquintana, Rongone 8, Triglione 7, Di Bello 6, Digiulio 2, Vignone, Mangano 5, Mennuni 3, Panzarino 5, Proto 6, Riposato 22, Ruoto 4
Calabria: Attanasio 2, Scordino 3, Palazzo 9, Smorto 14, Barrile 2, Saconis 2, De Fazio 4, Federico 2, Messineo, Calabrese, Carpanzano 7, La Russa 5

Arbitri: Francillotti, Medda

E’ la Puglia ad aggiudicarsi l’undicesimo posto, grazie ad un secondo ed un terzo quarto giocati con grande intensità. Miglior realizzatore fra i pugliesi Antonio Rosato, che conclude la gara con 22 punti. Per la Calabria, 14 punti per Antonio Smorto.

I piazzamenti del torneo maschile

1° - Emilia Romagna
2° - Toscana
3° - Marche
4° - Piemonte/Valle d’Aosta
5° - Veneto
6° - Lazio
7° - Lombardia
8° - Friuli Venezia Giulia
9° - Abruzzo/Molise
10° - Umbria
11° - Puglia
12° - Calabria
13° - Liguria
14° - Sardegna
15° - Sicilia
16° - Campania
17° - Trentino Alto Adige
18° - Basilicata


Torneo femminile

Finale 1°-2° posto

Friuli Venezia Giulia – Lombardia 84-87 d2ts

Friuli Venezia Giulia: Barbone 6, Gobbato, Girardi 6, Peresson 27, Serena 15, Clemente, Mosetti 22, Bozza 2, Romano, Marpino 2, Trotta 2, Da Pozzo 2
Lombardia: Minguzzi 5, Gambarini 11, Porro 11, Cassani 8, Kacerik 7, Djedjemel 17, Mistò 14, Zorzi 1, Zandalasini 6, Bramati, Zagni 6, Penna 5.

Arbitri: Vita, Recenti

La Lombardia vince l’edizione 2010 del Trofeo delle Regioni dopo una finale interminabile, vera, intensa, combattuta ed incerta fino alla fine del secondo tempo supplementare. Forse nessuno si aspettava una gara dall’esito così indecifrabile, soprattutto dopo gli scarti torrenziali imposti dalle campionesse in carica della Lombardia alle avversarie incontrate nel torneo. Quinto successo, secondo consecutivo, per le lombarde, che avevano già vinto le edizioni 2003, 2005, 2007 e 2009.
Ottima squadra il Friuli Venezia Giulia che ha in Antonia Peresson la propria miglior marcatrice.

