home fip
basket community
Sponsor Maglia Azzurra
Sponsor Maglia Azzurra
Sponsor Tecnico
Sponsor Tecnico
Top sponsor
Top sponsor
Sponsor
Sponsor
Giovanilecomitato regionale

UNDER 17 MASCHILE - VASTO

Indietro
18 Giugno 2010
Finale U17. Casale-Bergamo e derby Montepaschi Siena-Virtus Siena le semifinali
Vasto – Giornata intensa al PalaBCC, Finale Nazionale Under 17 Maschile. Nel primo quarto di finale Casale Monferrato batte la Stella Azzurra e in semifinale trova Bergamo, che vince contro Biella. La Virtus Siena si sbarazza facilmente della Fortitudo Bologna e si regala un derby contro la Montepaschi che si preannuncia caldissimo.

Così i quarti
Junior Lib. Pall. Casale Monferrato – Stella Azzurra 74-65
Casale Monferrato è la prima squadra a qualificarsi per le semifinali Under 17 maschili grazie alla vittoria sulla Stella Azzurra, domata sul parquet del PalaBCC di Città del Vasto con il punteggio di 74-65. I piemontesi hanno passato il turno con autorità, al termine di una gara condotta sempre in vantaggio e messa in cassaforte dopo un primo quarto da schiacciasassi (21-9, 4 su 7 da 3 punti). Dopo l'avvio choc, i romani si sono riabilitati e, sospinti dai 20 punti di Alessandro Paesano e dai 15 di Matteo Fallucca, sono arrivati al -8 (68-60) a 2' dal termine. La Junior Casale non ha però subito la pressione e negli ultimi e concitati attimi di gioco ha sempre tenuto alla grande il campo, con Amedeo Della Valle trascinatore dei suoi con 19 punti (3 su 7 dalla lunga distanza). Nel primo periodo le due squadre partono con un ritmo indiavolato. La Stella cerca le penetrazioni, ma sottocanestro i romani non hanno le mani calde (3 su 19 da 2 punti). Sono invece bollenti quelle dei piemontesi che, con una gragnuola di triple (Bernardi, Rossi, Della Valle e Francione) e con il contropiede di Mecca concluso in schiacciata, chiudono un primo periodo dominato per 21-9. Nonostante i ragazzi di coach Carducci alzino le percentuali a canestro, nel secondo periodo devono subire il -15 (35-20). A riprendere per i capelli un primo tempo che stava assumendo i connotati di una debacle ci pensa Fallucca, che trova la tripla della riscossa, e del -8 (35-27) all'intervallo. Dopo l'intervallo lungo Casale Monferrato riprende da dove aveva cominciato: grande intensità e varietà di soluzioni. “From Downtown” Della Valle allunga fino al 49-32 e alla Stella Azzurra saltano anche i nervi, con D'Ascanio sorpreso in un antisportivo che porta alla lunetta Giovara per il +15 (50-45). Negli ultimi scampoli del terzo periodo i romani riescono però a portarsi sul -7 con Alessandro Paesano (migliore dei suoi con 20 punti), ma Roberto Francione (16, 3 su 6 da 3 punti) li ricaccia indietro di 11, grazie all'ennesima tripla infilata dai biancorossi (56-45). Nell'ultimo quarto i capitolini si esaltano con le triple di Fallucca e Verdaro, per il -8 a 6' dall'ultima sirena. La foga gioca però un brutto scherzo alla Stella, che esaurisce troppo presto il bonus falli. Per loro fortuna, Casale dalla lunetta è tutt'altro che infallibile, e il -8 rimane congelato fino a 1'21'' dal termine della gara. Proprio in quell'istante, il contropiede di Stella Azzurra viene stoppato da Rossi che, sul susseguente possesso, prende il fallo e fa 1 su 2 dalla lunetta (69-60). Per i capitolini le speranze sono a questo punto ridotte all'osso, e svaniscono definitivamente a 27'' dalla fine, quando la bomba di Gentili trova solo il ferro. A Della Valle, tornato in campo per gli ultimi scampoli, il compito di fissare il punteggio sul 74-65.
Junior Lib. Pall.: Montarolo 6, Rossi 15, Della Valle 19, Giovara 1, Petronio ne, Strotz, Mecca 4, Gambara ne, Francione 16, Ottone, Negro 8, Bernardi 5. Coach: Lorenzo Pansa
Stella Azzurra: D'Auria ne, Gentili 2, Fallucca 15, Romani ne, Duranti, Vardaro 14, D'Ascanio 2, Guadagnini 13, Rosati, Baldini, Paesano 20, Rampolla. Coach: Claudio Carducci
Arbitri: Martino Galasso, Francesco Pepe

