Comunicati Stampa
Il presidente Riccardo Caruso esprime soddisfazione i tre riconoscimenti al movimento cestistico siciliano
Nella giornata di venerdì 16 dicembre tre importanti momenti hanno arricchito il movimento cestistico siciliano. Tre riconoscimenti che testimoniano la bontà del lavoro svolto dal Comitato regionale negli anni e che rappresentano una sfida per continuare a migliorare, in maniera unitaria, la qualità della pallacanestro siciliana. Di questo parla il presidente Riccardo Caruso, il quale ha espresso soddisfazione a nome dell'intero Comitato regionale per la consegna delle stelle al merito sportivo Coni agli ex presidenti Gaetano Tuttolomondo ed Antonio Rescifina nonché per l'elezione all'interno del Consiglio federale di Giovanni Gebbia.

"Certamente le Stelle al merito sportivo di Gaetano Tuttolomondo e Antonio Rescifina premiano due personaggi che nel tempo si sono spesi per la pallacanestro siciliana. Mi fa particolare piacere il riconoscimento per Tuttolomondo, il quale ha vissuto delle situazioni difficili al termine del mandato e che oggi viene premiato per il lavoro e la correttezza seguita nel corso dell'attività sia da sportivo che da presidente".
Altrettanta soddisfazione per il riconoscimento ad Antonio Rescifina. "Il coronamento del lavoro svolto all'interno del Comitato regionale siciliano negli ultimi due quadrienni, durante i quali tante cose sono migliorate. Per altre si è tracciata la strada da seguire".
Riguardo all'immediato futuro, Caruso è chiaro: "Una cosa va ricercata ad ogni costo in Sicilia per migliorare il lavoro svolto all'interno del movimento: la compattezza. Solo una grande unità di intenti ci può portare fuori da quelle situazioni che nel passato hanno contribuito a creare occasioni di attrito. Specie in un momento in cui oggi la Sicilia viene vista con molta considerazione in ambito nazionale, per il lavoro che si sta facendo in generale e sotto il profilo dell'attività giovanile. Nonostante le difficoltà, che continuano ad esserci, la Sicilia ritorna a pieno titolo all'interno del Consiglio nazionale con l'elezione di Giovanni Gebbia come Consigliere federale in quota tecnici. Una elezione che abbiamo fortemente voluto, che non nasce dall'oggi al domani e che premia il lavoro svolto negli anni anche per creare le giuste sinergie con altre regionali di Italia. Un voto che certamente premia l'uomo, il tecnico ma anche la nostra regione. Giovanni è una persona qualificata e di grande spessore che oggi ricopre il ruolo di Referente tecnico territoriale unico, nell'ambito del progetto Ctf che ci vede fortemente impegnati. Ci auguriamo che questa elezione sia da stimolo per il nostro movimento, al fine di migliorare sempre di più l'offerta di basket indirizzata principalmente ai giovani e giovanissimi. Uno sforzo - ribadisce il presidente - che dobbiamo portare avanti tutti insieme, da Ragusa a Palermo come da Messina ad Agrigento. A tutti i costi dobbiamo riuscire a rimuovere al nostro interno quelle problematiche che spesso minano lo sviluppo del basket nel territorio. Siamo convinti che il lavoro di Gebbia sarà di aiuto, così come siamo convinti che il Consiglio federale darà nuovo impulso a tutto il movimento nazionale. Accanto alle due guide, Petrucci e Laguardia, abbiamo un Consiglio mutato per 10/12 con tutti nomi nuovi, moltissimi provenienti dal campo. Personalità ancora più vicine ai problemi che le società sportive, i tecnici e gli atleti incontrano ogni giorno. Sono convinto che si metterà a sistema tante iniziative per migliorare il nostro sport. Ripongo grande fiducia nel quadriennio appena iniziato - ha concluso il presidente Fip Sicilia -. Andiamo avanti ed un forte in bocca al lupo nostro Consigliere nazionale Giovanni Gebbia".

Ufficio stampa Fip Sicilia