home fip
basket community
Sponsor Maglia Azzurra
Sponsor Maglia Azzurra
Sponsor Tecnico
Sponsor Tecnico
Top sponsor
Top sponsor
Sponsor
Sponsor
Marchecomitato regionale

FINALI NAZIONALI STORY - LE MARCHE E I MARCHIGIANI ALLE CORSE SCUDETTO GIOVANILI

Indietro
9 Maggio 2020
Gorizia 2013. La Maior Senigallia è Campione d'Italia Under 19 Elite!
Il drappo con il tricolore domina una parete del PalaPanzini ormai da 7 anni. Sin da quel fatidico 19 maggio 2013, data entrata a far parte della storia di una società longeva come la Pallacanestro Senigallia ma di rilfesso inevitabile anche in quella recente del basket marchigiano. Il PalaBigot di Gorizia è stato il palcoscenico della consegna del leggendario titolo Under 19 Elite portato nelle Marche dai senigalliesi, allora targati Maior in rispetto della Società che seguiva il settore giovanile senigalliese in simbiosi con l'attività della prima squadra. Una cavalcata iniziata nella fase regionale e proseguita poi nel Concentramento Interregionale di Cesenatico dove la squadra di coach Alessandro Valli ha saputo mettere in fila l'Alter Piossasco, la Dinamo Sassari (l'altra qualificata) e la Vanoli Cremona. E la sfida proprio contro i lombardi consegnò ai biancorossi (allora in maglia biancoblu) il prestigioso pass per la Finale Nazionale. Il giusto coronamento di una bellissima stagione, il giusto premio riconosciuto a un gruppo coeso e maturo a tal punto che ben sapeva dentro di se che l'avventura in Friuli non sarebbe stata solo una gita fuori porta e una settimana di vacanza gratis.
L'inizio della Finale Nazionale è quasi in scioltezza. Agevole vittoria (72-36) contro Scafati in una partita avuta sempre in mano dai senigalliesi capaci di chiudere all'intervallo sul +19 e controllare senza eccessivi problemi la seconda parte. Ben più complicato il secondo appuntamento, quello contro i romani della SGS Fortitudo 1908. I capitolini sulla carta sono i favoriti e nella prima giornata sono incappati nella sconfitta contro Pontedera. Nel clan romano c'è oggettiva stanchezza perché gran parte del gruppo è al quinto match nel giro di altrettanti giorni avendo preso parte ai Concentramenti Interregionali Under 17. L'annebbiamento della Fortitudo forse favorisce Senigallia che comunque nel momento decisivo della partita risponde presente e riesce a portare a casa il secondo successo grazie alla lucidità di Savelli nel finale. 73-68 per Senigallia che rimane a punteggio pieno e si appresta ad affrontare la Juve Pontedera, anch'essa a 4 punti, per il primato nel girone e quindi il passaggio diretto ai quarti di finale. La perdente sarebbe andata agli spareggi del giovedì insieme alla terza classifica. In palio un posto tra le prime 8 ma anche il prezioso giorno di riposo che soltanto chi ha giocato una Finale Nazionale con questo tipo di format sa quanto è importante. Senigallia sfodera una grandissima prestazione. Diamantini realizza 26 punti ottenuti con percentuali altissime, il metronomo Savelli ne aggiunge 17 e tanta energia. I toscani dispongono di una maggiore fisicità in area verniciata ma per tutto l'incontro non riusciranno a reggere il ritmo dei marchigiani bravi a rimanere concentrati per tutta la partita e precisi nell'affondare i colpi nel momento giusto. Finale 82-67 e Senigallia ai quarti. La squadra di Valli rimane alla finestra il giovedì e assiste alle qualificazioni di BSL San Lazzaro, che elimina Sassari arrivata in Friuli dallo stesso concentramento dei senigalliesi, Marostica, Corigliano, vincente all'overtime contro Pontedera e Pavia che fa fuori il SGS Fortitudo 1908.
I quarti di finale, venerdì 17 maggio, propongono così l'incrocio con il BSL San Lazzaro, reduce dal 2°posto del proprio girone, raggruppamento che ha avuto una gerarchia finale decisa dalla classifica avulsa, e dalla vittoria nello spareggio contro Sassari. Il livello di energie è sicuramente più alto in casa senigalliese, ma sul fronte emiliano non mancano di certo stimoli e talento con ottime individualità tra le quali il '97 Sgorbati, anche se sono segnalati infortuni eccellenti. A conti fatti sarà proprio la maggior freschezza e l'avere più benzina nelle gambe la chiave del match. San Lazzaro ha il suo miglior momento a inizio del terzo quarto, quando dopo un lungo periodo di equilibrio ha trovato lo strappo di 16-3 che l'ha condotto al +8. Qui però è venuta fuori la forza mentale della Maior che non si è persa d'animo e trascinata dai fratelli Savelli e da Tagnani è riuscita a recuperare, piazzare il contro-break che di fatto ha sfiancato gli emiliani fino al 65-55 del 40'. Il sogno continua.
