home fip
basket community
Sponsor Maglia Azzurra
Sponsor Maglia Azzurra
Sponsor Tecnico
Sponsor Tecnico
Top sponsor
Top sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Giovanilecomitato regionale

UNDER 19 MASCHILE - BOLOGNA

Indietro
4 Giugno 2010
Finale U19 a Bologna. Ai quarti anche Stella Azzurra, Teramo, Fortitudo ed Eurobasket

Guarda le foto della Finale Nazionale a Bologna

Giornata di spareggi alla Futurshow Station di Bologna, Finale Nazionale Under 19 Maschile.
Mentre le quattro squadre già qualificate ai quarti come prime dei rispettivi gironi (Benetton Treviso, Virtus UGF Banca Bologna, Comark Bergamo e Montepaschi Siena) approfittano del giorno di riposo in attesa di conoscere le proprie avversarie, sul parquet è ancora battaglia per il passaggio del turno.
Apre le danze la Stella Azzurra sbarazzandosi della Snaidero Udine. E’ la volta poi di Teramo, che non ha vita semplice contro una buona Pallacanestro Reggiana. In serata compie il suo dovere anche la Fortitudo Bologna. Chiude la giornata il match tra Moncalieri ed Eurobasket Roma, risolto a favore dei romani.

Questi i risultati degli spareggi:

Stella Azzurra – Snaidero Udine 72-59

Comincia alla grandissima la giornata di spareggi validi per l'inserimento nel tabellone principale delle Finali Under 19. Sul parquet della Futurshow Station i primi a scendere in campo sono i romani della Stella Azzurra, opposti alla Snaidero Udine, per un posto in griglia che vale uno scontro con i campioni in carica di Treviso. Le due compagini hanno offerto un basket divertente e spettacolare, impreziosito da alcune giocate d'altissimo livello. All'ultima sirena ad alzare le braccia al cielo sono i capitolini che, nell'ultimo quarto, hanno centrato il break decisivo con cuore, tenacia e intelligenza tattica. Ma fino agli ultimi 5 minuti di gara il match è vissuto sul filo dell'equilibrio, con entrambe le formazioni attente a non far scappare via l'avversario. Pronti via e la Stella comincia il suo pressing martellante a tutto campo. I romani effettuano questo gioco alla perfezione, e solo un ancora ottimo Marco Maganza (15 punti) tiene in scia i friulani. Ma tante sono le palle perse dall'attacco di Udine, e nei contropiedi la Stella sa fare molto male. Ad andare negli spogliatoi in vantaggio sono però i ragazzi di coach Stradolini che, grazie alle due triple di Mirza Alibegovic (18, best scorer dei suoi) e Alessio Pappalardo, fissano il punteggio di metà gara sul 31 -28. Nel terzo quarto il canovaccio della partita non cambia, e i capitolini firmano il controsorpasso con Abdel Fall e Simone Colonnelli (26 punti per la guardia romana). Il pressing della Stella porta però i romani ad esaurire presto il bonus ma, per sua fortuna, Maganza dalla lunetta è tutt'altro che infallibile (5 su 12). L'ultimo quarto regala spettacolo. Udine ingrana la quarta e con Alibegovic, Maganza e Lorenzo Molinaro “on fire” si rifanno avanti (per tutti e tre schiacciate in gran stile). E' il momento clou dell'incontro, e allora ci vuole qualcuno che prenda in mano le redini del match. Quel qualcuno è Gianni Delle Cave (12) che prima riporta i suoi in parità (59-59) grazie all'ennesima palla recuperata del suo incontro, e poi infila dall'angolo la tripla che spezza le gambe agli avversari. I friulani accusano la “bomba” del romano in modo eclatante, e negli ultimi 3 minuti di gioco non centrano più un canestro. Parte proprio da qui il decisivo break della Stella Azzurra, che fissa il risultato sul 72-59.

