31/10/2020 - Comunicati Stampa

COMPLIMENTI E BUON LAVORO A PIETRO E CICCIO

Pietro Basciano è stato confermato alla presidenza della Lega Nazionale Pallacanestro durante l’Assemblea Generale che si è svolta oggi per il rinnovo delle cariche sociali per il quadriennio olimpico 2021-2024. Il movimento siciliano vede riconosciuto il valore anche di un altro storico dirigente isolano con l’elezione a consigliere di Lega di Cicco Venza DG dell’Orlandina Basket. Agli amici Pietro e Ciccio il Presidente Cristina Correnti, a titolo personale e per conto del movimento siciliano, nel congratularsi per l’importante risultato raggiunto che dimostra l’alta qualità della classe dirigente siciliana, augura un  buon lavoro. Nel corso dell'Assemblea Generale, nella quale erano rappresentate 81 delle 91 società, sono stati eletti quali Consiglieri del nuovo Direttivo: in rappresentanza delle Società di Serie A2 Francesco D’Auria (Kleb Basket Ferrara), Federico Grassi (Napoli Basket), Luigi Guastaferro (Basket Scafati 1969), Francesco Paolo Venza (Orlandina Basket Capo d’Orlando). Eletti, invece, per la Serie B: Nicola Bernardi (Virtus Basket Padova), Vito Giovanni Quinto (Lions Basket Bisceglie), Luca Sesoldi (USE Basket Empoli), Marino Spaccasassi (Nuova Pallacanestro Vigevano 1955). Soddisfazione anche per la riconferma nel Collegio dei Revisori dei Conti del siciliano, dott. Enzo Penna, unitamente a Fabrizio Giusti e Paolo Speca.
29/10/2020 - Comunicati Stampa

COMUNICATO CONTRIBUTI LEGGE 8/78

Oggi 29 Ottobre 2020 si è tenuto il Consiglio Direttivo Regionale convocato in via d'urgenza per la deliberare in merito ai contributi destinati al potenziamento delle attività sportive isolane per la stagione sportiva 2020 ai sensi - Legge regionale 16 maggio 1978, n. 8, artt. 13 e 14 – Legge regionale 12 maggio 2020, n.9, art.3. Il Presidente Correnti, in considerazione del grave momento di inattività causato dalla pandemia Covid19, ha proposto di destinare per l’anno 2020 il 100% del contributo alle società senza riservare la consueta percentuale del 20% al comitato regionale e di variare i criteri di ripartizione stabiliti con la delibera del consiglio direttivo regionale n. 33 del 03-11-2019 con un incremento del 4% per ogni fascia (Prima fascia 32%, Seconda fascia 26%, Terza fascia 19%, Quarta fascia 14%,Quinta fascia 9%). La proposta è stata deliberata all’unanimità dei presenti. Inoltre è stata deliberato, sempre all’unanimità, di ripartire le somme non richieste dalle società rper l’anno 2019 alle altre società che hanno percepito il contributo, inserite nell’ultima fascia e cioè tra coloro che hanno percepito un contributo minore. Rimane sempre fissata come termine ultimo la data del 30 Ottobre per la presentazione della documentazione necessaria per la liquidazione del contributo relativa all’anno 2019 per le società che non abbiano ancora provveduto.
29/10/2020 - Comunicati Stampa

DPCM 24 OTTOBRE 2020. UNA NOTA DELLA FIP

A seguito dell’emanazione del DPCM del 24 ottobre, e considerate le diverse interpretazioni che ne sono state fatte, la Federazione Italiana Pallacanestro precisa quanto segue. Nel rispetto delle valutazioni che ciascun ente è libero di poter fare riguardo il suddetto Decreto governativo, la FIP ritiene responsabilmente di non poter considerare “di interesse nazionale” tutti i campionati diversi da Serie A, A2, B maschile e A1 e A2 femminile. La situazione sanitaria del Paese, a seguito della pandemia da COVID-19, sta assurgendo a livelli di massima attenzione, non solo nel comparto sportivo, ma a tutti i livelli della società. La norma, per come espressa, può lasciare spazio ad una interpretazione “letterale”, tale da indurre ad iniziative estensive della stessa, ma il senso civico e la ferma volontà di proteggere la salute di tutti i propri tesserati, delle loro famiglie e dei loro cari in generale, hanno condotto la FIP ad interpretare il DPCM dello scorso 24 ottobre solo ed esclusivamente nello spirito con cui è stato emanato e quindi optare per la sospensione di tutta l’attività regionale, giovanile e minibasket fino al prossimo 24 novembre. Ufficio Stampa Fip
28/10/2020 - Comunicati Stampa

