<![CDATA[ News della Federazione Italiana Pallacanestro ]]> Thu, 24 Apr 2014 05:50:09 UTC <![CDATA[ Trofeo delle Regioni Kinder+Sport Femminile, definiti gli accoppiamenti dei Quarti di Finale ]]>
LOMBARDIA-TRENTINO ALTO ADIGE 63-28 (17-4; 44-15; 52-20)
Lombardia: Corbetta 6, Calciano 2, Del Pero 9, Donzelli 2, Rizzi 4, Gandola 2, Mariani 5, Scavone, Oliva 11, Meroni 9, Paleari 10, Sartor 3. All. Lombardi
Trentino A.A.: Ruocco 3, Pesarini 6, Roberta , Vicentini 5, Bernardoni 2, Chemolli, Lorenzi, Venturini 4, Omeozzoli , Palmarsan 3, Betta 5, Bregu. All. Casolari.
Arbitri: Mulliri, Miglioranza

Inizio forte della Lombardia, che grazie a due contropiedi di fila e a una tripla di Paleari si porta sull’11-4. Il Trentino non sembra trovare contromosse efficaci all'attacco lombardo che si porta sul +13 a fine primo quarto (17-4). La Lombardia allunga sul 44-15 a metà gara, nella seconda parte dell'incontro gestisce il vantaggio vincendo 63-28.


TOSCANA-UMBRIA 55-42 (15-14; 29-27; 41-35)
Toscana: Ceccarini 6, Cecchi 6, Castiglione 7, Vannucchi 4, Madera 17, Iozzelli 6, Zorzi 2, Simonetti 3, Diarra Sylla, Manetti 4, Pagni, Chiarugi. All. Pianigiani.
Umbria: Moriconi 12, Sparvoli 3, Iaconi, Iachettini, Cubaj 20, Grilli, Guidubaldi 2, Crisostomi 2, Rossi, Lazzerelli, Gaggiottini, Hattab Cavaciocchi 3. All. Posti.
Arbitri: Tedeschini, Cavedon

Grande equilibrio nella prima parte dell'incontro, con le due squadre divise da soli due punti all'intervallo lungo: 29-27 Toscana. Alla ripresa l'allungo della formazione di Pianigiani, che a 10' dal termine è avanti 41-32. L’Umbria tenta il tutto per tutto e si porta a -4 (41-37), ma la rimonta si ferma sul più bello: la Toscana chiude poi con un +13.


PUGLIA - LAZIO 45-50 (12-8; 21-22; 41-38)
Puglia: De Bartolomeo 5, Cristofaro 2, Nardelli 5, Armenti 5, Giudice , Caretta 2, D'Alessandro 6, Caccavo 1, Markovic 4, Tagliamento, Assentato 11, D'Agnano 4. All. Alba.
Lazio: Kolar 2, De Santis 12, Auzou 2, Puggioni 7, Bongiorno 9, Ianeri 2, Gentle 7, Borghi 4, Boni 4, Nizza , Troiani 1, Paolocci. All. Adamoli.
Arbitri: Olivieri, Fiocchi

Inizio dal ritmo alto per entrambe le squadre, ma da punteggi bassi per via dei diversi errori al tiro. La Puglia al 3' prova un mini allungo con un parziale di 8-0 (9-2), ma con 5 punti consecutivi si riporta a -4 il Lazio (7-11): il vantaggio rimane invariato fino alla fine del quarto, 12-8 Puglia. Il secondo periodo inizia con un parziale di 14-4 per il Lazio che si porta prima sul 16-14 e poi allunga sul 22-16. Il contro parziale di 5-0 negli ultimi due minuti della Puglia chiude il periodo sul 22-21 a favore del Lazio. La terza frazione inizia con un mini allungo laziale (28-23), ma le Marche non stanno a guardare. Le due squadre si alternano spesso il vantaggio prima del parziale di 6-0 della squadra di Adamoli che chiude il match.


EMILIA ROMAGNA – SARDEGNA 63-31 (26-10; 41-14; 52-20)
Emilia Romagna: Lucca 7, Venturi, Mantovani, Pallotta 8, Soglia 2, Giacchetti 2, Zavalloni 9, Venturoli 12, Cremona 4, Periti 6, Salvadego 5, Fera 8. All. Morigi.
Sardegna: Solinas 2, Canu 2, Mura 6, Biella 6, Piras, Schirru 2, Farina 5, Canu 2, Garau, Maxia, Mascia, Sow 6. All. Castelli
Arbitri: Melai, Danese

L'Emilia Romagna accede ai Quarti superando la Sardegna. Inizio contratto da entrambe le parti, solo 7-6 al 5’; poi, pian piano, le biancorosse di casa acceleravano e già alla fine del primo quarto il tabellone parlava chiaro (24-10). Al 15’, sul 32-10, iniziava un lunghissimo gargabe time anche se le isolane erano brave ad impattare l’ultima frazione (11-11).


VENETO-ABRUZZO 87-8 (20-4; 46-4; 71-6)
Veneto: Coffau 10, Beraldo 6, Destro 13, Fassina 16, Del Mas 4, Pinzan 2, Galazzo 8, Smorto 4, Chicchisiola 6, Gamba 8, Furlani 4, Tridello 6. All. Battisti
Abruzzo: Miccoli, Codagnone 4, Pirani, Traino, Fabbricini 2, Di Girolamo, Bellante, Di Stefano, Jepson 2, Asobirionwu, Lunadei, Colella. All. Patricelli
Arbitri: Riggi, Peruzzi

Partita a senso unico per il Veneto, avanti già di 16 punti dopo i primi 10' e di 42 a metà gara. Seconda frazione di gioco sulla falsa riga della prima, con il Veneto che vince agilmente 87-8.


SICILIA-FRIULI V.G. 45-63 (12-18; 21-36; 37-44)
Sicilia: Gandolfo 2, Verona 10, Ricciardi 4, Vella 11, Rimi 4, Greco 1, Scionti 1, Magri 5, Baglieri 6, Caruso, Vivirito 1, Patanè. All. Recupido.
Friuli Venezia Giulia: Ianezic 2, Crovato 22, Milani 14, Tremul 9, Lavaroni 4, Gregori, Gatti, Revelant 2, Pulcini, Morello, Gotti 7, Zanelli 3. All. Bernardi.
Arbitri: Grieco, Carducci

Tutto come da copione alla “Carim”, ma la Sicilia esce dalle prime otto del torneo a testa alta. Primi otto minuti in assoluto equilibrio (12-12), poi il crollo delle isolane col Friuli Venezia Giulia che scappa a +17 (13-30 al 15’). Con uno strepitoso terzo quarto la Sicilia spaventa le avversarie rientrando fino al -7 del 30’ (37-44). La pausa, però, era taumaturgica per le ragazze della Bernardi che, al 35’, sul 40-55, chiudono virtualmente la pratica.


MARCHE – LIGURIA 36-44 (13-9; 20-22; 28-29)
Marche: Catalino 10, Lupini, Matteucci 7, Ruggeri 2, Bolognini 5, Baffo, Veroli, Goffi 2, Castellani 2, Zamparini 2, Bernardini 4, Piermaria 2. All. Pesaresi.
Liguria: Bologna 5, Cambiaso 2, Pescetto 3, Tosi 6, Kotopulis, Mori, Corradino 21, Poletti 3, Bordonaro 4, Poli, Copello, Saloni. All. Grandi.

Arbitri: Marino, Frosolini

Primo quarto che mantiene un certo equilibrio: al 5’ è 5-5, a fine primo quarto primo scatto della Marche per il 13-9. Nel secondo periodo meglio la Liguria, che trova il sorpasso e a metà gara conduce 22-20. Partita che si accende nella seconda parte: a 10' dal termine Liguria avanti solo di 1 (29-28). Dopo un allungo ligure, (41-34) provano a rientrare le Marche, ma la Liguria resiste vincendo 44-36.


PIEMONTE – CAMPANIA 75-42 (9-11; 29-22; 51-31)
Piemonte: Degiovanni 8, Ceriani 11, Michelini 12, Pollastro 14, Trucco 6, Guarino 2, Muraca 4, Celiberti 2, Colucci 5, Villa, Dominici 6, Cortese 5. All. Ferrauto.
Campania: Giuseppone 4, Sapienza 5, Gigliano 9, Pastena 2, Orta 9, Savarese 2, Urcivoli, Scarpato 9, Martines 2, Galdi, Cifaldi, Moroso. All. Scotto.
Arbitri: Tadic, Foti

Vince il Piemonte, come da pronostico, ma l’inizio gara è stato a favore della Campania (2-9 al 7’). Poi la reazione delle ragazze di Ferrauto, che prima impattano a quota 13, e poi, con un break di 14 a 0, iniziano la fuga vincente. A cavallo dei due quarti centrali le campane si rifanno sotto (29-24 al 22’). Il Piemonte chiudeva ogni discorso nella parte finale del quarto volando da 41-31 a 51-31. Senza emozioni gli ultimi 10’.


