Fvg stars and stripes (corregionali negli Usa)
Giacomo Zilli scrive per fip.it
Sono ormai giunto al mio ultimo anno di college… quattro anni sono davvero volati! E pensare che quella appena passata è stata la mia ultima pre-season americana… quasi quasi mi scende una lacrimuccia!

Certo, sono contento di non dover più alzarmi alle 6 di mattina per fare preparazione atletica o pesi però è triste sapere che la mia avventura americana sta volgendo al termine.

Fino ad oggi la mia è stata un’esperienza incredibile. Innanzitutto è stato bello vivere negli Stati Uniti, nelle montagne del North Carolina, imparare ad apprezzare una cultura molto più diversa dalla nostra di quel che si pensi ed avere la possibilità di studiare e giocare a pallacanestro in un ottimo college (cugino del college dove ha giocato Michael Jordan!).

La cosa più sorprendente di UNC Asheville (e delle università americane in generale) sono le strutture: il mio college ha un centro sportivo eccellente, con una palestra nuovissima da 3200 persone, due sale pesi e un ‘centro’ per fisioterapia.

Un altro fattore positivo dell’esperienza da studente-atleta è che è molto ben organizzata. Colazione e pranzo ci sono serviti nella mensa della scuola; tra le varie lezioni di economia e di management, ho sempre l’opportunità di andare a fare del lavoro specifico personalizzato nella sala pesi, stretching con il nostro trainer oppure andare a tirare in palestra.

Dopodiché, finite le lezioni, mi mangio un bel PB&J (peanut butter and jelly sandwich.. lo so, lo so, mi hanno americanizzato!) e mi precipito in palestra per l’allenamento di squadra.
La prossima volta vi racconterò di più a riguardo…

A presto! Giacomo

da www.fip.it