home fip
basket community
Sponsor Maglia Azzurra
Sponsor Maglia Azzurra
Sponsor Tecnico
Sponsor Tecnico
Top sponsor
Top sponsor
Sponsor
Sponsor
Giovanilecomitato regionale

DNG UNDER 19 D'ECCELLENZA

Indietro
28 Maggio 2013
DNG: I risultati della 2a giornata
Va in archivio la seconda giornata di gare della Finale Nazionale DNG – Trofeo Giancarlo Primo, di scena al Pala Fiera e al Palazzetto Benedetti di Udine. La Virtus Bologna campione in carica se la vede brutta contro l'Olimpia Milano ma si salva negli ultimi minuti di gara. Suicidio sportivo di Rimini che spreca un +15 a 5' dal termine e cade nell'overtime contro Bergamo. Vittorie d'autorità per Montepaschi Siena, Reyer Venezia, Virtus Siena, Assigeco e Stella Azzurra. Al Cus Torino il derby spettacolo contro Biella.

Clicca qui per vedere la photogallery della Finale Nazionale DNG - Trofeo Giancarlo Primo

GIRONE A

Montepaschi Siena – PMS Moncalieri S. Mauro 66-40

Escluso un fisiologico rallentamento nel terzo periodo, la Montepaschi è senza macchia nel match contro la Moncalieri S. Mauro. La prestazione di coach Catalani è una conferma dopo la vittoria di carattere all'esordio contro Casalpusterlengo. Nata da un'ottima difesa e supportata da oleate soluzioni offensive, la prestazione dei mensanini li porta ad accumulare uno spread considerevole già al termine della prima metà gara. Nel terzo quarto il già ricordato momento “down” permette ai piemontesi di ridestare il match ma già nei primi minuti dell'ultimo periodo i senesi mettono il punto esclamativo sulla partita.


Le parole di coach Catalani: "Sapevamo di giocare contro una squadra che ha moltissime qualità e all'esordio era stata tradita da un pó di emozione. Eravamo consapevoli che avrebbero aggredito subito il match. L'idea nostra é stata quella di fare altrettanto. Abbiamo difeso bene nella prima parte di gara, poi abbiamo avuto un passaggio a vuoto. Infine ci siamo sbloccati ricominciando a fare quello che volevamo fare dimostrando la maturità giusta alla quale ora bisognerà dare continuità per fare un altro passettino in avanti".

Il pensiero di coach Comazzi: "Prima di tutto complimenti alla Montepaschi per la solidità difensiva dimostrata e la collaborazione in attacco. Peccato perché dovevamo fare noi una partita del genere e invece ci siamo intestarditi con miliardi di palleggi. Finché non siamo fuori non ci consideriamo a casa. Domani c'è la terza partita e daremo tutto per andare avanti. Vedremo se ci basterà vincerla. Di sicuro dovremo affrontarla con uno spirito completamente diverso".

Montepaschi Siena – PMS Moncalieri S. Mauro 66-40
Mens Sana: Assouou 2, Papi 8, Procacci 11, Cappelletti 3, Bianchi 8, Lofberg 6, Nasello 2, Johansson 2, Marini 7, Manetti 6, Sousa 11, Malleo ne. All. Catalani
PMS: Sordella 2, Fiore 4, Ottone, Fratucello, Baldasso 10, Trovato, Antonietti, Mascolo 6, Giacomelli, Fassio, Antonietti 9, De Angelis 9. All. Comazzi
Arbitri: Terranova, Salustri

Assigeco Casalpusterlengo – Virtus Eurobk 68-50

L'Assigeco si rimette in corsa nella Finale Nazionale Under 19 Eccellenza grazie alla vittoria sulla Virtus Roma. Nell'ultimo incontro sul Campo B di Udine le due formazioni procedono a braccetto per tutta la prima metà gara, alternandosi al comando della partita. A ritorno dagli spogliatoi i ragazzi di coach Carrea alzano il ritmo, allungando fino a +18 trovato a 5 minuti dal termine e mantenuto fino alla sirena conclusiva. (Donzelli, Janelidze e Vencato i migliori fra i lodigiani).


