SPONSOR MAGLIA AZZURRA
TOP SPONSOR
SPONSOR
Gazzetta
Paolo Ciccarelli - Organizzazione e Gestione Eventi
 
NEWS
INDIETRO
7 Novembre 2016
Crescere persone prima che atleti: la federazione danese a lezione di minibasket italiano
Si è conclusa domenica l’avventura romana della Federazione di basket danese (Danmarks Basketball Forbund, DBBF). I rappresentanti della delegazione sono infatti ripartiti con un volo mattutino dopo il torneo di sabato pomeriggio, riportando in patria tanto dell’Italia e del nostro basket. O meglio minibasket. Proprio il gioco-sport italiano è stato infatti l’argomento attorno al quale questi tre giorni hanno girato. Compito di Maurizio Cremonini e dello staff nazionale è stato quello di mostrare ai tecnici danesi cosa vuol dire insegnare il basket ai bambini.

Lezioni teoriche allora quelle che si sono svolte la mattina, ma che il pomeriggio hanno lasciato spazio al divertimento dei piccoli atleti. Sono stati loro i protagonisti e insieme la reale dimostrazione di quello che è il metodo didattico italiano che tanto la delegazione danese aveva apprezzato nei precedenti incontri internazionali.

Si è respirata gioia di giocare e di imparare in ognuna delle strutture che hanno ospitato gli eventi: il PalaFucini, il centro minibasket Don Baldo, il PalatoLive, il palazzetto Claudio Spano c/o l'Oratorio San Paolo.

Apprendere divertendosi è proprio quello a cui punta l’insegnamento di Maurizio Cremonini, il quale visibilmente soddisfatto, dichiara di essere fiero di quello che si è svolto: «È un momento di grandissima gratificazione perché il fatto che 16 rappresentanti di una federazione straniera decidano di investire sulla propria crescita professionale venendo ad ascoltare il nostro modello di riferimento. E' un momento di grande soddisfazione personale, che deve anche darci la conferma che quello che stiamo facendo è sulla strada giusta».

Gli esponenti della delegazione danese hanno potuto imparare interagendo attivamente nel corso delle lezioni, ma anche limitandosi all’osservazione di quanto teoricamente esposto. Questi tre giorni di sport sono stati per loro ispirazione e conoscenza, stando alle parole del rappresentante della Danimarca Mads Bojsen: «Abbiamo avuto esperienza del metodo dell’EasyBasket e del Minibasket. Molto interessante e ispirante. Vediamo tutta questa energia e questi bambini che giocano a basket al 100%. È adorabile! Penso ci siamo molte cose che abbiamo imparato qui».

Presente agli incontri anche il presidente del Comitato Regionale FIP Lazio Francesco Martini, che ha espresso la propria soddisfazione per avere contribuito alla felice riuscita di questa iniziativa internazionale: «È bello poter ospitare un evento così importante perché rappresenta un segnale di quanto il nostro minibasket sia riconosciuto a livello europeo. Ancora più bello è stato poterlo fare qui a Roma, la città di tutti».

Quanto avvenuto in questi giorni rappresenta un'occasione per affermare ancora una volta il ruolo di primo piano del Minibasket italiano in Europa, e sottolinea i valori del modello didattico di riferimento, volto ad accrescere nei bambini la passione per il basket. Formando, per dirla con le parole di Cremonini, «persone prima che atleti».
 
www.lexicon.it
PARTNER / FORNITORI UFFICIALI
Molten Sixtus Junckers
Acqua Eva www.angelico.it www.megabasket.it D-fender
 
© Federazione Italiana Pallacanestro Sito ufficiale del Minibasket italiano    Privacy Policy    Cookie Policy