Comitato
Trofeo delle Regioni 2015 - 3° giornata Maschile
Partita infinita, intensa e mai scontata, quella che Puglia e Liguria giocano per 40’ e ben due overtime. Servono 7’ alla Puglia per andare 12-7 contro una Liguria che resiste e risponde, e che con un ispirato Pesce, mette un parziale 2-6 e sorpassa 17-18 alla prima sirena. Sui canestri di De Simone però, la Puglia continua a martellare il canestro avversario, tirando fuori un parziale ad inizio seconda frazione 9-0 e 26-20 al 12’. La Liguria cerca di rispondere, ma i pugliesi corrono molto e in transizione volano sul +10, 32-22 al 16’ con un gioco lineare e semplice. Serve il gioco da tre punti ancora di Pesce ai liguri per riportarsi in linea di galleggiamento, collegato ad uno strappo nervoso con parziale 0-7 del 34-31 al 18’. Giochi riaperti – come spesso succede in gare così equilibrate – e parità perfetta con un altro gioco da tre di Brignolo, 36-36 a 1’ dall’intervallo lungo. Per la Liguria devastante Pesce, 19 punti in due quarti, che regala anche il vantaggio dalla lunetta seguito dai 4 consecutivi di Zaio con tanto di buzzer beater convalidato dagli arbitri: 37-41 al 20’. La tripla di Brignolo al rientro dagli spogliatoi esalta il gioco della Liguria e mette alle corde la Puglia, collegata anche dal 22esimo punto di Pesce ancora dai 6.75: è 41-50 al 34’, parziale destinato a crescere grazie alle perse dei pugliesi e alle ottime percentuali al tiro dei liguri. La storia non cambia col passare dei minuti, la Puglia cerca di alzare il ritmo ma la differenza canestri non cambia, tanto che alla terza sirena è 53-63. Gli ultimi 10’ sembrano non regalare colpi di coda: lo sforzo della Puglia porta al 63-68 i bianchi a 5’, ma la Liguria appare concentrata per portare a casa la vittoria. Appare, perché anche col + 14 si può perdere una partita: sorpasso coi liberi di Egitto 70-72, parità perfetta 74-74, tiro allo scadere della Puglia con Epifani e overtime. Incredibile. Perché la Liguria non segna più, mentre la Puglia, sulle ali dell’entusiasmo, vola 83-78 a 2’ dalla fine, e segna anche un gioco da tre punti con Egitto, dando l’impressione di chiudere il tutto. Ancora sbagliato: -5, e in 20’’, la Liguria recupera fino a 2’’ 91-88, e Cirillo pesca il tiro della vita, da campo a campo, solo retina, è altro overtime. Tutto da rifare, la Puglia va +7 ma la Liguria riprende l’inerzia ed è -1 a 2’ dalla fine, 98-97, i bianchi martellano di nuovo e stavolta con la convinzione di chi vuole rivincere la partita. Sarà così, grazie soprattutto ai punti di Epifani. Il 111-99 finale riappacifica tutti con questo sport.

PUGLIA-LIGURIA 111-99 (28-20; 37-41; 53-63, 74-74)
PUGLIA: Nardelli 2, Cantoro, Epifani 31, lepopolo 5, Ciccarese 16, Spalluto, Cito 20, Egitto 12, De Astis, De Simone 12, Lacarbonara, Grittani 8.
LIGURIA: Lauriola 10, Turchino 6, Bellotti, Benincasa, Zaio 10, Bini, Pintus 5, Brignolo 24, Ciorra 2, Jancic, Pesce 27, Cirillo 15. All. De Santis