Le parole di coach Martino: "Sapevamo di giocare con una squadra fisicamente superiore alla nostra. Consci delle difficoltà la partita ci ha visto correre molto per trovare canestri a campo aperto. Nel secondo tempo siamo crollati. Abbiamo fatto fatica ad attaccare la zona. La sensazione è che nel nostro girone in stagione regolare, tranne nella partita con la Stella Azzurra non ci sia stata la stessa fisicità degli altri gironi. E la squadra questa cosa l'ha pagata, oltre ad aver tirato male".

Così coach Carrea: "Nei primi due quarti come ieri siamo stati molto solidi in difesa ma pasticcioni in attacco. Abbiamo sbagliato chiusure facili che poi quando sono entrate ci hanno permesso andare via. Non appena le percentuali si sono un pó alzate siamo nettamente migliorati. Domani c'é Moncalieri, che conosciamo bene. Conta vincere, e si può vincere".

Assigeco Casalpusterlengo – Virtus Eurobk 68-50
UCC: Rossato 6, De Lillo 11, Vencato 12, Pagani 6, Basso 5, Sagresti 2, Maga, Janelidze 14, Donzelli 12, Ferrari, Zanazzi, Salari. All. Carrea
Virtus Eurobk: Billi 3, Tambone 9, Bouah 5, Bencini 14, Della Rocca, Caridà, Guagliardi 7, Longobardi 4, Pastore, Polani, Di Giacomo 9, Faltelli. All. Martino
Arbitri: Pierantozzi, Gagno



GIRONE B

Unipol Virtus Bologna – Armani Junior Milano 72-68

Che spavento per i campioni in carica! Nel primo incontro in programma al Palazzetto Benedetti di Udine la Virtus Bologna rischia un clamoroso capitombolo contro un'eccezionale Armani Junior Milano, sconfitta 72-68 al termine di un match dalle mille emozioni. Il primo tempo è di chiara marca felsinea, con la solita autorità sottocanestro e con le mille opzioni offensive che portano le Vu Nere sul un comodo +10. Al ritorno dagli spogliatoi la musica cambia, eccome, e l'Olimpia di Galbiati prende possesso del parquet. I meneghini attaccano alla grande (Amato e De Bettin “on fire” con 27 e 21 punti), difendono il fortino con passione (aiutati nel compito dalla mira da talpa dei talenti bolognesi) e a 5' minuti dal termine dell'incontro firmano il + 5 che sa di impresa. Lo shampoo di coach Consolini sortisce gli effetti e negli ultimi giri d'orologio l'ago torna a pendere in favore dell'Unipol. Ma gli applausi sono tutti per l'AJ Milano.


Dagli spogliatoi coach Consolini: "Abbiamo attaccato molto male la loro difesa e loro sono stati bravi a metterci in difficoltà. Non mi è piaciuta la nostra poca lucidità, per troppo tempo. Nei momenti in cui loro facevano fatica in attacco, gli abbiamo concesso azioni facili. Poi sommando le cose é giá grassa quando riesci a portarla a casa, nonostante anche negli ultimi minuti la luciditá sia venuta meno. Pensiamo a domani, sperando che la caviglia di Landi non sia grave"

Il commento di coach Galbiati: "Siamo partiti subendo la loro fisicità. Loro hanno davvero un gran talento. Noi poi siamo stati bravi con le nostre caratteristiche, le abbiamo fatte uscire, a differenza di lunedí. Con compattezza di gruppo e le qualità dei nostri esterni siamo tornati sotto sorpassandoli. Peccato per il finale dove è riemerso il loro talento. Da questa partita dovremo ripartire; vogliamo star qui il piú a lungo possibile".


Unipol Virtus Bologna – Armani Junior Milano 72-68
Virtus Bologna: Tinti, Tugnoli, Luppi, Imbrò 11, Sabatini, Millina 5, De Ruvo 24, Guazzaloca 3, Fontecchio 13, Ghiacci ne, Pechacek 11, Landi 5. All. Consolini
Olimpia Milano: Amato 27, Navarini 1, Gorla, Seratoni 5, Longoni, Peroni, De Bettin 21, Bartoli 6, Merlati 4, Restelli, Piva 2, Cremona 2. All. Galbiati
Arbitri: Bonfante, Perciavalle