Forse è l’aria di casa ed il tifo caloroso dei friulani arrivati al Palazzetto del Villaggio Getur. Forse è la voglia di portare a casa un titolo che manca dal 2002 strappandolo alle campionesse in carica. Fatto sta che il Friuli Venezia Giulia si abbatte come una furia sulla Lombardia nel primo quarto, confezionando in sei minuti un 19-4 che ammette poche repliche. Le lombarde fanno fatica e subiscono il contropiede delle padrone di casa. Si sbraccia coach Cantamesse ma le sue ragazze non reagiscono, e vanno a riposo sul 24-10. Nel secondo quarto la Lombardia alza i centimetri del proprio quintetto ed il match è molto più equilibrato: due canestri per ciascuna squadra nei primi tre minuti. La partita entra nel vivo. Il Friuli va avanti di 12 ma due bombe consecutive di Kacerik e Misto riportano sotto la Lombardia. Che comincia a macinare gioco e punti. Prima del riposo lungo, a fil di sirena, Zandalasini firma il -1 (35-34). Tutto da rifare per il Friuli Venezia Giulia.
La ripresa comincia con un 4-0 lombardo e conseguente sorpasso. L’equilibrio lo ristabilisce la tripla di Girardi. Ancora da tre la Peresson: 41-41 e gara splendida. Nessuna delle due squadre molla un centimetro e alla fine del terzo quarto le distanze sono minime: 56-53 per le friulane.
Equilibrio anche negli ultimi 10 minuti. A metà frazione le padrone di casa accumulano appena 2 punti di vantaggio (62-60) lasciando aperto ogni discorso. Un giro d’orologio alla conclusione e ancora parità assoluta con i liberi di Porro (65-65). A 17 secondi dal termine la solita Antonia Peresson (27 punti, 5/5 da tre) infila una tripla incredibile e spezza l’equilibrio. E’ subito time-out Lombardia, che al ritorno in campo si gioca la finale: Cassani va a canestro e subisce fallo, realizzando un libero che pesa da morire. Tutto il Palazzetto Getur resta col fiato sospeso a guardare gli ultimi 10 secondi, ma è overtime (68-68).
Nel supplementare il Friuli prova a scappare ma la Gambarini fa ancora canestro subendo fallo: il suo libero vale la nuova parità (72-72). 22 secondi sul cronometro e palla in mano Lombardia: attacco fallito secondo tempo supplementare.
Pronti via ed è subito 6-0 Friuli (tripla di Serena e gioco da tre di Mosetti). Le lombarde reagiscono rabbiosamente e ribaltano il risultato completando la rimonta con il sorpasso a firma Porro (due assist e tripla per l’82-83). Mosetti per il controsorpasso (84-3) ma per Gambarini è di nuovo canestro e fallo con libero non realizzato: 87-84 Lombardia coi liberi di Porro: è trionfo Lombardia che chiude a suo favore una straordinaria maratona.

Finale 3°-4° posto

Veneto – Emilia Romagna 79-40

Veneto: Felici, Tessaro 8, Tagliapietra 10, Pilli 7, Pivetta 6, Rigoni 10, Cattapan 7, Frigerio 7, Marangoni 13, Vitali 2, Zanollo 6, Vanin 6
Emilia Romagna: Mantovani, Grassi 6, Turroni 3, Flauret 6, Melandri 4, Merighi 1, Bellandi, Finetti 2, Valenti 11, Toselli 3, Botteghi, Jamaleddine 4

Arbitri: Baccianti, Abbatescianni

Terzo posto al Veneto, che batte nettamente l’Emilia Romagna. I quasi 40 punti di scarto raccontano di una gara condotta fin dal primo quarto, con uno strappo importante delle venete nella terza frazione. Marangoni la fa da padrona con 13 punti e 6 rimbalzi totali. Per le emiliane poco da fare: Valenti fa 11.

Finale 5°-6° posto

Lazio – Sardegna 64-50

Lazio: Grimaldi 1, Nardinocchi, Ballirano 7, Cassani 2, Marchetti 9, Rubinetti 20, Russo 2, Carfora 2, Cecchetti 15, Chiarella 2, Santucci 3, Proietti 1
Sardegna: Bardino 1, Spiga 12, Fratta, Loi 6, Dettori 2, Ruggeri, Dessi 2, Schirru 8, Ripoli 2, Pias 2, Astero 3, Dessi M. 12

Arbitri: Brunazzo, Pagano

Quinto posto per il Lazio che chiude battendo la Sardegna con i 20 punti di Rubinetti ed i 15 di Chiarella. La Sardegna esce a testa alta e si prende un buon sesto posto conclusivo.

Finale 7°-8° posto

Piemonte – Liguria 46-49

Piemonte: Frigerio 6, Raveane 2, Bauducco 2, Lonardi 5, Signorelli 5, Albano 4, Peretti 13, Uccheddu 2, Baima 2, Cordola 4, Tuberga 1, Tarsia 1
Liguria: Baldelli, Maggioni, Bellettini 5, Mercole 2, Piastri 8, Devoto 1, Sanna 7, Bertucci 3, Crudo 17, Dagliano 4, D’Ambra 2, Bertella

Arbitri: Mammoli, Erriu

Per tre punti la Liguria chiude al settimo posto. Sara Crudo realizza 17 punti (111 in tutto il torneo). Tra le piemontesi in evidenza la Peretti con 13 punti e 5 rimbalzi.