Il calendario dei Quarti di Finale (24 aprile 2014)
Quarti di Finale 1-8 posto
Lombardia-Friuli Venezia Giulia, ore 17.00 (San Marino)
Emilia Romagna-Liguria, ore 17.00 (Bellaria)
Lazio-Piemonte, ore 17.00 (Flaminio)
Toscana-Veneto, ore 17.99 (Santarcangelo)

Quarti di Finale 9-16 posto
Trentino A. A.-Sicilia, ore 9.30 (Flaminio)
Sardegna -Marche, ore 9.30 (CARIM)
Puglia-Campania, ore 17.00 (CARIM)
Umbria-Abruzzo, ore 9.30 (Santarcangelo)

Ufficio Stampa Fip
]]>
Wed, 23 Apr 2014 21:11:05 UTC
<![CDATA[ Trofeo delle Regioni Kinder+Sport Maschile, domani i Quarti di Finale ]]>
GIRONE A
LOMBARDIA – SARDEGNA 76-32 (16-12; 34-20; 54-24)
Lombardia: Capelli, Spila 5, Laffitte 12, Puglisi 10, Cipolla ne, Nasini 7, Maccari 8, Berra 2, Chinellato 14, Ferrari 14, Bosatelli 4, Cremaschi. All. Saibene.
Sardegna: Gallizzi 2, Fadda 4, Saddi 2, Re Marco 4, Obino, Scarpa 1, Bertolini 3, Pozzo ne, Barbagallo, Chirri 5, Marongiu 2, Acunzo 9. All. Sorci.
Arbitri: Pezzani, Castellaneta

Tutto come da copione nella sfida tra Lombardia e Sardegna. Dopo centocinquanta secondi era già tutto chiaro (9-0), anche se gli isolani provavano a rimanere in scia per tutto la prima frazione (16-12 al 10’). Nel secondo quarto il solco veniva tracciato anche se la vera e propria fuga avveniva dopo l’intervallo lungo, quando, dal 34-20, si passava al 54-24 del 30’. Negli ultimi dieci minuti lo scarto cresceva ancora fino al +44 (76-32) della sirena.


PIEMONTE-ABRUZZO 68-52 (15-12; 25-30; 48-36)
Piemonte: Viano 4, Piccio ne, Ferrigno 4, Segura 2, Pelassa 2, Maule 15, De Bartolomeo 4, Abrate 18, Apuzzo, De Santis 13, Carnaghi 4, Borsello 2. All. Squarcina.
Abruzzo: Faragalli 6, Toro, Di Censo 7, De Guglielmo, Iezzi, Mancini, Berardi 8, Del Sole 6, D'Ippolito 4, Fasciocco 2, Di Donato 11, Masciopinto 6. All. Nando.
Arbitri: Piras, De Francesco

Inizio combattuto con le squadre molto contratte; poi un paio di contropiedi abruzzesi scavano un piccolo break di 5 punti. Il Piemonte risponde con un 10-2 di parziale firmato De Santis che la riporta in testa di 3 punti. Il secondo quarto inizia con un Abruzzo aggressivo, che chiude in vantaggio il secondo quarto (30-25). Dopo l'intervallo lungo si segna poco: l'Abruzzo dopo 5’ raggiunge il limite di 5 falli di squadra ed è costretta a calare di intensità; il Piemonte ne approfitta, trova il sorpasso arrivando sino al 48-36 grazie alle triple di Abrate e di De Santis. I piemontesi controllano e vincono 68-52.

Classifica
Lombardia 6
Piemonte 4
Abruzzo 2
Sardegna 0


GIRONE B
CAMPANIA - FRIULI VENEZIA GIULIA 42-77 (10-14, 10-18, 14-19, 8-26)
CAMPANIA: Gallo 8, Pellicano 6, Federico, Cecere 2, Ceriello 6, Meles, Tartaro 2, Vietri, Romanelli 6, Cappabianca, Giugliano 2, Ascione 10
FRIULI VENEZIA GIULIA: Bratos 6, Kos 5, Leonardi 9, Cossaro 8, Deangeli 9, Ballandini 7, Milic 7, Rabusin 12, De Santi 2, Tarondo 8, Dellosto 4
Arbitri: Sconfienza, Renga

LAZIO-SICILIA 58-44 (15-15; 30-34; 41-41)
Lazio: Torresani 7, Alessandrini, Favalli 7, Maggiore 9, Capuani 6, Incitti 7, Desideri 2, Palumbo 13, Rinaldi 1, Cavallo 3, Santini 3, Di Francesco. All. Picardi.
Sicilia: Ianelli 16, Longo 2, Guaiana, Zanatta, Chessari 9, Antoci 8, Vanacore, Costa 2, Roccaro, Genovese 7, Carianni, Tartamella. All. Di Gregorio.
Arbitri: Paradiso, Guarienti

Inizio a ritmi bassi con le due squadre che, alla metà del primo periodo, si ritrovano sul 7-5; nella seconda metà del quarto il Lazio comincia ad alzare il press, il primo periodo si chiude sul 15 pari. In avvio di secondo quarto la Sicilia si porta sul 20-16 e, grazie alla difesa e al contropiede, al 15’ è sul 26-18. Sul finale di periodo alza la pressione il Lazio che all’intervallo è sotto di 4 (30-34). Al rientro dagli spogliatoi la squadra di Picardi continua a macinare punti e costringe la Sicilia al time out a 3'30'' dalla fine del quarto sul 37-39; inevitabile il sorpasso del Lazio che, con la bomba di Palumbo a 2’ dal termine del periodo, si ritrova in vantaggio 40-39. Il Lazio continua a fare la gara nell'ultimo quarto e vince 58-44.

Classifica
Sicilia 6
Lazio 4
Friuli V. G. 2
Campania 0


GIRONE C
TRENTINO A.A.-LIGURIA 51-66 (9-9; 22-28; 34-50)
Trentino Alto Adige: Lorenzi 4, Carrara 9, Zambarda, Frase 6, Conti 23, Balde, Sebastiani 1, Bertolini, Versini, Tognotti 2, Della Pietra 6, Cestari. All. Zanoni.
Liguria: Stefani 8, Biancardi 5, Miaschi 9, Valsetti 9, Banchero 7, Guida 4, Zini 8, Moggio 3, Petani, Renzone 2, Teutino, Bianco 11. All. Costa.
Arbitri: Pietrobon, Ottoboni

Inizio molto equilibrato (9-9 a fine primo quarto), poi a cavallo delle due frazioni il parziale di 0-13 con cui i liguri prendono un consistente vantaggio. Il Trentino paga le rotazioni cortissime e sul 36-57, a 8’ dalla fine, il match è virtualmente chiuso.

PUGLIA-EMILIA ROMAGNA 48-67 (9-11; 23-35; 38-54)
Puglia: Crecchio 2, Giardino 5, Lauria 10, Hoxha 9, Piccinno, Orlandino ne, Taddeo ne, Fusco 4, Stano 6, Susca, Napoleone 10, Monaco 2. All. Angelini.
Emilia Romagna: Barattini 4, Folli 2, Nanni 7, Tognacci 8, Pietri 12, Giuliani 7, Lorusso 12, Cosco 5, Muzzi, Ugolini, Guglielmi 3, Secchi 7. All. Soliani.
Arbitri: Marenna, Calandra

L’Emilia Romagna fatica solo nel primo quarto, poi piega la resistenza della Puglia e conquista la terza vittoria in altrettante gare. Si comincia col freno a mano tirato: tanti errori all’inizio in una gara che si sblocca solo al 3’ col canestro di Pietri (0-2). La Puglia va sotto anche 0-6, poi ricuce e va al primo mini riposo sotto di sole due lunghezze (9-11). Nel secondo quarto c’è equilibrio fino al 15-16, poi i padroni di casa scappano via con Pietri e Nanni sugli scudi. Il trend della partita non cambia neanche all’avvio del terzo periodo e il margine si allarga in maniera considerevole. Tognacci infila subito 4 punti per il +16 (23-39), Barattini lo segue a ruota con altri 4 e la gara sembra indirizzata a favore dei padroni di casa (26-43 al 24’). La Puglia non riesce a tornare sotto le quindici lunghezze di margine e l’Emilia Romagna riesce a controllare chiudendo imbattuta il girone.

Classifica
Emilia Romagna 6
Liguria 4
Puglia 2
Trentino A. A. 0


GIRONE D
MARCHE – UMBRIA 64-61 (22-12; 41-28; 58-46)
Marche: Parlani 1, Mentonelli 21, Bordoni 7, Galiano 18, Perticarini 7, Giunta, Migliorelli, Bacchiani 4, Giretti 2, Massani 2, Pozzetti 2, Papini. All. Rossi.
Umbria: Faina 3, Bartoli 8, Ciofetta 11, Gomez Vince 15, De Paola 11, Guerra, Bonifazi, Madani 4, Carotti 4, Brunori, Picchiarati 5, Macciani. All. Pierotti.
Arbitri: Pistagni, Giunta

Le Marche partono concentratissime: 7-0 al 2 e 13-2 al 5’. L’Umbria fatica a reagire e, al massimo, arriva sul -10. La seconda frazione si chiude con i marchigiani a +13. Nella ripresa il vantaggio si dilata fino al 54-35 del 26’, ma il successivo parziale di 10-0 è ossigeno puro per gli umbri. L'Umbria spinge e rientra sino al -3. Le Marche si accontentano di vincere la partita e l’Umbria non riesce a recuperare il possibile pallone dell’overtime. Alla fine, a festeggiare, è il Veneto che conquista la seconda posizione nel Girone C.


TOSCANA – VENETO 72 – 54 (24-18; 41-33; 59-44)
Toscana: Cinque 7, Quagli 4, Cipriani 15, Lurini 2, Galeani 23, Costi 2, Sturli, Sene 5, Zampone 6, Sbrana, Zanini, Graziani 8. All. Tatti.
Veneto: Czumbel M. 3, Battiston 5, Sarto 8, Piccinin 13, Battistuzzi 4, Cuzmbel E. 9, Freguja 4, Elio, Pavan 6, Bertan, Okoase, Accordi 2. All. Turchetto.
Arbitri: Tulumello, Correale

Tris di vittorie per la Toscana, che si aggiudica la partita e il primo posto nel Girone D. La prima accelerata la davano i ragazzi di Tatti (da 11-10 a 18-10). Nel secondo quarto il Veneto si riportava a contatto sul 35-32 al 18’, ma l’aggancio non arrivava mai e così la Toscana manteneva sempre un margine di sicurezza fino al massimo vantaggio del 35’ (70-46) che faceva partire i titoli di coda.