Cus Torino – Pall. Biella 63-62

In puro stile derby il match fra Cus Torino e Pallacanestro Biella è una gragnuola di colpi di scena, e termina con i ragazzi di coach Porcella ad esultare al centro del parquet del Manlio Benedetti e la squadra di coach Danna a mangiarsi le mani per un vantaggio sciupato nel giro di pochi minuti. Dopo le partite dell'esordio (bella prestazione di Biella contro l'Olimpia Milano, e inevitabile imbarcata di Torino contro le VuNere) si poteva scommettere su un match a senso unico, con l'Angelico accreditato di una vittoria autorevole. La grande voglia di rivalsa del Cus dà invece un tocco di imprevedibilità al match che, per oltre trenta minuti, vede la Banca Sella in comodo vantaggio. Negli ultimi minuti di gioco però Quaranta e Calzavara alzano il volume, breakkano gli avversari e firmano il sorpasso. Biella ha 5'' per ribaltare le sorti, ma l'ultima preghiera di Uglietti non trova risposta.

Cus Torino – Pall. Biella 63-62
Cus Torino: Cavagliato ne, Chiotti 7, Russano 4, Sacco 11, Carattozzolo, Vercellino, Giraudi 3, Calzavara 10, Quaranta 15, Agbodan 7, Alberti 6. All. Porcella
Angelico: Chiavassa ne, Savio 6, Gonzato, Amoruso 6, Visconti 4, Scaramla 3, Singjeli ne, Dotti, Uglietti 11, Slanina 14, De Vico 18, Novello. All. Danna
Arbitri: Longobucco, Grigioni


GIRONE C

Comark Bergamo – Rimini Crabs 60-58 dts

Finale al cardiopalmo nel match fra Comark e Crabs, con i bergamaschi che portano a casa l'intera posta dopo un overtime. Per oltre 38 minuti l'incontro è in mano a Rimini che, dopo la performance scialba contro la Reyer, nell'impegno odierno si ritrova, alternando penetrazioni nel pitturato a soluzioni perimetrali e in entrambi i casi trovando il canestro con ottime percentuali. Al contrario la Blu Orobica stenta a trovare il ritmo, e a 5' dalla sirena conclusiva è a -15 e a un passo dal precipizio. Ma quando tutto sembra finito ecco che i granchi cadono nella ragnatela della zona avversaria, e la Comark diventa una gigante tarantola che morde velenosa con la premiata ditta Azzola-Crippa, gli autori del pareggio a 12'' secondi dalla fine. Nell'extra-time i possessi delle due squadre palesano gli opposti morali, alle stelle per i lombardi e sotto al parquet per i romagnoli, fino alla quinta sirena che condanna i ragazzi di coach Ambrassa ad una cocente sconfitta.

È raggiante coach Zambelli: “Se siamo la squadra che era sotto di 15 a 5 minuti dalla fine o quella che ha recuperato una partita già persa? Entrambi. Per tutto l'anno siamo stati incostanti, e in due partite giocate a Udine la storia non è cambiata. Abbiamo trovato il bandolo della matassa con un quintetto piccolo e la zona, vincendo una partita contro un avversario tosto come Rimini. Abbiamo Flaccadori infortunato (colpo all'anca nel match contro Don Bosco, ndr), e dovremo valutare la sua situazione giorno per giorno”.

Così coach Ambrassa: “Non dobbiamo cercare alibi. Abbiamo giocato un buon basket fino a 5 minuti dalla fine, poi non siamo riusciti ad attaccare la loro zona e abbiamo perso fiducia, anche nelle situazioni che fino a quel momento ci avevano visto esprimerci ottimamente. Ripeto, non ci possiamo nascondere, e anzi dobbiamo ritrovarci in vista del match di domani, che sarà un primo dentro/fuori della Finale Nazionale”.

Comark Bergamo – Rimini Crabs 60-58 dts
Blu Orobica: Leona 9, Donadoni, Mazzucchelli 7, Lorenzetti 6, Zucchetti ne, Savoldelli, Crippa 10, Spatti 5, Tedoldi ne, Azzola 20, Pace. All. Zambelli
Rimini Crabs: Ballerini 2, Chiera 5, Piastrellini 10, Maiello ne, Myers 2, Hadzic ne, Biordi 2, Brattoli 2, Ambrassa 2, Aglio 7, Brighi 20, Marengo 6. All. Ambrassa
Arbitri: Galasso, Solfanelli


