Comitato
Trofeo delle Regioni 2016
Trofeo regioni

È iniziato mercoledì 23 marzo il Trofeo delle Regioni “Cesare Rubini” Kinder+Sport 2016, la più importante manifestazione giovanile della Federazione Italiana Pallacanestro che si giocherà a Bologna fino al 28 marzo.

Per il terzo anno consecutivo il Trofeo delle Regioni, intitolato alla memoria del suo fondatore Cesare Rubini, avrà come Title Sponsor Kinder+Sport, il progetto di Responsabilità Sociale del Gruppo Ferrero volto a promuovere stili di vita attivi e incoraggiare la pratica sportiva tra le giovani generazioni. Attivo in 30 paesi del mondo, in Italia Kinder+Sport supporta la passione dei giovani atleti attraverso il CONI e le principali Federazioni sportive per organizzare attività che avvicinino i più giovani ai valori dello sport ed alla gioia di muoversi.

Il Trofeo delle Regioni Kinder+Sport, organizzato quest'anno dal Comitato Regionale FIP Emilia Romagna, coinvolge tutte le regioni italiane mettendo di fronte le Rappresentative Regionali Under 14 Maschili (20 squadre) e Under 15 Femminili (18 squadre, prima volta quest'anno per Calabria e Basilicata). Lo scorso anno a Roma hanno vinto Lombardia (Torneo Maschile) e Toscana (Torneo Femminile).

Torneo maschile, GIRONE A
Prima giornata
EMILIA ROMAGNA-LIGURIA 68-46
L’Emilia Romagna esce alla distanza contro la Liguria. Grande equilibrio fino all’8-9, poi parziale di 10-0 per i padroni di casa e prima fuga. Bogliardi, però, è inarrestabile e la Liguria rientra a -2 al 10’ (21-19), per poi impattare a quota 23. Orsi risponde presente e l’Emilia Romagna mantiene qualche lunghezza di vantaggio, ma solo nella ripresa arriva il break: primo allungo e 41-30 con Flan a quota 17 e, poi, seconda decisiva spallata e dal 41-35 al 24’ si passa al 52-37 della terza sirena. Nella frazione conclusiva non si segna per quasi duecento secondi, poi i biancorossi riprendono in mano le redini dell’incontro raggiungendo il massimo vantaggio sul 64-40.

EMILIA ROMAGNA-LIGURIA 68-46 (21-19, 14-11, 17-7, 16-9)
EMILIA ROMAGNA: Solaroli 4 (2/3, 0/2), Branchini 13 (5/11, 1/2), Orsi 8 (4/6), David 4 (2/3), Flan 20 (9/10), Ruina 4 (2/2, 0/1), Fussi 2 (1/1), Lullo 5 (2/6), Nobili 4 (2/3, 0/1), Rossi 2 (1/1), Guastamacchia 2 (0/5, 0/1), Betti 0 (0/2)
Tiri Liberi: 5/11 - Rimbalzi: 38 30+8 (Orsi 8) - Assist: 16 (Flan 5) - Cinque Falli: Flan
LIGURIA: Callo 3 (0/1, 1/8), Bisso 0 (0/2), Doccini 0 (0/1, 0/2), Bogliardi 17 (6/10, 1/5), Zuppinger 0 (0/2, 0/1), Pene 2 (1/8), Raggio 2 (1/1), Ungureanu 0 (0/2), Fassio 7 (3/3), Borselli 3 (1/2, 0/3), Galuzzi 0 (0/1), Chiavaccini 12 (4/8, 1/4)
Tiri Liberi: 5/16 - Rimbalzi: 31 20+11 (Chiavaccini 8) - Assist: 2 (Callo, Pene 1)