Stella Azzurra: Colonnelli 26, Fallucca ne, Cicivè 2, Duranti, Fall 8, De Martino 8, Buscaglione, Ondo Mengue 4, Delle Cave 12, Ferraiuolo, Paesano ne, Ricci 12
Allenatore: D'Arcangeli Germano
Snaidero Udine: Gambaro 5, Finazzi ne, Petiziol 2, Molinaro 11, Zakelj ne, Pappalardo 4, Alic ne, Noselli, Soldan, Alibegovic 18, Maganza 15, Zecchin 4
Allenatore: Stradolini Giancarlo

Arbitri: Baldini Lorenzo, Boscolo Enrico

Pall. Reggiana – Banca Tercas Teramo 74-78

Ha inizio qualche minuto prima del solito la “zona Teramo”, e cioè quella porzione di gara – gli ultimi scampoli – nella quale gli abruzzesi diventano spietati e devastanti. Eccezion fatta per la sconfitta subita ieri contro la Montepaschi, Teramo si sta facendo largo in questa manifestazione monetizzando al massimo proprio i momenti finali dei suoi incontri. Era successo nelle prime due giornate del Girone A, contro Trieste e Udine, e la tendenza è stata confermata oggi nello spareggio contro la Pallacanestro Reggiana, che abbandona Bologna con il tabellone della Futurshow bloccato sul 78-74. Gli emiliani possono recriminare solo di non aver inciso nell'ultimo periodo, dopo un match giocato punto a punto con gli avversari. Orfani di Zanotti, fuori per infortunio, i ragazzi di coach Menozzi hanno trovato in Riccardo Cervi (18) e Andrea Iori 812) gli alfieri più prolifici. I due hanno fatto il paio con i dirimpettai Alex Martelli (20 punti) e Achille Polonara (18), insieme a Giovanni Laquintana (15) i più pericolosi fra gli abbruzzesi. Dopo continui capovolgimenti di punteggio, le due compagini non riuscivano a centrare nessun break di rilievo neanche nell'ultima frazione. Almeno fino a 5' e 9'' dal termine. In quell'istante infatti il tabellone dei 24 secondi decideva di fare le bizze, inducendo gli arbitri a fermare il gioco per permettere all'organizzazione di riparare il momentaneo guasto. Dopo qualche minuto di attesa, i due team tornavano dunque sul parquet, sul punteggio di 61-60 in favore di Teramo. La quale, come anticipato, trovava nei rimanenti 5 minuti il proverbiale allungo, con grandi triple dei già citati Polonara, Martelli e Laquintana. A 26'' dal termine poi, Reggio aveva anche il possesso del possibile – 3, ma invece di tentare la tripla Germani sceglieva la penetrazione, trovando solo il fallo (realizzando poi 1 su 2 dalla lunetta). Gli ultimi due forcing emiliani non sortivano infine gli effetti sperati, e per la Reggiana calava la notte sulle Finali Under 19. Per Teramo invece il sogno continua. Gli abruzzesi sono chiamati ad un'altra impresa contro la Comark Bergamo, fra le compagini più in forma ammirate finora.

Pall. Reggiana: Siani, Laganà L 7, Viglianesi 3, Poti 7, Baroni ne, Cervi 18, Vanni, Pini 10, Germani 3, Veccia 4, Laganà M. 10, Iori 12
Allenatore: Menozzi Andrea
Teramo Basket: Marinaro 5, Listwon 4, Polonara 17, Giammò ne, Cimini ne, Fiorentino, Di Giuseppe, Baruffi, C Sousa 9, Martelli 20, Ricci 8, Laquintana 15
Allenatore: Di Meglio Vincenzo

Arbitri: Borgioni Denny, Borgo Christian

Scavolini Spar Pesaro – Fortitudo Bologna 60-68

Le lacrime dei giocatori di Pesaro al termine della gara la dicono lunga sulla tensione e la posta in palio. Vince la Fortitudo, che continua così la sua corsa nella Finale Under 19 di casa. I ragazzi di coach Breveglieri hanno interpretato fin da subito la gara con piglio gagliardo, portandosi avanti nel punteggio. Non ci è voluto molto perché i pesaresi riuscissero a prendere le misure agli avversari. Da allora la gara è stata combattuta e molto piacevole. Strappi da una parte e dall’altra, per un equilibrio sostanziale che si è protratto per tutto il match. Amici e Traini hanno provato per tutta la gara a far rimanere in scia la Scavolini, offrendo le solite prestazioni generose e di grande qualità. Sulla sponda Fortitudo è stato Matteo Montano il top scorer di giornata con 15 punti, ben coadiuvato dai compagni, in special modo da Chiappelli e Botteghi.
L’allungo decisivo arriva nel finale, quando la F allunga e taglia le gambe agli avversari, costringendoli alla resa.
Per la Fortitudo, nei quarti, il delicatissimo impegno contro la Montepaschi Siena, che oltre ad avere la palma della favorita, non foss’altro per il secondo posto conquistato lo scorso anno, avrà anche un giorno di riposo in più nelle gambe.
Partita comunque che sarà tutt’altro che scontata, visto la grande intensità dimostrata dai bolognesi contro un avversario degno di tutto rispetto.
Menzione d’onore per Pesaro, i cui giocatori sono gli stessi che non più tardi di un anno fa hanno conquistato lo scettro di Campioni d’Italia Under 17.