Sabato 17 maggio il giorno della semifinale e Senigallia è tutta con i suoi ragazzi. C'è anche chi decide di fare un weekend di metà maggio a Gorizia per vedere da vicino le gesta della squadra di Valli protagonista di una bellissima storia. La Virtus Padova nel frattempo è la prima finalista dopo il 60-51 rifilato al Pavia di Iris Ikangi. Per Senigallia c'è Marostica che arriva tra le Big Four di Gorizia dopo la vittoria nello spareggio su Firenze e il quarto al cardiopalmo contro i triestini del Servolana. Gara spettacolare tra veneti e marchigiani. La partenza è tutta per Marostica con Teso che fa valere i suoi centimetri. Primo quarto con Senigallia a -5, bisogna alzare l'intensità. Prima dell'intervallo Federico Savelli sale in cattedra e trascina i suoi a sorpasso a pochi minuti dalla seconda sirena. Nella ripresa la Maior tiene la gara in mano con autorità ed esperienza. Marostica finisce alle corde e nel finale cede con onore. Il tabellone del PalaBigot dice 76-63 per la Maior. In molti non ci credono, i ragazzi di Valli si. Senigallia è finale per lo scudetto. Così il tecnico alla fine della semifinale: “Ragazzi straordinari per attenzione difensiva. Avevamo preparato la zona per limitare la loro fisicità, siamo stati bravi ad alzare la pressione a tutto campo. Il piano-partita ha funzionato, in attacco grande altruismo e buone percentuali. Siamo in finale, per noi è la prima volta e sinceramente non credevamo di arrivare fin qui. Ce la giocheremo sino in fondo”.
Atto finale per il titolo contro la Virtus Padova di coach Massimo Friso. Adrenalina e tensione logicamente palpabile per l'alta posta in palio. Nessuno nel clan senigalliese credeva di poter arrivare fino in fondo ma è chiaro che adesso tutti vogliono vincere e tornare a casa con il titolo sul petto. L'avvio di partita è dei patavini che con i lunghi Di Fonzo e Visentin si fanno ben sentire. Padova presidia l'area ma Senigallia colpisce da fuori. Diamantini, Federico Savelli e Sartini non sentono la minima tensione e anzi l'alto tasso di adrenalina permette loro di tenere ottime percentuali e Senigallia vola a +9 al 10'. Padova alza l'intensità fisica, Visentin si porta a casa il ferro con una schiacciata che carica i suoi e li riavvicina. La Maior oppone grinta e determinazione al gap fisico in favore dei veneti che però sono sotto di appena 4 punti all'intervallo (27-31). A inizio di ripresa Diamantini riprende a colpire da fuori, capitan Savalli segna cinque punti di fila e riecco il +9 per Senigallia. Sartini segna e il vantaggio varca per la prima volta il limite della doppia cifra. Padova adesso stenta a trovare il ritmo per poter replicare. Gli ultimi 2' del terzo quarto sono accesi dalle bombe di Savelli e Fiorin. Cinque punti di quest'ultimo ridanno coraggio alla Virtus che a 10' dalla fine si trova a recuperare solo 6 punti. Padova riduce ancora fino al -3 a 6' dalla fine e prende l'inerzia in mano con il canestro del -1 di Roin. Ma questa Maior è capace di tutto. I tiratori senigalliesi caricano l'arsenale e tornano a colpire. Sono ancora Diamantini e Sartini a infiammare la retina avversaria. Senigallia vola sul 63-52 a 3' dalla fine. Padova non ne può più e riceve le spallate decisive dai precisi ragazzi di Valli che vanno in estasi. Nell'ultimo minuto Savelli viene spedito in lunetta, i suoi canestri sono il preludio del trionfo. La sirena è musica dolce per Senigallia che impazzisce di gioia cucendosi con merito e onore lo SCUDETTO UNDER 19 ELITE sulla maglia.
Alessandro Valli, premiato come migliore allenatore della Finale Nazionale Under 19 Elite, è stremato ma allo stesso tempo pazzo di gioia “E' un'emozione grandissima, da non crederci. Già aver vinto l'interzona aveva rappresentato una grande successo per noi. Qui a Gorizia sapevamo che potevamo giocarcela, ma non fino a vincere questo scudetto. Oggi abbiamo avuto qualche difficoltà in attacco, ma siamo stati bravi a trovare i canestri che hanno abbassato il morale di Padova. In difesa invece, per tutta la settimana siamo stati eccezionali. Non mi resta che ringraziare i ragazzi per questa bellissima impresa”. Lo sconfitto coach Friso consegna i meriti ai neo Campioni d'Italia “Abbiamo fatto fatica con i nostri lunghi, che non sono riusciti a fare la differenza sotto canestro. Ma il loro impaccio è stato soprattutto merito di Senigallia, che non solo ha giocato con maggiore concentrazione di noi, ma è stata più matura, capendo al meglio tutte le situazioni della partita. Davvero complimenti a loro”.
TABELLINI MAIOR SENIGALLIA
Maior Senigallia – Pro Loco Scafati 72-36
Maior Senigallia: Savelli F 12, Locapo 7, Savelli L 6, Pancotti 15, Girolimetti 2, Mancinelli 4, Tagnani 6, Diamantini 11, Polidori 3, Sartini 4, Gara 2, De Carolis. All. Valli
Pro Loco Scafati: Pauciulo 13, Irlando, De Martino 2, Faiella 1, Maisano 2, Nunziato 2, Gargiulo, Gorga 4, Di Palma, Matrone 12. Di Martino
Arbitri: Marton, Barbiero