Classifica
Toscana 6
Veneto 2
Umbria 2
Marche 2


GIRONE E
VALLE D'AOSTA - CALABRIA 36-90 (9-19, 14-26, 4-32, 9-13)
VALLE D'AOSTA: Fazari 3, Restagno, Nieroz, Collalto, Carlin 1, Yeuillaz 8, Vaudan, Guerrisi, Artuso 10, De Gattis 1, Vinci 13, Lai
CALABRIA: Manfredi 5, Zampogna 4, D'Apa 5, Crucitti, Scialabba 8, Egwoh 8, Fiorillo 8, Lagana' 26, Commisso 4, Nello Trupia 2, Dolce 4, Pilo' 16
Arbitri: Nonna, Fiore


MOLISE - BASILICATA 23-55 (3-15, 10-16, 5-15, 5-9)
MOLISE: D'Agnillo 7, Cicchetti 4, Fuschino 8, Tedeschi, Eliseo 1, Mustillo, Gagliardi, Zurcino, Lombardi 1, Bravo, Quaranta 1, Russo 1
BASILICATA: Mazzarelli 4, Mazzola, Monteleone 6, Iovane 2, Coretti 8, Casaletto 4, Lattarulo, Musto 11, Centoducati 3, Caradonna 13, Santangelo 1, Costa 3
Arbitri: Servillo, Cristofoli

Classifica
Basilicata 6
Calabria 4
Molise 2
Valle d'Aosta 0

Calendario 24 aprile 2014
Quarti di Finale 1-8 posto
Lombardia-Friuli Venezia Giulia, ore 15.00 (Santarcangelo)
Lazio-Piemonte, ore 15.00 (San Marino)
Emilia Romagna-Veneto, ore 15.00 (Flaminio)
Toscana-Liguria, ore 11.30 (Flaminio)

Girone 9-12 posto
Abruzzo-Sicilia, ore 11.30 (Santarcangelo)
Puglia-Umbria, ore 11.30 (Carim)

Quarti 13-20 posto
Basilicata -Sardegna, ore 15.00 (Bellaria)
Campania-Calabria, ore 15.00 (Carim)
Molise-Trentino A.A., ore 11.00 (Bellaria)
Valle d'Aosta-Marche, ore 11.00 (San Marino)

Ufficio Stampa Fip
]]>
Wed, 23 Apr 2014 23:19:06 UTC
<![CDATA[ Il basket e l'impegno sociale. A San Patrignano. Petrucci: Occasione di arricchimento. Malagò: Qui è forte l'integrazione con lo sport ]]>
La Comunità di San Patrignano ha ospitato ed accolto, questa mattina, gli oltre 400 ragazzi under 14 del Trofeo delle Regioni Kinde+Sport "Cesare Rubini", il torneo per rappresentative regionali maschili e femminili, che si svolgerà fino al 26 aprile a Rimini e provincia. I protagonisti del Torneo hanno assistito allo spettacolo "Fughe da fermi" dove Nicolò, 27 anni, di Fermo, ha raccontato il proprio percorso di disagio, prima, e di recupero, poi. Da tre anni in Comunità, Nicolò ha fortemente voluto uscire

dall'abisso della tossicodipendenza come ha raccontato ai ragazzi, ai dirigenti e agli istruttori delle

varie rappresentative, coinvolgendoli tutti emotivamente. Un convolgimento confermato dal presidente Petrucci nel successivo dibattito "I Giovani e il basket come esperienza educativa: "Grazie alla Comunità di San Patrignano per la splendida giornata che ha offerto ai ragazzi e a tutti noi. Grazie alla famiglia Moratti e alla presidente Letizia che come ministro e come presidente Rai è sempre stata vicina allo sport. E' la quinta volta che vengo, la prima fu con la Nazionale di calcio ed Azeglio Vicini come ct, e l'emozione è sempre la stessa. Qui c'è la vita vissuta, ci sono le sofferenze, i drammi veri e ragazzi che stanno uscendo da un tunnel con grande dignità. Stare qui oggi è occasione di grande arricchimento per i nostri giovani atleti".

Il giornalista Italo Cucci ha moderato il dibattito coinvolgendo il presidente Malagò sul tema della scuola: "Sport ed educazione sono impossibili senza il tramite della scuola e in tal senso il premier Matteo Renzi le sta facendo un assist con la sua attenzione al mondo della scuola". "Renzi è un riformatore, un innovatore, non gli manca il coraggio e di certo siamo ascoltati. Se non partiamo dalla scuola, siamo finiti. Il CONI durante la presidenza Petrucci ha destinato 7,5 milioni di euro alla scuola prendendoli dal monte contributi destinati alle Federazioni, agli Enti di Promozione Sportiva alle discipline associate. Ma, attenzione, la scuola non è fra i compiti statutari del CONI. Abbiamo lavorato per formare gli insegnanti, ma poi mancano le palestre. Renzi ha il problema di avviare un percorso pubblico/privato sull'impiantistica, poi io gli dò una mano per la formazioni degli insegnanti.
"Per quanto riguarda San Patrignano faccio i miei complimenti al basket, e mi impegno affinché con il CONI e con altri sport olimpici ci possano essere attività di supporto e sinergia. Qui si insegnano valori ed è forte l'integrazione con lo sport che ha un valore terapeutico, didattico e di prevenzione."

"Malagò è un gran lavoratore e non ha un compito facile visto il momento che vive il paese. E' stato però 8 anni in Giunta CONI e conosce il funzionamento della macchina. Come presidente del CONI sta facendo bene, ha un gran capacità persuasiva e ha assunto un gran carisma su tutti i presidenti delle Federazioni -ha commentato il presidente Petrucci- Il CONI è il più grande ente di volontariato in Italia. Da presidente di Federazione posso testimoniare che di sicuro le Federazioni fanno tanta attività sociale. Il presidente del CONI fa più attività di tipo burocratico-amministrativo, ed è quello che ho fatto durante i miei 14 anni alla guida del CONI. Malagò fa bene a fare i controlli perché lui garantisce le Federazioni. Da presidente di Federazione sono in trincea.
Noi e il calcio abbiamo i campionati professionisti, ma tutto il resto cos'è se non attività sociale? A parte le Nazionali, promuoviamo l'attività motoria e combattiamo la sedentarietà e questo cos'è se non attività sociale? Ieri sera ero in piazza con i 400 ragazzi del Trofeo delle Regioni ed è stato bellissimo e di questo mi complimento con il presidente del Comitato Organizzatore e del Comitato Regionale Emilia Romagna per come l'ha organizzato.
"Su un punto non sono d'accordo con Malagò, quando dice che tutte le Federazioni sono tutte uguali. Non è possibile che lo siano anche se oggi esprimono in Consiglio Nazionale un voto a testa. Forse bisogna pensare ad un sistema di votazione diversa come in Francia per le federazioni olimpiche". ]]>
Wed, 23 Apr 2014 18:11:03 UTC
<![CDATA[ “Schweitzer”. Italia in semifinale a Mannheim! Domata l'Ucraina (89-70). Domani gli USA (20.00) ]]>
L'Italia non approdava in semifinale dal 1993 (allora fu bronzo dietro Usa e Lituania). In 26 edizioni, prima di quest'anno, Italia al penultimo atto per 5 volte (tre ori, un argento e un quarto posto).

"Siamo strafelici per questo risultato storico - ammette coach Capobianco - perchè è stato ottenuto grazie alla capacità di soffriredi ogni songolo componente di questa spedizione. Siamo tra le prime 4 formazioni in questo 'mondiale' e lo dobbiamo ai ragazzi, che hanno dimostrato grande attenzione e grande cuore. Lo dobbiamo allo staff, che giorno dopo giorno sta lavorando per migliorare le prestazioni della squadra. Contro l'Ucraina è stata una partita di notevole durezza. I nostri avversari hanno avuto, oltre alle capacità tecniche anche doti mentali. Non hanno mai mollato e il loro carattere è venuto fuori nella vittoria ottenuta contro la Francia nel girone. Noi siamo stati bravi a crederci sempre e a tenerli sotto gli 80 punti, la loro media abituale. Già da stanotte, insieme ai miei assistenti Maurizio Lasi e Fabrizio Ambrassa che ringrazio, riprendiamo a lavorare per studiare gli Stati Uniti".

Dopo un primo quarto in equilibrio (19-18) l’Italia prende saldamente in mano le redini del match nei secondi 10 minuti. E’ l’inizio della fine per l’Ucraina, che pure prova a rilanciarsi nel secondo tempo. La stazza fisica degli avversari è superiore a quella degli Azzurri ma i ragazzi di Capobianco sono attenti e concentrati. I soliti Mussini (29), Flaccadori (23) e Donzelli (12) sono i top scorer ma con loro c’è un collettivo straordinario, compatto e determinato. La forza del gruppo va oltre i centimetri e l’Italia è nelle prime quattro del mondo.


I tabellini

Italia-Ucraina 89-70 (19-18, 21-11, 25-22, 24-19)
Italia: Severini 3, Merella 6, Mastellari, Lupusor, Spera 2, Picarelli 4, LaTorre 3, Mussini 29, Flaccadori 23, Cacace 7, Mascolo, Donzelli 12. All: Capobianco
Ucraina: Miroshnichenko 2, Sidodrov 6, Voevoda, Ruslov 4, Lebedintsev 2, Mikhailiuk 24, Shalamov 7, Tarasenko, Balaban 9, Berozkin, Slivancanin 4, Kobets 12.

Italia-Spagna 83-67 (25-22, 10-14, 24-16, 24-15)
Italia: Severini 6, Merella, Mastellari, Lupusor, Spera, Picarelli, LaTorre 2, Mussini 25, Flaccadori 16, Cacace15, Mascolo, Donzelli 19. All: Capobianco
Spagna: Oroz 3, Costa, Itturia 8, Sima13, Garcia 14, Perez 3, Martinez C. 2, Bauza 10, Diaz 13, Sabata, Omeragic 1, Martinez D.

