home fip
basket community
Sponsor Maglia Azzurra
Sponsor Maglia Azzurra
Sponsor Tecnico
Sponsor Tecnico
Top sponsor
Top sponsor
Sponsor
Sponsor
Giovanilecomitato regionale

UNDER 15 MASCHILE - DESIO (MB)

Indietro
4 Luglio 2012
La terza giornata di gare di Desio e le otto squadre qualificate ai quarti
Terza e ultima giornata dei quattro Gironi della Finale Nazionale Under 15 maschile, di scena a Desio fino al 7 luglio. Nelle ultime sfide in programma nella prima tre giorni tante sorprese al termine dei 40’ di gioco. Comark Bergamo, Reyer Venezia e Armani Junior incappano in sconfitte indolore, che però scombussolano la classifica portando Pallacanestro Varese, Eurobasket e Cus Torino nei quarti di finale. L’unica a terminare il girone imbattuta è la Stella Azzurra, prima nel raggruppamento B davanti ai padroni di casa dell’Aurora. Mercoledì di riposo per le migliori 8 d’Italia della categoria. Si ritorna in campo giovedì con le sfide che valgono le semifinali.

Girone A

Pallacanestro Varese - Comark Bergamo 75-61



Doppia festa lombarda. Il successo di Varese su Bergamo rende inutile quello di Bologna all’Aldo Moro con Caserta. La squadra di Bianchi conduce dall’inizio alla fine senza quasi mai un calo di tensione e approda ai quarti. Varese parte con un piglio decisamente più forte. Deve vincere a tutti i costi e si vede. Pronti via e siamo già 13-2. Dominio a rimbalzo e tanti tiri ad altissima percentuale propiziano subito l’allungo di Varese che trovano in Maruca e Testa i terminali offensivi più precisi. Dall’altra parte fa canestro solo Savoldelli; per lui 9 dei 13 punti segnati dalla sua squadra nei primi dieci minuti. Il ciclone Varese non si ferma nemmeno nel secondo quarto. Tripla con fallo ancora di Maruca e “rubata” con appoggio di Rossi lanciano i biancorossi sul 33-15 del 16’. Non c’è partita. Il break si allunga fino al 39-15 (massimo vantaggio) prima che Savoldelli dalla lunetta interrompa l’emorragia al 16’ (39-17). Bergamo lima fino al meno 16 dell’intervallo, un margine che sarebbe utile a mantenere il primo posto del girone. Nel terzo quarto assistiamo alla reazione orobica dettata dai canestri di Bassi e Norbis. Blu Orobica a meno 7 (53-46) ma non sfrutta il trend e ripiomba fino al meno 14 della penultima sirena. Nel quarto finale si gioca praticamente sullo scarto della differenza canestri. Blu deve gestire i 17 punti di vantaggio nella classifica avulsa a tre per restare prima, Varese aspira al colpaccio. Nel finale prevale la tensione, si segna col contagocce. La tripla di Boccafurni (73-61 al 39’) mette al sicuro il primato bergamasco, ma festeggia anche Varese che approda ai quarti.

Pallacanestro Varese - Comark Bergamo 75-61 (21-13, 45-29, 60-46)
Pall.Varese: Esposito 6, Mentasti ne, Rossi 16, De Vita ne, Zanzi, Restelli 1, Maruca 20, Testa 16, Weijing 2, Mai, Sandrinelli 8, Lo Biondo 6. All. Bianchi
Comark Bergamo: Nani 6, Battaioni, Ubiali 6, Savoldelli 19, Sirtori 4, Boccafurni 3, Veronesi 2, Fumagalli 2, Bassi 10, Turelli, Norbis 15, Dessi ne. All. Braga