Seconda giornata
LIGURIA-SICILIA 57-50
Al PalaPederzini Liguria e Sicilia mettono sul parquet voglia e intensità fin delle prime battute. La partenza è a ritmi elevati da entrambe le parti: a trarne più beneficio è la più fisica formazione ligure che vola subito sul 10-0. L’aggressività difensiva limita molto le occasioni di tiro della formazione isolana che, solo dopo sei minuti, trova la via del canestro. A fine primo periodo il risultato è di 12-5. All’inizio del secondo quarto la Sicilia mostra di avere il piglio giusto, ma la Liguria regge l’urto e va al controattacco, portandosi sul 21-7. La partita sembra indirizzarsi, ma ancora una decisa reazione dei siciliani dà il là alla rimonta isolana: parziale di 14-2 e partita apertissima alla pausa lunga: +2 Liguria. Al rientro la Sicilia impatta subito sul 23 pari e trova il sorpasso di due lunghezze: la Liguria risponde colpo su colpo (31-31) e si riporta avanti di quattro lunghezze allo scadere della terza frazione (37-33). La Sicilia non accusa il colpo, prima risponde poi piazza un 8-0 di parziale che vale il +4. La Liguria accorcia subito sul -2 e a metà quarto trova dai 6 e 25 nuovamente il vantaggio. L’inerzia è favorevole ai liguri che si portano sul +5. Lo strappo si rivela decisivo con la Liguria che allunga dalla lunetta fino al 57-50 finale.

Così Andrea Toselli, coach della rappresentativa maschile, al termine della seconda partita: "È stata una partita brutta, giocata in maniera superficiale dalla nostra squadra. In questa manifestazione non te lo puoi permettere. Qualunque rappresentativa può mettere in difficoltà se presa sottogamba. Dispiace vedere che tiriamo fuori qualcosa solo quando ci siamo messi nei guai da soli. Di certo non possiamo approcciare così il match con le Marche se vogliamo avere la speranza di raggiungere le prime 8 posizioni".

LIGURIA-SICILIA 57-50 (12-5; 23-21; 37-33)
Liguria: Bogliardi 16, Pene 8, Raggio 2, Borselli 8, Chiavaccini 13, Callo 8, Bisso, Doccini, Zuppinger 2, Ungureanu, Fassio, Galuzzi. All. Toselli.
Sicilia: Bocchieri, Lamia 17, Saccone 4, Nicosia 12, Tartamella, Basciano, Farruggio, Triassi, Elia 15, Dore 2, Ventura, Salvo. All. Bianca.

CLASSIFICA
Emilia Romagna 4 (2-0), Marche 2 (1-1), Liguria 2 (1-1), Sicilia 0 (0-2)

IL CALENDARIO DELLA TERZA GIORNATA (25 marzo)
GIRONE A
Sicilia-Emilia Romagna, ore 10.30 - Palasport Castenaso
Marche-Liguria, ore 10.30 - Palasport Granarolo dell'Emilia


TORNEO FEMMINILE
GIRONE A
Prima giornata
VENETO-LIGURIA 48-44
Inizio dalle polveri bagnate, occorrono tre minuti per sbloccare lo 0-0. Il primo canestro è firmato dalla Liguria, ma il Veneto risponde con un parziale secco di 7 a 0: a fine primo quarto il Veneto è avanti 14-7. L’inizio della seconda frazione è totalmente griffato Liguria che, con due giochi da tre punti e due canestri, capitalizza un parziale di 10-0 che vale il sorpasso e il +2 alla fine del primo tempo. Al rientro dagli spogliatoi riprende le redini della contesa il Veneto che mette la freccia e torna +4 al termine del terzo quarto, gap subito ricucito dalle liguri all’inizio dell’ultimo decisivo periodo: botta e risposta tra le due squadre, Zignego trascina la Liguria che non riesce però a piazzare l’affondo decisivo per il sorpasso. A 25” dal termine il Veneto segna il primo tiro libero che vale il momentaneo +2 e sbaglia il secondo: Meroi cattura però l’ennesimo rimbalzo (saranno 21 alla fine) e consegna nelle mani di Salmaso che chiude i conti dalla media. Falli da entrambe le parti ma la lotteria dei tiri liberi non sposta gli equilibri, vince il Veneto 48 a 44 al termine di un ultimo periodo molto coinvolgente.

VENETO-LIGURIA 48-44 (14-7, 8-17, 11-5, 15-15)
VENETO: Vaccarini 4 (2/5), Viviani 2 (1/9, 0/1), Gulino 4 (2/8), Gini, Salmaso 5 (1/5, 1/2), Peserico 8 (4/8, 0/2), Luraschi 8 (1/10, 1/3), Meroi 8 (3/7), Djodj 0 (0/3, 0/1), Busnardo 0 (0/1), Zennaro 9 (3/8)
Tiri Liberi: 8/27 - Rimbalzi: 54 26+28 (Meroi 21) - Assist: 11 (Viviani, Meroi 2) - Cinque Falli: Meroi
LIGURIA: Giaroli 2 (0/3, 0/1), Grigoni 8 (2/5, 1/3), Zignego 12 (3/7, 0/2), Ravani 2 (1/1, 0/2), Mangano 2 (1/4), Nezaj 0 (0/2), Paleari 3 (1/3, 0/1), Comunello 2 (0/2, 0/1), Moscatelli 0 (0/1), Leonardini 9 (3/5, 1/1), Poggio 4 (1/1)
Tiri Liberi: 14/27 - Rimbalzi: 34 24+10 (Leonardini 6) - Assist: 6 (Comunello 3)