Italia-Bosnia 85-66 (20-14, 22-19, 16-14, 25-19)
Italia: Severini 6, Merella3, Mastellari, Lupusor, Spera 2, Picarelli 11, LaTorre 6, Mussini 24, Flaccadori 13, Cacace 5, Mascolo, Donzelli 15. All: Capobianco
Bosnia: Aleksic 8, Atic 15, Hadzic 5, Dedovic 8, Gagic 4, Luzaic ne, Pilavdzic 2, Memic 9, Beronja 8, Smajlovic 6, Predic 1, Piric ne.

Italia-Cina 92-51 (23-6, 21-10, 24-18, 24-17)
Italia: Severini 14, Merella3, Mastellari 1, Lupusor, Spera 6, Picarelli 6, LaTorre 9, Mussini 9, Flaccadori 20, Cacace 11, Mascolo 2, Donzelli 11. All: Capobianco
Cina: Xu 2, Luo2, Liu 4, Wang, Zhao 22, Liao, Wang 6, Miao, Fu 4, Zhang 5, Hu 6, Fan.

I 12 di coach Capobianco per Mannheim

4 Federico Mussini (1996, 190, P, Grissin Bon Reggio Emilia)
5 Enrico Merella (1996, 180, P, Tavoni SNC Sassari)
6 Martino Mastellari (1996, 190, G, Tulipano Fortitudo Bologna)
7 IonLupusor (1996, 190, A, Viola Reggio Calabria Ssdarl)
8 Andrea Spera (1996, 203, A/C, Sidigas Avellino)
9 Andrea Gennaro Picarelli (1996, 192, G, E.A.7 Emporio Armani Milano)
10 Andrea La Torre (1997, 202, A, Stella Azzurra Roma)
11 Luca Severini (1996, 202, A/C, Virtus Siena)
12 Diego Flaccadori (1996, 190, G, Blu Orobica Bergamo)
13 Alberto Cacace (1996, 193, A, Azimut Loano)
14 Bruno Mascolo (1996, 185, P, Manital PMS Torino Srl)
15 Daniel Donzelli (1996, 198, A, UCC Casalpusterlengo)

Staff

Allenatore: Andrea Capobianco
Assistente: Fabrizio Ambrassa
Assistente: Maurizio Lasi
Preparatore Fisico: Paolo Guderzo
Medico: Antonio Mancino
Massofisioterapista: Francesco Ferri
Capo Delegazione: Roberto Premier
Team Manager: Pietro Pietrazzini

Il programma
Dal 19 al 26 Aprile
27° Torneo Int. “A.SCHWEITZER” A Mannheim (GER)

19 Aprile
Italia-Cina 92-51

20 Aprile
Italia-Bosnia Erzegovina 85-66

21 Aprile
Italia-Spagna 83-67

23 aprile
Italia-Ucraina 89-70

24 aprile
Ore 20.00 Italia-USA

Il Torneo di Mannheim (Germania)

Il Torneo di Mannheim è una delle più importanti manifestazioni a livello mondiale per squadre nazionali giovanili. La prima edizione si disputò nel 1958 su iniziativa di Hans Joachim Babies. Hermann “Pascha” Niebuhr, ex coach e membro onorario della DBB (Deutscher Bund Basket, la Federazione tedesca di pallacanestro) intitolò il torneo ad Albert Schweitzer, famoso medico, teologo, musicista e missionario. Il Premio Nobel per la Pace nel 1952 accettò di buon grado e da allora il torneo porta ancora il suo nome.

L’evento è a cadenza biennale e l’edizione 2014 sarà la 27esima. Il torneo è organizzato dalla Federazione Tedesca Pallacanestro, dall’US-Army e dalla città di Mannheim, seconda città della Regione Baden-Wurttemberg in Germania.

Alla manifestazione, anche quest’anno, parteciperanno Nazionali provenienti da quattro continenti e tutte proveranno a spodestare i campioni in carica della Spagna.
Nell’Albo d’Oro sono gli Stati Uniti a farla da padroni con ben 10 affermazioni. L’Italia è al secondo posto con tre Medaglie d’Oro (1966, 1969, 1983) come la Yugoslavia (1971, 1979, 2000).

Questi alcuni dei giocatori che hanno partecipato, in passato, al Torneo di Mannheim

DINO MENEGHIN, Magic Johnson, Arvidas Sabonis, Toni Kukoc, Drazen Petrovic, Dino Radja, Valerij Tikhonenko, Igor Miglienieks, Antonello Riva, Juan San Epifanio, B.J.Armstrong, Tim Duncan, Dirk Nowitzki, Mehmet Okur, Hidayet Turkoglu, Darius Songaila, Jerome Moiso, Igor Rakocevic, Eddie Griffin, Tony Parker, Victor Khryapa, Johan Petro, Andrei Bogut, Ersan Ilyasova, Yi Jianli, Ramon Sessions, Nicolas Batum, Alexis Ajinca, Omri Casspi.

Ufficio Stampa Fip
]]>
Wed, 23 Apr 2014 17:39:41 UTC
<![CDATA[ Finale Nazionale BEKO U19 Femminile: Geas campione d'Italia, battuta la Reyer in finale 60-46 ]]> Venezia è partita meglio (17-13) ma in apertura di secondo periodo una fiammata di Kacerik è valsa il sorpasso (17-24). Marangoni ha siglato il pareggio a quota 29 ma poi è arrivato il nuovo allungo delle milanesi che con capitan Barberis e le triple di Tagliamento hanno toccato il +10 sul 42-32. La reazione delle lagunari è stata vanificata da Cecilia Zandalasini, che prima con un paio delle sue sospensioni ha regalato al Geas il massimo vantaggio sul 49-34 e poi ha spento definitivamente le speranze della Reyer col canestro del 51-39. Cecilia Zandalasini è stata la miglior realizzatrice della finale con 16 punti, in doppia cifra anche Kacerik (10) e Gambarini (12). Per Venezia 14 punti di Marangoni.
La coppa è stata consegnata a Beatrice Barberis dal Presidente della Fip Giovanni Petrucci, in campo sono sfilate anche tutte le squadre femminili del Trofeo delle Regioni in corso di svolgimento in questi giorni a Rimini.
Nella finale per il terzo e quarto posto la Ginnastica Triestina ha superato nel pomeriggio la Magika Castel San Pietro per 63-49 grazie ai 18 punti di Romano e ai 17 di Zecchin.
Nel quintetto migliore della manifestazione sono state inserite Francesca Gambarini e Cecilia Zandalasini (Geas), Annalisa Vitari (Magika), Giuditta Nicolodi (Reyer Venezia) e Stefania Trimboli (Triestina). Nevio Giuliani (Triestina) è stato eletto miglior allenatore delle Finali Nazionali BEKO Under 19 Femminili.

Finale primo e secondo posto
GEAS BASKET - REYER VENEZIA 60-46 (13-17, 16-6, 11-9, 20-14)
GEAS BASKET: Ruisi, Kacerik 10 (2/3, 2/3), Cassani, Tagliamento 9 (1/1, 2/5), Gambarini 12 (6/17), Barberis 9 (2/5, 1/1), Bonomi 2 (1/1), Beretta 2 (0/1 da tre), Ranzini, Zandalasini 16 (6/15, 0/4)
Tiri Liberi: 9/13 - Rimbalzi: 29 21+8 (Barberis, Zandalasini 8) - Assist: 8 (Tagliamento, Gambarini, Barberis 2)
REYER VENEZIA: Tagliapietra 7 (2/5, 0/1), Peresson 6 (1/6, 1/1), Marangoni 14 (2/6, 2/4), Pan 4 (2/5, 0/2), Nicolodi 8 (1/9, 1/2), Penna 7 (2/5, 1/3), Vanin
Tiri Liberi: 11/14 - Rimbalzi: 34 25+9 (Penna 10) - Assist: 6 (Marangoni 3) - Cinque Falli: Peresson, Nicolodi

Finale terzo e quarto posto
GINNASTICA TRIESTINA - MAGIKA PALLACANESTRO 63-49 (13-13, 15-10, 18-15, 17-11)
GINNASTICA TRIESTINA: Zecchin 17 (3/8, 3/6), Trimboli 9 (4/10, 0/4), Samez 4 (2/4), Miccoli M. 10 (3/5, 0/3), Pribetic, Valeri, Miccoli C. 5 (1/3), Silli, Romano 18 (7/13), Nardella
Tiri Liberi: 14/25 - Rimbalzi: 38 28+10 (Romano 12) - Assist: 8 (Romano 3) - Cinque Falli: Miccoli M.
MAGIKA PALLACANESTRO: Vespignani 10 (2/6, 2/6), Turroni 6 (2/3, 0/2), Lipparini 4 (1/1, 0/2), Melandri 2 (0/1), Vitari 6 (2/7, 0/2), Capucci 2 (1/4), Franceschelli 3 (0/5, 1/1), Merighi, Bellandi, Pazzaglia 3 (1/3), Schiavina, Santucci 13 (5/6, 0/10)
Tiri Liberi: 12/17 - Rimbalzi: 29 22+7 (Vitari, Capucci 5) - Assist: 6 (Vespignani, Lipparini 2) - Cinque Falli: Santucci

FINALE SETTIMO POSTO
Battipaglia-Bologna 56-62

FINALE QUINTO POSTO
Schio-Anagni 56-39


Ufficio Stampa FIP ]]>
Tue, 22 Apr 2014 18:52:01 UTC
<![CDATA[ Canale TV. Il presidente FIT Binaghi al Consiglio Federale del 10 maggio. A seguire conferenza stampa congiunta con il presidente FIP Petrucci ]]>
Dopo il Consiglio, conferenza stampa congiunta con il presidente FIP Giovanni Petrucci. ]]>
Tue, 22 Apr 2014 15:27:12 UTC
<![CDATA[ Seconda tappa a Rimini il 25 aprile. Ancora aperte le iscrizioni per le categorie Over e Under ]]>
L’evento si svolgerà in concomitanza del Trofeo delle Regioni Kinder+Sport - “Cesare Rubini” che si sta giocando nella città romagnola (21-26 aprile). Il terzo appuntamento prima della finalissima di fine giugno si svolgerà invece a Udine in occasione della Finale Nazionale Under 19 Maschile (31 maggio-1 giugno).