Scavolini Pesaro: Traini 15, Cambrini, Cardellini 3, Ziliani 3, Bartolucci 5, Tobaldi 4, Pentucci 2, Ciribeni 2, Tortu, Amici 21, Di Donato 5, Scafaro.
Allenatore: Baioni Giacomo
Fortitudo Bologna: Chiappelli 13, Chilo 6, Riguzzi 2, Bastone 8, Gruppioni, Montanari, Fantinelli, Di Giorgio 2, Montano 15, Botteghi 11, Fuzzi 2, Verdi
Allenatore: Breveglieri Roberto

Arbitri: Quarta Denis, Satta Massimo Giovanni

Moncalieri Bkballschool – Pool Eurobasket Roma 61-69

Ultimo spareggio di giornata quello tra Moncalieri e Pool Eurobasket Roma. In palio un posto nei quarti contro i padroni di casa della Virtus, in una Futurshow Station che si annuncia caldissima.
Nel primo quarto si fa preferire, seppur di poco, la compagine romana. Coach Briscese si sgola in panchina, tenendo costantemente alta la tensione dei suoi, che rispondono alla grande. Nel secondo quarto Moncalieri comincia in sordina e l’Eurobasket ne approfitta per piazzare un minibreak (33-22). Nel time-out il coach piemontese Comazzi predica maggiore movimento della palla per provare a reagire. La strigliata fa più che bene ai suoi, che al ritorno in campo fanno registrare un 9-0 che riapre i giochi (33-31) anche se l’Eurobasket va al riposo in vantaggio per 37-32.
A Cecchetti, miglior marcatore del primo tempo per l’Eurobasket (17), risponde Milone, top scorer di Moncalieri nelle prime due frazioni (14). La sfida è viva ed interessante e lo dimostra il secondo tempo. Nel terzo quarto i romani menano ancora le danze, ma senza riuscire a prendere il largo. Moncalieri c’è e la frazione va in archivio col punteggio di 44-48. Negli ultimi 10 minuti la contesa si fa serrata ma è sempre l’Eurobasket ad avere il favore del punteggio. A due dalla fine è +4 (62-58). Moncalieri prova il tutto per tutto ma a 8 secondi dalla fine i romani sono avanti di 4 (65-61). Per i piemontesi nulla da fare. Per l’Eurobasket c’è la Virtus UGF Banca Bologna.

Moncalieri: Johnson 2, Manitto 6, Grosso, Negri, Maffeo 7, De Simone 10, Paschetta 9, Riganti, Milone 18, Nicolucci 9, Porcari, Giustetto
Allenatore: Comazzi Stefano
Eurobasket: Pavan 1, Vaiani 14, Fanti 13, Liguori, Moretti 2, Tripi, Pullazi, Di Fabio 11, De Carlo, Tomasello 2, Cecchetti 26
Allenatore: Briscese Massimiliano

Arbitri: Boninsegna Matteo, Wassermann Stefano

Così nei quarti alla Futurshow Station:

Comark Bergamo – Banca Tercas Teramo ore 15.00
Benetton Treviso – Stella Azzurra ore 17.00
Virtus UGF Banca Bologna – Pool Eurobasket Roma ore 19.00
Montepaschi Siena – Fortitudo Bologna ore 21.00

Ufficio Stampa Fip

Condividi ...
calendario eventi
© 2015 Federazione Italiana Pallacanestro - Giovanile - Privacy Policy    Cookie Policy
credits sendoc.it
Gazzetta
Uliveto
Sixtus
basketlike.it
www.bricofer.it
www.spaldingbros.com

Media Partner

Fornitori Ufficiali