SGS Fortitudo 1908 – Maior Senigallia 68-73
SGS Fortitudo - Maior Senigallia 68-73
SGS Fortitudo: Carosi 9, Cultrera, Bilotta, Nardi 14, Pedemonte 8, Oliviero 11, Valente 2, De Domenico 3, Sorge 3, Di Filippo 6, Simonazzi, Mathlouthi 12. All. Ciancarini
Maior Senigallia: Savelli F 15, Locapo 11, Savelli L 14, Pancotti 10, Girolimetti 2, Canzian ne, Mancinelli 2, Tagnani 4, Diamantini 4, Cicconi Massi ne, Sartini 11, Gara ne. All. Valli
Arbitri: Schena, Azami

Juve Pontedera – Maior Senigallia 67-82
Juve Pontedera: Casavecchia, Sollitto 14, Novi 2, Bertelli, Doveri 3, Bonnannini ne, Tozzini 22, Granchi 7, Romiti, Giorgi 6, Zaccariello 2, Ragli. All. Carlotti
Maior Senigallia: Savelli F 17, Locapo 3, Savelli L 12, Pancotti 5, Girolimetti 4, Mancinelli, Tagnani 9, Diamantini 26, Rossini, Sartini 6, Gara, De Carolis. All. Valli
Arbitri: Caportorto, De Biase