Possono partecipare alle gare dello Streetball Italian Tour 2014 esclusivamente i tesserati alla Federazione Italiana Pallacanestro al momento dello svolgimento della manifestazione. I giocatori dovranno presentarsi entro le ore 14.30 di venerdì 25 aprile per il relativo riconoscimento, muniti di documento di identità valido, certificato di idoneità alla pratica agonistica in corso di validità (in assenza della presentazione di tale documento non si accetteranno le iscrizioni). Al termine di tale verifica si procederà al ritiro del kit sportivo.

Per poter partecipare alle tappe di Rimini e Udine è necessario iscriversi compilando il modulo online (clicca qui).

Le squadre vincitrici dell'Over 18 Maschile e dell'Over 18 Femminile si qualificano per la Finale dello Streetball Italian Tour del 22 giugno 2014.

Questi i dettagli organizzativi e logistici della seconda tappa
Piazzale Federico Fellini - 47921 Rimini

IL PROGRAMMA DEL VENERDÌ 25 APRILE 2014
Categoria Over 18 maschile e femminile
Categoria Under 18 Maschile e Femminile
Check-in dalle 13.00 alle 14.30
Dunk Contest alle 17.00
Partite dalle 15.00 alle 19.00
]]>
Tue, 22 Apr 2014 14:57:22 UTC
<![CDATA[ Trofeo delle Regioni Kinder+Sport "Cesare Rubini". Mercoledì 23 aprile visita alla Comunità di San Patrignano con il presidente del CONI Malagò e il presidente Petrucci ]]> Tue, 22 Apr 2014 10:46:37 UTC <![CDATA[ Finale Nazionale BEKO U19 Femminile: per il terzo anno di fila la finale sara' Reyer-Geas ]]> Reyer-Magika 67-51 (24-10, 20-11, 7-15, 16-15)
Reyer: Porcu 3 (1/1 da tre), Tagliapietra 11 (0/2, 3/3), Peresson 13 (3/6, 1/2), Marangoni 6 (2/7, 0/3), Pan 12 (3/7, 2/3), Nicolodi 10 (5/9), Penna 4 (1/5), Vanin 8 (4/6)
Tiri Liberi: 10/17 - Rimbalzi: 33 24+9 (Nicolodi 10) - Assist: 15 (Peresson, Marangoni 4) - Cinque Falli: Penna
Magika: Vespignani 11 (4/10, 1/4), Turroni, Lipparini 2 (1/4, 0/1), Melandri 4 (2/4), Vitari 10 (1/2, 2/8), Capucci 1, Franceschelli 2 (1/2, 0/2), Bellandi, Tosi, Pazzaglia 6 (2/5), Santucci 15 (4/7, 1/8)
Tiri Liberi: 9/14 - Rimbalzi: 28 17+11 (Lipparini, Vitari, Pazzaglia 6) - Assist: 6 (Santucci 3).

Nel pomeriggio il Geas Sesto San Giovanni, battendo la Ginnastica Triestina 44-35, ha ottenuto il via libera per l’ennesima finale della sua gloriosa storia: la squadra di Cinzia Zanotti si è mantenuta sempre avanti arrivando anche a toccare 17 punti di vantaggio (40-23) sul finire del terzo quarto (tripla di Tagliamento e 6 punti consecutivi di Gambarini per il break). Generosa ma insufficiente la reazione delle giuliane, che con Maria Miccoli sono tornate anche a -5 prima di cedere nel finale. Per il Geas, doppia doppia di Marzia Tagliamento con 12 punti e 10 rimbalzi, in doppia cifra anche Gambarini a quota 18 (8/10 dal campo).
Geas-Ginnastica Triestina 44-35 (12-8, 14-9, 14-6, 4-12)
Geas: Ruisi, Kacerik 1 (0/1, 0/4), Cassani, Picco 3 (0/1, 1/1), Tagliamento 12 (3/4, 2/5), Gambarini 18 (8/10, 0/2), Barberis, Beretta, Zandalasini 10 (5/12, 0/3) N.E.: Ranzini
Tiri Liberi: 3/6 - Rimbalzi: 37 28+9 (Tagliamento 10) - Assist: 8 (Gambarini, Zandalasini 2)
Ginnastica Triestina: Zecchin 2 (0/1, 0/5), Trimboli 9 (0/6, 3/10), Samez, Miccoli M. 12 (6/12, 0/3), Pribetic, Miccoli C. 6 (3/4, 0/1), Silli, Romano 6 (2/8, 0/1), Nardella
Tiri Liberi: 4/12 - Rimbalzi: 40 29+11 (Trimboli 9) - Assist: 8 (Romano 3) —

IL SETTIMO POSTO VA A BOLOGNA
Il settimo posto va alla Fortitudo Rosa Bologna, che ha regolato Battipaglia 62-56 nell’ultimo impegno delle Finali di Santarcangelo: Arianna Landi la miglior marcatrice del quintetto di Maurizio Scanzani con 17 punti, in doppia cifra anche Cordola (15) e Crudo (14). Ultimo posto quindi per Battipaglia, che però ha chiuso la partita col 20-8 dell’ultimo quarto che le ha permesso di chiudere la manifestazione a testa alta: Francesca Russo con 18 punti la top scorer dell’incontro, in doppia cifra anche Hernandez a quota 15. Ora in campo Schio e Anagni per il quinto posto, nel pomeriggio le due semifinali.
Battipaglia-Fortitudo Rosa 56-62 (13-22, 15-12, 8-20, 20-8)
Battipaglia: Nappo 7 (2/3, 1/3), Russo 2 (1/4, 0/2), Marchetti 5 (1/6, 0/2), Di Cunzolo, Di Donato, Romana Russo 18 (5/17, 2/5), Diouf 2 (1/2), Mirra, Chiarella 6 (3/7), Hernandez 15 (4/10, 1/3), Guida 1, Berterame
Tiri Liberi: 10/11 - Rimbalzi: 34 23+11 (Berterame 8) - Assist: 5 (Romana Russo 2) - Cinque Falli: Chiarella
Fortitudo Rosa: Landi 17 (6/9, 0/1), Fietta 4 (2/6, 0/3), Crudo 14 (4/8, 1/2), Iannelli, Venturi, Cabrini 5 (1/3, 1/3), Andre' Futo 3 (1/2), Bettini 2, Capelli, Angelini 2 (1/1), Cordola 15 (5/7, 1/1)
Tiri Liberi: 13/23 - Rimbalzi: 33 27+6 (Cordola 12) - Assist: 12 (Cabrini 6)

SCHIO CHIUDE QUINTA, APPLAUSI PER ANAGNI
Il quinto posto è di Schio, che dopo una partita più equilibrata di quanto dica il punteggio, ha superato Anagni 56-39. La squadra di Monica Stazzonelli ha fatto il break nel secondo quarto (29-18) grazie a un’ottima Ercoli (22 punti e 13 rimbalzi), Anagni (Ceccarelli 16) ha provato a rimanere a contatto ricucendo fino al -6 ma poi si è dovuta arrendere alla vena realizzativa di Mosetti (16 punti).

Kinder+ Sport Schio-Fortitudo Anagni 56-39 (12-12, 17-6, 14-13, 13-8)
Schio: Tessaro 2 (1/3, 0/1), Mosetti 16 (5/11, 1/3), Cattelan, Francesca Ruaro, Minuzzo 5 (1/4, 1/3), Frigerio 7 (2/6, 1/3), Casarotto 4 (2/6, 0/2), Rigoni, Ercoli 22 (10/18)
Tiri Liberi: 5/9 - Rimbalzi: 42 27+15 (Ercoli 13) - Assist: 10 (Mosetti 6)
Anagni: Tomassoni 2 (1/2, 0/1), Iovene 10 (0/6, 3/8), Spiga, Fiorletta 1 (0/2 da tre), Adriana Cutrupi 5 (2/3), Pappalardo, Ceccarelli 16 (2/9, 4/7), Tennenini 5 (2/5, 0/5), Nardinocchi, Carfora
Tiri Liberi: 4/9 - Rimbalzi: 32 23+9 (Ceccarelli 7) - Assist: 7 (Tomassoni, Tennenini 2)

FINALE SETTIMO POSTO
Battipaglia-Bologna 56-62

FINALE QUINTO POSTO
Schio-Anagni 56-39

SEMIFINALI
Geas Sesto San Giovanni-Ginnastica Triestina 44-35
Reyer Venezia-Magika Castel San Pietro 67-51

LE FINALI (22 aprile)
3-4 posto Ore 16.00 Ginnastica Triestina-Magika Castel San Pietro
1-2 posto Ore 18.00 Reyer Venezia-Geas Sesto San Giovanni

Ufficio Stampa FIP ]]>
Mon, 21 Apr 2014 10:13:54 UTC
<![CDATA[ Finale Nazionale BEKO U19 Femminile, vincono Geas, Triestina, Reyer e Magika ]]> Magika Castel San Pietro-Kinder Sport+ Schio 62-48 (30-23)
La prima partita delle Finali Nazionali BEKO Under 19 Femminile va a Castel San Pietro Terme, che supera 62-48 Schio grazie ai 22 punti di Annalisa Vitari e ai 19 di Mariella Santucci. Gara più equilibrata di quanto dica il punteggio finale, con le arancioni (tanti infortuni per la squadra di Stazzonelli, Reani in panchina ma inutilizzabile) che sono rimaste avanti per 15 minuti e poi hanno dovuto cedere alla distanza nonostante il dominio a rimbalzo (46-27, Ercoli 16 punti e 15 rimbalzi): nel secondo tempo Schio ha provato in più occasioni a tornare a contatto ma l’ennesima tripla di Santucci è valsa il +12 a fine terzo quarto e da quel momento la Magika non si è più guardata indietro
Magika Castel San Pietro-Kinder Sport+ Schio 62-48 (30-23)
Magika: Vespignani 4, Turroni 8, Lipparini 1, Melandri 2, Vitari 22, Capucci 2, Franceschelli 4, Merighi, Bellandi, Tosi, Pazzaglia, Santucci 19. Coach: Filippo Bignotti.
Schio: Tessaro 5, Mosetti 8, Pasin ne, Spigarolo ne, Cattelan, Ruaro, Minuzzo 2, Frigerio 3, Casarotto 12, Rigoni 2, Ercoli 16, Reani ne. Coach: Monica Stazzonelli.

