Comitato
MEMORIAL PAGNINI 2020 FEMMINILE - La Lombardia batte il Piemonte e conquista per la prima volta il trofeo
La Lombardia 2005 femminile alza il trofeo in palio a Savona e corona il poker di successi dei tornei principali per rappresentative femminili. Al di là di Trofeo delle Regioni, Trofeo Bulgheroni e Memorial Fabbri, il Pagnini era l'ultimo dei majors che mancava nell albo d’oro delle rappresentative lombarde. Nato in memoria dell'indimenticato coach ligure tre anni fa andava a completare il poker dei tornei regionali dedicati alle giovani cestiste italiane.
L’occasione, dopo la battaglia di sabato pomeriggio con le padrone di casa, era quindi ghiotta ma l'inizio della finale non e’ stato tra i più semplici.
Il Piemonte è storicamente sempre stato in grado di crearci problemi viste le caratteristiche di tecnica e rapidità delle sue giocatrici. Dopo il 5-6 del 4’ ecco scappar via le piemontesi che si portano sul 7-14 e ci vuole l artiglieria pesante per rimediare grazie alle iniziative di Diakhoumpa attiva nei rimbalzi difensivi e l “enfant du pays” Serra che passa trova rimbalzi offensivi e punti a riportarci sotto: 13-14 alla prima sirena. Una spinta importante viene da Saglio che entra in gas e ruba due palle fantastiche trasformandole in preziosi contropiedi che ci lanciano sul 20-14 verso metà tempo. Esprimiamo un basket gradevole fatto di dedizione difensiva sulle rapide avversarie che culmina con rimbalzi e palle recuperate ed in attacco facciamo canestro. Risultato un parziale di 14-1 santificato dalla seconda tripla di giornata di Virginia Tempia. Il tabelline all intervallo dice 34-18 con un 21-4 nel secondo quarto veramente soddisfacente per lo staff.
Dopo l intervallo ci spaventiamo un po per la tripla della brava Frandino veramente armonica nei movimenti di tiro ma il duo costese Rotta/Serra ci mette una pezza e ci mantiene a distanza di sicurezza (41-23 al 26’).. Accusiamo lo 0-6 firmato ancora da Frandino prima che un esemplare arresto e tiro di Rotta con tanto di libero aggiuntivo rimetta le cose a posto per il 46-33 con cui iniziamo l'ultimo quarto.
Dobbiamo gestire unicamente i primi minuti (3-3) poi il Piemonte perde convinzione, il duo sestese Benedini/Resemini continua a recuperare palle e prendere rimbalzi, in cabina di regia ritroviamo Lussignoli (partita malino) e abbiamo ancora buone cose da Ernani, sotto lavorano bene le suddette lunghe e le mezze lunghe Frosio e Scalvini e anche la carugatese Marino ha il tempo di lasciare il segno sulla gara infilando un 3 su 3 al tiro che ci fa andare alla fine in carrozza. 66-48 il risultato finale  ed il poker e’ servito. I tabellini:

Limbardia-Piemonte 66-48 (13-14 34-18 46-33)

Rotta (costa) 5 (2/7 0/3 1/1 3p 2d) - Lussignoli (ororosa) 4 (2/4 - - 1r 3p) - Ernani Locatelli (ororosa) 8 (2/6 0/1 4/6 2r 2p 2d) - Saglio (cucciago) 8 (2/4 0/1 4/5 4r 4p 2d 1a) - Resemini (geas) 4 (2/6 0/2 0/1 5r 1d) - Marino (carugate) 7 (3/3 - 1/2 1p 1d 2a) - Frosio (ororosa) (0/1 - 0/2 1r 2p 2d 1a) - Tempia (brixia) 10 (1/3 2/2 2/2 1r 3p) - Scalvini (azzurra bs) (0/1 1/2 2r 3p 1d) - Benedini (geas) 5 (2/5 - 1/3 1r 2p 7d 2a) - Diakhoumpa 7 (pro patria) 7 (1/4 - 5/9 2r 4p 7d 2a) - Serra (costa) 8 (4/6 - - 1r 5p 3d 4a) 
Squadra l: 21/50 2/9 18/29 23r 33p 28d 12a