Fortitudo Pall. Bologna – Virtus Siena 50-79

Dopo Treviso anche la Fortitudo cade sotto i colpi di una implacabile Virtus Siena (79-50). Un altro scalpo illustre per i ragazzi di Vezzosi, che giocano una gara sempre avanti e mai in discussione. Con un gruppo giovane e di talento, i toscani si prendono una meritatissima semifinale.
Una batosta pesante per gli emiliani, che non riescono mai a contrastare gli avversari.
La partenza è tutta senese, con un Tessitori formato extra-large. Tutto dalle sue mani il vantaggio Virtus (7-2). Il pivot toscano fa valere le sue doti atletiche (202 cm) anche sotto le plance, lasciando le briciole agli avversari. Imbrò e ancora Tessitori arrotondano con una tripla a testa: Siena prende il largo (20-7).
Nel secondo quarto la Virtus congela la gara amministrando un punteggio rotondo, che a metà frazione recita 33-16. Ritmo e grinta predica Ricci nel time-out ai suoi, che sembrano accusare il pesante passivo racimolato. Il gioco da 3 di Azzaro è ossigeno puro per Bologna, che però non riesce ad arginare la Virtus. Si va a riposo 42-25 Siena.
Il secondo tempo non cambia le cose. Ci spera Bologna, che prova a riavvicinarsi senza successo. La gara fila via invece senza scossoni, con i toscani sempre saldamente al comando delle operazioni. Terza frazione ancora con Siena avanti anni luce (65-40).
L’ultimo quarto di gara è piuttosto noioso e bloccato: dopo 5 minuti il parziale è di 6-4 Virtus. Davvero poco. La Virtus Siena è tra le migliori 4 squadre d’Italia Under 17.
E’ forte e attrezzata la squadra di Vezzosi, che può contare su mani buone e centimetri. Non a caso l’ossatura della Virtus è anche quella della Nazionale Under 16. Matteo Imbrò, Amedeo Tessitori e Corrado Bianconi hanno ben figurato in azzurro nelle ultime uscite internazionali della selezione di coach Gaetano Gebbia. Anche la Fortitudo ha le misure giuste ma raccoglie davvero poco in attacco a causa di qualche errore di troppo e del muro eretto da Siena. Ricci dispone di uomini importanti come Alessandro Azzaro, lo scorso anno tra i 12 azzurrini che hanno disputato l’ Europeo U16 in Lituania e Matteo Chillo, centro di 2 metri che ha ben figurato alla Finale U19 di Bologna con la F (65 punti in 145 minuti giocati) e fresco di convocazione per la Nazionale U18.

Fortitudo Pall. Bologna: Pipitone 8, Chillo 10, Fantinelli 1, Basile 8, Zanellati 5, Baccilieri, Martignago, Della Torre 2, Azzaro 8, Ballini, Bianchi 2, Giacometti 5. Coach: Francesco Ricci
Virtus Siena: Franci, Pagano, Gori Savellini 6, Olleia 6, Imbrò 14, Amarabom ne, Bianconi 7, Vannini, Finetti ne, Argento 7, Rovere 13, Tessitori 26. Coach: Umberto Vezzosi