NOTA DEL PRESIDENTE CORRENTI

A tutte le affiliate ed ai tesserati della regione Sicilia. Nella consapevolezza del particolare momento che il nostro paese sta attraversando in seguito alla recrudescenza della pandemia Covid19, che limita fortemente le nostre attività, auspico un rapido ritorno alla normalità soprattutto in riferimento alla diritto essenziale dei nostri giovani di poter tornare a praticare attività sportiva la cui funzione sociale, purtroppo, ancora oggi in Italia è molto sottovalutata rispetto ad altri Paesi. In considerazione delle innumerevoli richieste di delucidazione pervenutemi in seguito al DPCM del 25 ottobre u.s. e alla circolare del Ministero degli interni del 27 ottobre 2020, relativa alla interpretazione del DPCM del 25 ottobre u.s., si riporta quanto segue: 1. Sono ricompresi nella generale sospensione dell’attività degli sport di contatto regionale, sia individuali che di squadra, le attività di allenamento, sia all’aperto che al chiuso, anche in forma individuale. 2. Per attività regionale si intende: • l’attività di minibasket; • tutti i campionati giovanili compresi quelli di eccellenza; • i campionati senior di C/Silver, D/m, C/f e Promozione; 3. L’attività sportiva ripartirà, non appena cesseranno le limitazioni imposte dalle disposizioni legislative emanate conseguentemente all’evolversi della situazione della pandemia Covid-19. 4. L’avvio dei campionati che avverrà al venir meno delle limitazioni sarà disposto dal consiglio direttivo regionale tenendo conto delle necessità organizzative e sportive delle affiliate. L’attività sportiva del corrente anno sportivo in considerazione dell’evolversi della pandemia potrebbe svolgersi sino al naturale termine di svolgimento previsto dai regolamenti federali per il 30 Giugno 2021 salvo diversa determinazione del Consiglio Federale. L’occasione mi è gradita per augurare al movimento un pronto ritorno in campo. Messina 28 Ottobre 2020 Il Presidente regionale Sicilia Mariacristina Correnti
27/10/2020 - Comunicati Stampa

DPCM 24 OTTOBRE 2020. UNA NOTA DEI PRESIDENTI DEI COMITATI REGIONALI FIP CONDIVISA DAL PRESIDENTE PETRUCCI

Il presidente della Federazione Italiana Pallacanestro Giovanni Petrucci si associa a quanto espresso in data odierna dai Presidenti dei Comitati Regionali FIP condividendone pienamente il messaggio, qui di seguito riportato:  I Presidenti regionali della FIP, considerata la situazione di continuo incremento dei positivi al Covid-19, nel principale interesse di tutelare la salute dei propri tesserati, ritengono che il DPCM del 24 ottobre 2020 che sospende lo svolgimento degli sport di contatto e l’attività sportiva dilettantistica di base può essere interpretato solo in forma restrittiva come sospensione di tutta l’attività regionale fino al 24 novembre 2020 con esclusione degli allenamenti in forma individuale e all’aperto. Nella data odierna il Presidente Petrucci, durante il Consiglio Nazionale del CONI, ha effettuato un duro intervento con il quale ha evidenziato i limiti e la contraddittorietà del DPCM del 24 ottobre 2020 che non ha tenuto in nessun conto gli sforzi economici ed organizzativi sostenuti dalle società affiliate alla FIP al fine di attuare i protocolli di prevenzione del Covid-19 auspicando una modifica delle misure assunte dal Governo.   Ufficio Stampa Fip
26/10/2020 - Comunicati Stampa