Juve Caserta – Virtus Bologna 62-82

DESIO – Rotonda quanto inutile affermazione della Virtus Bologna nella terza ed ultima giornata del girone A. I ragazzi di coach Fedrigo piegano senza troppi problemi una Juve Caserta senza vittorie all'attivo, ma stante il successo a sorpresa di Varese nel derby contro Bergamo, per il peggior piazzamento nella classifica avulsa, le V nere arrivano terze e dicono addio ai sogni di gloria. Troppo teneri i bianconeri juventini, che avevano bisogno di un vero e proprio miracolo per accdere ai quarti: la difesa del primo quarto fa acqua da tutte le parti, e con 4'07'' sul cronometro, è già 21-4 per Bologna. Per Caserta qualche sprazzo di De Franciscis evita il tracollo, ma la Virtus può contare su un Penna (classe '98) da applausi: 4 recuperi, 5 assist e regia sopraffina. Donati è implacabile dai 6,75 (4/4 nel primo tempo), Zani fa la voce grossa nel pitturato (11 rimbalzi), e per la Juve è notte fonda. Le rotazioni vorticose di Christian Fedrigo fanno sì che la Virtus giochi sempre ad alto ritmo, rendendo il secondo tempo poco più di una formalità...

Juve Caserta – Virtus Bologna 62-82 (19-31, 36-53, 51-68)
Juvecaserta: Piccolo 3, Mancinelli, Damiano 2, De Filippo 2, De Franciscis 14, De Ninno 9, Di Martino, Spalice 7, Zampone 2, Aldi 9, Folco 4, Vinciguerra 10. All. Posillipo
Virtus Bologna: Dalla, Ferraro, Stanghellin 8, Costa, Sitta 9, Donati 16, Mattioli 10, Verbitchi 9, Martelli 6, Zani 16, Bonanno 2, Penna 6. All. Fedrigo


Classifica
Comark Bergamo 4
Pall. Varese 4
Virtus Bologna 4
Juve Caserta 0


Girone B

Aurora Desio – Castiglione Murri 61-41


Chi vince passa. Ed è nelle otto d’Italia. Desio e Castiglione Murri si giocano tutto in 40 minuti e a spuntarla è la squadra di casa che dopo lo stop iniziale contro Stella Azzurra infila due vittorie di fila che la proiettano nei quarti della Finale Nazionale U15 maschile. Se la vedrà ai quarti con la Reyer, formazione già incontrata all’Interzona di La Spezia (vinse Venezia). Cronaca. Nel primo quarto si segna col contagocce, la posta in palio è altissima e si sente. Mantiene sempre un piccolo margine di vantaggio la squadra di casa grazie al buon impatto di Parma e Donadoni (5/6). La tripla di Corbetta dà il mini-allungo al termine del primo quarto (15-11). La Rimadesio alza il ritmo nel secondo quarto. La zona ingabbia Castiglione Murri che fatica ad aprire la scatola. Il mini-break di 6-0 negli ultimi 120 secondi dei padroni di casa brianzoli portano al massimo vantaggio del 20’ suggellato dal canestro a fil di sirena del lungo del ’98 Corti che vale il momentaneo più 9. Dopo l’intervallo lungo coach Carretto passa a uomo e Desio smette di fare canestro. Castiglione segna dal campo dopo oltre 4’ ma è dopo il time-out che Desio si sblocca e va via. Break di 11-2 nella seconda metà del terzo quarto. Un canestro dai 6 metri e uno da tre di Francesco Parma danno slancio, il gioco da tre punti di Scroccaro fissa il più 17 del 30’. Castiglione spende le ultime energie nei primi tre minuti dell’ultimo quarto difendendo a tutto campo. Uno sforzo che paga un break di 6-0 in apertura. Il secondo “fallo e canestro” di Scroccaro, il canestro di Albique e la tripla liberatoria di Caglio mettono tra Desio e Castiglione un margine oltre i venti punti al 35’ (53-32) di tutta sicurezza. Desio onora al meglio le finali di casa ed entra nelle otto d’Italia. Onore al merito anche a Castiglione Murri, ieri vicinissima al colpaccio con Roma che avrebbe cambiato le dinamiche del girone.

