home fip
basket community
Sponsor Maglia Azzurra
Sponsor Maglia Azzurra
Sponsor Tecnico
Sponsor Tecnico
Top sponsor
Top sponsor
Sponsor
Sponsor
Giovanilecomitato regionale

U17F - NAPOLI

Indietro
15 Maggio 2009
Finale Nazionale U17 a Napoli – I Gironi e le dichiarazioni dei coach delle 16 finaliste
Con la conclusione della Fase Interregionale si è formato il lotto delle pretendenti al titolo di Campione d’Italia Under 17 femminile. La Gymnasium Kocca Napoli dovrà quindi difendere il tricolore che porta cucito sul petto (avendo vinto lo scorso anno in finale contro l’Athena Basket Roma) oltre che dalla stessa squadra di Roma, anche dalle seguenti squadre: Libertas Moncalieri, Basket Femminile Biassono, Lu.Ma.Ka. Basket, Ginnastica Triestina, Virtus Cagliari, Adriatica Basket, Trogylos Basket Priolo, Pallacanestro Torino, Basket Serenissima, Women Basketball Livorno, Tecno Allarmi Cervia, Kinder +Sport Gio Basket Dueville, Ants Defensor Viterbo e Sport’s School Pesaro.

La Finale Nazionale è in programma a Napoli (Pala Vesuvio) da lunedì 8 a domenica 14 giugno 2009. Questa la composizione dei gironi:

Girone A
Pall. Torino
Basket Femm. Biassono
Trogylos Basket Priolo
Women Basketball Livorno

Girone B
Tecno Allarmi Cervia
Libertas Moncalieri
Kocca Gymnasium Napoli
Defensor Ants Viterbo

Girone C
Virtus Cagliari
Sport’s School Pesaro
Adriatica Basket Pescara
Basket Serenissima

Girone D
Ginnastica Triestina
Athena Basket
Kinder + Sport Gio Basket Dueville
LU.MA.KA. Basket

Prima giornata – 8 giugno 2009

Campo “A” Pala Vesuvio

GIRONE A
ore 15.00 Basket Femm. Biassono vs Trogylos Basket Priolo
ore 17.00 Women Basketball Livorno vs Pall. Torino

GIRONE B
ore 19.00 Defensor Ants Viterbo vs Tecno Allarmi Cervia
ore 21.00 Kocca Gymnasium Napoli vs Libertas Moncalieri

Campo “B” Pala Vesuvio Palestra B

GIRONE C
ore 15.00 Adriatica Basket Pescara vs Sport’s School Pesaro
ore 17.00 Basket Serenissima vs Virtus Cagliari

GIRONE D
ore 19.00 Athena Basket vs LU.MA.KA. Basket
ore 21.00 Ginnastica Triestina vs Kinder + Sport Gio Basket Dueville


Così i coach delle 16 squadre qualificate:

Omar Reginato (Gio Basket Dueville) – “Andiamo a Napoli per continuare la crescita intrapresa quest’anno. Non vogliamo accontentarci. Alle Finali Nazionali siamo sempre usciti subito e questa volta vogliamo invertire il trend. Sarà una finale molto competitiva ma faremo del nostro meglio. Il nostro pregio/difetto è quello di non avere una giocatrice rappresentativa ma in compenso abbiamo tante ragazze in grado di fare punti”.

Caterina Romeo (Lu.Ma.Ka. Basket) – “Per noi è già un grande traguardo aver superato il concentramento. In Calabria non c’è molta possibilità di confrontarsi con squadre di grande livello e per questo sarà dura ma noi non siamo affatto appagati. La mancanza di Guerrero (menisco e crociati, stagione finita) ci ridimensiona abbastanza poiché ci manca una presenza sotto canestro da 30 rimbalzi a partita”.