DPCM 24 OTTOBRE, LE FAQ DEL DIPARTIMENTO PER LO SPORT

Anche a seguito della richiesta di chiarimenti inoltrata dalla Federazione Italiana Pallacanestro alle Autorità competenti in relazione al DPCM emanato lo scorso 24 ottobre, il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblicato le FAQ sotto riportate. 1. I Centri di danza possono restare aperti? Nell’elenco degli sport di contatto si dice che possono continuare in modalità individuale. È possibile continuare le classi di danza classica? I centri di danza, qualora non ricomprendibili come palestre, sono da considerarsi come centri culturali o ricreativi, pertanto rientranti nelle previsioni di chiusura di cui all’art.1 comma 9 lett. f) del Dpcm 24 ottobre. Anche le classi di danza classica sono pertanto sospese. 2. Sport di squadra e di contatto: gli allenamenti nei centri sportivi (che restano aperti) possono essere svolti in forma individuale? Se no, i singoli atleti possono allenarsi nei centri da soli? E in contemporanea con gli altri? Le attività motorie e di sport di base possono essere svolte presso centri sportivi e circoli all’aperto, fermo restando il rispetto del distanziamento sociale e senza alcun assembramento. Pertanto, sarà possibile solo svolgere allenamenti e attività sportiva di base a livello individuale, previsti dal decreto del ministro dello sport del 14 ottobre 2020 che individua gli sport da contatto. Gli allenamenti per sport di squadra, parimenti, potranno svolgersi in forma individuale, previo rispetto del distanziamento. 3. È possibile continuare le attività delle scuole calcio o altri sport di squadra? L’attività delle scuole calcio deve essere sospesa, tuttavia, come specificato nella FAQ n. 2, fermo restando il distanziamento ed il divieto di assembramento, è possibile svolgere allenamenti a livello individuale in centri sportivi, circoli e altri luoghi all’aperto. Non è quindi possibile fare partite di allenamento o altre attività che prevedono o possono dar luogo a contatto interpersonale ravvicinato, ma è possibile l’allenamento individuale come attività motoria. 4. La Lega nazionale dilettanti di calcio è considerata di interesse nazionale? Può continuare? Le leghe nazionali dilettanti di sport di contatto possono continuare la loro attività, come previsto dalla lett. E del Dpcm 24 ottobre 2020. 5. Gli atleti e altri operatori coinvolti in attività a livello federale possono continuare ad allenarsi? Coloro che svolgono attività sportiva di interesse nazionale potranno continuare anche gli allenamenti, sempre a porte chiuse, come previsto dall’art. 1, comma 9, lettera e) del DPCM. 6. Gli allenamenti e le gare di atleti agonisti in piscina, pallanuoto compresa, possono continuare? La lettera e) dell’art. 1, comma 9 del DPCM specifica che le sessioni di allenamento e le competizioni degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra partecipanti alle competizioni di interesse nazionale, nei settori professionistici e dilettantistici, dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato italiano paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva, ovvero organizzati da organismi sportivi internazionali, sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva. Essa pone quindi una deroga implicita e una specialità rispetto a quanto previsto dalla lettera f). Pertanto, per gli sport di contatto di interesse nazionali, svolti in piscina (es. pallanuoto) si potranno continuare con gli allenamenti. Le piscine in cui si svolgono le suddette attività, potranno, dunque, essere utilizzate, solo ed esclusivamente per questa finalità. 7. Attività sportiva e attività motoria è consentita nei centri purché rispetti il distanziamento? L’attività motoria e quella sportiva di base restano consentite in centri e circoli sportivi esclusivamente all’aperto, previo rispetto del distanziamento e delle altre precauzioni previste dai protocolli, come previsto dall’art. 1, comma 9, lettera d) del DPCM. 8. I centri tennis e padel amatoriali proseguono? Il tennis e padel, non rientrando nelle categorie degli sport di contatto, potranno continuare solo in centri e circoli sportivi all’aperto, previo rispetto dei protocolli di sicurezza. 