Geas Sesto San Giovanni-Battipaglia 63-51 (30-26)
E’ durata poco più di venti minuti la resistenza di Battipaglia, contro il Geas. La squadra di Massimo Riga nel primo tempo ha giocato alla pari con le più quotate avversarie prendendo anche la testa a metà del primo quarto (ottima De Pasquale, 15 punti in 18’): dopo l’intervallo lungo, però, è arrivata l’accelerazione di Sesto San Giovanni, che con un 15-2 di parziale ha raggiunto il 28-45 e di fatto ha chiuso i giochi anche se Battipaglia ha continuato a lottare fino all’ultimo minuto tornando due volte a -11. Per il Geas 14 punti di Barberis, 11 di Zandalasini: per Battipaglia 15 di Marchetti e De Pasquale.
Geas Sesto San Giovanni-Battipaglia 63-51 (30-26)
Sesto San Giovanni: Ruisi 7, Kacerik ne, Cassani 3, Picco 6, Tagliamento 8, Gambarini 4, Barberis 14, Bonomi 4, Beretta 4, Randini 2, Zandalasini 11, Oggioni. Coach: Cinzia Zanotti.
Battipaglia: Nappo 2, Russo A., Marchetti 15, Di Cunzolo, Di Donato, De Pasquale 15, Russo F. 12, Diouf, Mirra, Chiarella 2, Hernandez 5, Beltrame. Coach: Massimo Riga.

CLASSIFICA: Sesto San Giovanni, Castel San Pietro 2; Schio, Battipaglia 0.
Il programma della seconda giornata: ore 15.00 Geas-Castel San Pietro; ore 17.00 Schio-Battipaglia.

GIRONE B
Fortitudo Rosa Bologna-Ginnastica Triestina 53-70 (23-38)
Tutto facile per la Ginnastica Triestina, nel primo impegno del Girone B: le giuliane hanno incassato il primo canestro della partita (tripla di Crudo) ma poi hanno preso possesso della partita già su finire del primo periodo grazie soprattutto a una Romano ispiratissima (13 punti nei primi 10 minuti): le cose per Bologna sono peggiorate dopo l’intervallo perché la squadra di Giuliani ha continuato a trovare il canestro con grande facilità allungando fino al 58-30. Senza storia l’ultimo quarto, con i due allenatori già attenti nella gestione delle rotazioni in vista degli impegni di domani. Romano la miglior realizzatrice dell’incontro con 19 punti, in doppia cifra anche Cordola (13) e Fietta (13).
Fortitudo Rosa Bologna-Ginnastica Triestina 53-70 (23-38)
Fortitudo Rosa Bologna: Landi 7, Fietta 13, Crudo 11, Iannelli, Venturi 2, Cabrini 6, Andrè, Bettini, Capelli 1, Angelini, Cordola 13. Coach: Maurizio Scanzani.
Ginnastica Triestina: Zecchi 11, Trimboli 18, Sanez, Miccoli M. 10, Pribetic, Valeri, Miccoli C. 6, Sili 6, Romano 19, Crocenzi, Gobbato, Nardella. Coach: Nevio Giuliani.

Reyer Venezia-Fortitudo Anagni 76-45 (38-22)
Il successo di Venezia su Anagni ha chiuso la prima giornata di gare delle Finali Nazionali BEKO Under 19 Femminili che si stanno giocando al PalaAngels di Santarcangelo di Romagna. Le orogranata hanno preso il comando delle operazioni già nel primo quarto (20-10) e poi hanno dilatato progressivamente il proprio vantaggio fino al 76-45 finale. Elisa Penna la top scorer dell’incontro con 23 punti.

Reyer Venezia-Fortitudo Anagni 76-45 (38-22)
Reyer: Porcu 9, Tagliapietra 2, Peresson 11, Bergamin 2, Basso, Callegari, Zuin 6, Marangoni 4, Nicolodi 8, Penna 23, Vanin 9, Gianolla 2. Coach: Stefano Bonivento.
Anagni: Tomassoni 8, Iovene 11, Spiga 3, Furletta 2, Cutrupi, Paffi, Pappalardo 6, Ceccarelli 10, Tennenini, Nardinocchi 5, Carfora. Coach: Roberto Russo.

CLASSIFICA: Venezia, Triestina 2; Anagni, Bologna 0.
Il programma della seconda giornata: ore 19.00 Reyer Venezia-Ginnastica Triestina; ore 21.00 Anagni-Bologna

Ufficio Stampa FIP ]]>
Fri, 18 Apr 2014 14:32:10 UTC
<![CDATA[ "Lo sport è soprattutto etica", così il presidente Petrucci al "Corriere della Sera" ]]> Fri, 18 Apr 2014 08:22:41 UTC <![CDATA[ Finale Nazionale BEKO Under 19 Femminile, da oggi caccia allo scudetto 2014. Le partite in streaming su pianetabasket.com ]]>
A Santarcangelo di Romagna saranno otto le squadre che si contenderanno lo scudetto di categoria: Armani Junior GEAS Sesto San Giovanni, Kinder+Sport Schio, Minibasket Battipaglia, Magika Pallacanestro Castel San Pietro (Girone A), Ginnastica Triestina, Fortitudo Rosa Bologna, Reyer Venezia Mestre, Fortitudo Anagni MMX (Girone B).

Lo scorso anno a Spoleto è stata la Reyer ad aggiudicarsi il titolo, battendo in finale il Geas Sesto San Giovanni: la formazione veneta e quella lombarda sono le due grandi favorite anche quest’anno, ma in Romagna sarà una Finale Nazionale che potrebbe regalare sorprese. Giovanni Lucchesi, Assistente Allenatore della Nazionale A Femminile e Responsabile delle Nazionali Giovanili Femminili U16 e U14, presenta così la manifestazione: “Dal punto di vista tecnico sarà una Finale Nazionale di buon livello - ha analizzato - dietro alle due formazioni che gli addetti ai lavori considerano favorite, Geas Sesto San Giovanni e Umana Reyer Venezia, ci sono buone squadre con giocatrici interessanti. I due gironi sono equilibrati, tutte possono giocarsi il passaggio alle semifinali”.

Gran parte delle giocatrici che prenderanno parte alla manifestazione hanno giocato in Campionati Senior nel corso di questa stagione. Giovanni Lucchesi si aspetta dunque segnali di maturità: “Molte ragazze hanno giocato da protagoniste il campionato di A2 e A3, altre hanno avuto la possibilità di salire sul palcoscenico della A1. Soprattutto da alcune mi aspetto segnali importanti, anche in vista dell’estate che vedrà la Nazionale U20 giocare l’Europeo di categoria ad Udine e l’Under 18 quello in Portogallo”.

Ad assistere alla finalissima di martedì 26 aprile ci saranno anche le Rappresentative Regionali Femminili che dal 21 al 26 aprile giocheranno a Rimini il Trofeo delle Regioni Kinder+Sport 2014: “Senza dubbio ci sarà una cornice di pubblico importante - ha concluso Giovanni Lucchesi - il colpo d’occhio sarà notevole. Mi auguro che sia una Finale avvincente ed appassionante, sarà poi il campo, come sempre, ad avere l’ultima parola”.

Appuntamento dunque a Santarcangelo di Romagna dal 18 al 22 aprile. Tutte le partite in streaming su Pianeta Basket .

I gironi
Girone A
Geas Basket
Pall. Femm. Schio
Minibasket Battipaglia
Magika Pallacanestro

Girone B
Ginnastica Triestina
Fortitudo Rosa
Reyer Venezia Mestre
Fortitudo Anagni MMX


Calendario 1 giornata (18 aprile 2014)
Girone A
Magika Pallacanestro-Pall. Femm. Schio, ore 14.00
Armani Junior GEAS Basket-Minibasket Battipaglia, ore 16.00

Girone B
Fortitudo Rosa-Ginnastica Triestina, ore 18.00
Reyer Venezia Mestre-Fortitudo Anagni MMX, ore 20.00

Ufficio Stampa Fip ]]>
Fri, 18 Apr 2014 08:13:50 UTC
<![CDATA[ Le Finali Nazionali BEKO in diretta streaming su pianetabasket.com ]]>
Il service operante nel settore della WEB TV ha allestito un canale dedicato su pianetabasket.com (Clicca qui) dal quale si potranno vedere tutte le partite delle 8 Finali Nazionali giovanili (DNG, Under 19 Elite, Under 19 femminile, Under 17 maschile, Under 17 femminile, Under 15 maschile, Under 15 femminile, Under 14 maschile).

Il primo evento in calendario è l'Under 19 Femminile – Trofeo Vittorio Tracuzzi, al via domani 18 aprile a Santarcangelo di Romagna.


Calendario 1 giornata (18 aprile 2014)

Girone A

Ore 14 Magika Pallacanestro-Pall. Femm. Schio
Ore 16 Armani Junior GEAS Basket-Minibasket Battipaglia

Girone B
Ore 18 Fortitudo Rosa-Ginnastica Triestina
Ore 20 Reyer Venezia Mestre-Fortitudo Anagni MMX


Questa la sigla della Finale Nazionale BEKO Under 19 femminile – Trofeo Vittorio Tracuzzi.