Aurora Desio – Castiglione Murri 61-41 (15-11, 30-21, 43-26)
Aurora desio: Corti 2, Corbetta 3, Castiglioni, Zanello 4, De Faveri 4, Caglio 6, Donadoni 11, Anton, Scroccaro 8, Parma 16, Li Volsi 2, Albique 5. All. Ghirelli
Castiglione Murri: Bonafè F. 5, Bonafè E., Dalla Noce 2, Pancaldi Lu. 2, Mantovani 8, Pancaldi Lo. 2, Stefanelli 10, Garagnani ne, Di Rauso 4, Gavagni 2, Bergami 5, Schiassi. All. Carretto


Petrarca Padova – Stella Azzurra 53-58

Una Stella Azzurra già sicura del primo posto che lascia a riposo i titolari, batte un già eliminato ma agguerrito Petrarca dopo un match giocato a sprazzi e rimasto in equilibrio fino alla sirena finale. Partono meglio i padovani, che grazie ad un parzialone propiziato da Meneghin e Pasqualin chiudono il primo quarto avanti di 10 lunghezze sul 22-12. La reazione degli uomini di coach Picardi non tarda ad arrivare, ed i nero-stellati rispondo con un contro parziale di 20-6 che li manda al riposo in vantaggio sul 32-28. Dopo la pausa lunga Roma prova a scappare, ma l’abuso del tiro dai 6 e 75 con scarsi risultati (il 5/30 finale dice tutto), tiene lì Padova che ricuce con Da Campo e va all’ultimo quarto sotto di sole 6 lunghezze. Nel periodo finale la Stella Azzurra controlla la partita, tenendo la squadra di coach Innocenti sempre a due possessi di distanza, e porta così a casa la terza vittoria consecutiva che gli permette di mantenere l’imbattibilità. Per i romani nei quarti di finale derby infuocato contro l’Eurobasket, giunto 2° alle spalle della Reyer Venezia nel girone C.

Petrarca Padova – Stella Azzurra Roma 53-58 (22-12, 28-32, 38-44)
Petrarca Padova: Menon 4, Pasqualin 12, Sesti 3, Santonasta 9, Michielotto, Galiazzo NE, Valvo 2, Nardo NE, De Tomi 2, Da Campo 9, Meneghin 9. All. Innocenti
Stella Azzurra: Barban 3, Romagnoli, Banach 10, Poccioni 5, Melchiorri, Ulaneo 9, Ciotti 5, La Torre 4, Sorrentino 9, Valentini 9, Gazineo 3, Endrizzi 1. All. Picardi

Classifica
Stella Azzurra 6
Aurora Desio 4
Castiglione Murri 2
Petrarca Padova 0


Girone C

Leoncino – Pool Eurobasket 59-85


Ritmi elevati tra Leoncino ed Eurobasket. In palio c’è il passaggio ai quarti di finale indipendentemente dal risultato dell’altra gara. Primi venti minuti a due volti. Esce dai blocchi più velocemente Leoncino che passa anche a condurre 14-8. Sul finire del quarto rimonta romana che chiude in parità. Nel secondo quarto esce tutta la verve dei ragazzi di Eurobasket che alzano i ritmi trovando le triple in rapida successione di Pirino e i canestri facili di Grifoni e Romeo per il massimo vantaggio di Eurobasket di nove lunghezze (26-35) nei primi 20 minuti. La tripla di Calzavara illude Leoncino ad inizio quarto (33-37), poi il nuovo allungo Eurobasket con la bomba del solito Pirino (36-47) fino ad un altro sostanzioso vantaggio di tredici lunghezze al 30’ (39-52). Che arriva anche a quota 15 ad inizio ultimo quarto; poi l’ultimo sussulto “leonciniano” che trova nelle triple un po’ fortunose di Fabbris il momento più importante (55-62 al 38’). Ma Eurobasket, sul fallo sistematico dalla lunetta non sbaglia, dilaga nei secondi finali (interminabili) e strappa il secondo posto che significa, ai quarti, il derbissimo tutto romano contro Stella Azzurra.