Don Bosco Livorno – Reyer Venezia 42-74

Vittoria in scioltezza per l'Umana Venezia, che sgretola il Don Bosco Livorno con uno scarto di 32 punti. Risultato mai in discussione, con i ragazzi di coach Buffo che alternano una ventina di pagine del manuale del basket mantenendo per ogni paragrafo un'eccellenza esemplare. Le mani educate di Vildera e le acrobazie di Akele impreziosiscono la prestazione di squadra dal voto altissimo in pagella. Per la Nesti&Nelli è una gara-martirio, che non può essere raddrizzata dai pochissimi canestri facili che i rivali le concedono. Senza spazio sotto il canestro e con percentuali basse dal perimetro, i livornesi sono così costretti a recitare la parte dello sparring partner. Diventa così senza appello lo scontro con i Rimini Crabs per un posto che vale l'accesso agli spareggi di sabato. Per la Reyer invece, la sfida con la Comark è il lasciapassare per un giovedì di riposo.

Coach Buffo: “A parte Candussi, Pipitone e Stefani, questa è una squadra di classe '95 che in questa stagione sta crescendo tantissimo. Tante gare contro avversari tosti ci hanno fatto crescere sia mentalmente che tecnicamente. Anche in partite come quella di oggi, che solo guardando al risultato sembrerebbero facile, abbisognano di concentrazione per 40'”.

Coach Da Prato: “Siamo qui a Udine senza il nostro pivot Benvenuti, che oggi contro i centimetri dell'Umana ci avrebbe fatto davvero comodo. Abbiamo arginato Candussi, ma la coperta è sempre troppo corta, soprattutto se poi dal perimetro loro trovano tante triple pesanti. Contro i Crabs sarà una partita nervosa, che comincia già da ora”.


Don Bosco Livorno – Reyer Venezia 42-74
Nesti&Nelli: Forti 3, Rela, Terreni, Ulivieri, Barontini 2, Mazzantini 15, Marchini 9, Lucarelli, Giancotti, Artioli 10, Galati, Pasquinelli 3. All. Da Prato
Umana: Mihalic, Tinsley 5, Zennaro 16, Vildera 14, Paolin 6, Bertolo 2, Marcon, Candussi 7, Massa 1, Akele 14, Pipitone 9. All. Buffo
Arbitri: Wassermann, Radaelli


GIRONE D


Stella Azzurra – Rimadesio Aurora Desio 73-65

Pur con qualche patema d'animo di troppo, la Stella Azzurra vince la sua seconda partita consecutiva nel raggruppamento D della Finale Nazionale DNG. Contro l'Aurora Desio gli stellini sono sempre avanti sul tabellone, forti della prepotenza fisica nel pitturato e di un brillante avvio di La Torre e Cucci, ma non si scrollano mai di dosso gli avversari, in gara fino al 40esimo minuto. Senza possibilità di combattere ad armi pari sotto i canestri la squadra di coach Villa cerca le soluzioni perimetrali, trovando da dietro l'arco l'11/34 che impensierisce la squadra di coach D'Arcangeli. Negli ultimi scampoli di match i romani hanno però l'autorità necessaria per allungare fino al +8 conclusivo.

Queste le parole di coach D'Arcangeli: “Sono contento di queste due vittorie consecutive, non potrebbe essere altrimenti. Qui a Udine ci sono squadre con mentalità forte, che non mollano facilmente. Come noi del resto. È importante per i ragazzi confrontarsi con realtà del genere. Alcuni black-out che ci possono essere stati durante l'incontro non possono essere l'alibi per l'esito di una partita. Ci sono anche i meriti di un avversario come Desio, che non si è mai arreso”.

Il pensiero di coach Valli: “Non posso rimproverare nulla ai miei ragazzi. Anzi, devo fargli i complimenti, perché le migliori azioni offensive sono arrivate da Desio. Abbiamo tirato bene, preso le scelte giuste e siamo rimasti in partita per 40 minuti. Abbiamo pagato la mancanza di centimetri. Domani affrontiamo la Scavolini, la squadra che più ci assomiglia in questo girone”.