9. Gli impianti sciistici restano aperti con protocollo specifico? L’art. 1, comma 9, lettera mm) prevede che gli impianti sciistici vengano chiusi, ad eccezione di quelli per manifestazioni sportive di interesse nazionale (come previsto dalla lettera e) del medesimo comma 9). La loro riapertura agli sciatori amatoriali è subordinata all’approvazione di apposite linee guida da parte della Conferenza delle Regioni e delle province autonome, validate dal CTS. 10. Le palestre scolastiche possono continuare la loro attività? Le attività curriculare svolta in orario scolastico nelle palestre scolastiche viene regolamentata dal Ministero dell’Istruzione. Le attività organizzate da ASD/SSD in orario extrascolastico nelle palestre scolastiche sono assimilate invece a quelle realizzate in qualunque altra palestra e rientrano, pertanto, nella disposizione di sospensione di cui alla lettera f del comma 9 art.1 dpcm 24 ottobre 2020. 11. I corsi in piscina sono sospesi o laddove siano messe in atto tutte le misure di sicurezza possono continuare? I corsi in piscina sono sospesi secondo quanto previsto dall’art. 1, comma 9, lettera f9 del DPCM. 12. Studi di personal training one to one possono proseguire? Gli studi di personal training one to one potranno continuare solo quelle attività che possano fungere da presidio sanitario obbligatorio (fisioterapia o riabilitazione) o erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza, come disciplinato dall’art. 1, comma 9, lettera f) del DPCM, oppure i personal training svolti all’aperto, mantenendo le distanze di sicurezza. 13. È possibile continuare a svolgere corsi di pattinaggio su pista e su ghiaccio su di una pista di dimensioni limitate posta all’aperto. Valgono gli stessi limiti degli impianti indoor? Oppure, mantenendo la distanza di sicurezza e applicando il protocollo della federazione sportiva, è possibile praticare l’attività? Le attività motorie e di sport di base possono essere svolte presso centri sportivi e circoli all’aperto, fermo restando il rispetto del distanziamento e dei protocolli di sicurezza. Pertanto, sarà possibile proseguire con le attività della scuola di pattinaggio su pista e su ghiaccio all’aperto, ma solo in forma individuale. 14. Sono consentite le attività di yoga, pilates, ecc? Le attività di yoga e pilates, come ogni altra attività motoria, possono essere svolte esclusivamente in centri o circoli sportivi all’aperto. 15. È possibile svolgere l'attività quali il beach tennis o altre in un circolo sportivo all’interno di un tendone tensostatico con aperture laterali o campi con coperture pressostatiche? Può essere considerata "attività sportiva all'aperto". Ai fini delle disposizioni del DPCM, il pallone tensostatico o campi con coperture pressostatiche sono da equipararsi ad un locale al chiuso.   Ufficio Stampa Fip
25/10/2020 - Comunicati Stampa

DPCMDEL 25 OTTOBRE 2020. LA FIP CHIEDE CHIARIMENTI AL GOVERNO

A seguito dell’emanazione dell’odierno DPCM da parte del Governo, la Federazione Italiana Pallacanestro sta cercando di comprenderne appieno le disposizioni. A questo proposito si chiede al più presto un chiarimento alle Autorità. Nella fattispecie si chiedono delucidazioni circa le attività sportive consentite e le modalità di svolgimento. Il primo DPCM e il secondo si basavano sulla suddivisione tra sport di contatto e sport individuali aggiungendo la limitazione di Regionale e Nazionale. L’attuale DPCM introduce un diverso elemento tra sport all’aperto e al chiuso. Ovviamente escludendo i campionati nazionali. Ciò che non si comprende è se sia consentito l’allenamento degli sport di contatto all’aperto o al chiuso. Sempre nel rispetto dei protocolli vigenti. E ciò rischia di ingenerare ulteriore confusione nel movimento sportivo italiano, già fortemente condizionato dalla drammatica situazione pandemica. Ufficio Stampa Fip