Arbitri: Nicolini Alessandro, Mottola Christian

Pall. Biella – Comark Bergamo 67-68

Ennesimo capolavoro di Bergamo, che dopo l’ottimo terzo posto alla Finale Under 19 accede alla semifinale di Vasto battendo di misura (68-67) la Pallacanestro Biella al termine di una gara avvincente ed in dubbio fino alla fine. Decide un libero e l’errore del capocannoniere della manifestazione Eric Lombardi. Sabato 19 la sfida contro Casale Monferrato. Nulla da rimproverare ai biellesi, che hanno interpretato nel modo giusto la gara sotto tutti i punti di vista.
Dopo due partite a senso unico finalmente Biella e Bergamo danno vita ad un match teso ed equilibrato, ben giocato da entrambe le squadre.
Nel primo quarto prevale, seppur di poco, la Comark Bergamo (19-16) con Tomasini e Spatti migliori marcatori rispettivamente con 5 e 6 punti. Dalla parte opposta bomber Lombardi, 103 punti totali prima dei quarti, si dimostra anch’egli attivo (5). Dieci minuti di basket piacevole.
Nella seconda frazione regna ancora l’incertezza: Biella è più intraprendente, Bergamo più fallosa. Il risultato è un quarto che si conclude 34-32 per i piemontesi.
Il secondo tempo si riapre con una tripla di Niccolò De Vico e un canestro di Stassi. 5-0 Biella e piccolo strappo in quattro minuti di gioco (37-32). Gli orobici non si disuniscono e con due triple consecutive di Carnovali si rifanno immediatamente sotto (39-38). Si lotta sotto canestro per conquistare ogni pallone. Si gioca punto a punto e la gara non trova padrone. Biella applica una leggera supremazia, ma non basta per scrollarsi di dosso la coriacea Bergamo, che pareggia i conti a 3 dal termine (42-42). Ancora Biella prova la zampata, chiudendo il quarto 53-46. Un allungo significativo giustificato anche dai 46 rimbalzi totali (22 in attacco, 24 in difesa) raccolti dalla squadra di coach Pomelari. Per Bergamo appena 31 (9 in attacco). Pur con minore presenza sotto canestro la Comark rientra di nuovo, rendendo vano l’ennesimo allungo biellese. Una tripla del solito Carnovali firma il sorpasso bergamasco (57-55) ma anche stavolta dura poco.
A 1.30 dal termine il tabellone segna 67-67: aria di supplementare. Nava subisce fallo mentre sale a canestro conquistando due liberi pesantissimi a 11 secondi dal termine: ne entra uno ma basta e avanza perché sul rovesciamento di fronte Biella fallisce, proprio con Lombardi, il canestro della vittoria.

Pall. Biella: Amoruso, Bosio 14, Luciano ne, Devico 11, Monfermoso, Scaramal, Lombardi 14, Raimondi ne, Giacomone ne, Marotto 8, Stassi 16, Fauda Pichet 4. Coach: Wannes Pomelari
Comark Bergamo: Mazzucchelli ne, Orlandi 7, Leone 6, Ubbiali ne, Azzola ne, Giosuè, Nava 13, Tedoldi 2, Franzoni 4, Carnovali 19, Tomasini 11, Spatti 6. Coach: Andrea Schiavi