Leoncino – Pool Eurobasket 59-85 (16-16, 28-35, 39-52)
Leoncino: Chirico, Moretti 2, Fabbris 12, Colorio, Licciardi 4, Lazarin, Calzavara 8, Antonini 11, Sbrogio 2, Pasini ne, Milani 17, Salerno 3. All. Toffanin
Pool Eurobasket: Tomassini 1, Grifoni Lo. 2, Grifoni Le. 9, Romeo 11, De Berardin 2, Pietrelli 2, Cimino 6, Dortenzi 15, Accurso 1, Sannino 6, De Marzi 13, Pirino 17. All. Briscese



Pall.Reggiana – Reyer Venezia 64-61

Abbandona le finali con una vittoria la Pallacanetro Reggiana, che batte una Reyer Venezia svogliata e già sicura del primo posto. Gli emiliani fanno l’andatura in avvio e a metà secondo quarto toccano il massimo vantaggio sul 27-19, dopo una rubata di Corradini convertita in un canestro in contropiede da Coloretti. La Reyer non ci sta a perdere e coach Zanatta rimette in campo i titolari. Con le penetrazioni di Ambrosin ed i tiri dalla media di D’Este, Venezia piazza un break di 15-3 e allunga sul 34-30. Ma i ragazzi di coach Cagnardi non mollano e chiudono il primo tempo sotto di una sola lunghezza. Ad inizio terzo quarto la Pallacanestro Reggiana prova a scappare, uno scatenato Giglioli porta gli emiliani sul 42-37, ma gli oro-granata reagiscono. Le iniziative di Bolpin e Nalesso produco un altro parziale di 15-5, e sul 52-47 la partita sembra saldamente in mano ai veneti. Ancora Giglioli, autore di 20 punti, riporta sotto i suoi. Una tripla di Corradini lancia Reggio Emilia sul 62-57, ma i troppi errori da sotto dei reggiani fanno si che Venezia a 15” dal termine si riporti sul -1 dopo un canestro in contropiede di Corrù. Giglioli ai liberi fa 1/2, ma Coloretti prende il rimbalzo offensivo e Venezia spende il fallo. L’1/2 del lungo reggiano manda i titoli di coda, con i biancorossi che tornano a casa con una meritata vittoria per 64-61. Per la Reyer prima del girone C scontro durissimo ai quarti di finale contro i padroni di casa dell’Aurora Desio giunti secondi alle spalle della Stella Azzurra nel girone B.

Pall. Reggiana – Reyer Venezia 64-61 (16-13, 35-36, 47-50)
Pall. Reggiana: Gherardi, Giglioli 20, El Abdaoui NE, Lusvarghi 9, Neri 8, Marchi, Corradini 3, Gianferrari, Coloretti 18, Morlini, Casu 2, Rinaldi 4. All. Cagnardi
Reyer Venezia: D’Este 7, Nalesso 10, Zulian 1, Vianello 2, Ceron 2, Pedenzini 4, Crivellari 8, Ambrosin 11, Corrù 2, De Lazzari, Perzolla 9, Bolpin 4. All. Zanatta

Classifica

Reyer Venezia 4
Pool Eurobasket 4
Leoncino 2
Pall. Reggiana 2

Girone D

Armani Junior Milano – Cus Torino 55-59

Clamoroso al Paladesio. Cus Torino supera (con merito e dopo aver condotto praticamente dall’inizio) l’AJ Milano e grazie alla differenza canestri nella classifica avulsa si qualifica ai quarti di finale come seconda del girone D. L’AJ, invece, nonostante la sconfitta mantiene la testa e sfiderà Varese. Per Torino c’è Bergamo. La cronaca. Prima metà di gara in cui il Cus fa già l’andatura affidandosi all’energia del suo “coloured” Agbogan per tagliare in due la difesa biancorossa. Anche il lungo Vercellino fa il suo nel pitturato e i piemontesi, tutt’altro che timidi, toccano anche il massimo vantaggio di dodici lunghezze nel corso del secondo quarto (15-27). Ciancio e Loizate firmano in tre azioni un break di 7-0 che riporta l’AJ quasi in linea di galleggiamento (22-27) fino al riposo lungo. La tripla di Malgrati sembra rilanciare le quotazioni di Milano (29-31), ma un’altra doppia accelerazione dell’inarrestabile Agbogan regala margine al Cus. Villa impatta a quota 35 al 24’, ma è incredibile come Torino non molli col solito Agbogan letale dalla distanza e in penetrazione (39-45 al 29’). Torino ad inizio quarto periodo torna sopra di nove lunghezze dopo la bomba di Prinetti. Carzaniga bissa da oltre l’arco per il meno uno (55-56). Due liberi di Vercellino e uno di Agbogan danno vittoria e l’insperata qualificazione al Cus.