Finale 9°-10° posto

Trentino Alto Adige – Puglia 63-44

Trentino Alto Adige: Schwienbacher 9, Battheu 2, Grande, Torboli 11, Santoni Remia 5, Bonvecchio 10, Tisi 3, Pizzo 7, Mora 2, Nicolodi 14
Puglia: Araneo 9, Esposito, Frulli, De Donno 4, Coppola 2, Bolognese 4, Ria 2, Delli Carri 13, Portacci, Tagliamento 7, Durante 3, Francioso.

Arbitri: Marannini, Larocca

Grazie ad una buona prestazione il Trentino Alto Adige ha la meglio sulla Puglia e conquista il nono posto. Per il Trentino 14 punti per Nicolodi e 10 per Bonvecchio. Per la Puglia, Delli Carri il miglior realizzatore, che chiude con 13 punti.

Finale 11°-12° posto

Sicilia – Campania 29-52

Sicilia: Antoci, Ventimiglia, Miceli, Rappa, Pappalardo 4, Lombardo, Ingrassia, Ferrara 6, Sigillo 2, Catrini 4, Arcoleo, Gentili.
Campania: Minichino, Cocchiarella 7, D’Avanzo, Cozzolino 4, Martinengo, Di Cunzolo, Teresa, Santoro, De Pasquale 25, Guida 4, Cavaliere 6, Antoszczyk 6

Arbitri: Crudele, Celenza

Vince la Campania, con la Sicilia che sotto canestro produce davvero poco. Appena 29 punti non bastano per conquistare l’11° posto. La De Pasquale, con i 20 punti odierni, è la top scorer del torneo femminile con 150 totali!

Finale 13°-14° posto

Toscana – Umbria 71-65

Toscana: Nardi 12, Goracci 1, Betti 1, Brunetti 8, Dallarmi 5, Donadio 7, Orsini 5, Furi, Argiro 7, Benicchi 9, Veneri, Gaeta 16
Umbria: Servillo 4, Marcotulli 9, Balestro 5, Brizioli 2, Paciotti, Matella 4, Baffi, Ceccaroni 4, De Canonico 3, Ciasullo, Mancinelli, Ercoli 13

Arbitri: Silvestri, Pizzigalli

Toscana batte Umbria per il 13° posto. Gaeta è la migliore con 16 punti e ben 7 rimbalzi. Nel complesso le toscane meritano anche se l’Umbria non cede facilmente le armi e lotta fino alla fine: la Ercoli in doppia cifra (13).

Finale 15°-16° posto

Marche – Abruzzo 66-59

Marche: Guida 10, Mataloni, Fratalocchi 6, Di Sario 14, Lanciotti 12, Angeletti 8, Barulli 3, Serini 6, Leonetti 3, Strovegli, Coppola 4, Marcantognin
Abruzzo: Del Sole, Gatti 1, Novelli 4, Commito 9, Calvano 9, Fasciani 18, Canale, Gallorini 2, Cestaio 2, Di Clemente 6, Cicconeti 2, De Massis 6

Arbitri: Petruzziello, Pedrotti


I piazzamenti del torneo femminile

1° - Lombardia
2° - Friuli Venezia Giulia
3° - Veneto
4° - Emilia Romagna
5° - Lazio
6° - Sardegna
7° - Liguria
8° - Piemonte
9° - Trentino Alto Adige
10° - Puglia
11° - Campania
12° - Sicilia
13° - Toscana
14° - Umbria
15° - Marche
16° - Abruzzo

Ufficio Stampa Fip
Condividi ...
Torneo 2020 Maschile
Torneo 2020 Femminile
calendario eventi
© 2015 Federazione Italiana Pallacanestro - Trofeo delle Regioni - Privacy Policy    Cookie Policy
credits sendoc.it
Gazzetta
Uliveto
Sixtus
basketlike.it
www.bricofer.it
www.spaldingbros.com

Media Partner

Fornitori Ufficiali

Fisiowarm
Vettore Medical
YouteCar

Official Medical Partner