Stella Azzurra – Rimadesio Aurora Desio 73-65
Stella Azzurra: Grande 17, Alibegovic 10, Giancarli 5, Leonzio 1, Esposito 8, Mannozzi 5, Cucci 16, La Torre 9, Sorrentino ne, Sanguinetti 2, Faccenda T ne, Faccenda L ne. All. D'Arcangeli
Aurora Desio: Gatto 13, Tornari ne, Cogliati 11, Romei Longhena 10, Villa 5, Passero, Grassi 4, Verlato, Bruno 12, Bonvino 3, Esposito 7, Parma ne. All. Villa
Arbitri: Belfiore, Loscalzo


Scavolini Pesaro – Virtus Siena 45-72

La bella è della Virtus Siena. Dopo l'1-1 della regular season, la seconda e la terza classificata del Girone C dell'Under 19 Eccellenza si ritrovano a Udine in un match che vale tantissimo per il prosieguo del cammino alla Finale Nazionale DNG. Il bottino va alla squadra di coach Cini che nei 40' di gioco mostra maggiore organizzazione e fisicità degli avversari. Sotto al ferro Sanges e Bianconi fanno la voce grossa, lasciando a Cucco, Bianconi e Rovere il compito di firmare le trame di gioco. Nell'altra metà campo i ragazzi di coach Calbini litigano con un canestro che gli appare stretto come un collo di bottiglia, ammorbidendo così il compito difensivo dei toscani.

Così coach Cini: “Ci siamo guadagnati con merito lo spareggio con Stella Azzurra, che vale il primo posto nel girone. Sarà una gara tosta, ma visto come abbiamo giocato in questi due giorni sono fiducioso. Oggi la Scavolini non ha trovato tanti canestri dai suoi giocatori migliori, ma il merito è stato anche nostro”.

Queste le parole di coach Calbini: “Questa è una squadra con tanto cuore, l'arma che ci ha portato fino a Udine. Non abbiamo la fisicità degli avversari, ma abbiamo sempre sopperito alla mancanza di centimetri e chili con talento e buone percentuali. Quest'oggi invece il canestro non l'abbiamo quasi mai visto. Dobbiamo trovare una soluzione in meno di una giornata, domani c'è un match importantissimo contro Desio”.



Scavolini Pesaro – Virtus Siena 45-72
Victoria Libertas: Ricci 5, Bianchi 3, Giacomini 3, Bongiorno, Terenzi 4, Penserini, Clementoni, Cercolani 13, Urbani 4, Bertoni 4, Panzieri 6, Lepri 2. All. Calbini
Virtus Siena: Cucco 10, Franci, Mugnaini 3, Bianconi 10, Zeneli 6, Oliva 8, Reali 5, Sanges 10, Martino 6, Angiolini 2, Rovere 12, Ricci. All. Cini
Arbitri: Caruso, Barilani


Il programma della terza giornata

CAMPO A

Girone B
Unipol Virtus Bologna – Pall. Biella ore 15.00

Girone A
Montepaschi Siena – Virtus Eurobk ore 17.00

Girone C
Comark Bergamo – Reyer Venezia ore 19.00

Girone D
Stella Azzurra – Virtus Siena ore 21.00

CAMPO B

Girone B
Cus Torino – Armani Junior Milano ore 15.00

Girone A
Assigeco Casalpusterlengo – PMS Moncalieri S. Mauro ore 17.00

Girone C
Don Bosco Livorno – Rimini Crabs ore 19.00

Girone D
Scavolini Pesaro – Rimadesio Aurora Desio ore 21.00



Le classifiche

Girone A

Montepaschi Siena 4
Assigeco 2
Virtus Eurobk 2
PMS Moncalieri S. Mauro 0

Girone B

Virtus Bologna 4
Cus Torino 2
Pall. Biella 2
Olimpia Milano 0

Girone C

Reyer Venezia 4
Comark Bergamo 4
Don Bosco Livorno 0
Rimini Crabs 0

Girone D

Virtus Siena 4
Stella Azzurra 4
Aurora Desio 0
Scavolini Pesaro 0


Ufficio Stampa Fip
Condividi ...
calendario eventi
© 2015 Federazione Italiana Pallacanestro - Giovanile - Privacy Policy    Cookie Policy
credits sendoc.it
Gazzetta
Uliveto
Sixtus
basketlike.it
www.bricofer.it
www.spaldingbros.com

Media Partner

Fornitori Ufficiali

Fisiowarm
Vettore Medical
YouteCar

Official Medical Partner