Armani Junior Milano – Cus Torino 55-59 (13-17, 26-31, 45-51)
Armani Junior Milano: Tiengo, Villa 5, Rossi 4, Carzaniga 11, Malgrati 9, Garini, Colombo 2, Ciancio 4, Mori 2, Pecchia 8, Di Meco 4, Loizate 6. All. Gandini
Cus Torino: Murgia 3, Pierini 5, Marega, Agbogan 21, Vercellino 15, Ambrois 2, Costamagna, Prinetti 5, Mazzilli, Nivolo 4, De Bartolomeo, Tarenzi 4. All. Tomaselli



Perugia Basket-San Lazzaro 55-61

Arriva dal PalaDesio la beffa per San Lazzaro, che fa il suo battendo Perugia dopo un primo tempo equilibrato ma viene condannata all’eliminazione dalla classifica a tre con Armani e Cus Torino, vincente a sorpresa contro l’Olimpia. Perugia parte meglio con Cervini in evidenza (10 dei primi 12 punti umbri portano la sua firma) per il 12-5 del 5’ e comanda per tutto il primo periodo grazie alla maggiore reattività sulle palle vaganti ed a rimbalzo per il 19-9 della prima sirena. San Lazzaro rientra in gara nella seconda frazione grazie alle triple di Sgorbati e Bernardi. Primo vantaggio emiliano sul 25-27 del 18’, Perugia va al riposo avanti di 1 grazie alla precisione ai liberi nell’ultimo minuto di gara ma dopo il cambio di campo San Lazzaro prende il sopravvento: ci sono tanta intensità sui due lati del campo ma anche troppi errori al tiro, un fallo tecnico sanzionato alla panchina umbra dà il via all’allungo dei bianco-verdi che attaccano efficacemente la zona 2-3 comandata da coach Fiorucci ed arrivano all’ultimo mini-riposo avanti di 7. La pressione difensiva e le numerose palle recuperate permettono a San Lazzaro di toccare il massimo vantaggio a 4’ dalla sirena (46-61), amministrando nei minuti finali l’ampio margine nonostante il generoso tentativo di rimonta perugina che produce un break di 9-0 per il 55-61 della sirena.

Perugia Basket – Basket Save My Life San Lazzaro 55-61 (19-9, 31-30, 41-48)
Perugia: Antonielli, Righetti 11, Berretta 10, Bonsignore 3, Savoia 6, Armadi 4, Sisti, Eugeni, Millucci, Landini 4, Cervini 15, Pirli 2. All. Fiorucci
San Lazzaro: Sgorbati 23, Pederzoli, Roncarati 3, Fornasari 11, Betti 2, Bernardi 7, Forni 4, Alberti, Masre 11, Mellara, Puzzo, Campagna. All. Baffetti

Classifica
Armani Junior Milano 4
Cus Torino 4
Basket Save My Life 4
Perugia Basket 0







Condividi ...
U18 M Ecc. '20
2/7 Giugno
Milano
U16 M Ecc. '20
15/21 Giugno
Udine
U15 M Ecc. '20
27/5 - 2/6
Cecina
U14 M '20
22/28 giugno
Pordenone
U18 F '20
2/7 Giugno
Milano
U16 F '20
13-20 Giugno
Rovigo
U14 F '20
21-27 Giugno
Roseto degli Abruzzi
calendario eventi
© 2015 Federazione Italiana Pallacanestro - Giovanile - Privacy Policy    Cookie Policy
credits sendoc.it
Gazzetta
Uliveto
Sixtus
basketlike.it
www.bricofer.it
www.spaldingbros.com

Media Partner

Fornitori Ufficiali

Fisiowarm
Vettore Medical
YouteCar

Official Medical Partner