Arbitri: Aprea Marcello, Lauretani Alessio

Montepaschi Siena – Virtus UGF Banca Bologna 68 – 61

A meno di due settimane dalla Finale scudetto under 19, Montepaschi Siena e Virtus UGF Banca Bologna si rincontrano a Vasto, per un posto fra le migliori quattro squadre Under 17 d'Italia. Di quella partita, che regalò il tricolore ai bolognesi (68-59), oggi sul parquet del PalaBCC ci sono Landi da una parte e Monaldi, Severini, Udom e Sorrentino dall'altra. Per i mensanini questo incontro rappresentava dunque non solo il pass per le semifinali Under 17, ma una rivincita bella e buona. E rivincita è stata, con i senesi che, dopo una rincorsa durata 30 minuti, regalano a se stessi un ultimo quarto da incorniciare e superano le Vu nere 68-61.
Pronti, via e la Virtus presenta come biglietto da visita la bomba di Fabio Marchi (11). La sfida sottocanestro fra Mattia Udom (7) e Aristide Landi (23) fa scintille e per prevalere sul rivale i due lunghi devono tirare fuori conigli dai loro cilindri. Landi però, ha mano calda anche dalla lunga distanza, e la sua prima bomba vale il primo break del match 7-2. La risposta di Siena è allora affidata alle mani sapienti di Diego Monaldi (25) e di Giovanni Severini (13), che arrivano al 13 pari a 2' dalla fine del primo periodo. L'equilibrio si rompe di nuovo nell'ultimo minuto, con un break spezzagambe dei bolognesi, che con Bottioni e Canuti vanno al primo riposo sul +7 (22-15).
Nel secondo quarto è Udom ad esaltare i suoi con una schiacciata in faccia a Landi. La Virtus però è sempre avanti (24-19) e, con la seconda bomba di Landi e le conclusioni di Marchi – che si prende sempre il tiro giusto -, ricaccia gli avversari a -10. Sembra fatta, ma monaldi con una penetrazione da cineteca (ne farà a bizzeffe) si riavvicina fino al -2 dell'intervallo. E Siena deve anche recriminare, perché la scarsa percenutale dalla lunetta (33%, 6 su 18) gli impedisce un parziale ancora più favorevole.
Dopo l'intervallo lungo è Landi a infilarsi la calzamaglia da supereroe e firmare l'ennesimo break dei bolognesi (+10), ma ancora una la Mens sana rifugge dal ruolo di vittima sacrificale e va all'ultimo riposo 44-50. L'ultimo periodo è da brividi. Ogni canestro viene osannato dall'esultanza di tutti i giocatori e del tanto pubblico accorso. Landi ha ancora una cartuccia pesante nel cinturone (tripla del 53-48) ma Monaldi non è da meno. Anzi, il play senese entra in zona magica proprio nel momento topico del match, e con la classe che lo contraddistingue trova prima l'agognato pareggio, e poi il primo vantaggio di Siena. A far calare definitivamente la notte sulle Vu nere sono infine le triple dello stesso Monaldi e di Severini, che portano i biancoverdi fino al massimo di +10. Gli ultimi assalti di Bologna servono solo a rendere meno amare le statistiche. Ma non l'ultima sirena, che premia il cuore e la determinazione dei ragazzi di coach Magro, vincenti 68-61. Dopo il meritato riposo, la Montepaschi si preparerà al derby con la Virtus Siena, che quest'anno ha già incrociato, e battuto, quattro volte.

Montepaschi Siena: Antonini ne, Mazzi 1, Maggiorelli, Sorrentino 2, Spina, Bianchi 14, Monaldi 25, Mugnaioli ne, Mascagni 2, Papi 4, Udom 7, Severini 13. Coach: Alessandro Magro
Virtus UGF Banca Bologna: Bottioni 12, Prosdocimi ne, Guazzaloca, Landi 23, Canuti 5, Sabatini 2, Marchi 11, De Ruvo, Millina, Donati 4, Galeotti 2, Preti 2. Coach: Marco Sanguettoli

Arbitri: Gianpaolo Marota, Marco Scudieri

Così le semifinali (sabato 19 giugno, PalaBCC Vasto)

Junior Libertas Pallacanestro – Comark Bergamo ore 18.00
Virtus Siena – Montepaschi Siena ore 20.00

Le finali di domenica 20 giugno sono state posticipate alle ore 18.30 (Finale 3°-4° posto) e 20.30 (Finale 1°-2° posto).

Ufficio Stampa Fip
Condividi ...
U18 M Ecc. '20
2/7 Giugno
Milano
U16 M Ecc. '20
15/21 Giugno
Udine
U15 M Ecc. '20
27/5 - 2/6
Cecina
U14 M '20
22/28 giugno
Pordenone
U18 F '20
2/7 Giugno
Milano
U16 F '20
13-20 Giugno
Rovigo
U14 F '20
21-27 Giugno
Roseto degli Abruzzi
calendario eventi
© 2015 Federazione Italiana Pallacanestro - Giovanile - Privacy Policy    Cookie Policy
credits sendoc.it
Gazzetta
Uliveto
Sixtus
basketlike.it
www.bricofer.it
www.spaldingbros.com

Media Partner

Fornitori Ufficiali

Fisiowarm
Vettore Medical
YouteCar

Official Medical Partner