Clicca qui per il link della diretta streaming


Ufficio Stampa FIP ]]>
Thu, 17 Apr 2014 14:14:58 UTC
<![CDATA[ Italbasket sbarca su Instagram. Seguiteci!! ]]> l'attivazione del profilo Facebook (www.facebook.com/FIPufficiale
[http://www.facebook.com/FIPufficiale] ), dell'account Twitter (@italbasket)
e del canale YouTube (www.youtube.com/fipbasketv) gli Azzurri sbarcano su
Instagram.

Nella prima foto postata su instagram.com/italbasket a far da testimonial
all'apertura del profilo è stato il Nazionale Andrea Cinciarini,
fotografato in un momento di relax durante la Settimana Azzurra di Ancona in
preparazione del BEKO All Star Game del 13 aprile scorso.

Italbasket su Instagram è un ulteriore passo per raccontare al meglio il
mondo della Federazione Italiana Pallacanestro ai tifosi della Maglia
Azzurra e a tutti gli appassionati di basket.

Seguiteci!! ]]>
Wed, 16 Apr 2014 15:33:42 UTC
<![CDATA[ BEKO All Star Game di Ancona, l'Italia batte le stelle straniere 76-59, Stefano Gentile l'Mvp ]]>
"È un bel momento per allenare la Nazionale - ha spiegato a fine partita Simone Pianigiani - durante questa settimana di lavoro ad Ancona ho visto un bel gruppo e tanto desiderio di indossare questa maglia da parte di una generazione giovane e con grande potenzialità. Sono contento di poter contribuire, insieme a uno staff di eccellenza, a costruire un gruppo fatto di giocatori di esperienza e giovani con qualità che l'esperienza devono ancora farla. Cominciamo ad avere un gruppo ampio e completezza di ruoli nei lunghi. Si sta creando un circolo virtuoso: la Nazionale aiuta i club facendo fare ai giocatori esperienza internazionale in estate, i club aiutano la Nazionale nel periodo invernale giocando le Coppe. Se non disperdiamo questo lavoro la nostra pallacanestro ha ancora qualcosa da dire. È stata una buona settimana di lavoro in vista dell'estate. Vogliamo qualificarci per l'EuroBasket 2015 e tornare a competere come abbiamo fatto lo scorso anno in Slovenia".

Per quanto riguarda i contest che hanno accompagnato lo svolgimento della partita, la gara del tiro da tre punti è stata vinta da Drake Diener, che ha battuto in finale Stefano Gentile con un incredibile serie conclusiva di 15/15.

La gara delle schiacciate ha infiammato il Palarossini e premiato alla fine la creatività e la potenza di Achille Polonara, anconetano di nascita, che davanti al suo pubblico ha sconfitto Chris Roberts e Jajuan Johnson.

Nel contest “familiare”, infine, a spuntarla sono stati Stefano e Nando Gentile davanti ai fratelli Vitali, a Daniele e Andrea Cinciarini e ad Amedeo e Carlo Della Valle.

Il primo canestro della partita l’ha messo a segno Riccardo Cervi, poi le due squadre si sono rincorse fino all’intervallo senza prendere scarti significativi: Donell Taylor ha provato a propiziare l’allungo degli All Stars (11 punti nei primi venti minuti) ma la giovanissima Italia di Simone Pianigiani (per qualche minuto in campo contemporaneamente Amedeo Della Valle, Simone Fontecchio e Amedeo Tessitori, 59 anni in tre) ha ribattuto colpo su colpo.

Nel terzo quarto le stelle straniere hanno toccato il +6 sul 44-38 ma gli 8 punti consecutivi di Della Valle hanno consentito all’Italia di prendere il comando (46-50) e poi la tripla di Stefano Gentile ha timbrato il 51-59 sulla sirena del terzo quarto. A metà dell’ultimo periodo è arrivata la definitiva accelerazione degli Azzurri, col 70-57 timbrato dalla tripla di Mazzola, e poi negli ultimi minuti l’Italia ha allungato fino al 76-59 conclusivo.

Italia-All Stars Team 76-59 (18-14; 34-36; 59-51)
Italia: Abass (0/3), Vitali 5 L. (1/4, 1/3), De Nicolao 4 (1/2, 0/3), Fontecchio (0/2 da 3), Vitali M. 4 (1/3, 0/3), Mazzola 6 (1/1, 1/2), Cervi 10 (5/5), Magro 4 (2/2), Zerini (0/1, 0/2), Cinciarini 4 (2/5, 0/1), Gentile S. 12 (3/4, 2/7), Tessitori 6 (3/7), Polonara 5 (1/3, 1/2), Cournooh 2 (1/2, 0/3), Della Valle 14 (1/3, 2/3). Coach: Simone Pianigiani.
All Stars Team: Anosike 3 (1/3), White 11 (4/7, 1/3), James (0/3, 0/1), Haynes 4 (1/2, 0/4), Dyson 9 (4/10, 0/4), Taylor 13 (4/5, 1/3), Washington 2 (1/1), Daniel 1 (0/2), Diener D. 6 (0/1, 2/9), Ragland 2 (1/1), Brooks 8 (3/7), Roberts (0/1 da 3). Coach: Marco Crespi.
Arbitri: Tolga Sahin, Gabriele Bettini, Alessandro Terreni.
Spettatori: 4436.
T2P: Italia 22/45; AST 19/42.
T3P: Italia 7/31; AST 4/25.
TL: Italia 11/14; AST 9/13.
Rimbalzi: Italia 49; AST 41.
Recuperi: Italia 5 ; AST 6.
Palle perse: Italia 14; AST 18.
Assist: Italia 8; AST 12.

Ufficio Stampa FIP ]]>
Sun, 13 Apr 2014 18:37:26 UTC
<![CDATA[ Estate 2014, la Nazionale a Cagliari. Petrucci “Vogliamo pensare in grande, lanceremo un canale tv dedicato al basket” ]]>
Così il Presidente Fip Giovanni Petrucci: “Dobbiamo pensare in grande pensando al futuro e quindi vorremmo seguire l’esempio della Federtennis e del suo bravo Presidente Angelo Binaghi con il lancio di un nostro canale tv: porteremo la proposta al prossimo Consiglio Federale, l’idea è quella di mostrare il nostro sport 24 ore su 24 per promuovere la pallacanestro e aumentare il numero dei tesserati. Il nostro sport è talmente bello che va solo fatta vedere. Il mio intervento non vuole ispirarvi un titolo, quelli li danno solo i grandi risultati della Nazionale. In questo senso il mio sogno è che i giocatori vengano riconosciuti per strada e perché questo accada è necessario imporsi con la Maglia Azzurra. Vincere i campionati con il proprio club è importante ma la mia esperienza mi porta a dire che le emozioni che si provano difendendo i colori del proprio Paese sono inarrivabili. In Slovenia la Nazionale ha riacceso gli entusiasmi, abbiamo fatto un grande Europeo e siamo mancati solo alla fine, vuol dire che ripartiremo ancora più “arrabbiati” la prossima estate. Abbiamo un grande allenatore, che è appena tornato dagli Stati Uniti dove è andato non solo per parlare con i giocatori NBA ma soprattutto per scoprire nuovi talenti, e insieme a lui un ottimo staff: dico agli Azzurri che sono qui e a quelli che saranno convocati in futuro che dobbiamo avere un sogno, quello di Rio 2016, e dobbiamo svegliarci tutte le mattine pensando a quell’obiettivo. Io come sapete vi difenderò sempre, è inaccettabile che nel nostro campionato giochino così tanti stranieri. So che ci sono delle regole da rispettare ma sappiate che la mia battaglia a tutela dei vostri spazi è appena cominciata”

Ha preso poi la parola Simone Pianigiani, Ct della Nazionale e Responsabile degli Indirizzi Tecnici della Fip: “Ho sentito parlare di sogni e di emozioni, componenti fondamentali per chi è chiamato a indossare questa Maglia. La scorsa estate in Slovenia siamo andati oltre i nostri limiti ma quell’ottavo posto all’Europeo non deve rappresentare un blitz quanto invece un punto di partenza per arrivare a giocarsela stabilmente con tutti. Vogliamo continuare a scalare gradino dopo gradino e per riuscirci dobbiamo fare squadra nel senso più vero del termine, in questo senso i mini raduni che abbiamo svolto a Roma in questi mesi sono stati decisamente preziosi. E’ importante continuare a utilizzare finestre invernali, vogliamo stringere una collaborazione ancora più forte con le società e con le Leghe che le rappresentano. Il percorso è in pieno svolgimento, ripartiamo dal 30 giugno col Media Day di Milano e dopo il raduno di Folgaria giocheremo dei tornei internazionali a Trento, Skopje e Sarajevo. L’ultimo appuntamento, prima del trasferimento a Cagliari dove giocheremo le partite di qualificazione contro Svizzera e Russia, è fissato a Trieste. La Nazionale Sperimentale ripeterà la tournée in Cina, fondamentale per questi ragazzi vivere un’altra straordinaria esperienza internazionale di alto livello: la Fip si è mossa in anticipo nell’ideazione di una seconda Nazionale, il nostro esempio è stato seguito anche da altre Federazioni europee a conferma della bontà dell’intuizione della Fip”.

Gerald Talarico, Ammiraglio di Squadra della Marina Militare, ha fatto gli onori di casa: “Benvenuti a tutti e grazie per aver voluto condividere con noi questo momento: la nostra collaborazione con la Federazione Italiana Pallacanestro è solida, al basket ci lega il comune senso di squadra. Nella portaerei Cavour che due anni fa ha ospitato Italia-Svezia Under 18 lavorano 700 persone, è una vera e propria squadra che deve lavorare in completa sintonia. Per la Marina, così come per una squadra di pallacanestro, il concetto del Noi si sostituisce all’Io”.

Alla conferenza è intervenuta anche Valentina Lugli, Responsabile Comunicazione Ferrero, che ha illustrato il progetto KINDER+SPORT, che da quest’anno affiancherà la Fip per le attività Giovanili e Minibasket. Il Trofeo delle Regioni KINDER+SPORT “Cesare Rubini” sarà il primo in ordine di tempo (21-26 aprile) e seguirà il Join The Game KINDER+SPORT che vivrà la sua Finale Nazionale il 17 e 18 maggio a Fano. L’inizio di una partnership che vedrà la KINDER e il gruppo Ferrero al fianco della Fip per molte altre iniziative.
 
