SPONSOR MAGLIA AZZURRA
SPONSOR TECNICO
SPONSOR
Molten
UBI Banca
 
NEWS
INDIETRO
16 Aprile 2019
Il Minibasket italiano va in Namibia. L'Africa cestistica a lezione con Cremonini
Dall'Italia alla Namibia. Oltre 11.000 chilometri dividono due Nazioni diverse per cultura, economia, opportunità. Le diversità scompaiono però, quando il linguaggio che si utilizza è quello universale, quello dello sport.

È quello che è successo nella convention Minibasket tenutasi a Windhoek, dall'11 al 14 aprile. Grazie al lavoro di FIBA e dall'International Basketball Foundation, nella capitale namibiana si sono ritrovati per quattro giorni i rappresentanti di numerose federazioni cestistiche africane, per parlare del giocosport della pallacanestro, di come ogni Nazione del Continente lo propone ai giovanissimi, e per porsi tutti gli interrogativi su come svilupparlo.

Ospite d'eccezione, il Minibasket italiano, ritenuto dalla Federazione Internazionale un modello d'esportazione e unico rappresentante del Vecchio Continente nell'importante meeting di Windhoek.

Il compito di esporre la proposta italiana è spettato a Maurizio Cremonini, Responsabile Tecnico del Settore Minibasket FIP e sempre più voce internazionale del nostro modello del giocosport.

Di fronte a una platea in cui spiccava il Presidente di FIBA Africa Hamane Niang, seduto al fianco dei Presidenti delle Federazioni cestistiche nazionali, ai Responsabili Minibasket e agli allenatori giunti in Namibia da ogni angolo del Continente, Cremonini aveva pensato ad un intervento che potesse coinvolgere i 22 atleti taglia XS (dai 6 ai 12 anni) con i giochi che quotidianamente utilizza in Italia, e che sempre più spesso è chiamato ad esporre in giro per l'Europa e per il Mondo.

“Secondo il programma, il mio intervento era previsto alle ore 12:00 – racconta Cremonini – dopo gli allenamenti tenuti dai miei colleghi marocchini e namibiani. A mezzogiorno, in un playground all'aperto, con oltre 30 gradi, e con qualche bambino che era in campo a piedi scalzi. Insomma, non proprio le condizioni ideali! Avevo preparato un intervento con l'intento di presentare alcuni dei nostri giochi attuali. Ma ho dovuto riscrivere in fretta la lezione, rapportandola alla situazione, proponendo attività da noi utilizzate ormai da qualche anno, e provando ad evidenziare i punti forti del nostro approccio didattico-metodologico. La risposta dei minicestisti è stata super positiva, ne hanno percepito la novità e l'hanno gestita con ottimi risultati. Ma...”.

Ma? “Per quello che ho potuto osservare – continua il Responsabile Tecnico del Settore Minibasket FIP - il concetto di minibasket in Africa è ancora un po' naif, e molto tecnico. I bambini sono abituati a eseguire gli input di modo quasi meccanico, senza essere stimolati a prendere iniziativa, a ragionare con autonomia, a sbagliare e a capire i motivi dell'errore. Questo è l'aspetto più interessante che, sia durante il clinic che poi durante il resto del meeting, abbiamo avuto modo di approfondire con i Responsabili Tecnici africani. C'è tanta passione e c'è tanta voglia di fare. Ma in alcuni casi, ho notato che non è ancora ben chiaro l'obiettivo strategico del minibasket”.

Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna, Israele, Danimarca, Slovenia, e ora la Namibia. Solo in questo primo quadrimestre del 2019 Cremonini ha portato il messaggio del Minibasket italiano in tour nel mondo. “Il nostro modello è apprezzato e riconosciuto a livello globale. Il merito è tutto della Federazione Italiana Pallacanestro, che da quasi venti anni ha riposto fiducia a questo approccio didattico, consentendomi di proporlo con orgoglio fuori dai nostri confini nazionali. L'esperienza del meeting in Namibia è senza dubbio una delle più affascinanti mai vissute. Stiamo parlando di una Nazione fra le più povere del mondo, ma l'area in cui è si è svolto il meeting è una struttura di ottimo livello realizzata con il contributo della Federbasket tedesca (la Namibia è stata colonia della Germania per quasi cento anni, ndr). Il minibasket è ancora allo stato embrionale, ma hanno dalla loro due grandi virtù: curiosità e passione. Con queste premesse, sono fiducioso per il loro futuro”.


Ufficio Stampa FIP
 
www.lexicon.it
        PARTNER / FORNITORI UFFICIALI      
      Uliveto Sixtus Basketlite Bricofer www.spaldingbros.com
 
© Federazione Italiana Pallacanestro Sito ufficiale del Minibasket italiano     Privacy Policy     Cookie Policy