Comitato
NBA JUNIOR LEAGUE: UN OCCHIO SULLA DIVISION GENOVA 01
RIVAROLO SPURS

Spesso accade che insegnanti di scienze motorie, appassionati di pallacanestro, trasmettano questo amore ai loro alunni negli istituti scolastici. Così è accaduto all'Istituto Comprensivo Rivarolo, iscritto alla NBA Junior League.

Sara e Zhu sono due ragazzine classe 2005, rispettivamente marocchina e cinese. Non avevano mai giocato a pallacanestro prima di provare a scuola. La loro istruttrice, che le ha anche accompagnate durante le sfide d'andata della competizione, se le è portate con sé anche i 3x3 studenteschi, svoltisi circa due settimane fa. Le due ragazzine hanno finito per appassionarsi anche grazie a internet con video sulla massima competizione americana. «Questo progetto è una grande occasione per alimentare la passione e concretizzare questo interesse», ha commentato la loro insegnante.

PEGLI THUNDERS

Quando inizia ad ardere la passione è quasi impossibile porle un freno. È sicuramente il caso di Gleb, ragazzino ucraino dei Pegli Thunders. 

Attualmente in prima media, Gleb gioca solamente da un anno ma sembra non voler assolutamente smettere. Si allena una decina di ore a settimana con diversi gruppi nella sua società di pallacanestro a Pegli. Non sapeva nulla di basket e ora si trova ad allenarsi con grande passione e con un fisico che lo sta supportando: presi infatti la bellezza di 22 cm in un solo anno!

Una squadra, Pegli, che può vantare anche due fratelli: Elisa e Marcello. Un caso raro, almeno statisticamente parlando, in quanto è la sorella più grande ad aver trascinato il fratellino sui parquet. Tutti e due giocano da quattro anni e frequentano la stessa scuola. Alla domanda su chi sia più bravo con la palla a spicchi Elisa non ha dubbi: «Sicuramente io». «Posso darle ragione», ribatte il fratellino, «ma a Fortnite sono più forte io».

BARABINO A RAPTORS

Ci sono squadre, nella tappa ligure della NBA Junior League, formate esclusivamente da compagni di classe. È il caso per esempio dei Barabino A Raptors. 

Un gruppo, quello dei Torontonians, molto unito e molto simpatico. Alla domanda su chi fosse il più bravo a scuola rispondono in coro: «Come voti o come comportamento?». Variegati i loro hobby. Andrea e Ieshua, per esempio giocano a calcio insieme, così come Marco che ora gioca alla Sampdoria. Nicolò è molto impegnato: dopo aver provato basket in passato ora suona la tromba, gioca a hockey e pratica tiro con l'arco. Giorgio invece fa nuoto e suona in orchestra con Enada, che invece suona il violoncello.

Anche un campione italiano tra le fila dei Raptors. Christian, infatti, ha conquistato il titolo di campione italiano esordienti a Celle Ligure nel lancio del giavellotto, che pratica da due anni. La sua passione per l'atletica è scoppiata sei anni fa.

BARABINO B PACERS E BARABINO C CELTICS

La NBA Junior League unisce nel segno nello sport anche divedendo amici in squadre diverse, che poi si trovano ad affrontarsi. È il caso sicuramente dei Barabino B Pacers e dei Barabino C Celtics, con almeno due coppie di amici che si sono sfidati al PalaMorante.

Anthony e Alessandro, rispettivamente Indiana e Boston, sono amici fuori dal campo. Il primo in seconda media e calciatore, il secondo in prima e skateboarder. Si vedono spesso, giocano insieme su giochi online e tra loro è derby anche nel calcio: uno tifa Genoa e uno Sampdoria. 

Anche Filippo e Ludovico si sfidano, rispettivamente in maglia Pacer e in maglia Celtic. I due si sono conosciuti a calcio ma hanno approfondito la loro conoscenza quando si sono trovati in classe insieme. Si sentono spesso anche grazie agli smartphone e quando possono giocano a pallone in Villa Scassi. Quando hanno iniziato a praticare pallacanestro? Ludovico nel doposcuola, mentre Filippo durante le lezioni di educazione fisica, con alcuni compagni di classe che giocano.