Seconda giornata
PIEMONTE-LIGURIA 41 -39.
Piemonte e Liguria sono alla ricerca della prima vittoria nel girone. Nel primo quarto il ritmo è alto, ma si segna con il contagocce, complici le difese aggressive di entrambe le squadre: è il Piemonte a chiudere però in vantaggio per 11-7, grazie a una ispirata Grattini (7 punti). Sono due triple consecutive di Varetto a dare alle piemontesi il primo vantaggio significativo in avvio di secondo quarto (17-9), ma all'intervallo lungo Piemonte avanti solo di 4: 20-16. Nella ripresa la Liguria impone subito il proprio gioco, recuperando lo scarto ed allungando fino al massimo vantaggio (25-33). Si entra nell'ultimo periodo con il vantaggio Liguria: 27-34. Il Piemonte reagisce, torna a contatto e va a +1 con un canestro di Grattini a 30” dal termine. E' sempre di Grattini la stoppata decisiva sul tentativo di penetrazione ligure e, con il tiro libero finale di Tuberga, il Piemonte può festeggiare la vittoria al cardiopalma (41-39).

PIEMONTE-LIGURIA 41 -39 (11-7; 20-16; 27-34)
Piemonte: Repetto, Giannotto, Grattini 13, Tuberga 10, Minarelli 5, Salvadeo 3, Bevolo, Giaccardo, Bosco 3, Falabrini 1, Kotromanovic, Varetto 6. All. D'Affuso
Liguria: Giaroli 3, Grigoni 3, Zignego 7, Ravani, Mangano 2, Nezaj 2, Paleari 7, Comunello 1, Dal Toso, Moscatelli 2, Leonardini, Poggio 12. All. Grandi


LOMBARDIA-VENETO 58-34
La Lombardia parte fortissimo, giocando ordinata in attacco e aggressiva in difesa, chiudendo il primo periodo avanti 13-0. Il distacco aumenta fino al massimo vantaggio lombardo (+21 al 18'), quando il Veneto, dopo essersi sbloccato, reagisce piazzando un parziale di 8-0, tornando a -13 all'intervallo (23-10). Al rientro dagli spogliatoi la Lombardia è ancora protagonista, nonostante il Veneto cerchi di restare in partita e, al 30', il tabellone recita 44-19. Nell'ultimo quarto alle ragazze di coach Lombardi basta gestire il vantaggio accumulato in precedenza: Lombardia batte Veneto 58-34.

LOMBARDIA-VENETO 58-34 (13-0; 23-10; 44-19)
Lombardia: Damato 7, Capellini 8, Celli 11, Gallitognotta 4, Panzeri 1, Beltrami 2, Gregotti 1, Discacciati 4, Panzera 10, Colli 6, Fossati 4, Gatti. All. Lombardi
Veneto: Vaccarini, Viviani 3, Gulino, Gini 2, Salmaso, Peserico 6, Luraschi 8, Meroi 2, Djodj 4, Pastrello 2, Busnardo, Zennaro 7. All. Ruffo

CLASSIFICA
Lombardia 4 (2-0), Veneto 2 (1-1), Piemonte 2 (1-1), Liguria 0 (0-2)

IL CALENDARIO DEGLI SPAREGGI (25 marzo)
Veneto-Trentino Alto Adige, ore 15.00 - Palasport Castenaso
Toscana-Umbria, ore 15.00 - Palestra Moratello
Piemonte-Marche, ore 15.00 - PalaYuri
Friuli Venezia Giulia-Campania, ore 15.00 - Palestra Pertini
Liguria-Sicilia, ore 10.30 - Palestra Furla
Lazio-Sardegna, ore 10.30 - Palestra Moratello
Abruzzo-Calabria, ore 10.30 - PalaYuri
Puglia-Basilicata, ore 10.30 - Palestra Pertini

(Tratto dal sito www.fip.it)