Michael Rech, Direttore Azienda per il Turismo Folgaria-Lavarone-Luserna, per il terzo anno sede del raduno della Nazionale Maschile Senior e Sperimentale, ha voluto portare i saluti della sua terra agli Azzurri, che ne godranno le bellezze tra pochi mesi.

Ufficio Stampa FIP



]]>
Sun, 13 Apr 2014 11:46:01 UTC
<![CDATA[ Giovanni Malagò in visita alla Nazionale: “Nel basket sono a casa”. Petrucci: “La pallacanestro non deluderà” ]]>
Giovanni Petrucci, Presidente FIP, ha fatto gli onori di casa: “Voglio ringraziare il Presidente Malagò per aver accettato l'invito ad essere qui – ha affermato - ho saputo del suo impegno di lavoro nelle Marche e gli ho proposto di venire a salutare la Nazionale, lui ha accettato subito. Ho molta stima per lui e con la sua famiglia c'è un rapporto di amicizia che ci lega da tanto tempo. Nel basket di oggi vedo in campo troppi stranieri e come Federazione stiamo combattendo affinché venga dato maggiore spazio agli italiani. Il CONI è al nostro fianco in questa battaglia. Questa è una Nazionale giovane, su cui si sta investendo anche in prospettiva futura. Il CT Simone Pianigiani e tutto lo staff stanno svolgendo un ottimo lavoro e l'obiettivo è qualificarci prima all'EuroBasket 2015 e poi ai Giochi Olimpici di Rio. A Malagò voglio dire di continuare a starci vicino, perché il basket non lo deluderà”.

“Sono io che ringrazio la FIP e Giovanni Petrucci per questo invito – ha dichiarato Giovanni Malagò, Presidente CONI – perché nella pallacanestro mi sento a casa. A questo tavolo non ci sono due Presidenti ma due appassionati di pallacanestro. Sono uomo anche di basket e vorrei vedere in campo più italiani. Ora l'obiettivo per la Nazionale di basket deve essere quello di tornare a disputare i Giochi Olimpici. Sognare non costa nulla: dopo il risultato degli ultimi Europei non possiamo che continuare a crescere”.

Ufficio Stampa Fip ]]>
Fri, 11 Apr 2014 13:42:49 UTC
<![CDATA[ Gli Azzurri e la città di Ancona: contatto!! Che accoglienza nelle Marche! ]]> Preso letteralmente d’assalto Achille Polonara, che ad Ancona è nato e cresciuto. Per lui “straordinari” con penna e sorrisi! Non sono stati da meno Andrea Cinciarini, pesarese e dunque marchigiano doc, e Valerio Mazzola, giocatore di Montegranaro.

Questa mattina la visita di tre delegazioni di Azzurri in alcuni Istituti Scolastici. Accolti alla grande dai ragazzi di superiori ed elementari, gli atleti si sono piacevolmente intrattenuti per parlare di scuola e sport ad alto livello, un connubio che troppo spesso è dato per impossibile ma che in realtà non lo è.

La mattinata è proseguita con la visita al Comune di Ancona, dove il Sindaco Valeria Mancinelli e la Giunta Comunale al completo hanno accolto la Nazionale. Un benvenuto d'eccezione nella città dorica che per una settimana è la casa degli Azzurri.

Prima di pranzo Luca Vitali, Valerio Mazzola e Achille Polonara hanno fatto visita ai piccoli ospiti dell'Ospedale Salesi di Ancona, regalando loro maglie e gadget.

Previste altre attività in città anche per sabato mattina…

Ufficio Stampa Fip
]]>
Thu, 10 Apr 2014 06:03:24 UTC
<![CDATA[ Lotta alla pedofilia. Note di chiarimento sull’articolo 2 del Decreto Legislativo n.39/2014 ]]>
Tali note rispondono alle sollecitazioni operate dalle Istituzioni Sportive e contribuiscono sicuramente a sedare un inutile allarmismo che si era diffuso nel nostro movimento.

La FIP continuerà a monitorare l’evolversi della situazione, fornendo eventuali ulteriori chiarimenti ufficiali.

Per maggiori informazioni www.coni.it ]]>
Fri, 4 Apr 2014 10:59:54 UTC
<![CDATA[ Insegnare la pallacanestro di Andrea Capobianco. Presentato a Roma da Valerio Bianchini ]]> Insegnare la pallacanestro è un libro che non è utile solo agli istruttori: è un’opera di grande profondità, che parla dei fondamentali a partire dai concetti -così Valerio Bianchini, uno dei migliori allenatori italiani di tutti i tempi nella sua presentazione del volume- 'Il gioco è prendere un vantaggio, mantenerlo, concretizzarlo': in queste poche parole Capobianco - ha continuato Bianchini citando l'autore durante la presentazione che si è tenuta a Roma durante la sesta edizione dei "Maturi Baskettari"- è riuscito a racchiudere l’essenza del gioco della pallacanestro, un gioco fatto di spazialità e comunicazione orizzontale. Proprio da lì procede alla descrizione dei fondamentali, con estrema chiarezza verbale e grafica,
specificando quali siano gli errori più comuni e indicando la strada per correggerli. Questo libro rivela dunque il valore di Andrea Capobianco, un allenatore di altissimo livello che ha vinto tanto sul campo, ma che ha soprattutto vinto un campionato ancora più importante: quello di formare tanti giocatori di grande bravura”.



“Dobbiamo partire dal passato e studiarlo – questa, come spiega lo stesso Capobianco, responsabile tecnico delle Nazionali giovanili e del Comitato Nazionale Allenatori, la filosofia alla base del lavoro dell’allenatore – La storia è cultura e troppe volte in Italia si cerca di nasconderla. Occorre quindi ritrovare la voglia di fare cultura attraverso lo studio della storia. Ma la conoscenza realizza se stessa solo quando diventa patrimonio comune, ed è proprio questo lo scopo del mio libro: parlare di sport per far capire quanto sia importante allenare non giocatori, ma persone. Ho allenato tutte le categorie, dai
pulcini alla serie A, senza mai perdere la gioia della scoperta, la curiosità verso nuovi esercizi, la volontà di condividere le idee e di confrontarle. Proprio questa volontà mi ha spinto a scrivere un sussidiario rivolto a tutti coloro che insegnano a quei ragazzi che vogliono fare dello sport la propria ragione di essere. L’allenatore è un formatore, e in quanto tale deve essere coerente, tollerante, chiaro e consapevole del proprio ruolo e di ciò che rappresenta, perché è chiamato a insegnare a ragazzi che scendono in campo per sognare ma anche per imparare. Desidero quindi ringraziare chi ha collaborato alla realizzazione di questo libro, i funzionari della Federazione che mi hanno sempre sostenuto, gli incontri della mia vita: giocatori, assistenti, relatori dei master a cui ho partecipato.


Grazie al presidente Petrucci che mi ha permesso di far parte di questa famiglia, al vicepresidente Laguardia, al presidente del CNA Piccin, al mio amico Simone Pianigiani e, non ultimo, grazie ai miei genitori, che mi sono stati sempre vicini con amore”.

Andrea Capobianco
Insegnare la pallacanestro
Guida didattica per il corso di Allievo Allenatore

(con la collaborazione di Antonio Bocchino, Maurizio Cremonini, Francesco Cuzzolin e Marco Ramondino)
a cura del CNA-FIP

Argomenti
Il gioco della pallacanestro
Il ruolo dell'allenatore: definizioni generali dei saperi
Disegnare il basket: condivisione di un linguaggio
I fondamentali offensivi
I fondamentali difensivi
I fondamentali nel gioco
Il minibasket
La preparazione fisica: principi pratici per organizzare l'allenamento

2013, Calzetti-Mariucci Editori, Torgiano (PG)
www.calzetti-mariucci.it
075-5997310 info@calzetti-mariucci.it
Pagine 268, Euro 26,00
]]>
Mon, 7 Apr 2014 16:47:50 UTC
<![CDATA[ Le dichiarazioni del presidente Petrucci sui termini di pagamento delle società professionistiche sono in base ai regolamenti FIP ]]>
La FIP, inoltre, ricorda che il termine dei 60 giorni, richiamato nell'articolo citato, è stato voluto dall'attuale Consiglio federale ed introdotto nella corrente stagione sportiva per assicurare una sempre maggiore correttezza amministrativa. In precedenza il termine era di 90 giorni.

------------------------------------------------------
Dal Regolamento Esecutivo Professionisti

Articolo 21

Deposito attestazioni

Lettera E

23. Le Affiliate professionistiche, entro il giorno 16 del secondo mese consecutivo alla chiusura di ciascun bimestre, devono depositare presso la Comtec idonea documentazione, attestante l’avvenuto pagamento delle ritenute Ire/Irpef, Inps ex Enpals e Fondo Fine Rapporto riferite per competenza e calcolate sugli emolumenti maturati nel bimestre di riferimento nei confronti di tutti i tesserati.
In caso di accordi per rateazioni e/o transazioni, le Affiliate devono depositare presso la Comtec la documentazione attestante l’avvenuto pagamento delle rate scadute.

24. Le Affiliate professionistiche, entro il giorno 16 del secondo mese consecutivo alla chiusura di ciascun bimestre, devono depositare presso la Comtec e la Lega competente, con modalità prestabilite, la documentazione attestante l’avvenuto ed integrale pagamento degli emolumenti dovuti ai tesserati maturati nel bimestre di riferimento.
]]>
Sat, 29 Mar 2014 17:42:13 UTC
<![CDATA[ Proroga validità tessere libero ingresso 2013 ]]> 31 Maggio 2014
Ufficio Stampa FIP ]]>
Tue, 21 Jan 2014 09:23:13 UTC