Emanuele Berretta (Basket Femminile Biassono) – “Entrare nelle prime otto è il nostro obiettivo e una volta raggiunto il traguardo tutto quel che verrà sarà naturalmente ben accetto. La nostra squadra gioca molto sulle esterne e avendo due Nazionali (Galbiati e Mandelli) non potrebbe essere altrimenti. Stiamo però cercando di fare gioco anche all’interno con l’aggiunta di alcune ’93 come Colombo e Fumagalli. Nessuna partita sarà scontata, il livello è davvero alto”.

Francesco Goccia (Athena Basket) – “Lo scorso anno abbiamo perso la finale con Napoli. Il nostro sogno sarebbe riprenderci lo Scudetto proprio contro Napoli in casa sua. Rimanendo con i piedi per terra va detto che sarà dura perché il livello è alto. Noi possiamo contare su individualità importanti come Gaia Gorini e Giorgia Paga, e poi su un gruppo importate abituato a non mollare fino alla fine. Arriviamo imbattuti e un po’ di pressione ci sarà, ma Napoli ci ha sconfitto già e sappiamo che nulla è scontato”.

Donato Monterisi (Libertas Moncalieri) - “Essere presenti è già un grande risultato. Abbiamo disputato l’Interzona senza una delle nostre migliori giocatrici, infortunata, e già li non credevamo di piazzarci tra le prime due. Ora andiamo a Napoli e vediamo cosa capita. Noi siamo una squadra tosta sotto canestro e abbiamo due giocatrici importanti che sono Salvini e Patrignani. Il nostro obiettivo sono i quarti di finale”.

Franco Milan (Ginnastica Triestina) - “Noi ce la giochiamo giorno per giorno. Non è davvero il caso di fare grossi programmi, anche perché il livello è alto. Andiamo per rimanere il più possibile. Siamo una squadra veloce, non molto grande fisicamente ma con una buona intensità difensiva. Poi dipenderà molto dalle squadre che affronteremo e dalla composizione dei gironi. Abbiamo rispetto di tutti ma siamo convinti dei nostri mezzi”.

Cherubino Sale (Virtus Cagliari) - “E’ già tanto per noi essere arrivati a Napoli. Ora speriamo di far bene per far crescere tutto il movimento sardo. In Sardegna facciamo una sola partita importante l’anno e quindi il confronto con le grandi squadre manca, non siamo abituati. Dalla nostra però abbiamo Beatrice Carta, capitano della Nazionale azzurra U16 che ha vinto l’argento agli scorsi Europei. Contiamo sulla sia esperienza e sul suo talento per arrivare più in alto possibile”.

Massimo Massaro (Gymnasium Napoli) - “E’ il primo anno che alleno questo gruppo e per la storia di questa squadra la società si aspetta una Finale di vertice. E’ chiaro che poi dipenderà dalle altre partecipanti perché il livello è alto e so che molte si sono attrezzate bene. Noi siamo una squadra molto aggressiva ma che ha anche un buon gioco corale. Tutte le ragazze si sono allenatore con la Serie A e ho cercato di dare loro un gioco che sia a metà strada tra le giovanili e la serie maggiore. Speriamo di essere all’altezza e di giocare una buona pallacanestro”.

Mary Ann Dillier (Sport’School Pesaro) - “Siamo molto orgogliosi! Lo scorso anno siamo arrivati sesti e quest’anno vogliamo fare la stessa cosa se non migliorarci. Siamo una squadra a due velocità, con molte ’94. Metà di loro ha giocato in B1 e per questo le rotazioni non sono facilissime. Il livello della Finale è molto alto, la lotta sarà feroce e non sarà affatto una passeggiata, così come non lo è stata il concentramento”.

Santino Coppa (Trogylos Basket Priolo) - “Anche per noi è un grosso risultato esserci. Abbiamo iniziato solo due anni fa con questo gruppo e non essendo nel giro da diverso tempo non abbiamo una squadra che possa puntare a grandi risultati. Vogliamo però rimanere a Napoli il più a lungo possibile. Per farlo contiamo su un nucleo di ’93-’94 con ottima potenzialità e futuribilità. Su tutte Milazzo, Gambizza e Guerri”.