Quarti di finale
Maior Senigallia - Basket Save My Life 65-55
Maior Senigallia: Savelli F 15, Lo Capo 3, Savelli F 13, Pancotti 5, Girolimetti 1, Mancinelli, Tagnani 7, Diamantini 10, Polidori, Sartini 11, Gara 0, De Carolis 0. Coach Catalani
BSL: Sgorbati 2, Lolli 12, Curione 8, Zuccheri 4, Fabbri 8, Pambianchi, Deri, Pascoli 5, Paladini, Governatori 4, Pistillo 4, Bosco 6. Coach Bettazzi
Arbitri: Vantini, Barbiero

SEMIFINALE
Maior Senigallia-Pall.Marostica 69-53
Maior Senigallia: Savelli F. 15, Lo Capo 5, Savelli L. 8, Pancotti 5, Girolimetti 5, Canzian, Mancinelli ne, Tagnani 17, Diamantini 11, Polidori, Sartini 3, Gara ne. All. Valli.
Pall. Marostica: Spasov, Zadra, Filippini 11, Menardi 3, Campagnaro, Benetti 19, Rigodanza ne, Testolin 6, Ziggiotto, Teso 14, Marchetti, Lunardon, Pizzolato ne, Ruda. All. Beggiato
Arbitri: Venturini, Marton.

Virtus Padova - Pavia 60-51

FINALE
Virtus Padova – Maior Senigallia 63-76
Virtus Padova – Maior Senigallia 63-76 (10-19, 27-31, 45-51)
Virtus Padova: Fiorin 8 (2/2, 1/5), Di Fonzo 3 (0/6, 1/4), Roin 17 (7/11, 1/5), Berto (0/1, 0/2), Contin 10 (4/6, 0/6), Gardin ne, Peghin (0/1), Gallocchio ne, Sbrocco 19 (5/6, 2/5), Allegro, Visentin 6 (3/9), Zaramella ne. All. Friso
Maior Senigallia: F Savelli 21 (5/6, 2/5), Locapo (0/1, 0/1), L Savelli 15 (5/11, 0/1), Pancotti 4 (2/2, 0/1), Girolimetti 4 (2/4, 0/1), Mancinelli ne, Tagnani 4 (2/6, 0/1), Diamantini 12 (4/10 da 3), Polidori ne, Sartini 16 (5/7, 2/4), Gara ne, De Carolis ne. All. Valli
Arbitri: Foti, Capotorto

Finale 3-4 posto
Pall. Pavia – Pall. Marostica 58-71

Miglior quintetto della Finale Nazionale Under 19 Elite – Trofeo Mario Delle Cave
Federico Savelli (Maior Senigallia)
Gabriele Benetti (Pall. Marostica)
Francesco Di Fonzo (Virtus Basket Padova)
Iris Ikangi (Pall. Pavia)
Vittorio Teso (Pall. Marostica)

I CAMPIONI D'ITALIA UNDER 19 ELITE 2013
Federico Savelli
Nicola Locapo
Luca Savelli
Corrado Pancotti
Fabrizio Girolimetti
Daniele Tagnani
Davide Diamantini
Simone Polidori
Giacomo Sartini
Mattia Gara
Jacopo Canzian
De Carolis
Niccolò Mancinelli
Allenatore Alessandro Valli


Ufficio Stampa FIP MARCHE


 
Condividi ...
risultati campionati regionali
maschili
femminili
Nazionale Maschile
Nazionale Femminile
calendario eventi
© 2015 Federazione Italiana Pallacanestro - Comitato Regionale Marche - P.IVA01382041000   Privacy Policy    Cookie Policy
credits sendoc.it
Gazzetta
Uliveto
Autovia
Cantine Maschio
Sixtus
basketlike.it
www.bricofer.it
www.spaldingbros.com

Media Partner

Fornitori Ufficiali

Fisiowarm
Vettore Medical
YouteCar

Official Medical Partner