Franco Ghilardi (Adriatica Basket) - “L’anno scorso per noi è stata la prima esperienza in una Finale Nazionale e quest’anno puntiamo a migliorarci. Diciamo che i quarti di finale possono essere un obiettivo che si confà alla nostra squadra, anche se, in un contesto di così grande equilibrio può succedere di tutto. Noi siamo una squadra che gioca una pallacanestro giovanile, con molta difesa, contropiede e libera in attacco. Ci vorranno carattere, voglia e spirito di gruppo”.

Renato Caputo (Pallacanestro Torino) - “E’ inutile negarlo, vogliamo andare più avanti possibile. Sappiamo che ci sono squadre davanti a noi che hanno investito molto a livello economico per ottenere risultati importanti. Noi siamo un’ottima squadra. Aggressiva, pressante, veloce. Abbiamo una bella pressione in difesa che ci fa star su. E poi abbiamo Valeria Nicola che, voglio ricordarlo, è stata argento agli Europei U16 del 2008”.

Lanfranco Giordani (Tecno Allarmi Cervia) - “Il nostro obiettivo era arrivare a Napoli soprattutto per dare un premio a Debora Carangelo che merita una vetrina di questo genere. Siamo una squadra molto giovane, quasi tutte ’94, e grazie a lei abbiamo ottenuto un risultato strepitoso perdendo solo da Livorno che tutti indicano come una delle migliori squadre d’Italia. Sarà una settimana di festa, non abbiamo ambizioni di sorta. Però…”

Maurizio Sottana (Basket Serenissima) - “E’ un anno che manco dal settore giovanile e non conosco ancora bene come sono strutturate le altre squadre. Posso solo basarmi sull’Interzona che abbiamo disputato e sui risultati che ho visto negli altri gruppi. Penso di poter dire, ma potrei anche sbagliare, che possiamo essere tra le prime tre. Siamo una squadra coperta in tutti i ruoli, eccezion fatta per una numero 5. Corriamo, difendiamo e giochiamo molto con i fondamentali”.

Francesco Masi (Women Basketball Livorno) - “Il nostro è un gruppo costruito mirando alle Finali Nazionali. Vogliamo andare il più avanti possibile ed il nostro primo obiettivo è entrare nelle prime otto d’Italia. Una volta li potremo pensare ad un nuovo obiettivo. Abbiamo qualità, doti e forza per arrivare in fondo. La squadra è veloce, senza una leader ma con un gruppo omogeneo. La difesa è il punto di forza e la corsa non ci fa difetto”.

Anselmo Ranucci (Ants Defensor Viterbo) - “Siamo felicissimi di partecipare per la terza volta in quattro anni alle Finali Nazionali. Andiamo a Napoli per essere la sorpresa poiché sappiamo che ci sono squadre più attrezzate di noi. Comunque siamo ottimisti e ci stiamo allenando come se dovessimo vincere lo Scudetto. Come squadra la nostra base è molto buona, ma purtroppo non siamo molto lunghi con le rotazioni e in una competizione così i cambi sono importanti”.

Ufficio Stampa Fip
Condividi ...
U18 M Ecc. '20
2/7 Giugno
Milano
U16 M Ecc. '20
15/21 Giugno
Udine
U15 M Ecc. '20
27/5 - 2/6
Cecina
U14 M '20
22/28 giugno
Pordenone
U18 F '20
2/7 Giugno
Milano
U16 F '20
13-20 Giugno
Rovigo
U14 F '20
21-27 Giugno
Roseto degli Abruzzi
calendario eventi
© 2015 Federazione Italiana Pallacanestro - Giovanile - Privacy Policy    Cookie Policy
credits sendoc.it
Gazzetta
Uliveto
Sixtus
basketlike.it
www.bricofer.it
www.spaldingbros.com

Media Partner

Fornitori Ufficiali

Fisiowarm
Vettore Medical
YouteCar

Official Medical Partner